assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

blog

  • A type of somewhereness. Il ritornello del terroir

    A type of somewhereness. Il ritornello del terroir

    posted by Francesco Annibali

    Un termine feudale Terroir, territorium. Elena Brambilla ci fa sapere che in età Altomedievale il termine terroir coincideva con quello di finage, che in italiano è traducibile con quello di “territorio comunale”. Il territorio comunale che include, oltre agli orti e ai giardini cintati a coltura intensiva, anche i campi aperti, i pascoli e i campi incolti, non suddivisi in proprietà individuali. Si tratta, insomma, dei tre anelli dell’hortus che circonda il villaggio abitato, che viene definito dalla presenza di un’assemblea di abitanti. “Non si può quindi parlare di terroir nei termini generici di terra, perché verrebbero così a mancare i rapporti tra proprietà privata e proprietà comunale o...

  • Temple Bar, Dublino

    Temple Bar, Dublino

    posted by Francesco Annibali

    Seduto al bancone c’è il ragazzone in t-shirt col fisico da rugbista che sotterra le ostriche di tabasco, mentre se la ride col barista. In fondo a sinistra, l'hipster in camicia a scacchi e barba Autocad, e una coppia - a occhio e croce - di radicalveg. Nel cortile interno invece c’è James (facciamo finta si chiami così), sulla cinquantina. E una cinquantina sono, a occhio e croce, i chili di troppo. La parlata rotonda e troncata dice irlandese doc, il farfuglio racconta qualche dente che manca. Ma – un attimo! – non andate fuoristrada: le guance sono accese, ma il naso non è ipertrofico, e la patata in bocca non c’è (insomma ci siamo capiti). James si avvicina fraternamente ad una coppia di ragazzi catalani,...