assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • Ciliegiolo 2.0: innovazione nella tradizione

    Ciliegiolo 2.0: innovazione nella tradizione

    inserito da PopArtStyle

    Ciliegiolo 2.0 nasce con l'intento di sperimentare soluzioni volte ad offrire nuovi orizzonti rispetto alla classica interpretazione del vitigno, anche in funzione delle variazioni climatiche in atto. Protagonisti insieme all'Università della Tuscia, Gabriele Giovannini e Maurizio Mazzocchi la cui sinergia porta alla nascita nel 2016 della Cantina Giovannini. Il progetto si articola su due fronti; da una parte quello agnonomico, volto alla valorizzazione delle caratteristiche organolettiche delle uve, ed uno prettamente enologico che indaga tecniche che si discostano dalle tradizionali vinificazioni del Ciliegiolo. Aspetto agronomico La sperimentazione in vigna si concretizza con una gestione della chioma finalizzata ad un'ottimale maturazione (sia tecnologia che...

  • A spasso per le vigne del Cesanese di Olevano Romano (parte 2)

    A spasso per le vigne del Cesanese di Olevano Romano (parte 2)

    inserito da PopArtStyle

    Dopo aver esplorato la zona alta di Olevano Romano, quella di Contrada San Marco, Colle Celone, Morra Roscia, ci spostiamo qualche decina di metri più in basso, alla scoperta di un altro areale vocato per la coltivazione del Cesanese. Siamo in contrada Colle San Giovenale poco meno di 3km a sud rispetto al centro storico del paese, dove insiste un'ampia zona vitata, con diversi appezzamenti di altrettanti produttori, tra cui anche Alberto Giacobbe. Ad accompagnarci è però Damiano Ciolli, produttore di riferimento della denominazione, che in questa area ha gran parte delle vigne da cui produce le sue due etichette, il Silene ed il Cirsum. Come per le zone più in alto anche qui predominano terreni rossi di origine vulcanica, che donano struttura e...

  • Ciliegiolo for Art

    Ciliegiolo for Art

    inserito da PopArtStyle

    Un progetto importante quanto ambizioso che coniuga vino ed arte, nato grazie all'intraprendenza di Leonardo Bussoletti, produttore che già ha donato nuova vita al Ciliegliolo di Narni, valorizzando il legame territoriale di un vitigno che troppo spesso nel passato era relegato al ruolo di comprimario. È proprio questo senso di appartenenza a Narni che lo porta dapprima a creare una nuova etichetta, il Ciliegiolo 05035 (c.a.p. di Narni, appunto) e poi a cercare, all'interno del centro storico, una vecchia cantina che potesse degnamente accogliere lo storico della sua seppur giovane azienda. Il caso vuole che durante la ricerca si imbatta nel Chiostro adiacente alla Chiesa di Sant'Agostino, opera edificata nel 1963 per volontà e spese di padre...

  • Gemelli Diversi

    Gemelli Diversi

    inserito da PopArtStyle

    Questo post nasce un po' per gioco, grazie alla recente occasione di aver assaggiato due bottiglie dello stesso vino a relativa poca distanza di tempo una dall'altra. Peraltro solo incidentalmente si tratta di una delle referenze disponibili nel catalogo #vgm. Mi riferisco ad una delle etichette di punta della Cantina Lungarotti. Il San Giorgio nasce a metà degli anni '70 grazie all'indole innovatrice del patron Giorgio che, sulla scia del successo dei SuperTuscan, decide di intraprendere la strada della contaminazione del Sangiovese dei locali vigneti di Brufa (la mitica vigna Monticchio) con vitigni internazionali. La scelta, per questo che di fatto può essere definito come il primo SuperUmbrian, cade sul Cabernet Sauvignon, inizialmente in percentuali minori...

  • La Tuscia del Vino 2019

    La Tuscia del Vino 2019

    inserito da PopArtStyle

    Disclaimer: questo potrebbe sembrare un post promozionale. Ed in effetti lo è, perchè la Tuscia, anche attraverso il vino, merita pienamente di essere promossa. Il Palazzo dei Sette di Orvieto è stata la cornice della presentazione ufficiale della quarta edizione de La Tuscia del Vino, curata da Carlo Zucchetti. Una guida che pone il focus su un'area relativamente contenuta in termini di superfice, che comprende oltre alla Tuscia Viterbese anche la più ampia Tuscia Etrusca. Un'ulteriore suddivisione in areali è stata dettata da principi non solo meramente geografici o amministrativi, ma anche di continuità geologica dei suoli. Zone in cui peraltro c'è un grande fermento in ambito vitivinicolo. Nascono sempre...

  • A spasso per le vigne del Cesanese di Olevano Romano

    A spasso per le vigne del Cesanese di Olevano Romano

    inserito da PopArtStyle

    Puntuale come sempre da 6 anni a questa parte, a metà giugno la manifestazione enogastronomica VinoIntorno organizzata da Extrawine e Il Gourmet Errante, è l'occasione per un'incursione nelle terre del Cesanese. Quest'anno l'amico e produttore Fernando Proietti, indossati i panni del cicerone, con il prezioso supporto della geologa Cristina Pratesi, ci guida su e giù per terreni scoscesi e sconnessi in una delle zone storicamente vocate alla coltivazione del Cesanese di Olevano Romano, che in un'ipotetica MGA alla francese potrebbe essere definita "Grand Cru". È la zona tra Contrada San Marco e Colle Celone, fino ad arrivare alla Morra Roscia, al ridosso del limite tra la DOC Olevano e la DOCG del Piglio, subito sotto...

  • Musco, Storia di un Futuro

    Musco, Storia di un Futuro

    inserito da PopArtStyle

    "Nasco così per desiderio di chi, con consapevolezza, sapere e utensili antichi vuole mantenere vivo il racconto di una storia senza tempo" Percorrendo un irto sentiero sterrato attraverso un maestoso bosco di castagni si giunge ad una antica grotta scavata nel tufo, risalente con molte probabilità all'epoca etrusca. E' questa la casa del Musco, la più recente tra le etichette di Palazzone. Un progetto che nasce nella mente e nel cuore di Giovanni Dubini, da un lato enologo preciso e rigoroso dall'altro animo desideroso di riscoprire quella tradizione che lo vedeva fanciullo gioire tra tini e mastelli nel fare il vino per famiglia e amici sotto la guida sapiente dei vecchi contadini. Così il terreno dietro casa, un...

  • Gran Riserva 2002, Garofoli

    Gran Riserva 2002, Garofoli

    inserito da PopArtStyle

    Non si vive di solo Trento Doc e Franciacorta! Tra le altre realtà della spumantistica italiana il verdicchio, vitigno versatile e "longevo", produce prodotti interessanti, a prezzi vantaggiosi. Il "Gran Riserva", metodo classico di casa Garofoli, nasce per un lungo affinamento sui lieviti; qui con il millesimo 2002 -che tanto bene ha fatto negli "sparkling"- sboccatura 2011, siamo vicini ai 10 anni. Il colore carico tradisce l'età, nessuna traccia di ossidazione, il perlage ancora vivo. Mandorla e fiori bianchi, poi crosta di pane. Seppur fresco, non è certo una di quelle "katana" natùre che tanto vanno di moda, in bocca è piuttosto ricco e setoso, con un dosaggio che non risulta...