assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Dagoberthus da uve stramature Igt 2007

Tenuta Col Sandago

di Simona Venditti
  • Via Barriera 41, Susegana (TV)
  • denominazione: Igt - Indicazione Geografica Tipica
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Wildbagher
  • alcool: 14%º
Dagoberthus da uve stramature Igt
NOME VINO: Dagoberthus da uve stramature Igt 2007
PRODUTTORE: Tenuta Col Sandago
ZONA: Veneto - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Siamo a Susegana, in provincia di Treviso, e proprio qui, nella terra del Prosecco, su un lembo di terra, cresce l’unico esemplare italiano di un antico vitigno di origine austriaca il cui nome è WILDBACHER che significa “selvaggio e autoctono” . Siamo nella Tenuta di Martino Zanetti, di Col Sandago, e la vendemmia viene effettuata a mano e in autunno inoltrato.
Di questo vino mi innamorai ad una degustazione tenutasi circa un anno fa in quel dell’AIS ROMA. Mi colpì per il suo carattere e per la sua masticabilità, per la sua dignità che viaggiava fra il rigore e la morbidezza. Dolce, ma di carattere.
Oggi, a distanza di un anno, confermo quella che sarebbe potuta essere una semplice infatuazione del momento, ma che evidentemente era molto di più.

Colore: rubino luminoso,
intenso e impenetrabile.
Incantevolmente consistente.
Naso: visciola in confettura, viola appassita, terra bagnata su bacche secche di ginepro, confettura di mora, pepe rosa, tostatura di legno, tabacco fresco, punta di mineralità, cuoio, pelliccia, accenni di vinosità e chiodi di garofano. Il tutto sapientemente elegante.
Bocca: dolce e morbido, ha un tannino importante ed una buona acidità che riesce a tener testa ai 14° alcolici. L’annata è la 2007 e dal carattere che presenta credo che questo vino possa servirsi del tempo per affinarsi ulteriormente.
È un vino “masticabile” che ti avvolge e ti scalda come un abbraccio.
La bocca è pulita pur rimanendo ancora scaldata dal ricordo del morbido abbraccio.

P.S. La finezza non ha limiti: il tappo di sughero è compatto e lungo, con disegnata, sulla superficie scoperta, una rosa vista dall’alto. Il centro della rosa è il punto esatto in cui infilzarla con lo stappabottigle, per poter gAUdere del magico succo al suo interno.
  • condividi su   Facebook
  • 2785
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Simona Venditti I MIEI VINI

#0 Commenti

inserisci un commento