assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Sant'Antimo Excelsus 2000

Castello Banfi

di Enoteca Nepesina
  • Castello di Poggio alle Mura, Montalcino (SI)
  • denominazione: Doc - Denominazione di origine controllata
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Cabernet Sauvignon 60%, Cabernet Sauvignon 40%
  • prezzo: oltre 40,00 € €
Sant'Antimo Excelsus
NOME VINO: Sant'Antimo Excelsus 2000
PRODUTTORE: Castello Banfi
ZONA: Toscana - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Spero mi sia consentito criticare un vino "famosetto".
Si tratta di una D.o.c. Sant'Antimo in quel bellissimo territorio di Montalcino, il suo nome è Excelsus annata 2000 del famoso produttore "Castello Banfi". Oggetto di un regalo con acquisto in Enoteca e quindi si suppone ben conservato.
Assaggiare questo vino e sorprendersi per la sue caratteristiche organolettiche direi "inusitate" è stato un tutt'uno!
Già alla vista si presentava di un colore nero diciamo sui generis per la tipologia, roteando il bicchiere appariva assai denso, quasi viscoso degno di un passito e poco trasparente, sentori spinti di frutta rossa e sottobosco, burroso e caramelloso. Al gusto poi una morbidezza sfacciata quasi smielato da vin brulè, tondo, pastoso, esente da alcuna freschezza e tannicità, molle e troppo maturo, ho pensato che le sue connotazioni erano più vicine ad un vino poco tannico del sud dopo eccessiva maturazione in legno e previa aggiunta di mosto cotto, eppure si trattava di un altro vino etichettato come Sant'Antimo Rosso ma che c'entra?
Si è capito che non mi piace affatto? Ma la finezza dei supertuscans dove è andata a finire..Boh?! Forse l'annata 2000 non è stata all'altezza ma mi sebra troopo presto per far "decadere" un vino "blasonato" e costoso.
E' un blend di Merlot e Cabernet Sauvignon ma vinificati all'americana è definito dagli Americani e non solo come un "Supertuscans"
Si tratta - secondo il mio modestissimo parere - di un vino costruito a tavolino che non rispecchia assolutamente il territorio cui appartiene (Montalcino). A proposito allacciandomi al Sant'Antimo, voglio aggiungere che la DOC nacque (1996) per essere alimentata con vitigni diciamo "non autoctoni" ma il principio ispiratore fu quello di conservare il signor SANGIOVESE come facente parte del blend seppur non a maggioranza assoluta........ Ricordiamo tra i primi così detti Supertuscans il Tignanello (che comunque è un IGT Toscana nata prima della doc Sant'Antimo), con il tempo molte cose sono cambiate.......... Personalmente l'Excelsus non lo annovererei tra i SuperTuscans..... tutt'al più "Tuscans", certo l'attribuzione di Supertuscans è abbasanza soggettiva visto che siamo nel puro campo commerciale ed è un'invenzione Anglosassone.
Un vino che il mercato "offre" si fa per dire dai 40 Euro in su a seconda delle annate! Se il suo prezzo fosse stato intorno ai 10,00 € avrei considerato il tutto rientrante nella normalità (sono tanti i vini con tali caratteristiche che hanno successo tra i consumatori....)
Qualcuno di voi ha mai sperimentato questo vino? Mi piacerebbe sentire cosa ne pensate in termini di rapporto qualità prezzo e simbolo del territorio di appartenenza, forse altre annate hanno personalità.......
E poi mi piacerebbe leggervi su altre esperienze insoddisfacenti o comunque molto al di sotto delle aspettative, di cui - chissa perchè -non si parla quasi mai! Penso sia molto formativo alla stregua dei giudizi positivi.......
Un saluto a tutti
  • condividi su   Facebook
  • 4678
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Enoteca Nepesina I MIEI VINI

  • Primo Bianco
    @ @ @ @ @

    Primo Bianco

    inserito da Enoteca Nepesina
    Un breve cenno sul Pecorino splendido vitigno da pochi anni "ritrovato" sulle nostre tavole. A metà dell'800 le viti di Pecorino venivano...

    • 1
    • 4016

#3 Commenti

  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    Non ho mai assaggiato questo vino, quindi mi guardo bene dal dare un commento al commento.
    Però è da apprezzare la serenità di giudizio, perchè non capita spesso di trovare giudizi insoddisfacenti in un mondo permaloso come quello del vino, specie quando poi si va a parlare di vacche sacre.

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Enoteca Nepesina

    Enoteca Nepesina

    "non capita spesso di trovare giudizi insoddisfacenti in un mondo permaloso come quello del vino"
    Come ben sai, caro Andrea, a volte dipende da un certo timore riverenziale altre volte da sudditanza o rapporto di collaborazione diretto o indiretto.. si riesce a parlar bene anche di vini "ciofeca"!
    Tutto ciò non mi appartiene e scrivo liberamente! Al riguardo mi sembra che anche tu sei sulla stessa linea..ho letto il tuo post a proposito del web-site del Consorzio del Chianti : approvo integralmente quanto hai scritto e, guarda caso, proprio pochi giorni fa ho buttato giù una bozza che presto pubblicherò nel mio blog , sulle diversità abnormi riscontrabili nella qualità dei Chianti Classico in commercio e dell'immagine sempre più deteriorata di questa storica Doc/Docg. Peccato!
    Penso che si dovrà cambiare rotta .
    Ciao, Marco

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    Aspetto la pubblicazione del tuo post sul Chianti, mi ha molto incuriosito.........

    link a questo commento 0 0
    #3

inserisci un commento