blog

  • Vino Nucleare, volete ?

    Vino Nucleare, volete ?

    inserito da Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Nella foto le vigne della DO a ridosso della centrale nucleareTanti ormai sanno dell'incidente avvenuto recentemente alla centrale nucleare francese di Tricastin, episodio non certo isolato e nemmeno così poco frequente in Francia e nel resto del mondo. (Si trova facilmente conferma a quanto sto scrivendo semplicemente digitando " Nucleare Francia " su google.) Pochi invece sono probabilmente a conoscenza che la regione e la zona limitrofa alla centrale incriminata sono anche zona di produzione della Denominazione di Origine Controllata Coteaux du Tricastin. In questi giorni il consorzio di tutela sta conducendo la sua battaglia per ottenere il cambio di appellation da Coteaux du Tricastin in " Grignan " perché a loro dire il vino che porta il nome di una centrale...

  • Quale futuro prossimo ?

    Quale futuro prossimo ?

    inserito da Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Quest'anno, parlo in generale del Nord Italia, ma generalizzando credo che si possa declinare a tutta la Nazione, non si può certo dire che la stagione ci stia regalando il meglio di se, tre/quattro giorni su sette piove, se non piove è nuvolo e se non è nuvolo comunque il sole "non scalda". Frequentando sia i colleghi vignaioli che il personale impiegato nelle grandi cantine, sembra di assistere alla enunciazione di un bollettino di guerra al quale danno ampio contributo anche le lamentele degli agricoltori in generale. Un po' ovunque si parla di raccolto decimato dalle malattie dovute alle troppe piogge, esiste un ritardo nella maturazione dovuto al clima freddo e non sono mancate le grandinate assassine che hanno colpito le piante in alcune zone. Ci sono intere...

  • Un pomeriggio romano

    Un pomeriggio romano

    inserito da Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Dopo una mattina intensa iniziata con una bella levataccia alle 4:00, reduce da serata del sole, viaggio aereo, mezzi pubblici affollatissimi, camminata fino al Campidoglio con temperature già alle 9:30 del mattino intorno ai 36 gradi vestiti di tutto punto sotto il sole cocente, dopo 4 ore di cerimonia di premiazione, quando abbiamo rimesso piede in strada per lasciare Roma, eravamo visibilmente provati, ma questo non ci ha impedito di prendere il treno fino a Santa Palomba dove ad aspettarci alla stazione c'erano gli amici Vinixiani Veronica e Cosimo. L'accoglienza riservataci una volta scesi dal treno ci aveva fatto recuperare buona parte della stanchezza fisica e mentale, saliti in macchina per raggiungere Donnardea, è svanita quasi del tutto grazie all'entusiasmo che i...