assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Taurasi Radici Riserva 2004

Mastroberardino

di Angelo Melillo
  • Via Manfredi 75/81, Atripalda (AV)
  • denominazione: Docg - Denominazione di origine controllata e garantita
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Aglianico
  • prezzo: 35 euro €
Taurasi Radici Riserva
NOME VINO: Taurasi Radici Riserva 2004
PRODUTTORE: Mastroberardino
ZONA: Campania - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Occupandomi solo di vini del Sannio e dell' Irpinia mi sembra doveroso parlare di una cantina storica delle zone oggetto del mio interesse, Mastroberardino, fondata nel 1878, con una produzione di circa 2 milioni di bottiglie ed una superficie vitata di circa trecento ettari. Mi ero imbattuto in un loro Taurasi 2006 e, non mi aveva assolutamente entusiasmato. Ho ritenuto giusto riprovare con il loro prodotto di vertice: un Taurasi Riserva, in particolare, annata 2004.

Colore rosso rubino con evidenze granate, buona consistenza a definire un copioso estratto.

Al naso si presenta ampio (molti sentori), con inizio fruttato, frutta rossa matura, delicate note speziate di liquirizia, di sigaro, a seguire sentori da legno (è stato in legno circa 3 anni) ossia balsamico-vanigliato, appena accennati; il tutto è ben equilibrato.

In bocca esprime tutto il suo potenziale. Il primo impatto è una sensazione di grande armonia, un perfetto equilibrio tra tutte le sue componenti: vino caldo ma con buona acidità, grande morbidezza, tannini levigati, una persistenza gusto-olfattiva molto lunga, veramente un bel vino!

Gradazione alcolica 14,5°.

L'abbinamento: succulento abbinamento eseguito personalmente con bistecca alla fiorentina ( 1,5 kg.) di razza Marchigiana, frollata 35 giorni, su griglia con contorno di radicchio trevigiano grigliato.

Punteggio 92/100

Prezzo in enoteca: 28-30 euro
  • condividi su   Facebook
  • 7851
  • 0
  • 2

vedi tutte le degustazioni di Angelo Melillo I MIEI VINI

  • Aglianico del Taburno Rosato
    @ @ @ @ @

    Aglianico del Taburno Rosato

    inserito da Angelo Melillo
    UNA PRODUZIONE IN " ROSA " Vi parlo di una cantina che anno dopo anno è riuscita a ritagliarsi uno spazio importante nell'enologia...

    • 0
    • 4210
  • Fiano di Avellino Refiano
    @ @ @ @ @

    Fiano di Avellino Refiano

    inserito da Angelo Melillo
    Il Fiano appare limpido di colore giallo-dorato. Al naso arriva prima del floreale: ginestra, fiori gialli, poi avvertiamo il fruttato fresco di...

    • 0
    • 4362

#7 Commenti

  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ho un bel ricordo della visita alle Cantine Mastroberardino di qualche anno fa con l'ais toscana; tappa fondamentale per rilevanza storica, salvaguardia delle tradizioni, del territorio e del vitigno Aglianico; e del Radici Taurasi Riserva 1997 omaggiatoci, conservo ancora la bottiglia vuota, di li a breve scolato con grandissima goduria e piacere nonostante fosse inficiato da un sentore di sughero, ahime avvertibile; e questo la dice lunga sulla grandezza di questo vino, 'nebbioleggiante' per me in questo caso.
    Noto che l'etichetta è cambiata, era a sfondo chiaro, o ce ne sono di più tipi?

    Ciao

    :-)

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Questa che sappia io è da sempre l'etichetta del riserva.
    Devo dire che prima del 2001 secondo me questo Taurasi aveva un altro stile, più tradizionale. Ma è molto che non lo assaggio, rimedierò.

    Fil.

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Anzi, mi correggo, hai proprio ragione l'etichetta del 1997 era bianca. Probabilmente il cambio etichetta è proprio coincidente a questa mia sensazione del cambio di stile. Ma forse Angelo che è di casa saprà indicarci meglio.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Grazie Fil., concordo con te; bisogna che rimedi anch'io.

    :-)

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Angelo Melillo

    Angelo Melillo

    La riserva ha sfondo chiaro, ho ritrovato la foto del vino che comprai, l'ho inserita. Il cambio del gusto è avvenuto con l'arrivo dei consulenti da Bordeaux.

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Manilo Frattari

    Manilo Frattari

    Invece sempre di aglianico nessuno di voi ha degustato l'Impeto di Torre del Pagus, però lì è Taburno e pochi giorni fà mi hanno regalato Don Nicola U signore della Cantina Iannella.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Angelo Melillo

    Angelo Melillo

    Chapeau all'Aglianico Torre del Pagus, è un grande, mi farebbe piacere se lo descrivessi.

    link a questo commento 0 0
    #7

inserisci un commento