assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • In arrivo le guide-vini 2020. Mah...

    In arrivo le guide-vini 2020. Mah...

    inserito da Lorenzo Conci

    Primi di novembre: in edicola le nuove guide vini 2020. Un tempo le aspettavo con ansia, curioso di vedere chi si fosse aggiudicato i “tre bicchieri” le “5 bottiglie” i “5 grappoli”. Poi, le ho aspettate con ansia per avere delle dritte su quali cantine-aziende meritassero una visita perché uno o più dei loro vini risultavano aver goduto di una ottima annata. Poi ho continuato ad aspettarle quasi per abitudine… In questi giorni, che, sempre per abitudine, ne aspettavo l’uscita, mi sono ricordato che un tempo non aspettavo “punteggi” ma le recensioni di Luigi Veronelli ovvero dei “racconti” delle storie che erano molto più istruttive dei punteggi e dei termini tecnico-enfatici delle guide e...

  • VINI NATURALI,  qualche considerazione...

    VINI NATURALI, qualche considerazione...

    inserito da Lorenzo Conci

    Poiché credo che il dibattito riguardante la diatriba tra “Vini industriali” o tradizionali e Vini Veri o Vini Naturali ecc. non sia solo una questione di lana caprina, mi permetto, per quello che valgono, di aggiungere un paio di cose. Condivido il pensiero che “etichettare” si presti facilmente sia a cattive interpretazioni sia a semplificazioni nocive e fuorvianti. Come avviene per un vino, anche nel caso di un’associazione l’etichetta non è solo utile, è necessaria per riconoscere “il prodotto”. Ma l’etichetta va letta in modo corretto, va capita non interpretata. Cosi dovrebbe essere, a mio parere, per quelle che sono “etichette” convenzionali come appunto Vini Naturali, Vini Veri, ecc. Non...

  • La Biancara nel market, se tante adesioni allo stalk forse non impossibile

    La Biancara nel market, se tante adesioni allo stalk forse non impossibile

    inserito da Lorenzo Conci

    Ho lanciato lo stalk su La Biancara di Angiolino Maule perchè, come ho detto nella motivazione, il  suo vino lo ho bevuto, anzi "goduto" e moltissimo. Se entrasse nel market sarebbe per me una gran cosa e non indugerei a lanciare una cordata sulla sua azienda. Ma io sono semplicemente un eno-amatore, un appassionato e anche se viaggio e mi interesso di vino da parecchi anni, oltre a produrne una piccola quantità a livello amatoriale, non ho la patente ufficiale  di "esperto". Per sponsorizzare il mio stalk ho pensato quindi di avvalermi di quanto detto a proposito dell'azienda La Biancara e di Angiolino Maule da una persona che in materia di vino può parlare con autorevolezza essendo somellier, degustatore ufficiale AIS, oltre aver...

  • Autoctoni: un'opportunità per il consumatore appassionato

    Autoctoni: un'opportunità per il consumatore appassionato

    inserito da Lorenzo Conci

    Il collezionista filatelico “appassionato”, aspira ad avere pezzi nuovi per la sua raccolta, dà la caccia a quelli che sono meno usuali, più rari e, probabilmente, avrà un sogno: possedere un giorno, ad esempio, un Gronchi rosa. L’amante d’arte “appassionato” si propone di vedere dal vivo le opere dei pittori che hanno fatto la storia, quelle degli artisti che più lo hanno emozionato. Viaggerà per vedere più musei che gli sarà possibile e, probabilmente, avrà un sogno: possedere un giorno, certo molto difficilmente un Raffaello o un Picasso ma magari, un Carrà o almeno uno Schifano. L’amante “appassionato” della buona cucina, chef improvvisato, non si...

  • Stalk su Camillo Donati: grande idea!

    Stalk su Camillo Donati: grande idea!

    inserito da Lorenzo Conci

    In uno dei miei giri cultural-eno-gastronomici nel Parmense, oltre a Traversetolo con le sua esposizioni d’arte di primissimo livello, a Torrechiara con lo storico castello e il “suo fantasma”, Langhirano patria degli insaccati non potevo non approfittare per far visita all’azienda di Camillo Donati sulle colline in mezzo alla natura per assaggiare i suoi splendidi vini. Vini che come pochi sanno coniugare espressione del territorio e sapiente interpretazione offrendo al contempo delicata effervescenza, sapidità, freschezza, golosa beva e, a dispetto di quanto si possa credere, anche una buona longevità. L’idea di uno stalk su Camillo Donati, grande idea, la mia adesione scontata. La mia speranza, grande adesione allo stalk e Camillo Donati...

  • Ode per un Brunello nel market

    Ode per un Brunello nel market

    inserito da Lorenzo Conci

    Con quest’ode faccio appello che il mio stalk venga appoggiato per avere nel mercato un'azienda del Brunello. Garantisco che la scelta non è affatto improvvisata, Che l’azienda suggerita per più anni l’ho testata Ricevuto con calore da un simpatico signore, la cantina ho visitato nella vigna accompagnato In un sito molto bello, posto in mezzo alla natura, vien prodotto un gran Brunello in biologica coltura Ne ho gustato alcune annate con mio grande godimento Prima che giunga l’estate vorrei far rifornimento. Ben sarebbe, idea mia, poter farlo in compagnia, lo stalk perciò, che io ho postato, spero sia molto “cliccato” Per chi a ciò sia ben disposto, qui a seguire un link ho posto Un...

  • Guide vini: l'evoluzione

    Guide vini: l'evoluzione

    inserito da Lorenzo Conci

    Con le guide vini ho sempre avuto uno stretto rapporto, abbastanza fideistico agli inizi, poi col tempo, con l’esperienza, più ponderato e utilitaristico e, in alcuni casi, pure affettivo. Guida Vini Espresso è quella cui sono tutt’ora più legato, non me ne sono persa una da quando è uscito il primo numero, e le si possono vedere, tutte ordinate in fila sugli scaffali della mia libreria, vuoi perché ho avuto modo di scambiare qualche email con Vizzari, uno dei curatori, al quale ho avuto il piacere di vendere una bottiglia di Chateau Haut Brion, vuoi perché, tra le guide, mi è sempre parsa, comparata alle esperienze, la più affidabile. Guida Veronelli l’ho acquistata fino a quando la buonanima di Luigi era in...

  • Elogio dello scetticismo

    Elogio dello scetticismo

    inserito da Lorenzo Conci

    I recenti post dedicati alla Biodinamica hanno sollecitato in me alcune considerazioni. Le prime considerazioni, di carattere, in primis, autocritico. Non è sufficiente l’intenzione di limitare la discussione al merito dell’argomento trattato, anche l’uso del linguaggio, deve essere attento e ponderato. Non deve urtare la sensibilità delle persone con cui si interloquisce. Se non si è compresi, la prima responsabilità ricade su noi stessi; o non ci siamo espressi convenientemente, o in modo da precludere l’interesse di chi ci legge o ascolta. Le altre considerazioni sono conseguenti alle prime. Un modo diverso di esprimere quei concetti che, con evidenza, male ho esplicato nel mio post e commenti successivi. Elogio dello...

  • Biodinamica, si può non condividere ma evitiamo i luoghi comuni

    Biodinamica, si può non condividere ma evitiamo i luoghi comuni

    inserito da Lorenzo Conci

    So chi è Silvio Garattini, e conosco, per aver seguito un’ intervista a lui fatta, le sue posizioni sull’omeopatia. Non mi risulta, ma posso sbagliarmi, abbia mai parlato a proposito della biodinamica. Non conosco invece Carmine Capacchione, autore del post “ l’ esoterismo nel vino e la biodinamica.” e non so a quale titolo e su quali basi possa dissertare, con cognizione, su questo argomento. Ho l’impressione che non abbia letto Rudolf Steiner, e se lo ha fatto lo abbia fatto in modo superficiale, ne ho l’impressione abbia letto, o almeno non con la dovuta attenzione e apertura mentale, altri testi sull’argomento quali, ad esempio “Il vino tra cielo e terra” di Nicolas Joly. L’esoterismo, non ha nulla a...

  • Il vino racconta...

    Il vino racconta...

    inserito da Lorenzo Conci

    Se si trattasse solamente di avere sufficiente vino da bere durante l’anno, io da vignaiolo garagista, ne avrei più che a sufficienza, ma il vino non è una bibita da comperare a casse, così si risparmia, tanto è sempre eguale. Il vino è una continua scoperta, un alito di vento che soffia da diverse direzioni, portando con se profumi diversi; un cuscino intriso di aromi sul quale appoggiare il capo e, ad occhi chiusi, per un attimo lasciarsi trasportare lontano; racconto di storie antiche che i figli tramandano, prezioso specchio che riflette diversità che sono le nostre diversità. Nemmeno il mio vino è una bibita, si evolve cambia di anno in anno, di mese in mese, ma non mi basta. E’ un bel vino il mio perché...