assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Malvasia Bianca Salento Igt 2010

Conti Zecca

di Franco Ziliani
  • Via Cesarea , Leverano (LE)
  • denominazione: Igt - Indicazione Geografica Tipica
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Malvasia Bianca
  • alcool: 13,5º
  • prezzo: 6 euro €
Malvasia Bianca Salento Igt
NOME VINO: Malvasia Bianca Salento Igt 2010
PRODUTTORE: Conti Zecca
ZONA: Puglia - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Nell’immaginario diffuso non è certo questo vitigno, la Malvasia bianca, il più identitario dei vitigni pugliesi e salentini e sono sicuramente varietà come Negroamaro e Primitivo ad apparire alla maggior parte degli appassionati le varietà di riferimento delle province di Lecce e Brindisi. Eppure questa antica varietà a bacca bianca come ho scritto in questo articolo pubblicato su Vino al vino - http://vinoalvino.org/blog/2011/12/igt-puglia-malvasia-bianca-2010-vigne-di-rasciatano.html - sta offrendo valide prove di sé in tutta la Puglia e mostra di essere in grado di esprimere bianchi di buona personalità e soprattutto grande piacevolezza. Vini che si possono tranquillamente gustare, a bicchiere, come aperitivo, oppure portare a tavola con soddisfazione abbinandoli soprattutto a preparazioni a base di pesce e verdure.
Un esempio dell’affidabilità (anche a livello di prezzo, molto contenuto e alla portata di tutti) della Malvasia bianca, cultivar appartenente alla grande e numerosa famiglia delle Malvasie, viene dalla Malvasia bianca Salento IGT proposta da una delle più grandi e storiche aziende vinicole salentine, la Conti Zecca di Leverano - http://www.contizecca.it - qualcosa come 320 ettari di vigneto tra Leverano e Salice Salentino, condotta da una nobile famiglia che si è trasferita in Salento oltre cinquecento anni orsono, avviando un’attività agricola che si è molto sviluppata nel corso del tempo.
Molti i vini prodotti dai Conti Zecca nella loro ampia cantina e diverse le linee.
La Malvasia bianca, dall’etichetta di design molto moderno, è inserita nella linea di punta Selezioni di cui fanno parte alcuni dei rossi di punta aziendali, come Nero e Terra, oppure il Fiano (Fiano di Avellino, non Minutolo).
Questo vino mi è sempre decisamente piaciuto e riassaggiato oggi e usato come aperitivo prima di cena, mi è così apparso: colore paglierino oro intenso nel bicchiere, brillante e luminoso. Naso molto intenso, caldo, mediterraneo, di buona espressione fruttata, con pesca bianca e mandorla, anzi marzapane, in evidenza, e poi fiori bianchi, fiori d’arancio a comporre un bouquet di bella espansione e ricchezza, di bella incisività e fragranza molto appealing, completato da accenni leggermente minerali petrosi, sfumature di fieno secco e accenni di miele di acacia in evoluzione. Bocca dall’attacco molto secco e asciutto, direi quasi rigoroso, di grande nerbo con una componente fruttata minore rispetto a quella che prometteva a naso, ma molto diritto di buona verticalità e sapidità.
Un bianco che ha molto sale, una bella persistenza e una chiusura leggermente amara su note di mandorla molto precise. Una certa prevalenza delle parti dure su quelle morbide, anche se lasciando innalzare la temperatura la frutta emerge ed il vino mostra un buon equilibrio complessivo e una certa piacevolezza e si fa bere molto bene.
Vino da aperitivo e antipasti di pesce
  • condividi su   Facebook
  • 3262
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Franco Ziliani I MIEI VINI

  • Gravina
    @ @ @ @ @

    Gravina

    inserito da Franco Ziliani
    Duro da scalfire lo scetticismo di chi pensa che una regione meridionale dal clima caldo come la Puglia non possa essere, oltre che una terra...

    • 0
    • 6482
  • Alezio Rosato Mjère
    @ @ @ @ @

    Alezio Rosato Mjère

    inserito da Franco Ziliani
    Non è certo il momento migliore, quello del Vinitaly, per assaggiare nuovi vini e nuove annate. Se si aggiunge poi che quest’anno la kermesse del...

    • 0
    • 6527

#0 Commenti

inserisci un commento