Animae 2009

Perlage Wines

di Bio Enoteca
  • Via Cal del Muner 16, Farra di Soligo (TV)
  • denominazione: Doc - Denominazione di origine controllata
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Prosecco 100%
  • alcool: 11,5º
Animae
NOME VINO: Animae 2009
PRODUTTORE: Perlage Wines
ZONA: Veneto - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Lo aspettavo da tempo questo prosecco della Perlage Wines, anche perchè è il primo vino biologico e senza solfiti aggiunti che assaggio, oltre ad essere il primo Prosecco di Valdobbiadene ad essere lavorato in questo modo.

Già dal packaging esterno si vede che il prodotto è ben curato, ogni bottiglia è numerata e confezionata dentro una scatola dalla bella grafica. Le premesse quindi sono buone, ma passiamo alla sostanza

Il perlage è fine e molto intenso e ho sentito una nota di pera nel bouquet, mentre al palato è molto fresco con sentori di pesca. Nel complesso un gran bel vino, equilibrato e per nulla pesante e che porta a continuare ad essere bevuto e, nel mio caso, puliva bene la bocca dopo aver mangiato il pesce fritto.

Poi, sarà l'uva biologica, sarà la totale assenza di solfiti aggiunti, ma questo Animae non ha lasciato tracce di mal di testa il giorno dopo, quindi perfetto nei casi di festeggiamenti prolungati a Natale o a Capodanno.

Animae di Perlage Wines lo trovate qui:

http://www.saluteinerba.com/Vini-BIO-Bianchi-e-Spumanti/Prosecco-Valdobbiadene-senza-solfiti/flypage.tpl.html

vedi tutte le degustazioni di Bio Enoteca I MIEI VINI

  • Palmo di Terra Maremma Toscana
    @ @ @ @ @

    Palmo di Terra Maremma Toscana

    inserito da Bio Enoteca
    E' arrivato ieri mattina questo Palmo di Terra ed è stato subito messo alla prova con un bel formaggio di pecora. Dalla scheda del vino...

    • 0
    • 1704
  • Rosso del Castello
    @ @ @ @ @

    Rosso del Castello

    inserito da Bio Enoteca
    E' un secondo assaggio quello di ieri sera, per questo Rosso del Castello 2007 biologico, mentre mi apprestavo a cucinare un'ottima pasta al forno....

    • 0
    • 1854

#3 Commenti

  • Paulo Rota

    Paulo Rota

    E' interessante e mi rallegra sentire che si produce un vino bianco spumante senza l'aggiunta di solfiti;questo in un'ottica "salutistica" e anche per poter dare un aiuto a quei soggetti che (come spesso si legge nelle richieste sui blog)presentano allergie o problemi di tipo fisico all'anidride solforosa contenuta nel vino.
    Ed è ancora più bello sentire l'impressione diretta di un consumatore che ne ha provato l'esperienza sensoriale descritta in maniera molto simpatica e appetitosa (visto che si parla di pesce fritto).
    Parlare di vino biologico o naturale potrebbe forse risultare riduttivo?Mi faccio questa domanda perchè spesso sotto questo termine si va a celare un discorso molto più ampio,legato non solo al ritmo "biologico"della coltivazione ma anche all'opera dell'uomo che deve sicuramente seguire il sopraccitato ritmo.
    La mia domanda quindi è: in che senso si parla di biologico?

    Grazie mille!!!!

    Paulo

    link a questo commento
    #1
  • Bio Enoteca

    Bio Enoteca

    La dicitura corretta dei vini bio è "Vino prodotto con uve da agricoltura biologica" o, in alcuni casi, biodinamica. Il vino biologico, come ben si sà, non esiste nel modo classico di una pasta bio o di un sugo perchè dipende molto da cosa poi l'azienda fa in cantina. Quello che noi di Bio Enoteca cerchiamo di fare è di scegliere i vini "bio" da produttori che cerchiamo di conoscere e che quindi sappiamo come lavorano in cantina. Perchè è facile e bello dire vino biologico, ma se poi in cantina si fanno le porcherie più assolute, allora il discorso salute decade immediatamente.

    link a questo commento
    #2
  • Paulo Rota

    Paulo Rota

    E' veramente una bella iniziativa quella di scegliere vini provenienti da produttori bio( gìudicati ovviamente per come lavorano in cantina e non solo perchè appongono il marchio bio e magari producono solo porcherie mascherate da un'etichetta).
    Ed è molto importante che realtà come la vostra possano portare,mediante il canale informatico,il valore dei prodotti sani (biologici,biodinamici o simbiotici che siano)a più gruppi di persone( siano esse più esperte o meno esperte).
    E', poi, un indice di serietà da parte vostra l'essere selettivi nei confronti delle varie cantine verificando il loro essere bio o meno ( in cantina e non sulla carta).

    Mi voglio permettere di suggerire una linea di due vini che ,però, non sono biologici o biodinamici: chi li ha studiati e li produce ama definirli frutto di viticultura ed enologia simbiotica; partendo dal concetto del fatto che la vite e l'uomo devono essere in simbiosi,assecondando l'uno il comportamento naturale dell'altra.

    In vigneto si utilizza l'aiuto di micorrize e funghi che contribuiscono alla vita er all'equilibrio del terreno;in cantina si fa molta attenzione all'espressione naturale delle uve senza uso di additivi aggiunti ( si utilizzano lieviti indigeni vinificando in assenza di anidride solforosa)
    In questi due vini ,un Cabernet Sauvignon e un Sangiovese ( Val di Cornia IGT)prodotti presso la cantina Rubbia al Colle dei Fratelli Muratori a Suvereto (Li).

    In questi due vini si ha un aumento dei polifenoli ( con un 20% in più di potere antiossidante anche nelle uve rispetto alle colture tradizionali e non solo nel vino).

    La linea si chiama TuttoNatura

    Per qualsiasi info www.arcipelagomuratori.it

    link a questo commento
    #3

inserisci un commento