assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Cesanese del Piglio Superiore Hernicus 2008

Coletti Conti

di Daniele Serafini
  • corso vittorio emanuele 116, anagni (FR)
  • denominazione: Docg - Denominazione di origine controllata e garantita
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Cesanese di Affile
  • alcool: 16%º
  • prezzo: 11 euro €
Cesanese del Piglio Superiore Hernicus
NOME VINO: Cesanese del Piglio Superiore Hernicus 2008
PRODUTTORE: Coletti Conti
ZONA: Lazio - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Anton Maria Coletti Conti, oltre ad essere un ottimo docente Ais è anche uno dei più importanti produttori di Cesanese. Discendente di un'antica e importantissima famiglia che annovera anche diversi papi (non papi bunga bunga eh!) e attualmente proprietario del podere La Caetanella ad Anagni, dove il vitigno principe è il Cesanese ma trovano collocazione anche Merlot, Syrah, i due Cabernet (questi, vitigni internazionali ma considerabili tradizionali del luogo), alcune tipiche varietà a bacca bianca come il Bellone e la Malvasia del Lazio, oltre a Fiano e Grechetto. Si producono così l'Arcadia, unico bianco, il Cosmato, il rosso "internazionale" e, soprattutto, i due Cesanese. Lasciamo perdere per il momento il campione aziendale, il Romanico e occupiamoci del fratello minore, l'Hernicus. Ricavato da selezionati cloni di Cesanese di Affile, affina parte in acciaio e parte in barrique per poco meno di un anno. Nel corso degli anni è sempre stato campione di alcolicità, presentandosi di volta in volta con gradazioni da vino liquoroso. Questo 2008 ci regala ben 16 gradi!

Si presenta con un rosso rubino limpido e intenso con delle lievissime sfumature porpora. Nel bicchiere si muove lento ed ha consistenza quasi passitosa. Al naso presenta subito una potenza immediata. Etereo innanzitutto, poi frutta sotto spirito, fiori appassiti, sensazioni fruttate, confettura, tante spezie, chiodi di garofano, pepe, poi cuoio. Una bella nota balsamica e caramellosa. Molto complesso e non sfigura neanche tanto in eleganza. In bocca emerge subito la imponente nota alcolica anche se è quasi bilanciata da una grande struttura. Ottima persistenza. Finale leggermente amarognolo. Meglio forse fra qualche annetto. Se penso che questo è il Cesanese base ...
  • condividi su   Facebook
  • 3334
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Daniele Serafini I MIEI VINI

#1 Commenti

inserisci un commento