assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • Da vetrina a piazza. La metamorfosi politica del Vinitaly

    Da vetrina a piazza. La metamorfosi politica del Vinitaly

    inserito da Francesco Annibali

    Pochi giorni fa scrivevo che il Vinitaly non è, e forse non sarai mai, un B2B puro. Un aspetto che nel lungo termine rischia di provincializzare la portaerei veronese, in un periodo nel quale il Prowein viaggia col vento in poppa, e in cui la priorità del settore è aprire il vino italiano ad Oriente. Ma il Vinitaly non ha intenzione di rinunciare al pauroso indotto portato dagli appassionati, e la prova di tutto ciò sono i messaggi ondivaghi che continua a mandare a questi ultimi, dall’apertura domenicale al recente Vinitaly and the City. Tutti aspetti che lasciano emergere l’unicità del Vinitaly al mondo: quella di una fiera alimentata da una bruciante componente emotiva, identificativa e aggregante, dall’indole ostinatamente e...