assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • L'impronta del terroir, degustazione orizzontale di Barolo 2012

    L'impronta del terroir, degustazione orizzontale di Barolo 2012

    inserito da Maria Enrica Bozzo

    Organizzata da Onav Lodi, coordinata da Enzo Brambilla e guidata da Vito Intini, una interessante serata dedicata ai grandi cru del Barolo: una degustazione orizzontale dell’annata 2012. Il vitigno Nebbiolo, storico e indigeno già dai tempi dei Romani, in quanto non si hanno tracce in altre aree se non in Valtellina, è un’ uva di allevamento impegnativo, che ha bisogno di molta cura. Tre sono i suoi cloni: Lampia, Michet e Rosè. Benchè molto importante, il Nebbiolo costituisce, tuttavia, meno del 5% della produzione enologica del Piemonte. Meritevole di attenzione l’analisi dei terreni: la regione del Barolo è un’area non omogenea di origine marina con tre formazioni geologiche del Miocene molto diverse tra loro: a sud est...

  • Chiaretto Valtenesi in Galleria

    Chiaretto Valtenesi in Galleria

    inserito da Maria Enrica Bozzo

    E’ stato presentato il giorno 13 febbraio 2017, in Galleria a Milano, il Rosè della riviera bresciana del Garda, vendemmia 2016, presso lo storico Savini e la sua campagna promozionale proseguirà con altre iniziative milanesi. Questo vino di antiche tradizioni che deve le sue caratteristiche al vitigno autoctono Groppello, coltivato solo in Valtenesi, permette la produzione di un rosè che, negli ultimi anni, ha ottenuto un successo crescente, rendendosi protagonista di quell’affermazione del vino rosato che, iniziata in Francia meridionale, si sta verificando in Europa e nel mondo. Il direttore del Consorzio, Carlo Alberto Panont ricorda, infatti, che due milioni di bottiglie saranno immesse sul mercato nel 2017, in crescita del 10% rispetto alla scorsa...

  • Verticale VignaAlta, sangiovese in purezza

    Verticale VignaAlta, sangiovese in purezza

    inserito da Maria Enrica Bozzo

    Il sangiovese in purezza, VignaAlta della Badia di Morrona, viene presentato in degustazione verticale durante la serata organizzata a Milano, presso l’Osteria del treno, il 30 gennaio 2017 per le annate 1997 1998 1999 2000 e 2011. La serata dal titolo “Sangiovese nel vecchio e nel nuovo millennio” vuole, oltre a valorizzare la tradizione vinicola toscana,  concentrando  l’attenzione sulla specificità del territorio da salvaguardare e da trasmettere nei prodotti, anche mettere a confronto due stili di affinamento diverso: prima la maturazione del vino avveniva esclusivamente in barriques, ora in botti grandi di rovere francese e in barriques di secondo passaggio solo per una piccola parte del vino. Naturalmente il protagonista della...