Dithyrambus 2007

Marco Carpineti

di Daniele Serafini
  • S.P. Velletri Anzio km 14.300, Cori (LT)
  • denominazione: Igt - Indicazione Geografica Tipica
  • tipologia: Rosso
  • vitigni: Montepulciano, Nero Buono
  • alcool: 14,5%º
Dithyrambus
NOME VINO: Dithyrambus 2007
PRODUTTORE: Marco Carpineti
ZONA: Lazio - Italia
VALUTAZIONE: @ @ @ @ @
Nel territorio di Cori, su una montagnetta a sud-est di Roma non lontano dai Castelli Romani, si sviluppa per circa 50 ettari questa interessante azienda. Condotta dal solo Marco Carpineti da quasi 20 anni, si trova sul tipico suolo vulcanico della zona e vi vengono coltivati i vitigni tipici dell'areale: Bellone, Arciprete Bianco (biotipo di Bellone), Malvasia Puntinata, Trebbiano, Greco Moro e Greco Giallo per i bianchi e Nero Buono, Montepulciano, Sangiovese e Cesanese per i rossi. Si producono circa 100000 bottiglie in regime biologico con una proposta molto vasta che comprende anche un rosato da Nero Buono, un passito a base Arciprete Bianco, un Metodo Classico da Bellone e una grappa monovitigno a base Nero Buono. Dunque ce n'è per tutti i gusti.

Questo Dithyrambus è il rosso di punta dell'azienda. Proviene dai vigneti più vecchi e con densità d'impianto più elevata ed è un uvaggio di Montepulciano e Nero Buono (60-40%). Fà 2 anni tra barrique e legni di altre dimensioni prima di affinarsi per qualche mese in bottiglia.

Si presenta con un rosso rubino denso con unghia violacea, quasi impenetrabile e di grande consistenza. Si attacca al bicchiere e scivola grasso e ricco. Naso inizialmente molto legnoso, vaniglia, cioccolato, tostatura, burro. Poi via via si apre e escono fuori le tipiche note fruttate di amarena, ciliegia, prugna, sottobosco. Poi speziatura dolce e una certa nota eterea.
In bocca corrisponde perfettamente alle aspettative, morbido e caldo con un tannino presente ma elegante. Buona persistenza. Manca forse un pò di componente dura che lo equilibrerebbe ulteriormente. Ottimo livello, ancora un passetto e si meritava 4 stellette.

vedi tutte le degustazioni di Daniele Serafini I MIEI VINI

#0 Commenti

inserisci un commento