Umbria Rosso Calcabrina IGP 2007

Calcabrina Fattoria Biodinamica

di Niccolò Desenzani
  • Montepennino, 80, Montefalco (PG)
  • denominazione: Vdt - Vino da tavola
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: sagrantino
  • alcool: 13,6º
  • prezzo: 10 €
Umbria Rosso Calcabrina IGP
NOME VINO: Umbria Rosso Calcabrina IGP 2007
PRODUTTORE: Calcabrina Fattoria Biodinamica
ZONA: Umbria - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Catena di bicicletta, balsami, legni stagionati e frutti sciropposi di zucchero, che son freschi e di pasticceria. Tutto spinto da una bella potenza alcolica. Un naso che mi ricorda certi nebbiolo, per l’esser fresco e catramoso insieme, e certi vini alla Bressan per gli aromi balsamici. La bocca è rotonda i tannini pervasivi, ancora viscosamente allappanti. Ma c'è uva nobile potente, quel giusto dolcina, con l’acidità che sostiene. Golosa, mentolata e di grande persistenza. Dopo il sorso lascia la bocca in preda ad allappi ubiqui, il naso balsamizzato, lo stomaco piacevolmente riscaldato. C'è più gusto e desiderio di abbuffata che suggerimenti e sfumature. Ma molta goduria e si resta più che soddisfatti. E il tempo forse darà qualche spunto di maggior complessità. Bello succoso!
  • condividi su   Facebook
  • 7184
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Niccolò Desenzani I MIEI VINI

  • Au Suivant...
    @ @ @ @ @

    Au Suivant...

    inserito da Niccolò Desenzani
    Si presenta denso e cupo. Profumo ben risolto, materico, solido. In bocca è piuttosto duro con tannini ruvidi, consistenza spessa e polverosa....

    • 0
    • 2701
  • Le blanc Pastoreccie
    @ @ @ @ @

    Le blanc Pastoreccie

    inserito da Niccolò Desenzani
    Qualcuno dirà che gli manca un po' di acidità. Ma proprio quando manca quello zic, si può dare più spazio alla profondità, alla cremosità, alla...

    • 2
    • 2800

#16 Commenti

  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    insegnano più queste degustazioni che mille corsi!
    sincere, non veicolate dal vino e dall'annata
    se all'esame AIS avessi detto "catena di bicicletta" mi avrebbero cacciato a pedate ahahah...
    mi sento più sollevato visto che anche io ci sento spesso cavoli, ortaggi etc...

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    Per cavarmi d'impaccio ti posto questo bel video, che mostra il volto eccellente dell'AIS. http://www.youtube.com/watch?v=BmTSfxUx8Zc
    Sono certo che a Armando Castagno un po' di catena di bicicletta non dispiacerebbe!

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ciao Niccolò, che video! Che degu! Come si dice.. Si sale in cattedra!

    ;-)

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    Lasciamo Armando Castagno in cattedra a farci venire la pelle d'oca. Noi ci accontentiamo magari di rubargli un dito del vino che ci sta raccontando!

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    Bela roba! Non so chi sia Castagno, però magistrale la degustazione.
    Aloe, humus, cola...spettacolare uscire dagli schemi prefissi che ti avevano inculcato un tempo, quando ti dicevano che certe cose non potevi sentirle...
    vabbè, non si smette mai d'imparare, il bello è proprio questo

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Jacopo Cossater

    Jacopo Cossater

    Catena di bicicletta: segnato. ;) Non ho molto da aggiungere se non che condivido in toto quello che scrivi. È una realtà da seguire.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    Comunque è un altro vino che dovrebbe bere chi ancora la mena con le puzze dei vini naturali!

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    ho iniziato a smettere di seguire e commentare tutti questi post che stanno uscendo come formiche sui difetti dei vini naturali, sembra si sia scatenata una caccia alle streghe...BAH

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Alfredo Sivieri

    Alfredo Sivieri

    Grande Niccolò! Un piacere leggerti, soprattutto dopo un black out di 8 ore..
    La bottiglia è da 1,5 o 3 litri? A me sembra più grossa..

    Ciao, Alfredo







    link a questo commento 0 0
    #9
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    Eccentrico Mirko Calcabrina ha deciso di riciclare vuoti di vetro bianco recuperati, non so se erano per l'olio, ma l'effetto è da superalcolico. Per proteggere il vino si è ingegnato e ha fatto una scatola di cartone molto bella piena di dettagli sul vino e l'azienda. Ma il contenuto , purtroppo resta 75cl!
    Un bel 3 litri non sarebbe stato niente male!
    Grazie dei complimenti!

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    L'ho assaggiato oggi a GustoNudo. Piacevolissima scoperta! Riconosco perfettamente la tua descrizione, succoso, balsamico, pieno. Wow!
    Ne ho presa una bottiglia senza nemmeno pensarci da degustare con calma a casa.

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    Potevi anche allargarti e prenderne un paio ;-) Bene! è una bevuta appagante anche se mi ha fatto venir una gran voglia di sagrantino, frustrata da prezzi solitamente inaccessibili! Arghh!

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    Sai che c'hai ragione, ci ho pensato dopo. Potevo essere un pò meno "resca"... ;) A mia discolpa posso dire che ho anche acquistato 1 bottiglia di Fiani di Filippo Manetti, 1 di Syrah Mercareccia e 1 Ruchè di Tavijn

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    Te l'ho detto perchè anch'io mi trattengo sempre, per poi pentirmi. Anche se con la terratrema ho preso pure qualche bel pacco (e quindi per fortuna che ne avevo prese singole bottiglie!)

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    Purtroppo a volte capitano anche quelli, è vero (sic!)
    In realtà è un tara mentale che mi fa frenare sull'acquisto multiplo, perchè tendo sempre ad optare sulla diversificazione del budget. Invece che prenderne 2 uguali ne prendo 2 di cantine diverse, o 2 diverse della stessa cantina.
    Così in enoteca, tendo a non riacquistare vini già provati, cerco sempre qualche novità. Anche perchè la curiosità fa parte dei miei pregi/difetti..
    Ragionamento un pò contorto capisco, ma è come fare una gigantesca selezione per capire queli vini meritano e quali no.
    Ovviamente ci sono le eccezioni, su cui non puoi non bissare (e Calcabrina credo che rientri in questa categoria).
    Fine dello sproliloquio. ;)

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Niccolò Desenzani

    Niccolò Desenzani

    idem come te, io faccio uguale.

    link a questo commento 0 0
    #16

inserisci un commento