assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Rumon Malvasia del Lazio 2009

Cantine Conte Zandotti

di Simona Venditti
  • Via di Colle Mattia, 8, Roma (RM)
  • denominazione: Igt - Indicazione Geografica Tipica
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Malvasia del Lazio
  • alcool: 13.5º
Rumon Malvasia del Lazio
NOME VINO: Rumon Malvasia del Lazio 2009
PRODUTTORE: Cantine Conte Zandotti
ZONA: Lazio - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Malvasia del Lazio. La sua storia ha un che di commovente: c'erano una volta i vitigni "tipici" del Lazio, Bombino Bellone etc.., tra cui primeggiava la buona Malvasia del Lazio, detta anche Malvasia Puntinata per via delle macchiette marroni che caratterizzano la superficie degli acini al momento della maturazione. Questa Malvasia era buona e utilizzata negli uvaggi dei vari Frascati e Cannellini, suscitando non pochi piaceri palatali. Ma come tutte le belle favole degne di tale nome, anche questa ha un'ombra: la Malvasia del Lazio era un'uva di qualità ma non di quantità! La grande richiesta, e il conseguente fervore economico dei produttori, indusse gli stessi a scansare l'uva buona, ma di produzione scarsa, per sostituirla con una approssimativamente simile ma di produzione decisamente più elevata: la Malvasia di Candia.
Le produzioni aumentavano, a fiumi, mentre la qualità diminuiva, e contemporaneamente, per qualche gioco di combinazioni fatali (il luogo giusto al momento giusto) il taglio con Malvasia di Candia divenne D.O.C. e la Malvasia del Lazio venne relegata ad un semplice I.G.T.
Ora, negli ultimi anni, pare che la Nostra (sono romana) cara uva stia vivendo una promozione di merito, ergo eccomi con questa bottiglia dalle forme essenziali con su scritto MALVASIA DEL LAZIO che grazie delle Cantine Conte Zandotti e al suo I.G.T. rivive nel mio calice, e in quello di molti altri, la soddisfazione dell'apprezzamento di un appassionato.

Colore: Giallo dorato cristallino abbastanza consistente.
Naso: Evidente mineralità portata dal marino profumo dello iodio, erbette di campo, timo, mela golden stramatura, buccia di pesca gialla, pompelmo maturo, ringosperma, petali di rosa bianca.
Bocca: Secco, abbastanza caldo, morbido, abbastanza fresco e sapido. Lo iodio che scopri al naso lo ritrovi in bocca nella fase iniziale, seguito da un fresco dolciastro nel momento della deglutizione per terminare con un ammandorlato in chiusura. Buona la persistenza.
Ottima nota di rilievo: lascia la "bocca pulita".
  • condividi su   Facebook
  • 4530
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Simona Venditti I MIEI VINI

#0 Commenti

inserisci un commento