assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • La dura vita degli aspiranti MW italiani. Intervista a Gianpaolo Paglia

    La dura vita degli aspiranti MW italiani. Intervista a Gianpaolo Paglia

    inserito da Francesco Annibali

    Pochi giorni fa provavo ad analizzare qui su Vinix i motivi per i quali in Italia non ci sono ancora Master of Wine, celebre titolo rilasciato dall’istituto londinese omonimo dopo una pesante e costosa trafila di studi, viaggi intercontinentali e assaggi della durata di almeno 4-5 anni, e concludevo che noi italiani abbiamo un approccio al vino di stampo fenomenologico, molto diverso rispetto a quello anglosassone, di marca nettamente empirista. Sulla mia pagina FB Carlo Macchi, direttore di Winesurf, mi obiettava che se in Italia non abbiamo MW il motivo non è metodologico, ma che, più semplicemente, il notevole investimento di impegno, tempo e denaro richiesto è giustificabile per un italiano solo se dopo se ne va a lavorare all’estero. Così...