assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Rosso di Montalcino 2011

Podere Sanlorenzo

di Alessandro Zingoni
  • Podere Sanlorenzo, 280, Montalcino (SI)
  • denominazione: Doc - Denominazione di origine controllata
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: 100% Sangiovese Grosso
  • alcool: 15,5º
  • prezzo: +/-15,00 €
Rosso di Montalcino
NOME VINO: Rosso di Montalcino 2011
PRODUTTORE: Podere Sanlorenzo
ZONA: Toscana - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Un Sangiovese per uomini, e donne, veri. Invitante e succoso di frutti rossi dolci e fragranti, di gran bella struttura, 15 gradi e mezzo in etichetta, delicata speziatura e tannino già fine contrapposti ad una bevibilità incredibile, e se lo dico io che non c’ho il fisico è da crederci, davvero ben equilibrato con morbidezza immediatezza nerbo e freschezza di gusto al punto giusto. Acquistato!

In retro etichetta: “Vigneti coltivati a 400 metri di altitudine … utilizzo di legno di varie capacità (non nuovo, per 12 mesi).”
  • condividi su   Facebook
  • 2044
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Alessandro Zingoni I MIEI VINI

  • Ironista
    @ @ @ @ @

    Ironista

    inserito da Alessandro Zingoni
    Ultimo nato di Podere Anima Mundi, nemmeno duemila bottiglie prodotte dalla vendemmia 2017, ecco il Ciliegiolo (100%) in etichetta Ironista, il più...

    • 0
    • 1043
  • Colpo di Dadi
    @ @ @ @ @

    Colpo di Dadi

    inserito da Alessandro Zingoni
    Podere Anima Mundi è una giovane azienda del pisano nata grazie all’energica e grintosa Marta Sierota. Del 2Venti e Mor di Roccia 2015,...

    • 0
    • 1010

#5 Commenti

  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Riprendo da vinix la 2010 https://www.vinix.com/degustazioni_detail.php?ID=4839&ref=search e
    la 2006 https://www.vinix.com/degustazioni_detail.php?ID=1599&ref=search grazie a Fil.



    link a questo commento 0 0
    #1
  • Riccardo Iannotta

    Riccardo Iannotta

    15,5% vol.??? Mah....Certamente un prodotto interessante, suscita quantomeno curiosità assaggiare un rosso di montalcino dalla componente alcolica così elevata. Io personalmente, farei fatica nel consumarlo a tutto pasto anche in compagnia,ma potrei degustarlo come vino da meditazione, magari a fine cena seduto di fronte al camino acceso. Gli amaroni o i vari sfursat , probabilmente hanno caratteristiche più adatte per navigare a certe latitudini.Comunque nel mondo dei vini mai dire mai finchè non si prova di persona giusto? Saluti Alessandro!

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ciao Riccardo, come si dice... è il bello del vino, no? :) Immaginerai che sono rimasto colpito anch'io, e potrebbe essere qualcosa di più di quella riportanta in etichetta, anche Luciano si è sorpreso, l'annata è stata calda abbastanza nonostante che le vigne siano ad una quota di 400 mt a salire, ma come ho scritto l'assaggio ha rivelato un vino di grande equilibrio, piacevolezza nonchè gusto e ti assicuro che ho svuotato il bicchiere in scioltezza! Da non credere per me poi.

    Ottima osservazione, un saluto, Ale

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Riccardo, la gradazione di per sé non vuol dire nulla in termini di bevibilità. Dipende se è bilanciata o meno. Ho bevuto vini da 12,5 - 13 gradi imbevibili per via dell'alcool e vini da 17 straordinariamente eleganti e invitanti. Dipende dall'equilibrio delle componenti. In particolare, sull'annata 2011 del Rosso di Montalcino di Luciano Ciolfi l'impatto dell'alcool è molto ben bilanciato non solo dalla freschezza quanto da un minimo residuo zuccherino che rende il sorso veramente piacevole. Naturalmente si tratta del frutto di un'annata più calda, in genere il Rosso di Luciano è più sottile e fragrante. Ho in casa una dozzina di 2010 frutto di una cordata lanciata di recente con gli amici ma chi ha preso la 2011 mi ha detto cose molto in linea con quanto letto nella recensione di Alessandro, in certe annate ci vuole manico e pare che ormai Luciano Ciolfi ce l'abbia :)

    Un caro saluto.


    Fil.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Il vino è cosa viva per nostra fortuna, ogni annata ogni vendemmia è unica si sa, questo Rosso è di fatto un Brunellino che magari è meglio abbinare a piatti del quotidiano non proprio banali, io l'ho preso lo consiglio vivamente e lo riprenderò, è un vino che spacca! Ottimo prezzo! E poi mi/ci direte.

    Con sincerità ;)

    link a questo commento 0 0
    #5

inserisci un commento