blog

  • Tolleranza zero

    Tolleranza zero

    inserito da Filippo Ronco

    Da buon padre di famiglia dovrei accogliere di buon grado l'imminente ulteriore stretta sul già molto basso tasso alcolemico tollerato dalla polizia stradale ma la mia vocazione di difensore delle cause perse o ancor meglio, dell'indifendibile, giusto per il gusto del confronto dialettico, mi spinge a proporvi questo punto di vista, non del tutto in accordo sul tema. Nelle varie argomentazioni utilizzate a sostegno delle politiche restrittive della libertà personale con l'obiettivo di aumentare le garanzie a tutela di beni ritenuti più preziosi (vedi, per esempio, nel caso di alcol e guida, la sicurezza altrui), spesso si porta ad esempio la tolleranza zero praticata da diversi paesi esteri (per es. l'Inghilterra) sottolineando il fatto che tali provvedimenti...

  • Abitanti col pacco

    Abitanti col pacco

    inserito da Filippo Ronco

    No, non mi riferisco alle doti fisiche di alcuni superdotati abitanti di vinix. Mi riferisco ad alcuni (pochi fortunatamente) che pensano di poter usare questo strumento per sfruttare i più ingenui o, peggio, per truffare il prossimo. Siamo ormai più di 4.500 "residents" qui su vinix e può capitare, di tanto in tanto, di avere a che fare con qualcuno che ci rifila "il pacco" così come è accaduto ad alcuni produttori di vini e di oli che sono stati invitati da una ditta estera - per non fare nomi, Provinum di tal Bastian Stegen - ad inviare campionature per la promozione commerciale all'estero. Campionature all'invio delle quali non ha mai fatto seguito alcun tipo di riscontro, né positivo, né negativo se non, in alcuni casi, solo richiesta...

  • Io amo internet

    Io amo internet

    inserito da Filippo Ronco

    Dopo aver visto questo video e letto un commento di Pamela in questo post di Luca Risso, mi ero messo a rispondere a Pamela e ne è sortito un post (solo per chi ha parecchio tempo da perdere). Due righe sul perché amo internet, vi tedierò un tantino adesso. Mi ricordo come se fosse ieri, nel 1997, appena tornato da una sala prove, appoggio la chitarra elettrica e mi avvicino a mio fratello (minore) che aveva appena avuto in regalo un nuovo fiammante lussuosissimo pc 486 sul quale, per altro, faceva girare solo i videogiochi. Restai esterrefatto dalla grafica. Erano passati "solo" 5/6 anni da quando toccai l'Amiga per l'ultima volta prima di destinare il mio tempo libero alla musica. L'impatto fu devastante, come il piede di un gigante...