assistenza whatsapp: +39 347 211 9450
Pietro Beconcini Agricola

Pietro Beconcini Agricola

Categoria: Aziende vinicole / olivicole
Pietro Beconcini Agricola

Vini / Oli

Reciso Sangiovese Toscana Igt, Maurleo, Vigna alle Nicchie Tempranillo, Ixe Tempranillo Toscana Igt, Fresco di Nero tempranillo Toscana IGT, Chianti Riserva Docg Pietro Beconcini, Vin Santo del Chianti DOC, Occhio di pernice Vinsanto del Chianti DOC, VEA

Uve e vigneti

titolare: Leonardo Beconcini titolare; Eva Bellagamba leg.rappr.
Produzione media: 95.000 bottiglie
Superficie terreno: 13 ha vitati
Periodo di vendemmia: Settembre - Ottobre
Presenza enologo in azienda: Si

Orari e visite

orario: 9/12-15/18
giorno di chiusura: Mai
visite: Solo su prenotazione
La storia della mia Azienda inizia molto prima che io nascessi e precisamente nei primi anni 50, allorché mio nonno riuscì nell'impresa di acquistare i terreni su cui già lavorava da tempo con la famiglia, ma in qualità di mezzadro alle dipendenze dei Marchesi Ridolfi.

La mia è stata quindi una delle prime famiglie contadine Toscane a uscire dal regime di mezzadria e ciò di fatto ha permesso la nascita dell'attuale Pietro Beconcini Agricola con cui mio nonno ha svolto il suo lavoro di agricoltore polivalente, e con cui più tardi mio padre decide di dedicarsi completamente alla conduzione di vigneti ed alla produzione di vino.

Il mio progetto inizia a prendere corpo a piccoli passi nei primi anni 90, con alcuni anni di studio territoriale, con la prima annata del mio Sangiovese in purezza nel 1995, subentrando definitivamente a mio padre nella conduzione aziendale. Dal 1997 sono coadiuvato dalla mia attuale compagna Eva Bellagamba, che eroicamente sceglie di condividere con me questo progetto sacrificando il suo futuro di Architetto.

Credo di poter dire che la pazienza e la cautela con cui ho intrapreso il lavoro di ricerca in campo siano stati l'effettiva chiave di tutto il lavoro futuro. I più importanti risultati sono stati in ordine cronologico:

- il capire profondamente i miei terreni, fino ad allora coltivati in maniera arcaica,

-la selezione di due cloni di Sangiovese locali con cui ancor oggi produco,

-la scelta di incrementare la presenza di Malvasia Nera (fedele compagno di viaggio del Sangiovese)

- ed infine l'aver individuato la presenza insospettabile a San Miniato di questa pianta fantastica che oggi finalmente sappiamo essere Tempranillo.

Anche i miei attuali vini sono nati senza eccessiva premura, imponendomi la stessa cautela di sempre e cercando, per quanto possibile, di aver ottenuto il miglior equilibrio possibile nel vigneto ed in cantina prima di dar vita ad una nuova etichetta.

Per quanto concerne il lavoro di cantina, che io considero appena il 10% del mio lavoro, mi considero uno strenuo tradizionalista che usa anche la Barrique, partendo dal presupposto che il contenitore di legno, qualunque esso sia, deve solo maturare i miei vini, ma che invece una vinificazione in cemento con macerazioni coraggiose conferisce grande personalità.

Com'è facile intuire il lavoro più lungo e faticoso è stato lo sviluppo del settore Tempranillo. L'inizio dei lavori porta la data 1993, con la scoperta di 213 piante su piede franco di età ormai pressoché secolare, che noi abbiamo chiamato per lunghi anni "X", con l'inizio della selezione massale e con la progettazione dei nuovi impianti. E in parallelo la ricerca storica a cui negli anni novanta chiedevamo risposte, risposte che sono arrivate per quanto riguarda l'origine ed il percorso fatto dal Tempranillo per arrivare fino a noi: oggi sappiamo che le progenitrici di queste viti sono state portate dai viandanti che percorrevano la Via Francigena, che attraversa la mia Azienda, per raggiungere Roma in pellegrinaggio religioso; il nome preciso della varietà invece è arrivato solo nel 2004 per merito delle più collaudate tecniche di estrazione del DNA.

Durante gli anni intercorsi ho cercato di sviluppare saperi ed esperienza nella coltivazione e nella vinificazione di queste uve assolutamente inusuali per la Toscana, fino a decidere addirittura di produrre il Tempranillo più importante, in maniera estrema ,facendo appassire le uve prima della vinificazione.

Sviluppo aziendale e incremento produttivo

1900 - 1990 : Le tre generazioni di Beconcini che hanno creato le condizioni per l'attuale Pietro Beconcini Agricola

1990 - 1995 : periodo di studi e selezioni per l'inizio di un nuovo corso in famiglia : passaggio di consegne da Pietro a Leonardo Beconcini.

1993 : primo incontro con le viti di Tempranillo e inizio delle prime microvinificazioni come vitigno X, insospettabile presenza.

1995 : primo anno di produzione di RECISO sangiovese 100%, oggi il vino storico dell'azienda, primo risultato di Sangiovese molto longevo.

1996 : inizio degli investimenti in nuovi impianti di vigneto, ad iniziare
da viti Sangiovese, unicamente riprodotte con gemme locali.

1997 : Dopo tre anni di selezioni iniziamo a impiantare viti di Tempranillo riprodotte con gemme del vigneto storico di circa 90 anni, che rimane una presenza anonima il cui nome rimane vitigno "X"

1998 : il progetto Sangiovese si completa con l'uscita degli ultimi due vini: 1) torna in produzione il Chianti Beconcini, vino che la mia famiglia produce da oltre mezzo secolo, ma con una severa personalità; 2) Nasce Maurleo, Blend di Malvasia Nera e Sangiovese, autentico Supertuscan da uve autoctone

1999-2000-2001-2002.2003 : anni di intenso sviluppo, la superficie vitata passa dai 3 ettari ai 12 ettari, di cui 5 impiantati a Tempranillo, che per noi rimaneva ancora il vitigno "x", ma gli studi e le ricerche storiche iniziavano a dare i primi risultati.

2004 : nel febbraio di questo anno viene eseguito l'esame DNA al nostro vitigno "X", e ciò che fino ad allora era solo un sospetto diventa la realtà.

Le nostre viti secolari appartengono alla varietà Tempranillo, e la ricerca storica ci dice che sono probabilmente arrivate a noi, alcuni secoli or sono, attraverso i flussi migratori legati ai pellegrinaggi religiosi.

La nostra voglia di ricerca in questo caso è stata appagata, siamo i custodi di viti Tempranillo presenti a San Miniato da secoli.

I miei gruppi di acquisto

il mio blog

i miei vini

Pietro Beconcini Agricola non ha inserito nessun vino

le mie birre

Pietro Beconcini Agricola non ha inserito nessuna birra

i miei ristoranti

i miei annunci attivi

Pietro Beconcini Agricola non ha inserito nessun annuncio