assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Bucciarelli Chianti Classico Riserva 1990

Antico Podere Casanova di Ezio e Lina Bucciarelli

di Alessandro Zingoni
  • Località La Piazza, Castellina in Chianti (SI)
  • denominazione: Docg - Denominazione di origine controllata e garantita
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Sangiovese, Canaiolo, Trebbiano Toscano, Malvasia del Chianti, Colorino
  • alcool: 13,5º
Bucciarelli Chianti Classico Riserva
NOME VINO: Bucciarelli Chianti Classico Riserva 1990
PRODUTTORE: Antico Podere Casanova di Ezio e Lina Bucciarelli
ZONA: Toscana - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
E' stata una bellissima esperienza, un tuffo nel passato, un modo di fare Chianti Classico che non esiste più ma che riesce sempre ad emozionare.” Vincenzo Dell'Accio.

Chianti Classico Riserva 1990 dell’Antico Podere Casanova di Ezio Lina e Massimo Bucciarelli

La retro etichetta:
Uve: Sangiovese, Canaiolo, Trebbiano Toscano, Malvasia del Chianti, Colorino.
Colore: Rosso rubino vivace, che vira al granato con l’invecchiamento.
Sapore: Asciutto, gradevolmente amarognolo, pieno armonico con l’austerità di grande vino rosso.

La degustazione si è svolta nel seguente ordine: Riserva 1990 – 1993 – 1995 – 1996 – 1998 – 2008, quest’ultima di solo Sangiovese con un passaggio in barriques usate ma stessa fermentazione in vasche di cemento e sosta in botti di castagno. Tutte hanno evidenziato lo stesso timbro caratterizzato dal terreno di natura calcarea: alberese. L’ubicazione è sulle colline di Castellina in Chianti in località La Piazza a quote intorno ai 500m slm. Le gradazioni alcoliche oscillano dal 13% vol. della 1993 al 14% della 2008. Difficile dargli un punteggio, gran vini tutti!, se proprio devo scegliere allora un punticino in più per me va alla Riserva 1995 e alla 2008.

Aggiungo soltanto che ha vinto la sfida del tempo.
  • condividi su   Facebook
  • 3286
  • 0
  • 0

vedi tutte le degustazioni di Alessandro Zingoni I MIEI VINI

  • Ironista
    @ @ @ @ @

    Ironista

    inserito da Alessandro Zingoni
    Ultimo nato di Podere Anima Mundi, nemmeno duemila bottiglie prodotte dalla vendemmia 2017, ecco il Ciliegiolo (100%) in etichetta Ironista, il più...

    • 0
    • 1504
  • Colpo di Dadi
    @ @ @ @ @

    Colpo di Dadi

    inserito da Alessandro Zingoni
    Podere Anima Mundi è una giovane azienda del pisano nata grazie all’energica e grintosa Marta Sierota. Del 2Venti e Mor di Roccia 2015,...

    • 0
    • 1389

#12 Commenti

  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    E' la prima volta che leggo di una verticale fatta dai più vecchi ai più giovani. curioso.

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Si, Fil., si è rivelato vincente invertire la regola perchè si è arrivati al più giovane, eufemismo perchè la 2008 è impressionante per vivezza visiva olfattiva gustativa, fatta come vuole il disciplinare oggi ovvero senza più le uve bianche, e non c'è bisogno che mi ripeta dicendoti che è un Sangiovese impressionante per fattura e piacevolezza, partendo dalla più vecchia, anche qui vecchia è un eufemismo perchè aveva ancora molti caratteri vive da offrire. Il manico e il timbro sono davvero gli stessi sia nell'uvaggio precedente, forse se ne farà ancora un po' per se, forse, che nel Sangiovese in purezza. E' stato un crescendo perchè il precedente stile è sicuraente più facile da bere rispetto al varietale in purezza che qui è austero e più asciutto nel finale, ma incredibilmente gustoso. Se ti capita provane qualcuno se non l'hai già fatto. Come si dice, a buon intenditor... :)

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Qui gli highlights della degustazione https://www.vinix.com/myPhoto_albumDetail.php?ID=5223 :)

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Rinaldo Marcaccio

    Rinaldo Marcaccio

    "Dai più vecchi ai più giovani" capita.
    Può giustificarsi con il fatto che le annate ultime c'hanno più energia e potrebbero coprire.
    Poi dipende da caso a caso e in base a ciò che si ha da esaminare, può essere conveniente procedere al contrario.
    http://vinidiconfine.blogspot.it/2014/05/vernaccia-di-serrapetrona-petronio-di.html

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Ioannis Argiris

    Ioannis Argiris

    Stefano Amerighi fa la stessa cosa con la sua Syrah.

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ciao Ian, intendi la degustazione dal più vecchio al più giovane, giusto? Non lo sapevo. PS prossima visita ;)

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Ioannis Argiris

    Ioannis Argiris

    Ciao Ale, si intendo questo. Avevo in mente da un po' di andare a trovarlo in ottobre, l'ho chiamato a lungo ma non sono riuscito a contattarlo.

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ok. Lo hai conosciuto, sai bene che si immerge anima e corpo nel suo lavoro e con la vendemmia ha stacca dal resto mondo! Riprova :)

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Ioannis Argiris

    Ioannis Argiris

    Lo so benissimo, io mi sono fatto una risata, è Agnese che non si dà per vinta, comunque è stato lui a dirmi di chiamarlo. Riproverò. Bella questa tua degustazione Ale, complimenti!

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    volevo dire, ha staccato :) Si, bella davvero, vini unici. Se riesci a mettertici in contatto, non è facile, fai un fischio che magari ci rivediamo

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Barbara Bonaccini

    Barbara Bonaccini

    A me è capitato molto spesso di fare verticali dal più vecchio al più giovane: in effetti la sequenza non è tanto insensata soprattutto per i vini rossi in cui i tannini delle annate recenti possono coprire e falsare il gusto delle annate più vecchie.

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Grazie Barbara. Con questa pareggio la tua degustazione di vecchie annate di Castello di Monsanto ;)

    link a questo commento 0 0
    #12

inserisci un commento