assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Almabruna Viognier Toscana Igt 2008

I Campetti

di Alessandra Rossi
  • Via della Collacchia, Ribolla (GR)
  • denominazione: Igt - Indicazione Geografica Tipica
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Viognier
  • alcool: 13,5º
Almabruna Viognier Toscana Igt
NOME VINO: Almabruna Viognier Toscana Igt 2008
PRODUTTORE: I Campetti
ZONA: Toscana - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Quando ho sentito la prima volta la definizione di "vino da meditazione" ho immaginato un uomo ed un calice di rosso davanti ad un camino, musica jazz o classica di sottofondo e un libro di Coelho.
Ma la "bontà" vera riesce a superare ogni immaginazione, così sono rimasta davvero sorpresa quando ho degustato questo Viognier: h.19 al wine-restaurant "Rosso e Vino" di Grosseto, gremito all'ora dell'aperitivo.
Non l'ho scelto questo vino, me lo sono trovato in mano su consiglio di Nicola, il manager del locale e l'ho portato alle labbra distrattamente, reduce da una giornata stressante ed al momento tutta concentrata a tirar fuori il mio miglior francese con due astanti parigine appena incontrate.
Il sottofondo era un rumoroso miscuglio di musica pop e chiacchiericcio, ero anche presa da mille pensieri di lavoro... Insomma, ho fatto tutto quello che un buon degustatore non deve fare: afferrato il calice e bevuto un buon sorso senza neanche annusare. Avevo sete.

Almabruna non ha avuto bisogno che io "mi accingessi", ha fatto tutto da se'. Sono passati 5 secondi e la mia bocca si è riempita di primavera. Il tempo si è fermato e d'improvviso non ero più li', ma in un campo, in un frutteto, sotto un sole gentile, con uccellini e farfalle svolazzanti :-).
Mi ha costretta, il vino, ad andare con lui. Quasi chiedendogli scusa per l'approccio irrispettoso ho preso il secondo sorso stavolta annusando con calma, non mi ero sbagliata... Albicocca, pesca gialla, fiori di campo e quei cespugli di macchia dei quali ignoro il nome. Il tutto avvolto con gentilezza e perfetto equilibro da un giusto tempo nel giusto rovere.
Vitigno del Rodano? A me pare una cosa nata in alta Maremma, in quella striscia che va dalla costa ai colli, dove il mare si fa sentire senza sovrastare.. Che bello essere ignoranti, si lasciano liberi i sensi e poi, andando a leggere, ci si sorprende ancora ed ancora...

E' un bianco che ha fatto più che "farmi meditare", mi ha portata a casa sua e mi ha sedotta con giovanile eleganza :-). Si, lo berrò di nuovo anche non pasteggiando, consapevole che pure lui ed io da soli, senza piatti abbinati, ci faremo buona compagnia.

Lo so, è un romanzo questa degustazione. Ma una che non è sommelier e neanche ci prova, cosa vuoi che dica di un vino che le piace?
  • condividi su   Facebook
  • 5749
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Alessandra Rossi I MIEI VINI

  • Altura
    @ @ @ @ @

    Altura

    inserito da Alessandra Rossi
    Sono felice quando posso abbondare in chiocchioline :-). Anche stavolta sono disposta a disquisire per giorni interi, interessatissima alle altrui...

    • 2
    • 8572
  • Rosa Mati
    @ @ @ @ @

    Rosa Mati

    inserito da Alessandra Rossi
    Con Nicola Alocci, manager del "Rosso e Vino" di GR, è un piacere assaggiare i buoni vini: gli occhi brillano prima a lui :-); inoltre conosce...

    • 1
    • 8179

#10 Commenti

  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    E invece dovresti farlo più spesso (recensire vini) :-)
    Sai trasmetterla bene la bottiglia.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    That's amore Fil, grazie per l'apprezzamento.
    Nota doverosa: ogni riferimento alle chioccioline ortodossamente attribuite dai degustatori per professione è puramente casuale.

    Ho saputo poi di un altro Viognier prodotto dalle mie parti che non vedo l'ora di assaggiare, anche migliore, mi dicono.
    Probabile che le chioccioline che date voi non mi bastino, ma tanto ho la tastiera @@@@@@@@@
    :-)

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Per le chiocciole basterebbe tenersi sempre cauti e poi ampliare via via, con l'esperienza, il range di attribuzione.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Cauta io? Giammai ;-)
    Inoltre con tutti i vini che devo ancora conoscere mi ci vorrà il resto della vita per arrivare all'esperienza necessaria a fare comparazioni e valutazioni un po' più oggettive.

    Invito voi a fare la giusta valutazione ed a tagliare le chioccioline a vostra insindacabile discrezione.

    Nel frattempo mi entusiasmo e, come già detto, se non mi entusiasmo non recensisco.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Non ho resistito: ho chiamato I Campetti per saperne di più. Parlo con la sig.ra Carla e scopro non hanno un enologo! Fa tutto lei insieme al figlio Francesco che non è neanche perito agrario, viene dall'Accademia delle Belle Arti.
    Bello & Buono possono essere sinonimi, in certi casi :-).

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Anna Veronese

    Anna Veronese

    caspiterina, che bella recensione.
    Per un attimo mi è parso di sentire i profumi di quel campo e
    il desiderio di conoscerlo al più presto questo vino in grado
    di dare tanta ispirazione.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Salvatore Landolfo

    Salvatore Landolfo

    Per quanto mi riguarda parecchi degustatori (con la tessera) non sanno comunicare il vino come te...... Complimenti!
    Hai qualche link per avere maggiori notizie e per sapere se ci sono distributori in Campania? Mi hai messo curiosità e voglio assaggiarlo.

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Wow Salvatore, sono colpita! E si che pure tu ne leggi di degustazioni... Quanto all'azienda, ti posso dare il loro tel. ed il sito. Hanno un punto vendita a Bologna, in Campania non saprei. E' certo che avrebbero bisogno di incrementare le vendite, ma mi confermano anche loro quanto sia difficile aprirsi in zone nuove senza le persone giuste.
    http:\\www.icampetti.com
    tel. 0564 579663

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Salvatore Landolfo

    Salvatore Landolfo

    OK grazie e provo a contattarli.
    Per la Degustazione vedi hai trasmesso con semplicità e coscienza ciò che hai realmente provato, cosa che parecchi degustatori anche "de visu" non riescono a fare......
    Ciao e Grazie.

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Azienda Agricola I Campetti

    Azienda Agricola I Campetti

    Ciao sono Francesco (quello dell' accademia di Belle arti!) intanto grazie della splendida recensione, è un grande piacere quando il nostro lavoro viene apprezzato in questo modo; poi vorrei darvi alcune informazioni sulla nostra azienda. Noi produciamo vino fin dagli anni cinquanta, io sono cresciuto in questo mondo ed ho imparato prima da mio nonno poi da mia mamma (chimica) e da mio zio (perito agrario) e
    molto ho imparato dal confronto con altri produttori e con enologi amici che negli anni abbiamo incontrato e che sono stati certamente ottimi consiglieri, ma noi pensiamo che il vino debba essere un' espressione del territorio e delle persone che lo producono, perciò abbiamo sempre scelto di non avere legami troppo stretti con tecnici, che spesso tendono ad imporre, ed è un loro diritto, la loro idea di vino, preferendo mantenere un identità costruita in un lungo arco di anni.
    Abbiamo piantato il Viognier nel 90 e siamo stati fra i primissimi a farlo in italia e fra i pochi a vinificarlo in purezza ( è un uva piuttosto difficile)
    e vediamo con piacere che fu un scelta giusta, che molte altre aziende stanno condividendo.
    Ringrazio ancora Alessandra per la bella recensione, mi scuso di farlo così in ritardo ma sono distratto e solo grazie ad amici produttori ho potuto leggerla in questi giorni!! Se siete su facebook potete iscrivervi al nostro gruppo e così avere notizie di nuove degustazioni od eventi legati a i campetti

    link a questo commento 0 0
    #10

inserisci un commento