assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • Non è un mondo per il vino sfuso?

    Non è un mondo per il vino sfuso?

    inserito da Alessandro Marra

    Da che ti mettono il tastevin al collo, cominci a storcere il naso davanti alla caraffa di vino sfuso, figurarsi davanti a quella con le percoche che compare di tanto in tanto sulla tavola in famiglia. La (superficiale) convinzione di scarsa rilevanza del fenomeno, in ossequio all’idea “verticistica sulla qualità del vino” secondo cui la qualità sarebbe rinvenibile solo e soltanto nelle bottiglie e non in damigiana (è utile rileggere, in proposito, l’Elogio porthosiamo dello sfuso, dove si ricorda che nel passato in bottiglia ci andava soltanto la parte realmente migliore della produzione, mentre il resto veniva venduto sfuso ai clienti che facevano capolino in azienda) è in realtà smentita dai numeri. I numeri del vino...

  • La barrique per i vini bianchi, una sfida da cogliere

    La barrique per i vini bianchi, una sfida da cogliere

    inserito da Alessandro Marra

    “Più bianco non si può” (cit.), verrebbe da dire, perché l’Italia - lo dice una recente indagine di Nomisma Wine-Monitor - è sempre più "bianchista’", sia per consumi che per produzione vinicola, con il rapporto bianchi/rossi ormai completamente ribaltato nell’ultimo decennio. Non solo. Perché i vini bianchi italiani fanno oggi un valore complessivo di 1,287 miliardi di euro l’anno, meglio di Francia (1,276 miliardi), Nuova Zelanda, Spagna, Germania e Australia. Insomma, niente male. La stragrande maggioranza dei vini bianchi italiani, però, non fa legno. Figurarsi se vede la barrique, “strumento enologico” misteriosamente scomparso dalle cantine e finanche dai siti...