assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#32 Commenti

  • Luciano Rigo

    Luciano Rigo

    Mi hai fatto venire voglia di provare!
    Ma nel frattempo assaggerò la tua, non vedo l'ora! ;-)

    Lù.

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Giuliano Abate

    Giuliano Abate

    Grande Paolo non solo per quello che fai ma, sopra tutto, per come lo fai e lo racconti...

    I prodotti "base" li prendi on line?

    Dove?

    Ciao
    Giuliano

    P.S. ....aumenta la produzione....:o))))

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    uh bello, un'altro pazzo che ha talmente poco da fare che si mette anche a fare la birra in casa come me :o)

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Ciao Lù,
    La prima volta che provi, se lo fai in casa, ti consiglio caldamente di aspettare che tua moglie e tua figlia si prendano due settimane di mare .. ;-) Se ti serve una cosulenza....

    Ciao Giuliano,
    La mia fortuna è che tutto quello che faccio lo faccio con passione, lo faccio quando ho l'ispirazione e cerco di metterci l'anima.
    Il mio segreto che tale, poi non è.. è che tento di produrre ciò che mi ha dato piacere come consumatore e quindi solletica la mia curiosità.
    E' stato così per il vino, per le grappe, per i salumi, i formaggi e quindi per la birra.
    Adesso sto studiando come panificare con lieviti autoprodotti, sembra affascinante.
    Da principio andavo a prendere i prodotti base in un grande magazzino ben fornito e a volte, quando ho fretta, lo faccio ancora, poi sai com'è, l'appetito vien mangiando.. ora ho individuato dei siti molto ben organizzati, con ampia scelta di malti di tutto il mondo ed altre materie prime di gran pregio, anche difficili da trovare.
    Consegnano con corriere espresso in 24 ore e paghi in contrassegno.
    Se ti interessa sentiamoci PVT.


    Ciao Vale,
    Pazzo è dire poco, allora ci scambieremo delle esperienze, mi fa piacere ! Non riesco a stare fermo, in questo periodo di relativa calma enologica, cerco di impegnare le mie energie in altre attività ludico-didattiche !
    Scusa, ma anche tu rifermenti le bottiglie in vasca da bagno o hai trovato un sistema diverso ?

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    ciao paolo,
    come a molti produttori, anche a me capita di ragionare in questi termini. una volta fatto 30 perchè non fare 31.
    quindi ci si trova a spendere passione anche in prodotti che non sono i propri. esattamente come dicevi tu.

    ora mi hai fatto venire la curiosità di provare la tua birra, perchè è da una decina d'anni che ci sto pensando: e dopo salumi, formaggi e saponi è venuto, lo sento, il tempo della birra.

    ciao. vincenzo
    ps. fammi sapere (magari me ne puoi portare un po al vinitaly)

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    @Paolo
    no, io ho riciclato un vecchio congelatore a pozzo a cui ho aggiunto un termostato con range -30/+30ºC così riesco ad utilizzarlo sia d'estate che d'inverno sia per le lager che per le ale.

    Ultimamente ho un pò abbandonato la produzione brassicola per mancanza di tempo e perchè mi sto procurando un po di attrezzatura per il metodo all grain, con gli estratti non riuscivo più ad ottenere risultati qualitativi che mi soddisfacessero.

    è un pò la passione per l'autoproduzione che ci unisce

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Ciao Vincenzo,
    Diciamo che fare la birra è stata l'esperienza, fra le tante, più semplice e di immediata soddisfazione.
    Si può davvero dire che saprebbe farlo chiunque.
    Poi, però, nel tempo, ti affini, cerchi la perfezione, cerchi di impremere del carattere in più, sperimenti e trovi delle soluzioni al di fuori del procedimento standard e allora è lì che ci prendi gusto!
    Al Vinitaly, perchè no? Tra tutto quel vino, una sana birrozza mi sa che risveglia le papille indolenzite !!

    @Vale,
    Ma quante ne sai !
    Bel colpo il congelatore a pozzo... sarebbe davvero il massimo e soprattutto non si dovrebbe rinunciare alla vasca da bagno per settimane ....

    Ah caspita! Siamo arrivati al purismo, eh ?
    Fammi sapere come e soprattutto se ci riesci, io li sono ancora agli estratti, anche se devo dire, che per ora ancora mi soddisfano.
    Forse perchè nel tempo, ho individuato dei Blend che mi faccio io con 2 e a volte 3 malti così, tanto per non perdere mai l'istinto del " pasticcione " ! ;-)

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    eh sì, anche perchè non ce l'ho la vasca da bagno a casa.
    Purtroppo non ho un locale idoneo, ho una cantina piuttosto grande ma senza acqua corrente e lavorare nella cucina di casa non è il massimo della praticità, il mosto appiccicoso sul parquet non è una bell'immagine......

    perfortuna vivendo da sola non devo chiedere il permesso a nessuno ;-)

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Grande Paolo !
    Ma lo sai che è una vita che vorrei farla ? Quest'estate (dopo il meeting) mi ci dedico.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    @ Vale,
    Gli anni passati partivo più tardi con le fermentazioni, allora lo facevo all'aperto, sul terrazzo di casa, quest'anno, invece stiamo fermentando in cucina, con tanto di parquet... per avere un maggiore controllo della temperatura del mosto.
    L'immagine del mosto per terra è raccapricciante, dovremo farci molta attenzione. Ma soprattutto dovremo fare attenzione alla piccola Eleonora, che è molto attratta da due elementi : il gorgoglio e quel fantastico rubinetto rosso....

    @ Fil,
    E' una bella esperienza, oltre che di soddisfazione è didattica, si capisce bene il fenomeno della fermentazione alcoolica.
    L'estate ti richiederà qualche accorgimento in più per tenere la fermentazione entro il range di temperatura, altrimenti diventa tumultuosa e i lieviti non se la vedono bene...
    Comunque non preoccuparti perchè io ho provato anche in Luglio e ci sono riuscito.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    ATTENZIONE : Un piccolo omaggio a tutti voi, da ascoltare...

    http://www.vinix.it/video_detail.php?ID=281

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    è vero si riescono a capire tante cose legate ai lieviti e alla fermentazione. Ho iniziato a produrre birra perchè in casa e con pochi attrezzi non potevo mettermi a fare il vino e un conto è leggere di propagazione dei lieviti, temperature, inoculo, un conto è averlo sotto gli occhi

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Ieri sera non ho resistito ed ho spillato un bicchiere per sentire a che punto era la trasformazione, iniziano a sentirsi tenui i profumi classici della birra, molto fragranti, ma ancora molto coperti dai lieviti.
    Allora, per farli venire su bene al naso, gli metto ( sempre nel bicchiere ) una punta di cucchiano da te di zucchero che innesta subito una violenta reazione ( tipo effervescente ) che fa rilasciare gli aromi violentemente e li si intuisce cosa verrà a fine processo.

    Cara Vale, quando vuoi venire a veder partire una fermentazione di mosto d'uva, sai chi chiamare.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #13
  • P.A.N.E.T.H. Prodotti-Ambiente-Necessità-Ecologia-Territorio-Hospitum

    Dalle nostre parti si dice: "cambiar lavoro non è lavoro". non so da te.
    Se io porto il miglior Brunello al prossimo incontro, tu mi porti una tua (immagino stupenda) birrozza?
    Ciao,
    Fra.

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    volentieri.
    Ti segnalo questo podcast mi sembra un lavoro interessante
    http://www.birradio.it/wp-content/uploads/2008/03/birradio-numero-1-2008.MP3
    fonte:http://www.tonysbeer.splinder.com/

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    @ Fra,
    Urka, mi fa preoccupare il detto.. a proposito, veneto o di tua originale provenienza ?
    Se vado avanti così, che ogni mio diletto, diventa poi un lavoro, mi devo far clonare ... ;-)
    Vediamo, forse per quella data è possibile, decide la natura, nessuna forzatura.
    Per il Brunello... sempre ben accetto !! Anzi, se non ricordo male c'era anche un Amarone... :-)
    Allora incomincio a lustrare i calici ..... e le pinte !

    @ Vale,
    Uno dei mosti più stupendi da annusare è quello di uve moscato, lo consiglio a tutti, se chiudi gli occhi vedi sterminati prati in fiore, farfalle, miele.. nettare degli dei !
    Grazie per il suggerimento.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #16
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    @ Vale,
    Una curiosità : Sul luppolo ho una mia personale filosofia, più il malto è corposo e pieno, più luppolo, la birra per me deve essere equiloibratamente amara. Tu come ti regoli ?
    ( forte birradio )
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #17
  • P.A.N.E.T.H. Prodotti-Ambiente-Necessità-Ecologia-Territorio-Hospitum

    @Paolo
    il detto è veneto, non delle "mie" provenienze(marche, Piemonte, lombardia, Trentino, Sardegna).

    Per l' Amarone ti so dire in breve.
    Ciao,
    Francesco.

    link a questo commento 0 0
    #18
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Gorgoglia, gorgoglia e gorgoglia ancora, solo che adesso, anzichè sentire anidride carbonica, in cucina inizia a sentirsi il profumo di Birra...

    Ciao a tutti !
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Mi sembrava giusto "chiudere il cerchio " con queste immagini che completano con l'imbottigliamento, dosage dello zucchero e rifermentazione in bottiglia... CIAO !!!!
    Paolo

    http://www.vinix.it/gallery/slide.php?ID=773

    link a questo commento 0 0
    #20
  • P.A.N.E.T.H. Prodotti-Ambiente-Necessità-Ecologia-Territorio-Hospitum

    Fai venire l'acquolina! Sono proprio curioso di sentire la differenza da Sabato. Nel frattempo queste pause birresche ti avranno sicuramente stimolato la "penna" per il video.
    Ciao,
    Francesco

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Ciao ragazzi, ho letto un po' rapidamente il post... se vi potesse interessare sto proprio organizzando un corso pratico di homebrewing qui dalle mie parti, se vi potesse interessare scrivetemi che vi mando la locandina... Chiaramente, per motivi di tempo, il corso è di 2 incontri, utilizzerò gli estratti e non il malto in grani... da questo punto di vista invidio un po' Valentina che ha la volontà di cimentarsi... ;-) C'è comunque chi utilizza metodi "ibridi"...
    A presto

    Mirco

    link a questo commento 0 0
    #22
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Ciao Mirco,
    Grazie per l'invito !
    Ricambio con un gentil pensiero giuntomi stamane da parte di Pamela.

    http://www.fieramilanotech.it/?id=MjQzLTM5MzAtMzUxOS1JVEEg

    Amici, cosa ne dite se al Vinitaly, parallelamente e "molto sottobanco", ci facciamo uno scambio di birre autoprodotte ?

    Sarebbe interessante no ?

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #23
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    @Paolo

    Dai! ne avevo sentito parlare... infatti pensavo dopo la prima lezione di organizzare un bel pulmino alla volta di Milano, vedremo... ;-)
    Interessante la degustione parallela, se le papille ormai "bruciate" lo consentiranno...
    A presto

    Mirco

    link a questo commento 0 0
    #24
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    @ Mirco,
    Io pensavo alla "rinfrescante bevanda" come "rigenerante" delle papille !!!
    Quando ormai hai una felpa in bocca, i tannini stanno colonizzando le papille e il sistema sensoriale è partito per marte.. cosa è meglio di un sorso di fresca birra artigianale per premere il tasto "reset" e ... rincominciare da capo ?!

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #25
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    @Paolo
    Ce l'ho fatta! Soon riuscito ad organizzare il mini corso di homebrewing. Abbiamo prodotto una pilsner con malto Mr.malt premium; anzichè lo zucchero ho aggiunto MCR ed ho aromatizzato con cardamomo. Adesso sta fermentando, magari una bottiglietta o due al TGV Meeting le porterò, giusto per seguire il tuo suggerimento... ;-)
    A presto

    Mirco

    link a questo commento 0 0
    #26
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    @ Mirco
    Grande !!!!
    Io ho appena fatto un esperimento "penso inedito".
    Due settimane fa ho messo in fermentazione la pilsner, dopo 5 giorni, ho praticato un salasso al 40%, il restante 60% è stato addizionato con nuovo malto e zuccherato pesantemente.
    Domenica questa ho messo tutto in bottiglia con media luppolazione, dovrebbe venire una doppio malto bella pastosa, ambrata e di contenuto alcoolico importante, da pasto sostenuto.
    Penso che la morte sua siano fette di mortadella riscaldate su pane ai semi di papavero con senape di Dijon al vino bianco.
    Fra 7 giorni di saprò dire...

    Io al Vinitaly le porto, ne ho 3 per ora, ma devo confessare che sulla prima, non ho dato istruzioni precise ai ragazzi e hanno un pò esagerato con la rifermentazione... io le preferisco meno gassose..

    A presto !!!!!

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #27
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Accidenti Paolo che precisione... già l'abbinamento mi sembra una cosa complessa... ;-)
    L'idea del salasso non è male, è che per me la birra è un hobby che ha delle sfuriate poi mi areno... però se questa volta è ventua bene magari mi riappassiono...
    A presto

    Mirco

    link a questo commento 0 0
    #28
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Ciao Paolo, come va?
    Ieri ho travasato la birra a fine fermentazione... mi scocciava buttare via i fondi così profumati da lievito e sai che ho fatto? Li ho usati per fare il pane... è lievitato che è una meraviglia! Hai mai provato? Il pane ha leggere note da fermentazione e un leggero retrogusto amarognolo, interessante...
    A presto

    Mirco

    link a questo commento 0 0
    #29
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Ciao Mirco,

    Quest'anno mi vengono tutte un pò troppo gassate per i miei gusti, ma credo che si sistemeranno con qualche mese di affinamento in bottiglia.

    Ottima idea la tua, stasera, ho ancora un fermentino in movimento, quando finisce quasi quasi ci provo, devo solo recuperare della farina integrale, credo che copra meglio l'amarognolo della birra !

    Ma quanto hai lasciato l'innesco a lievitare nella massa di farina prima di informare ?
    Hai fatto il rapporto 1:10 ?

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #30
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Guarda, sono sincero, io ho la macchina per fare il pane... ti riporto la ricetta che ho usato:

    550 g di "fondi" di birra
    500 g di farina ai "5 cereali" che sono riuscito a trovare tramite un amico, provenienza Germania
    200 g di farina bianca
    2 cucchiai di extravergine
    1,5 cucchiai di aceto buono
    0,5 cucchiai di sale
    0,5 cucchiai di zucchero

    Il programma dura 3 ore e 40 minuti ed è quello del pane integrale che ha la seconda lievitazione più lunga. COme vedi ho "esagerato", ho messo solo birra e niente acqua, però come ti dicevo il risultato non mi è dispiaciuto... poi in questi giorni c'è nolta umidità da queste parti per cui una volta cotto lo taglio a fette e lo lascio asciugare nel forno a 50 ºC.
    Ad ogni modo gli ingredienti vengono miscelati tutti insieme nella vaschetta, facendo ovviamente attenzione che il sale non vada nella birra...

    link a questo commento 0 0
    #31
  • Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    Paolo Carlo Ghislandi - i Carpini

    ... voglio sapere tutto di questa macchina !!!

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #32

inserisci un commento