assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Fiano di Avellino 2007

Guido Marsella Azienda Vitivinicola

di Simona Venditti
  • Via Marroni, 1, Summonte (AV)
  • denominazione: Docg - Denominazione di origine controllata e garantita
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Fiano di Avellino 100%
  • alcool: 14%º
Fiano di Avellino
NOME VINO: Fiano di Avellino 2007
PRODUTTORE: Guido Marsella Azienda Vitivinicola
ZONA: Campania - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
C’è chi sceglie le bucce e chi i lieviti.
Guido Marsella sceglie i lieviti.
Dopo la pigiatura lascia maturare il mosto in acciaio per un anno, dopo di che lo lascia stabilizzare in bottiglia per circa 6 mesi, ed ecco che, dopo 18 mesi di “lavoro su se stesso”, questo vino esce sul mercato con le caratteristiche degne di un rosso da invecchiamento!
Un inchino, quindi, a questo Fiano di Avellino e a chi lo fa!
La scelta della lunga maturazione sui lieviti dona a questo vino una profondità d’animo olfattiva e gustativa che non credo abbia eguali; ad attirare l’ammirazione, oltre a TUTTO, è anche il tappo:
monoblocco compresso di sughero: un tappo da invecchiamento, un tappo importante, un gran bell’investimento!
I gradi alcolici sono importanti: 14%. Ma con compostezza e consapevolezza, di grande eleganza e morbidezza, caldi e rotondi ma mai protagonisti.
Dovendolo definire in due aggettivi direi: TONDO E FICCANTE.

Colore: si presenta di un caldo giallo paglierino con profondi riflessi oro.
Naso: dopo un presentazione esplosiva e minerale di iodio, argilla bianca, salamoia, ti trascina nella golosità di una fragranza da Champagne, accennando al profumo dei lupini e vestendosi da Riesling con una velatura di idrocarburi, quindi ci porta al naso nocciole fresche , ananas, fico d’india, mango, papaia, melone bianco, salvia, timo, la delicatezza delle margherite e della camomilla, per chiudere quindi con del sincero fieno fresco.
Bocca: secco e caldo con una freschezza ai limiti del dolciastro, morbido e avvolgente, quasi setificato. Pulito, lungo e persistente. Coerente, con un retro che ricorda il cedro candito.

Eccellente.
  • condividi su   Facebook
  • 3895
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Simona Venditti I MIEI VINI

#1 Commenti

  • Barbara Bonaccini

    Barbara Bonaccini

    Concordo pienamente Simona; solo assaggiando l'anno scorso un Marsella 2005 ho capito cos'è veramente il Fiano e che grandi potenzialità di invecchiamento ha. E in quelle note idrocarburiche da Riesling altoatesino capisci quella vulcanicità del territorio che si legge sui libri ma che difficilmente si percepisce nei Fiano d'annata.

    link a questo commento 0 0
    #1

inserisci un commento