assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • Roma, ristorante chiuso e denunciato per truffa

    Roma, ristorante chiuso e denunciato per truffa

    inserito da Maurizio Fava

    Notizia fresca: a Roma un ristoratore (Ristorante Passetto, nei pressi di Piazza Navona) è stato denunciato per truffa per aver presentato a due poveri turisti giapponesi un conto esorbitante, ben al di sopra dei prezzi esposti. Non contenti dell'appropriazione indebita, si sono trattenuti anche la "mancia" dalla carta di credito: 115 euro senza l'autorizzazione del cliente, ovviamente. Quando il controllo della ASL è arrivato nel locale, inoltre, ha trovato una situazione igienica deficitaria, al punto da richiedere la chiusura del ristorante. Questi sono gli ambasciatori della cucina italiana e della nostra cultura nel mondo? Il ministero del Turismo e il Comune di Roma dovrebbero costituirsi parte civile, insieme con le associazioni di categoria. Pensate alla figura...

  • Facciamo ripartire la ristorazione in Abruzzo

    Facciamo ripartire la ristorazione in Abruzzo

    inserito da Maurizio Fava

    La vera solidarietà per l'Abruzzo ferito è fatta non di parole ma di fatti concreti. Tra i danni del sisma ci sono anche quelli al sistema produttivo e alle imprese, e tra queste la ristorazione. Molti ristoranti aquilani sono colpiti a morte, nel centro storico e non solo molti locali sono completamente distrutti e rischiano la chiusura definitiva. Ma la solidarietà nel mondo della ristorazione è tanta, e si è già manifestata anche in passato in analoghe situazioni. Ad Alessandria ad esempio, quando l'alluvione del 1994 spazzò via in un attimo decine di locali e molti di questi poterono rialzarsi dal fango e ripartire con l'aiuto di tanti colleghi. Oggi quei ristoratori non dimenticano quella manifestazione di amicizia, e diventano a...

  • Latte cinese alla Melammina nel formaggio italiano?

    Latte cinese alla Melammina nel formaggio italiano?

    inserito da Maurizio Fava

    La notizia è preoccupante. Un colossale traffico di formaggi falsi viaggiava dalla Cina e dalle ex repubbliche sovietiche, via Odessa e Tunisi, a Ceuta, porto franco spagnolo (e quindi comunitario) sulle sponde africane di fronte a Gibilterra. Da Ceuta, l'organizzazione criminale, gestita da italiani, per anni ha fornito queste porcherie a molte aziende casearie nazionali. La traformazione delle schifezze in formaggi di pregio ovviamente rendeva miliardi di euro ai malviventi, e ai loro clienti, che naturalmente erano complici e si arricchivano a loro volta cinicamente, avvelenando i consumatori italiani e i clienti stranieri. I reati potrebbero essere quelli di associazione per delinquere, frode in commercio, adulterazione di prodotti alimentari,...

  • Il segno di Giovanni Rebora alla Brinca

    Il segno di Giovanni Rebora alla Brinca

    inserito da Maurizio Fava

    (segue da http://vinix.it/myDocDetail.php?ID=1807) Oggi è stata una buona giornata, vissuta come sarebbe piaciuto a Lui, Il Professore. Famiglia e amici, sinceri, a condividere sorrisi, cultura e vini altrettanto sinceri. La Brinca di Ne in Val Graveglia ci ha messo la cucina e l'ospitalità da lui tanto apprezzate, e i piatti della terra ligure. Suo figlio Federico ha fatto da catalizzatore, con garbo e semplicità, col sano pretesto della presentazione di una Barbera con l'etichetta "U Prufessù" dedicata dall'azienda Roero di Montegrosso d'Asti. Giovanni Rebora era virtualmente seduto a tutti i tavoli, coi commensali che raccontavano gioiosamente i particolari e gli aneddoti di un incontro che, ciascuno a modo suo, li aveva arricchiti e migliorati. Affetto e...

  • Giovanni Rebora, IL Professore

    Giovanni Rebora, IL Professore

    inserito da Maurizio Fava

    Ricevo dall'amico Federico Rebora la segnalazione di un evento particolare. Si tratta di un ricordo di Giovanni Rebora, suo padre, mio professore all'Università di Genova e una delle persone che ho stimato di più per la sua disincantata capacità di vivere, e di infondere cultura della storia, quella vera. E, anche, un maestro di cultura enogastronomica, un faro insostituibile per Genova e il Basso Piemonte, in cui era nato.Federico mi scrive:"Ricordando l'affetto e la stima che vi legava, ritengo di farti cosa gradita. Non sarà una commemorazione, ma il modo migliore per ricordare papà, a tavola con un po' di amici e di ex studenti, con la SUA barbera. Se hai in mente qualcuno che lo conosceva, potresti inoltrargli la mail?"Credo che saremo tanti,...

  • ancora uno scandalo: che sta succedendo al food&beverage italiano?

    ancora uno scandalo: che sta succedendo al food&beverage italiano?

    inserito da Maurizio Fava

    Schizza altro fango sul mito della qualità del food&beverage made in Italy.Ricevo dall'amico giornalista Attilio Scotti, che cita come fonte La Repubblica ed. Firenze http://firenze.repubblica.it/dettaglio/Cecchini-sequestrato-un-quintale-di-carne/1505646 , una notizia clamorosa: il "macellaio\poeta\personaggiotelevisivo" Dario Cecchini di Panzano in Chianti è nei guai.Il "vate" della bistecca fiorentina è stato denunciato dai NAS che sabato 23 agosto hanno sequestrato nella sua macelleria 94 chili di carne (per l'esattezza 81 kg di carne bovina di importazione spagnola, 3 kg di carne di pollo, 5 kg di cotenna di maiale e pollo e 5 kg di carne di maiale) scaduta di validità e congelata abusivamente. Sulle confezioni sequestrate, la scritta...