assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • Grappa, lo spirito italiano su The Global Herald

    Grappa, lo spirito italiano su The Global Herald

    inserito da Maurizio Fava

    Mi è stata chiesta una collaborazione come Editor dall'Italia per la categoria Food & Wine. Oggi, 8 marzo, è stato pubblicato il mio primo pezzo. Argomento? ovviamente la GRAPPA, lo Spirito Italiano. I am just starting today as the Food&Wine correspondent editor from Italy. My first contribution, of course, is about Grappa, Spirit of Italy. http://theglobalherald.com/grappa-spirit-of-italy/12102/ The Global Herald is an entirely online newspaper set up to present news in a new format, completely independent of news agencies, news wires and international news networks. By giving a voice to experts and academics, The Global Herald looks to avoid sensationalism, and tries to shift the focus from negative angles so prevalent within...

  • Lidia Levi ha raggiunto Romano

    Lidia Levi ha raggiunto Romano

    inserito da Maurizio Fava

    Non potevano stare lontani. Romano era morto accanto al letto di Lidia ammalata, meno di due anni fa, e ora si sono riuniti definitivamente. Una vita intera passata insieme, il fratello piccolo e la sorella che lo aveva cresciuto al posto della mamma, uccisa all'uscita dalla chiesa di Neive dalla mitraglia di un aereo della RAF impazzito il giorno prima della fine della guerra. Lidia era la forza di Romano Levi, stava nell'ombra ma era determinante anche nella distilleria: era lei che faceva le aromatizzazioni con le erbe e i fiori selvatici, era lei che spesso finiva le etichette... Non lasciano eredi diretti, nessuno dei due si era sposato, e ora la distilleria ha un destino incerto, come il nome e il marchio. Il figlio di una cugina di Romano, anche lei Levi ma del ramo di Aosta,...

  • Grappa: si chiede qualità, ma il futuro è a rischio.

    Grappa: si chiede qualità, ma il futuro è a rischio.

    inserito da Maurizio Fava

    La Grappa è un prodotto purtroppo poco conosciuto. In particolare, anche i consumatori più fedeli hanno scarse conoscenze sulle caratteristiche qualitative, sui metodi di produzione, su come riconoscere una buona grappa. Pochi sanno che spesso la morbidezza del sapore si deve all'aggiunta (legale) di zucchero. Pochi sanno che spesso le grappe più scure non devono il proprio colore al legno di affinamento, ma al caramello o altri coloranti. Pochi sanno che tanti aromi dolci e suadenti non derivano dalle vinacce, ma da aromi artificiali. Pochi sanno che i distillatori autorizzati e legali in Italia sono solo 136, e che molte delle etichette in circolazione sono solo il frutto di un imbottigliamento, e non di una distillazione diretta. E' ora di...

  • L'angelico Romano torna in Valtellina

    L'angelico Romano torna in Valtellina

    inserito da Maurizio Fava

    La famiglia Levi era originaria di Campodolcino, nella Val San Giacomo. Lì nacque anche Serafino, padre di Romano. Da lì partirono, in cerca di miglior fortuna, tanti "grapat", che portavano con se' come unica dote l'arte della distillazione della grappa. Sono state censite ben 120 località dove i "grapat" nel corso di tre secoli hanno costruito impianti di distillazione. Anche la famiglia Levi visse questa "diaspora" che portò Serafino a Neive, e suo fratello Guglielmo ad Aosta, dove la distilleria da lui fondata è tuttora attiva col marchio St Roch. Il nipote, Nicola Rosset, mi ha donato la storica foto che accompagna questo post: raffigura l'intera famiglia Levi nel 1907. A due mesi dalla sua morte, Romano Levi sarà ricordato...

  • Avvoltoi sulla tomba di Romano Levi

    Avvoltoi sulla tomba di Romano Levi

    inserito da Maurizio Fava

    Romano Levi per anni subì gli assalti di decine di falsari che cercavano guadagni vendendo bottiglie fasulle di grappa scadente con una falsa etichetta. Anche alcuni sedicenti "giornalisti" a volte cercarono a sue spese sprazzi di notorietà riflessa arrivando perfino a calunniarlo pesantemente. Ma ora si rasenta l'incredibile: l'altro giorno a Mango gli amici di Romano Levi hanno denunciato il tentativo di due figuri che hanno depositato alla CCIAA di Asti la richiesta di registrazione del marchio commerciale "Distilleria Levi di Romano Levi" e della sua etichetta tradizionale (quella che lui usava quando non le dipingeva personalmente a mano).Per le mie conoscenze delle normative sui marchi, anche se Romano non aveva mai registrato il suo nome (era troppo semplice, modesto...