assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Contadi Castaldi Brut 2010

Contadi Castaldi

di Andrea Pilu
  • Via Colzano 32, , Adro (BS)
  • denominazione: Docg - Denominazione di origine controllata e garantita
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Chardonnay80% Pinot Bianco 10% Pinot Nero 10%
  • alcool: 12,5º
  • prezzo: 20€ €
Contadi Castaldi Brut
NOME VINO: Contadi Castaldi Brut 2010
PRODUTTORE: Contadi Castaldi
ZONA: Lombardia - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Sono sicuro che questa bottiglia sia lo specchio dell’azienda dove viene prodotto, tutto ha inizio con il lavoro, alla Contadi Castaldi si è spettatori di una continuità storica che dalle fornaci della curtefranca ha portato alle cantine Contadi Castaldi, quindi lavoro, quindi sudore, il quale non ha fatto che spostarsi dalla fronte di certi personaggi ad altri.

Parlando del Brut, un vino che ti stringe la mano come un gentleman, ti conduce nella degustazione con calma ed inizia a raccontarti di lui, con dovizia di particolari e passione nei dettagli. Diciamo subito che deriva dalla trasformazione abile di uve Chardonnay 80% Pinot Bianco 10% e Pinot Nero 10%, dopo aver passato circa 7 mesi in acciaio e barriques per la creazione della base spumante si sofferma dai 20 ai 26 mesi sui lieviti.

Ne deriva un Brut, mi permetto di dire, non scontato come tanti, quasi si discosta dalle linee guida mentali a cui siamo abituati quando beviamo spumanti di questa tipologia. Il Brut di Contadi Castaldi sembra quasi volerti dire : .

Quando lo degustiamo non ci viene in mente di seguire ciò che abbiamo , negli anni, imparato sui Brut, bensi di vedere dove il primo sorso è capace di portarci. La vista non aiuta a notare questa variabilità di stile perchè il colore è elegante, paglierino con riflessi dorati ed il perlage è fine e continuo, vivace come suggerirebbe un Brut sulla retta via.

E’ in bocca che, però, il Brut Contadi Castaldi fa il salto di qualità, forse nella sua comprensibilità e schiettezza ci aiuta a discostarlo dal più classico dei Brut franciacortini, bollicine mai fastidiose aiutano il nostro Brut a mostrarsi, note di pesca bianca in un piacevolissimo sentore di brioche, mineralità che lascia spazio alla maturità che questo Brut acquisisce con l’affinamento sui lieviti, fase che gli dona ampiezza, una certa regalità e importanza.

Tutte queste osservazioni è stato lui a raccontarle, io ho solo saputo ascoltarlo. Ecco è un vino che va saputo ascoltare, con calma ma non troppa perchè potrebbe avere l’impazienza di un ragazzo, senza dubbio ha però la capacità intrinseca di potrarti mano nella mano in una degustazione mai banale e decisamente interessante.

Contadi Castaldi è riusicta ad ottenere un metodo classico che quasi riqualifica la parola classico, provando a creare un vino che pur avendo solide basi e per il territorio in cui viene prodotto e per il metodo enologico che segue, può con dedizione portare alla scoperta di nuove vie della seta per i Franciacorta.

Che altro dire se non BEVETELO e Sappiate ascoltarlo con un po di calma e curiosità!
  • condividi su   Facebook
  • 2993
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Andrea Pilu I MIEI VINI

  • Chateau Saint Vincent cuvée Camille
    @ @ @ @ @

    Chateau Saint Vincent cuvée Camille

    inserito da Andrea Pilu
    La muffa grigia, la Botrytis cinerea, tocca con le sue spore che ben si acclimatano nelle valli umide del fiume Garonne, i grappoli di Semillon,...

    • 0
    • 1949
  • Medeus
    @ @ @ @ @

    Medeus

    inserito da Andrea Pilu
    Questo vino è un blend ottenuto con la vivace autorevolezza di uve autoctone dell’isola come il Cannonau e il Carignano e la certezza di uve...

    • 0
    • 3037

#1 Commenti

inserisci un commento