assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Pitti Cenaja Sangiovese Toscana Igp 2010

Torre a Cenaia Tenuta Agricola

di Alessandro Zingoni
  • Via delle Colline, 63, Cenaia (PI)
  • denominazione: Igt - Indicazione Geografica Tipica
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Sangiovese 100%
  • alcool: 13º
Pitti Cenaja Sangiovese Toscana Igp
NOME VINO: Pitti Cenaja Sangiovese Toscana Igp 2010
PRODUTTORE: Torre a Cenaia Tenuta Agricola
ZONA: Toscana - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Sangiovese dalla tipicità ed espressione territoriale seconda a nessuno, dal varietale di frutti scuri (amarena, prugna) e violetta, tabacco bagnato e spezie da cucina dolci, richiami ematici e di cenere, denso largo succulento e di buona persistenza al gusto non ha nulla da invidiare ai suoi (cloni) simili delle aree del Chianti riconosciute tali.

Vino di corpo di bella tessitura tannica freschezza e morbidezza nel contempo, chiama le carni principalmente la carne dello stesso colore anche se si presta (e si è prestato, direi) senza difficoltà un po’ a tutta tavola.

6 europei alla cantina.

Bella conferma.

@@@+

  • condividi su   Facebook
  • 4270
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Alessandro Zingoni I MIEI VINI

  • Ironista
    @ @ @ @ @

    Ironista

    inserito da Alessandro Zingoni
    Ultimo nato di Podere Anima Mundi, nemmeno duemila bottiglie prodotte dalla vendemmia 2017, ecco il Ciliegiolo (100%) in etichetta Ironista, il più...

    • 0
    • 1129
  • Colpo di Dadi
    @ @ @ @ @

    Colpo di Dadi

    inserito da Alessandro Zingoni
    Podere Anima Mundi è una giovane azienda del pisano nata grazie all’energica e grintosa Marta Sierota. Del 2Venti e Mor di Roccia 2015,...

    • 0
    • 1067

#6 Commenti

  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Da Grappolorosso: "Tenuta Torre a Cenaia Antica proprietà dei Pitti*, storica azienda della Provincia di Pisa ubicata tra le verdi colline del piccolo Comune di Crespina, è una dinamica realtà produttiva dai grandi numeri: 500 ha di terreno coltivato prevalentemente a seminativo, di cui 30 impiantati a vigneto, Sangiovese e Vermentino più alloctoni, circondato da boschi e con al suo interno laghi palustri, habitat naturale per uccelli migratori e fauna stanziale, strutture coloniche, allevamento di suini. Dal 2004 è stata acquisita da due giovani imprenditori bresciani, appassionati e determinati a riportarla a nuovi fasti e maggior visibilità all’interno di un panorama turistico-enogastronomico in forte crescita dell’areale pisano. Memore di una avvincente visita fatta qualche mese fa, una vera full immersion in lungo e in largo tra la villa e i campi, la vecchia cantina e le strutture in fase di restauro-ristrutturazione per una prossima accoglienza in pieno relax e benessere, omaggiatoci a conclusione, dopo un’ altrettanto approfondita degustazione, con alcune bontà e bottiglie della vasta gamma prodotta, ho scelto di stappare la selezione di Sangiovese da vendemmia 2007 - da terreno argilloso di medio impasto ricco di scheletro, vinificato in vasca di cemento con passaggio parziale in botte,
    che, a riconferma, si è dimostrato qualcosa di più che un buon vino da tavola da abbinarsi a tutto pasto."

    "Tipologia: Rosso di Toscana a IGT (2007). Colore di intensa vivezza rosso rubino netto, luminoso, consistente. Naso composito del varietale con spiccato frutto dolce macerato dai profumi di ciliegia matura, sottobosco, violetta, geranio, note ematiche, spezie e accenni terziari.
    Bocca rispondente con buona struttura, discreto equilibrio, morbido frutto al
    centro, buona freschezza, alcol importante ma non prevaricante (13% in etichetta), tannini addolciti ma che asciugano, minerale più che sapido, di buona lunghezza gustativa, intensità e persistenza al retrogusto, pronto da bersi."

    *Nobile casata fiorentina del periodo del Granduca di Toscana Cosimo III de’Medici (info su Wikipedia)

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Max Beretta puntidigusto

    Max Beretta puntidigusto

    @Ale, mi spieghi perché ogni vino che degusti, mi attira così tanto?:-))

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ciao Max, diciamo che il fine vorrebbe essere proprio quello di incuriosire chi si appresta a leggere (perder tempo:) le mie recensioni, ecco, di più non so dirti se non grazie, gentilissimo come sempre.

    :)

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Max Beretta puntidigusto

    Max Beretta puntidigusto

    Leggendo le tue recensioni, una persona si accorge che non é una perdita di tempo e anzi, durante la lettura gli viene indotta salivazione, che é tutto dire:-))

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Secondo me l'immagine se ben riportata gioca un bel 50% della recensione, cosa da non sottovalutare, forse è quello che stimola di più (son quasi-tutte fotografie scattate da me) IMHO.

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Max Beretta puntidigusto

    Max Beretta puntidigusto

    Nel mio caso non é così, io sono una persona del medioevo, mi piace ancora immaginare e immagino seguendo la tua descrizione, ovviamente senza nulla togliere alle tue splendide foto:-)

    link a questo commento 0 0
    #6

inserisci un commento