assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Recioto della Valpolicella Classico Acinatico 2004

Accordini Stefano

di Susy Giordano
  • Località Camparol 10 Frazione Cavalo, Fumane (VR)
  • denominazione: Doc - Denominazione di origine controllata
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Corvina Veronese 75%, Rondinella20%, Molinara5%
Recioto della Valpolicella Classico Acinatico
NOME VINO: Recioto della Valpolicella Classico Acinatico 2004
PRODUTTORE: Accordini Stefano
ZONA: Veneto - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
”Quando un vino racconta un’ emozione” Quando ci si accinge a sorseggiare un bicchiere di vino, la prima cosa che un degustatore fa, è un’analisi oggettiva delle sue caratteristiche organolettiche per definirne la qualità. Spesso, però, tralascia l’aspetto più intrinseco, soggettivo ed emozionale di quel liquido nel bicchiere che può esprimere miriadi di sensazioni nascoste attraverso le sue mille sfumature odorose. Quando cerchi di carpirne i profumi, prima un po’ nascosti che faticano a venir fuori, ti sembra di vedere due persone al loro primo incontro. Timide, diffidenti. Pian piano, si aprono e fanno uscire tutto il loro carattere con le loro bellissime sfaccettature.
Un vino che è riuscito a conquistarmi e a farmi vibrare, quando ne ho inspirato i profumi, e mi ha invaso di calore, diventando elegante e austero al gusto, mi ha gremito i sensi dandomi sensazioni inaspettate, è il “Recioto della Valpolicella Classico Doc Acinatico 2004” di Stefano Accordini. Ho scoperto questo scrigno di emozioni durante la visita alla sua azienda, nella graziosa tavernetta, dopo aver degustato l’Amarone Acinato e il Ripasso, e il turno del timido e riservato del Recioto Acinatico. Un intreccio di storia antica e nobiltà, menzionato già da Cassiodoro nel V sec. d.C. Veniva chiamato il “vino nato dagli acini” ottenuto da uve passite nei mesi invernali e destinato alla mensa reale del Re Teodorico. In questo luminoso calice rosso rubino, misto di profumi fruttati intensi e speziati, si trova un bouquet raffinato con un intreccio di confetture di frutti di rovo, mora e i caratteristici sentori di viola e frutta secca, su di uno sfondo di liquirizia e vaniglia. Si assaporano sensazioni morbide, dolci, avvolgenti, con una struttura ben corrisposta dal tannino fine e rotondo che sfumano lentamente, lasciando un retrogusto di frutta matura, cacao e mandorla amara.
L’azienda Agricola Accordini Stefano ha origini contadine, prima come mezzadri, poi come proprietari e quindi vinificatori. La cantina di piccole dimensioni è situata a Negrar, nel cuore della Valpolicella Classica (Storica) a Pedemonte nel Comune di San Pietro in Cariano. E’ una terra di emozioni, arrivata a essere lo specchio del suo territorio. E’ adagiata sulla sponda di un grande fiume, l’Adige, nel punto in cui montagne e pianure s’incontrano e danno origine a luoghi di grande bellezza, che abbagliano di luce in giornate assolate di maggio e si vestono di poeticità e suggestiva malinconia in novembre. I vigneti di Accordini hanno un’esposizione ben soleggiata (sud-est) e di un terreno sciolto e ben equilibrato nei suoi componenti.
La giusta scelta clonale tra le uve Corvine, le Rondinelle e il Corvinone, innesto effettuato da Stefano, garantisce ogni anno una produzione di uva perfettamente matura e adatta all’appassimento. Grande attenzione è dedicata all’appassimento delle uve che permette di ottenere i vini più importanti della Famiglia quali l’Amarone il Fornetto e Acinatico, il Recioto Acinatico ed il Passito bianco Bricco delle Bessole e l’innovativo IGT Passo.
Buon Recioto Acinatico a tutti!
  • condividi su   Facebook
  • 3127
  • 0
  • 0

#0 Commenti

inserisci un commento