assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • Io non voglio sapere

    Io non voglio sapere

    inserito da Claudia Donegaglia

    Alla domenica a pranzo a casa mia si beve vino come si deve, lo facciamo accompagnare il cibo e non si fanno foto acchiappalike delle bottiglie. Mio marito beve Sauvignon con la fiorentina, mio cognato il Teroldego lo metterebbe anche nel caffè, mio nipote sta cercando la sua identità enologica. Beviamo senza pensieri, non si discute di: solforosa, allergeni, additivi, ingredienti in etichetta, si evitano accuratamente diatribe da enomondo e da leoni da tastiera. Così ho pensato che esiste un mondo vinoso che non vuole conoscere: 1) ICRF.Se il produttore imbottiglia a casa sua o dal vicino. Non siamo tutti esperti di enografia, i limiti delle DOC sono estremamente labili, non tutti sanno dove passa il confine del Bianco Vergine. 2) Il regime di...

  • Il buon senso dei garagisti

    Il buon senso dei garagisti

    inserito da Claudia Donegaglia

    Le operazioni di vinificazione sono terminate da tempo, per alcuni andare a potare è ancora presto, quindi perché non approffittare di questo momento libero per effettuare una pulizia a fondo del proprio garage? Innanzi tutto alcune definizioni: PULIRE: eliminare lo sporco. SANIFICARE : trattare una superficie apparentemente pulita per eliminare i microbi rimasti. DISINFESTARE : eliminare l'inquinamentio esterno provocato da topi, insetti, gatti uccelli.  La pulizia/sanificazione non è un concetto personale,ma misurabile, quindi si deve operare sempre ed in maniera accurata. L'acqua da sola non lava, ma anche cloro, soda usati da soli non sono utili e creano prodotti secondari, quindi prestate la massima attenzione nella scelta del detergente da...

  • Ridiamoci sopra

    Ridiamoci sopra

    inserito da Claudia Donegaglia

    Queste post è solo per winelover evoluti dotati d'ironia, chi non lo è puo' fare a meno di leggere. 1) Io parlo con gli abitanti della pruina, li chiamo per nome, ma rimango umile. Un abbraccio a tutti i professori di zimotecnia dei social che mescolano nella stessa frase : lieviti indigeni, selvaggi, selezionati, autoctoni. 2) La strada dallo Chardonnay al Caberenet è lunga e irta di vinaccioli tostati . Giusto per farvelo sapere sono quaranta giorni di uva solo uva e basta, dove tutti gli altri pensieri passano in secondo piano. Ma il vinacciolo tostato esiste veramente o è una leggendenda metropolitana? 3) O sei salato o sei nessuno disse lo chardoonay al torbolino. Intanto troppo sale fa aumentare la pressione arteriosa, ma sapete veramente che...

  • Garagisti: la gestione della fermentazione

    Garagisti: la gestione della fermentazione

    inserito da Claudia Donegaglia

    La richiesta dei garagisti è parlare di fermetazione, quindi. 1. Aver chiaro il proprio progetto vino e raccogliere l’uva di conseguenza Fate i garagisti e il vino non è la vostra occupazione principale, la passione però non deve essere la scusante per non programmare e organizzare la vostra vita. Mi spiego meglio: se volete fare delle "bollicine" dovete avere delle uve bianche ad elevato tenore di acidità, se volete un rosso da lungo invecchiamento ed avete a disposizione solo del Merlot alla terza foglia vi suggerisco di lasciar perdere. 2. Raccogliere le uve quando la maturità raggiunge o almeno si avvicina al vino che avete in mente A tale proposito vi ricordo le due definizioni di maturità: tecnologica e fisiologica....

  • Lievitazio molesta

    Lievitazio molesta

    inserito da Claudia Donegaglia

    Leggo nella mia TL che tira di più una vasca in fermentazione di una cassa di Romanée-Conti. Lieviti in tutte le forme e denominazioni: selezionati, autoctoni, indigeni, selvaggi, non saccaromices, amici del fattore killer, continuano ad essere i protagonisti della vendemmia 2017 che promette essere più social che mai. Lieviti lieviti e ancora lieviti Per molti i responsabili dell'omolagzione del gusto, della qualità del vino, dimenticando le variabili impazzite del caso: sanità e maturità dell'uva, chiarezza del progetto vino, zona di produzione, materiale umano e tecnologia a disposizione. Si fa vendemmia una volta all'anno, si spendono soldi, energia mentale ed emotiva, non si può fare a meno dei lieviti, quindi cerchiamo di...

  • #vinessum2017 se li conosci Li EVITI

    #vinessum2017 se li conosci Li EVITI

    inserito da Claudia Donegaglia

    Solo un grande grazie a tutti gli organizzatori di: Vinessum, Borgo Indie, Terroir vino che hanno permesso, in questi anni ai vini in garage di crescere e moltiplicarsi. Davvero di cuore, ma anche di milza, cervello, orecchie, fegato e polmoni a Filippo Ronco, Marco Ghezzi, Carlo Catani, Andrea Marchetti, Claudia Lugli, Giovanni Solaroli, Antonio Corsini, Duccio Armenio, che in maniera differente contribuiscono a far si che l'avventura garagista continui. Così con il cuore ancora saltellante per le emozioni dei giorni appena trascorsi proviamo a fare lo stato dell'arte del "garage di Claudia". Molti si meravigliano che il vino garaagista sia fornito di etichetta. A parte Andrea Sala che non ha ancora identificato il Punto G, Massimo Guidetti che con il fido...

  • Aprile andiamo è tempo di listini

    Aprile andiamo è tempo di listini

    inserito da Claudia Donegaglia

    Dato che gira voce che me la tiro, ecco una breve guida per fare digerire l'aumento del vostro listino prezzi anche al cliente piu' ostico che avete. 1) Ho cambiato fornitore di bottiglie E' ecosostenibile, bio, organic, zero impatto di carbonica, equosolidale. Per poter farmi produrre delle bottiglie con le mie iniziali in evidenza mi ha domandato due centesimi in più rispetto alla vecchia fornitura. 2) Le etichette della nuova linea produttiva sono riproduzioni dei quadri di Tamara de Lempicka Voi non avete idea di quanto mi hanno chiesto per i diritti d'autore. 3) Devo amortizzare il nuovo filtro tangenziale E' a filtrabilità selettiva in base alle esigenze di mercato, poi le cartucce sono costituite da polimeri estratti da papiri del Nilo. 4) Ho preso la...

  • Vedi alla voce (fare le) bollicine, parte seconda

    Vedi alla voce (fare le) bollicine, parte seconda

    inserito da Claudia Donegaglia

    Dato che Andrea e Cristiano, gloriosi garagisti, devono imbottigliare, dopo la prima parte vediamo ora la seconda parte del post dedicato alla produzione di bollicine. Vino base Se siamo sicuri che il nostro prodotto sia stabile dal punto di vista tartarico e proteico, facciamo un'ulteriore controllo della solforosa e dell'acdità, cerchiamo di arrivare ad un numero irrisorio di NTU. Se abbiamo il vino in piu' contenitori, facciamo una prova in piccolo, in modo da avere un'idea del vino finale prima dell'imbottigliamento. Cercare in tutti i casi di avere una massa omogenea, in modo da gestire al meglio le aggiunte che si devono fare. Abbiamo parlato nella prima parte del post della gestione della solforosa, della sua azione antisettica all'attività dei lieviti....

  • Vedi alla voce (fare le) bollicine, parte prima

    Vedi alla voce (fare le) bollicine, parte prima

    inserito da Claudia Donegaglia

    Dato che è un po' che ne parliamo, amici garagisti, ragioniamo sulle bollicine. Questa è solo la prima parte. Le uve che si usano Le bollicine che tanto amiamo iniziano il loro cammino con uva di ottima qualità. Il vigneto di origine possibilmente deve essere ventilato, con sbalzi di temperatura e di umidità nel periodo antecedente la vendemmia. Il terreno dovrebbe essere: "magro", sciolto, caratteristica di fondo che accomuna tante colline del settentrione d'Italia. Le uve che si predilogono sono: Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero, ma anche qualche autoctono non lo disdegnamo, come il buono e vecchio Trebbiano. Come le vogliamo Intanto raccogliamo uva sana, raccolta manualmente, possibilmente in cassette forate da 20/25 kg dove lo...

  • Acidità volatile

    Acidità volatile

    inserito da Claudia Donegaglia

    Un amico garagista che ha voluto rimanere anonimo, qualche giorno fa mi ha mandato un report analitico del suo vino, con il valore dell'acidità fuori standard. Quando succedono questi incidenti di percorso, a me dispiace molto, mi sento in colpa, poco presente, anche se lo spunto acetico rimane uno dei difetti storici del vino. Definizione Si definisce acidità volatile in un vino, la quantità di acido acetico presente in un vino e viene espressa in g/l di acido acetico. Cause Stato sanitario delle uve non ottimale. Gestione anomala della fermentazione alcolica, rallentata, a temperature elevate. Colmature, rimontaggi, travasi non tempestivi. Solforosa assente o mal dosata. Incuria e mancanza d'igiene in cantina e nelle attrezzature utilizzate per...