assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Spigau Crociata 2006

Le Rocche del gatto di Fausto De Andreis

di Filippo Ronco
  • Regione Ruato 4, Bastia d'Albenga (SV)
  • denominazione: Vdt - Vino da tavola
  • tipologia: Bianco
  • vitigni: Pigato
  • alcool: 13º
  • prezzo: in enoteca 12 €
Spigau Crociata
NOME VINO: Spigau Crociata 2006
PRODUTTORE: Le Rocche del gatto di Fausto De Andreis
ZONA: Liguria - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Disclaimer: questo vino è in vendita su #vgm di cui io sono il manutengolo, tienine conto nel leggere questa recensione.

Fausto è ormai famoso per le sue verticali. L'ultima volta che ho avuto il piacere (e la prestanza fisica) di farmi tutto il giro completo dei suoi vini è stato all'evento #vgm di Reggio Emilia a maggio 2014 e sebbene tutta la linea e tutte le annate portassero con loro qualcosa di molto particolare ero rimasto travolto, in particolare, da due vini. Lo Spigau 2007 per grassezza, colore, pienezza, importanza, soddisfazione di beva, lo Spigau 2006 per eleganza, stoffa, carattere, mineralità, capacità di resistere nel tempo, progressione aromatica, in una parola, grandezza. Ora, questi ricordi quando ti fai una batteria di quasi 20 vini tra vermentino, pigato e spigau di svariate annate rischiano di essere offuscati se non prendi nota a distanza di tempo e io colpevolmente non lo feci. Il 2007, archetipico, era l'unico rimasto completamente nitido nella mia mente ma qualcosa mi ricordava questo 2006 come ancora superiore qualche settimana fa quando l'ho acquistato in cordata e ho voluto fidarmi della mia memoria.

Ragazzi!
Quest'uomo anziché contrastarlo ad ogni vendemmia in fase di assegnazione delle Doc (spigau crociata viene anche da questa annosa questione come nome) dovrebbe essere insignito di un qualche riconoscimento. Con TigullioVino qualche anno fa gli avevamo consegnato il premio "una vita per il vino" (una sorta di incoraggiamento, meritatissimo per altro, dopo che da un'esperienza in società era tornato da solo") ma qui in Liguria a mio avviso non ha ancora ricevuto il credito che merita. Questo millesimo di Spigau è straordinario, sembra davvero di bere un grande Riesling nordico, con questa freschezza e questa minerlità pronunciatissime. Meno colorato del millesimo 2007 (più ricco e ruffiano anche per via dell'annata, ottima ma appena più calda), apre su note terziarizzate di gomma al sole, gas, idrocarburi. Lo attendi qualche minuto ed esplode in tutta la sua verticale freschezza su note di salvia, agrumi e pesca noce. Un vino completamente "in piedi" con ancora lunga vita di fronte a sé. Pare non facile l'impresa di dare una scadenza alla curva evolutiva, di certo io non ci provo. Il sorso è nervoso, esuberante, di grande carattere e dinamicità, appagante reinvita di continuo alla beva tanto che la bottiglia si vuota veramente in un attimo. Bellissimo.

Non becca la quinta chiocciola solo perché mi parrebbe di fare un torto alle sue potenzialità di crescita.
  • condividi su   Facebook
  • 2531
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Filippo Ronco I MIEI VINI

#0 Commenti

inserisci un commento