assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Cecilia di Baone 2003

Il Filò delle Vigne

di Stefano il Nero
  • Via Terralba 14, Baone (PD)
  • denominazione: Doc - Denominazione di origine controllata
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: cabernet, sauvignon
  • alcool: 13º
Cecilia di Baone
NOME VINO: Cecilia di Baone 2003
PRODUTTORE: Il Filò delle Vigne
ZONA: Veneto - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Con buona pace del Vasco questa volta il caro Alfredo con c'entra niente, è tutta colpa di Corrado. E' lui che mi ha inseguito nella sua enoteca dicendomi "dici sempre che vuoi conoscere di più il prodotto dei Colli Euganei ? allora senti questo! Questo è il Filò caro mio, non uno qualsiasi questo viene dal Monte Cecilia."
Il Monte Cecilia ? Ma cosa vuoi che ne sappia io di quale è il Monte Cecilia, non se la prendano a male gli amici dei Colli Euganei ma, appunto, colli sono non monti e poi io faccio difficoltà a distinguere il Monte (e daiiii) Ventolone dal M. Venda, mi regolo contando le super antennone che ci sono sopra, che volete ne sappia del Cecilia !

Va bhe allora ci sono passato per Baone, ho visto il cordone speronato del Cabernet del Filò delle Vigne, grazie Corrado, adesso lo so dove è il Monte Cecilia, e non solo.
Il Filò delle Vigne è una delle cantine più conosciute dei Colli Euganei, da tempo persegue la produzione di qualità sui suoi 20 ha di vitigni dai quali dichiara ricavare 50000 bottiglie (resa di 30 hl/ha uhm però!) che in parte prima numera e poi distribuisce sul mercato.

Dice il Filò "I grandi vini sono concepiti nel vigneto e nascono in cantina" chapeau ottima filosofia. Nella prima quindicina di ottobre al Filò raccolgono, dai vitigni piantati nel 1975, il Cabernet che poi, con il 50% di Sauvignon ed il 50% di Franc, diventerà il "Cecilia di Baone" Cabernet Riserva del quale abbiamo assaggiato i 13º alcol-volumetrici della vendemmia del 2003.

Prima di arrivare alla bottiglia il Cabernet del Filò si trastulla per 24 mesi in acciaio inox, solo dopo si merita la "DOC Riserva" del Consorzio dei Vini dei Colli Euganei.
Nel bicchiere ci accoglie con un colore forte, intenso, più che violaceo e profumi immediati di frutta e di prato bagnato dalla pioggia, erbaceo e con qualche nota alcolica a buon corredo.

Le caratteristiche olfattive si riversano immediatamente sull'assaggio che rivela un Cabernet molto strutturato, corposo e molto allappante. Un vino che non vuole essere elegante ma forte e presente, una bevuta liscia e veloce (non tradisce l'inox eh !) con un risultato piacevolmente fruttato, di ottimo equilibrio.

Il Cabernet scende dal palato e continua con identiche gradevoli note fino a denotare alcuni momenti di sapori piccanti che non rivelano mai però un eccesso di acidità, tutt'altro. Il Monte Cecilia ci lascia così una ottima interpretazione di se stesso, il Cabernet Riserva del Filò è una realtà di produzione di livello alto che deve poter cimentarsi su qualche palcoscenico di prestigio, magari sfide difficili e per questo non immediatamente vincenti, momenti però dove poter crescere e trovare gradatamente lo spazio che veramente si merita.

Me lo vedo il Corrado ora dire "l'avevo detto io!". Ohioia oste, per il vino avevi ragione ma il Cecilia e chiamalo pure Monte tanto un colle rimane.
  • condividi su   Facebook
  • 3908
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Stefano il Nero I MIEI VINI

  • Tre Filer
    @ @ @ @ @

    Tre Filer

    inserito da Stefano il Nero
    Ci sono vini che, per un appassionato, sono legati ad una storia o rappresentano un taglio di vita o chissà che altro ancora; è la...

    • 2
    • 3945

#0 Commenti

inserisci un commento