assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#107 Commenti

  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    Presente !

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    vinipedia? :-)

    Perché se lo diventa, riuscirà. Il punto è solo l'affidabilità delle recensioni... Il rischio che ci siano contenuti superficiali o addirittura faziosamente negativi c'è.
    Immagina: mia sorella sta riaprendo il ristorante, si mette, lei ed i suoi amici sotto spoglie anonime, a dire online peste e corna della concorrenza dei dintorni...

    Quindi aprirei le porte dei commenti agli iscritti e basta, in modo che almeno si tracciano le fonti.
    Ed anche per un altro motivo: un "vinipedia" o come diamine lo vuoi chiamare, suscita un interesse ben piu' forte di un wikipedia, in chi lo consulta:
    ..Non sto cercando di sapere quanti abitanti fa il Guatemala, sto vedendo dove andare a mangiare. E' un bisogno un po' più immediato e per soddisfarlo val bene spendere 3 minuti a registrarsi.

    Io addirittura lo farei pari pari qui su Vinix... Devi solo potenziare l'area, "vinipedia - ristopedia" e renderla molto visibile in home page. Poi fare un po' di comunicazione in giro, nelle altre community, per reperire altri adepti. Sono certa che la troverebbero un'iniziativa interessante. Ed aumenterebbe gli iscritti a Vinix settore "appassionati".

    Ah, dimenticavo di dire: io ci sto, certo che ci sto :-).

    Appassionatamente / Ale

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Toh, i primi due ! Grazie !
    Ovviamente per come è strutturato vinix si può commentare solo se si è registrati, quindi in qualche modo soggetti alla valutazione più approfondita da parte degli altri. Io pensavo anche ad un aiuto dal basso da parte dello zoccolo duro : quelli che ci si dedicano di più potrebbero star dietro a quelli che buttano dentro una rece o una degu una volta all'anno. Un controllo dal basso in pratica. Le rece e le degu truffaldine di solito di annusano lontano un miglio. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Le Vigne di Alice - Life is a bubble

    Le Vigne di Alice - Life is a bubble

    Ciao Filippo,
    Bella idea. Una sorta di Zagat italiana on line. Io ci sono. Per renderla originale sarebbe carino oltre che equo avere più di una recensione su uno stesso vino o uno stesso ristorante, un po' come succede su tripadvisor per gli alberghi. Un altro modo per evitare che un ristorante o un vino abbiano solo un commento e magari negativo.
    Il punteggio già c'è, da questo si può ricavare una classifica per prezzo, per popolarità, per giudizio dei recensori, per luogo ecc..
    Sono d'accordo che chi scrive debba essere riconoscibile quindi registrarsi ed è perfetto vinix.
    Cinzia

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Cinzia, il tuo intervento mi fa ricordare che forse non ho specificato una cosa importante nel post. La aggiungo adesso. Il contributo da parte di ristoratori o di produttori di vino è ovviamente graditissimo perché in quanto addetti ai lavori, possono esprimere un parere su prodotti o ristoranti altrui di maggior competenza tecnica rispetto alla media. Il modo di farlo - ovviamente do per scontato il fatto che nessuno possa autorecensire i propri vini o il proprio ristorante - sarà un ulteriore banco di prova della propria credibilità: l'operatore che screditi il concorrente ne perderà senz'altro è ovvio quindi credo sarà stimolante per tutti essere obiettivi il più possibile sempre e comunque. I commenti poi, faranno da grande polso del tutto, metro di confronto e controllo per tenere a bada i furbi che ci sono sempre, è inevitabile.

    In futuro, se ci sarà un consistente aumento di recensioni e degustazioni, come ho detto, mi impegno a potenziare le due aree con nuovi strumenti di raffronto e ricerca.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Dimenticavo Cinzia, la Zagat è esattamente il modello che mi piacerebbe avere come riferimento. Ovviamente considerando il contesto in cui ci troviamo che credo possa solo moltiplicare le opportunità. Riciao.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Ciao Filippo, l'idea è interessante per il volume di notizie che può raggiungere, e le precisazioni di Cinzia pertinenti. Con il tempo si potrebbe anche fornire, mediante qualche calcolo statistico, un indice di "attendibilità" dei degustatori.
    Ciao

    MIrco

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    Ciao Mirco,
    il problema potrebbe sorgere dovendo utilizzare un algoritmo come giudice dell'indice di attendibilità dei degustatori. Chi darebbe i parametri a tale algoritmo ? Credo che così si rientrerebbe nelle canoniche "Guide" e non si riuscirebbe a realizzare un'"Antologia".

    Cosimo

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Antonio Conte

    Antonio Conte

    Ho letto l'articolo, e mi piace. Darò il contributo.
    Leggerò i commenti appena posso. Ma! Saluto tutti quanti!
    :-) Enosaluti
    Antonio

    link a questo commento 0 0
    #9
  • ROBERTO RONCHI

    ROBERTO RONCHI

    bella idea, anch'io potrei esserci....con qualche limite di tempo

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Giuliano Abate

    Giuliano Abate

    A costo di fare la parte del prezzemolo considera pure la mia partecipazione Fil...quando si tratta di pregetti con una energia comune mi trovi!
    Mi piace il concetto che hai espesso sui ristoratori; vista la non alta partecipazione "attiva" del settore su Vinix (do per scontato l'uso del condominio) mi piacerebbe sorprendermi a leggere recensioni fra colleghi con tutto il valore aggiunto che la competenza può dare.
    Stesso discorso sui vignaioli.
    Mi stò chidendo come approciare dal punto di vista di un mercante: può non postare degu dei prodotti trattati ma come comportarsi con il cliente ristoratore?

    Giuliano

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @ Cosimo
    Sono d'accordo con il tuo approccio. A costo di un po' del solito "rumore" di fondo, che si può sempre migliorare o nei casi più estremi cancellare, preferisco lasciare la possibilità di partecipare a chiunque. Chi frequenta il network è tranquillamente in grado, dopo un po' di tempo, di valutare l'attendibilità di ognuno e di farsi una propria opinione. I commenti aiutano in tal senso.

    @ Giuliano
    Prendi per esempio le rece di Mimmo. Ha scritto mi pare anche di prodotti che tratta ma che lo fa con obiettività credo sia palese a tutti. Così va bene. Se un distributore o un agente mi entra su vinix e comincia a buttar dentro 10 vini tutti da 5 chiocciole la cosa mi puzza e vado subito a controllare ma preferisco sempre i controlli a posteriori e comunque dal basso piuttosto che imposti dall'alto o sulla base di classifiche di gradimento. Quelle secondo me ognuno se le può fare in testa da solo. Il mercante se è intellettualmente onesto quindi, è ben in grado di scrivere dei ristoranti suoi clienti o dei prodotti che vende. Ovvio che preferiremo leggere di ristoranti non suoi clienti e di prodotti non suoi ma benvengano anche i primi se il contributo sarà quanto più possibile obiettivo. In fondo non credo sia meno obiettivo della rece di un non mercante che ha stabilito una certa confidenza con il ristoratore o con il tal produttore di vino.
    Credo sia importante questo punto per differenziare questa antologia dal resto e non cadere nel solito tranello che alla lunga porta sempre ad un controllo editoriale. Lasciamo aperto, nel bene e nel male.

    Un'ultima nota sulle degu / rece positive e negative. Credo che entrambe debbano poter trovare spazio su vinix. L'importante è che ciò che di negativo si inserisce sia sempre inserito con il massimo dell'educazione e dell'obiettività. Altrimenti ci che si traduce in offensivo potrà anche essere rimosso senza preavviso per tutelare anche il sottoscritto che editore qui non è ma tant'è sono certo che in una eventuale querela verrebbe automaticamente coinvolto (a tal proposito stiamo studiando un disclaimer apposito. Comunque ancora e sempre, i commenti fanno da bilancere perché una rece forzata o una degustazione strampalata, troveranno quasi sicuramente oppositori sia in un senso che nell'altro. Alla fine la libertà credo paghi.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Maurizio, la differenza sostanziale tra l'antologia e la guida io la vedo nella non annualità dell'antologia che è più un archivio storico e permanente dove restano in memoria anche ristoranti non più esistenti o vini non più acquistabili. Una sorta di memoria storica di quel che è che poi diventa di quel che è stato ma che a qualcuno può sempre interessare andare a riscoprire. Le funzioni di ricerca esistenti già sono piuttosto avanzate. Se ci sono aggiunte da fare segnalate che le metto nella "to do list".

    Quanto all'impronta, direi a ognuno la sua. Credo ci sia posto per tutti e per ogni stile anche se comprensibilità e buon italiano non guastano ovviamente.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Mario Musiano - http://www.lebienvivre.it

    L'idea non è male. Sinceramente così com'è credo che abbia delle potenzialità ancora celate, ma di sicuro enormi.

    Alcune domande da avvocato del diavolo quale sono:
    cosa darebbe la tua idea di più, parlo in particolare della parte sui ristoranti, rispetto a circuiti come MilanoToNight, MilanoDaBere e portali simili? Ovviamente all'infuori dell'estensione territoriale.
    Il rischio è di dare un servizio che non sia così differente da altri già in funzione.

    Se l'idea è di far stilare agli utenti una profilazione tramite recensioni dei vari vini e ristoranti può essere in realtà utilizzato meramente per "attirare" gli utenti nel portale così da mostrargli i servizi, originali e interessanti, che offri. Tutto gratuitamente mi raccomando, ne parlavo giusto con Ale tempo fa: il free è l'unico modo per far andare a pieno regime il potenziale delle community.

    Qualche idea mi viene in mente prendendo spunto da settori diversi ma con format simile come possono essere Booking.com o TripAdvisor. L'aspetto fondamentale è di dare agli utenti motivo di non abbandonare il portale poichè in esso trovano tutto ciò che gli serve per quanto riguarda il vino e i ristoranti. Alcuni scenari che mi vengono in mente:
    - un utente potrebbe memorizzarsi i ristoranti nel suo profilo e ricevere via feed i menù del giorno e gli eventi così da decidere quando andare
    - gli utenti potrebbero effettuare la prenotazione al ristorante direttamente dal portale.
    - ogni ristoratore/produttore potrebbe avere una pagina in cui inserire news, menù e i piatti del giorno.

    Attingendo dall'usabilità, dall'interaction design e dallo user-experience design puoi avvalerti di competenze che ti possono traghettare verso potenzialità decisamente appetibili.

    Sono così prolisso perchè mi sto gettando proprio sulla progettazione di servizi di qualità nel settore enogastronomico per la tesi della specializzazione ... sono in fase monotematica ^_^


    saluti

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    @ Mario Musiano: l'"Ale" citata sono io, nevvero?
    Si, ricordo bene le ns skype-chiacchere sul tema. Due ore di conversazione, praticamente auspicando e presagendo ciò che Filippo sta proponendo in questo post.

    Concordo con Cosimo sull'inapplicabilità di un *algoritmo selezionatore di buoni e cattivi*, e con Fil sull'apertura totale, ma mi viene in mente che una tale iniziativa avrebbe tutt'altri numeri rispetto a Vinix. Spiegomi:

    Se col tempo e la giusta comunicazione around, queste aree saranno rimpolpate da decine di migliaia di utenti, come diamine si fara' a controllare, appunto, la validità?
    Io sono per l'Opensource e per l'Open-tutto (escludendo il fenomeno *porno*, il free è l'unico sistema che sopravvive sul Web), ma da gente che in gran parte deve ancora imparare le regole-base della netiquette non posso non aspettarmi un filo di superficialita', se non malafede...

    Oltre ad invitarli e post-controllare gli utenti - Filippo sarò lapalissiana - ma direi che sarebbe cosa buona e giusta mettere in chiaro le regole a caratteri cubitali...

    Saluti maremmani - Ale

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Mario, il valore aggiunto qui credo sia duplice. Da un lato ci troviamo dentro ad un social network quindi inserire una degustazione o una recensione ristorante apre automaticamente un canale relazionale tra chi pubblica, i lettori e i protagonisti della recensione / degustazione con tutto quello che ne può seguire. In secondo luogo vinix è un canale tematico, specializzato come community proprio sul wine & food. Non mi pare poco. Il duro sta a trovare quella quantità e costanza di partecipazione per farlo crescere. Avviato il volano la macchina poi va da sola, garantito.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #16
  • Pamela Guerra

    Pamela Guerra

    Ciao,
    sono di passaggio...
    Bella idea: sono dei vostri!
    Magari qualcuno l'ha già detto, ma per fare 'recensioni' si potrebbe pensare di aprire un capitolo per ogni prodotto/ristorante e rendere consultabili i commenti di ciascuno (proprio come nei post/annunci); ovviamente ogni commentatore dovrebbe esprimere un giudizio oggettivo in base a parametri comuni, così che la media dei valori espressi fornisca una valutazione oggettiva. Sarebbero poi i commenti e le descrizioni di ciascuno, a 'invogliare' il lettore nella scelta..
    Pamela

    link a questo commento 0 0
    #17
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Esiste una cosa del genere all'estero, le chiamano recensioni di gruppo. Uno propone il ristorante, tutti commentano. Si può certamente fare con lo strumento blog. Grazie Pam, aspetto le tue prime degustazioni o recensioni. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #18
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    discorso fatto già tante volte, forse non riesco ad immaginare come sarà ma cosa ci stai chiedendo di diverso da quello che già facciamo con l'inserimento delle degustazioni e dei ristoranti?

    Il meccanismo mi pare quello di siti come ilmangione.it per i ristoranti o microbirrifici.org o ratebeer.com, insomma il sistema di rating

    Credi che questo possa incrementare il numero di degustazioni che gli utenti inseriscono e aumentare il traffico su vinix?

    Mario Musiano

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Valentina Vago - Bottega dell'Arte del Vino

    mancava un pezzo:

    mi unisco alle domande di Mario Musiano

    :-)

    link a questo commento 0 0
    #20
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Vale, a me pare che il livello qui rispetto al mangione sia un po' più alto. Credo che la differenza sostanziale, oltre a quanto già indicato al commento 19), stia nella visione d'insieme. Qui siamo in un social network, tutto è collegato con tutti e soprattutto io ho nella testa già le nuove funzionalità di vinix che vi presenterò a fine marzo / inizio aprile. Sarà diverso credimi.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Veronica...per Donnardea

    Veronica...per Donnardea

    ok. a questo punto fil mi inserisco anche io: non credo che sarei capace di resistere ad una novità come queste che preannunci: ma si potrebbe avere qualche piccola anticipazione?

    link a questo commento 0 0
    #22
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Non vorrei creare troppa aspettativa adesso Veronica ;-)
    Ti posso anticipare che da un lato saranno funzionalità che moltiplicheranno l'interattività, dall'altro la fruibilità dei contenuti con un alto tasso di personalizzazione individuale. E ho detto troppo.. :-)

    A questo post, appena avrò un attimo, ne farò seguire un altro con le indicazioni su come scrivere le recensioni e le degustazioni e passare quindi subito alla fase operativa.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #23
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Fil,
    Premesso che ho letto con molto interesse tutto quanto e che ci ho ritrovato alcuni pezzettini di tanti discorsi fatti e questo mi fa molto piacere, io ci cono !
    Mi piacerebbe però capire meglio come si struttura questo tuo/nostro progetto.
    Perchè così comìè adesso l'area recensioni, a mio modesto parere, non mi pare sia compatibile con quello che credo di aver capito tu voglia realizzare.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #24
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    L'idea è di mantenere le due aree così come sono e migliorarle. Quindi cominciamo subito col vedere cosa è che per te non è compatibile, cosa va migliorato / cambiato. Nel limite del possibile come detto, mi impegno a seguire ogni indicazione. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #25
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    solamente metterla lato consumatore, oggi non lo è.
    come webmaster devi capire dove vuoi orientarti..
    ora nn posso esser più specifico x i mezzi

    link a questo commento 0 0
    #26
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Sai che non ho capito Paolo ?
    Ma aspetto nè !
    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #27
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    ciao fil.,
    c'ho messo 20 minuti ma alla fine ho letto tutto. io ci sono, tempo permettendo. un idea che ho trovato molto interessante è quella della deg. orec. multiple (cioè più giudizi di persone diverse sullo stesso prodotto). per i vini è più facile (relativamente) per i ris. è un po più complicata.

    io sono convinto che l'elemento soggettivo è determinante in un deg. e un confronto, per es. sullo stesso vino, è molto coinvolgente soprattutto, ma non solo, per i neofiti che possono confrontarsi con giudizi diversi. anche a livello di competenza.
    a presto.
    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #28
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Vincenzo, grandioso contributo. Potremmo puntare molto anche sul fattore gruppo : degustazioni di gruppo e recensioni ristoranti di gruppo con l'enorme vantaggio di avere molteplici punti di vista sul medesimo vino o sul medesimo ristorante. Le prime come giustamente rilevi, sono relativamente più semplici da fare perché è possibile darsi appuntamento e incontrarsi per assaggiare tutti lo stesso vino oppure decidere un vino e mettersi in più d'uno in condizione di degustarlo e recensirlo entro una data data o ancora riceverlo in degustazione dalle aziende interessate impegnandosi a recensirlo su vinix (ovvio, senza vincoli). Per i ristoranti, la rece potrebbe essere alla base dei raduni in giro per l'Italia che vorrei realizzare insieme al vostro aiuto a breve. Bene bene. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #29
  • Davide Canina

    Davide Canina

    Ciao Fil,

    non ho capito se devono essere ristoranti e vini di aziende iscritte a Vinix o di qualsiasi azienda ?

    Io per il Piemonte ci sono da tutti i punti di vista.

    Già che ci siamo abbinare anche esperienze in B&B o agriturismi andiamo fuori tema ?
    Magari si però daresti info completa di una zona:
    i vini da degustare, i ristoranti da provare e i B&B dove dormire e fare colazione ?
    La buttò lì. Però per Piemonte e in particolare Langhe e Roero...Presente!!

    Davide

    link a questo commento 0 0
    #30
  • Le Vigne di Alice - Life is a bubble

    Le Vigne di Alice - Life is a bubble

    Perché no? Ottimo, almeno sapremmo dove andare a dormire. Giusto Fil?
    Cinzia

    link a questo commento 0 0
    #31
  • DanteWines By Ceramvetro Gold Srl

    DanteWines By Ceramvetro Gold Srl

    ..una bella Winipedia?

    link a questo commento 0 0
    #32
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Davide, no di certo, qualsiasi azienda va benissimo. Aspetto i tuoi contributi dal Piemonte. Al momento una categoria hotel e b&b non è prevista perché la ritenevamo meno indicata per l'interazione personale online (ma possiamo ovviamente cambiare idea !), cominciamo con vini e ristoranti che è di lavoro ce n'è già moltissimo. Poi eventualmente aggiungeremo anche quella categoria. Sicuramente aggiungeremo la categoria dei prodotti tipici come mi avevi indicato ma ci vorrà ancora un po' di tempo.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #33
  • Simposio Turismo Del Vino

    Simposio Turismo Del Vino

    Complimenti per la grande idea. Mette alla lettera in pratica "il web dal basso", partecipiamo. Una domanda: hai già previsto una commissione scientifica che "controlli" la veridicità delle degustazioni come ha fatto wikipedia per i suoi contenuti o pensi di lasciare tutto in mano al autocontrollo dei membri del gruppo?

    link a questo commento 0 0
    #34
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao "Simposio Turismo del Vino", siamo qui per decidere le linee guida. La mia idea è che il controllo dal basso sia la soluzione migliore (al momento anche su wikipedia c'è un grandissimo dibattito sull'opportunità di inserire norme redazionali più rigide o meno e i pareri non sono per nulla concordi). Secondo me si potrebbe puntare quasi tutto sui commenti. Faccio un esempio. Se per caso io domani mi sveglio e pubblico una recensione di Barolo di Mascarello o qualche altro mostro sacro votando con 1 chiocciola oppure un tavernello con cinque chiocciole o degustazioni descrittive palesemente errate o incoerenti dal punto di vista tecnico, posso chiedere a vinix la cancellazione per esempio per manifesta non coerenza. Però mi limiterei a questi casi di estrema divergenza tra la realtà oggetiva e la giusta diversa sensibilità oggettiva. Non sarebbe male creare come dicevo uno "zoccolo duro" di persone che tengono d'occhio le cose anche quando io non ci sono o non posso intervenire direttamente. Una sorta di comitato supervisore ma con soli poteri di segnalazione di degu non corrette, incomplete o incoerenti. Poi più avanti potremmo anche pensare ad un'integrazione dell'area amministrativa che consenta la creazione di amministratori di secondo livello che possano controllare ed eventualmente rimuovere contenuti sospetti (amministratori fidati e di comprovate capacità e imparzialità) ed integrare quelli buoni ma imprecisi (es. manca indirizzo, manca etichetta, manca foto ristorante, ecc..) cose che ora sto facendo da solo ma che è bene distribuire sul network perché ho solo due manine.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #35
  • Luca Risso

    Luca Risso

    @Simposio
    "Commissione scientifica"?
    Naaah. Raga, questo e un social network, significa che siamo tutti uguali. Io vedo le vostre facce sugli avatar, nel vostro profilo c'è telefono e indirizzo. Mi sembra abbastanza perché ognuno si prenda consapevolmente la responsabilità di ciò che scrive (magari si può inserire un disclaimer), e sia facilmente smascherabile in caso di furbate.
    Ottima idea dunque, veramente dal basso, e chissà che, vivaddio, non si riesca a uscire dai soliti nomi che si leggono su tutte le guide, a partire dal Gambero Rosso.
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #36
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Grazie Luca. Dal basso vero moderato con commenti. E' esattamente quello che io desidero realizzare. Allora, cominciamo a darci almeno qualche obiettivo ? Un numero di rece e degu minimo da inserire alla settimana o al mese, almeno per lo zoccolo duro di chi intende fin d'ora dare una mano più attivamente ? Al momento occorre portare ad alcune migliaia le degustazioni e le recensioni ristoranti, in modo da avere una base critica di dati su cui poter cominciare a lavorare più organicamente. Se vi impegnamo tutti almeno con 1 degustazione vino o recensione ristorante alla settimana credo che faremo presto.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #37
  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    FINALMENTE SI BEVE, BASTA CHIACCHIERE !

    ;o)
    Cosimo

    link a questo commento 0 0
    #38
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    @Fil
    allora faremo delle recesioni sulla pizza con la nutella.
    Ciao
    Mimmo

    link a questo commento 0 0
    #39
  • L'Arcante

    L'Arcante

    Scusate il ritardo...ci sono anch'io.

    link a questo commento 0 0
    #40
  • Enoteca La Volpe e l'uva

    Enoteca La Volpe e l'uva

    Ciao Fil,
    una domanda veloce veloce:
    Si potranno inviare bottiglie alla "commissione degustatrice"?
    Non sembrandomi molto carino recensire da me i vini che tratto ma essendo convinto della loro qualità mi piacerebbe che venissero conosciuti.
    Che dici?Sembrerebbe cmq troppo losco?
    Davide

    link a questo commento 0 0
    #41
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Credo che nessuno per vinix abbia parlato di UNA commissione degustatrice quanto piuttosto di una comunità intera. Puoi mandare una bottiglia a chi vuoi (a 1 a 10 a 100 persone) e chiedere una recensione dei vini che vuoi. Puoi scegliere chi ti pare direi.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #42
  • Enoteca La Volpe e l'uva

    Enoteca La Volpe e l'uva

    Il termine "commissione degustatrice" era ironico e volutamente inserito tra virgolette :)
    Ciao e grazie
    Davide

    link a questo commento 0 0
    #43
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Si Davide, avevo compreso ma siccome è un punto basilare tenevo a ribadirlo per la massima chiarezza. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #44
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Ciao Filippo,

    Appoggio in pieno l' iniziativa! CONFERMO LA DISPONIBILITA' di Terre di Confine al progetto "open-social".

    Per noi "piccoli produttori" il concetto di "Trasparenza" è diventato "obbligatorio". Basta con i trucchetti, in più.. vorrei suggerire, se possibile, un' iniziatva (credo utile anche in questo progetto) sui vini da agricoltura convenzionale,biologica, biodinamica, ecc.. percezione del prodotto, riflesso comunicativo, risposta del mercato, ecc.. ecc..
    Nel mio piccolo, credo che esista molta (troppa) disinformazione; sai meglio di me che all' estero esiste una vera e propria "guerra" ai prodotti "inventati e messi sul mercato".. credo che anche noi italiani dovremmo "dire la nostra", abbaimo MOLTI buoni motivi per valorizzare l' unico Paese al Mondo che senza fare particolari blend/mix/invenzioni può semplicemente "spremere l' uva" e produrre qualcosa come 500 diversi vini da altrettanti diversi vitigni (oserei dire tutti autoctoni), ci siamo solo noi.. che dici?
    Sicuramente non saremo tutti "Grandi Degustatori" ma sono convinto che la stra-grande maggiornaza degli appasionati di vino (la comunità) sappiano "bilanciare" l' idea che ci dà del prodotto al primo impatto e la seguente conferma/smentita della tale dopo aver bevuto/assaggiato. Forse sarò un pò "diretto" ma credo sia arrivata l' ora di fare le cose in senso "umano" e non solo "commericiale spinto".
    Mi rimetto al "pensioero della Corte"
    Saluti
    Emanuele

    link a questo commento 0 0
    #45
  • Tenuta del Conte

    Tenuta del Conte

    Ciao a tutti!
    Mi scuso per il ritardo con il quale mi riaffaccio; con grande entusiasmo anch'io appoggio l'iniziativa del progetto"open-social".
    Saluti
    Giuseppe Parrilla

    link a questo commento 0 0
    #46
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    Ciao
    tre pensieri messi la al volo

    ma con le rensioni negative che possono sfociare nella calunia come ci comportiamo?

    Per ogni vino o ristorante ci sara una sola voce e poi si commentera quella oppure piu recensioni per il solito nome
    nel primo caso sara piu facile da consultare e piu facile confrontare le opinioni

    Ottima l'idea di inserire anche altri aspetti del territorio, BeB, hotel ma anche posti da visitare

    Luciano

    link a questo commento 0 0
    #47
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Il tema delle recensioni / degustazioni negative è molto delicato. Credo che tutti o quasi siamo d'accordo che si possano inserire anche degustazioni e recensioni negative altrimenti ci sarebbe un controllo editoriale che mi pare abbiamo detto non vogliamo. Quindi così come è impostato adesso vinix, è possibile inserire giudizi personali in voti / chiocciole e testuali. Se il voto in chiocciole o numerico non è corrispondente alla descrizione testuale e se la descrizione testuale è poco educata o particolarmente offensiva allora le rece e le degu di tale tipo potranno essere eliminate, siamo d'accordo ? Perché è vero che in teoria qui ognuno è responsabile direttamente di quello che pubblica ma un eventuale giudice in un'eventuale causa al 99% chiamerà anche il sottoscritto, è poco ma sicuro.

    Quanto alla modalità funziona come è impostato adesso : 1 recensore può scrivere anche più volte dello stesso vino o dello stesso ristorante e più recensori possono a loro volta scrivere più volte di un vino già recensito. Credo che la molteplicità di visioni sia la garanzia di obiettività maggiore possibile, inoltre è l'unico modo che consente di avere pareri sempre freschi.

    Pensa se facessimo come hai detto tu, una rece di uno magari molto negativa e poi duecento commenti di persone che dicono il contrario. Non si capirebbe più nulla. Molto meglio una rece positiva bilanciata da una rece di un'altra persona positiva oppure due rece positive o due rece negative da persone diverse, il che avvalora il giudizio nel complesso in un senso o nell'altro. Se siamo in 10 a dire che un vino è buono significa che quel vino è buono e viceversa.

    Quanto agli aspetti del territorio, è una parte che avrà un'evoluzione a breve con l'introduzione delle novità di cui vi ho accennato. Spero entro i primissimi di aprile. Forse prima.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #48
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Ciao a tutti,

    io proporrei di mettere anche il "contesto" in cui è avvenuta la degustazione/visita/mangiata/bevuta, ecc..
    Tipo: cena con gli amici tutti ubriachi oppure, degustazione ufficiale, o pranzo di lavoro, coppietta romantic, ecc, ecc.

    Credo sia determinante questo aspetto, soprattutto per chi sceglie il prodotto per una data occasione, es: se mi trovo con gli amici per fare una bracciolata all' aperto, sceglierò un tipo di vino.. Se invece voglio fare colpo sulla "mia amata".. un altro (e speriamo bene!), ecc... ecc...
    Che ne dite? Secondo me è molto più friendly... no?
    Saluti a tutta la "ditta Vinix"!
    Emanuele

    link a questo commento 0 0
    #49
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Questa Emanuele è un'ottima idea. Il contesto della degustazion è importantissimo. Lo aggiungeremo presto. Ciao, Filippo

    link a questo commento 0 0
    #50
  • Giulia Cannada Bartoli

    Giulia Cannada Bartoli

    in ritardo, ma ci sono anch'io! buon lavoro a tutti
    Giulia

    link a questo commento 0 0
    #51
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Si, decisamente voto per l'assenza di "commissioni qualificate".

    Ed è giusto anche specificare CHI, DOVE, COME fa le sue degustazioni e le sue cene.

    Io ad esempio non sono certo una sommelier, ma via via approfondisco.. Vicino casa ho alcuni ristoranti ed un rivenditore di vini di cui mi fido e che coinvolgo negli assaggi.

    Non siamo una commissione, lo faccio per mia maggiore conoscenza dei vini e per segnalare a loro i produttori che via via visito nei vari territori.
    Che spesso non conoscono perché piccoli e senza rappresentanti.

    Chiaccherona come sono ;-) su queste 'degustazioni' non ho mai scritto. Mai pensato che avremmo potuto essere una *voce qualificata*, vedendo quanti professionisti del mestiere ci sono qui.

    Ora invece, speficando chiaramente soggetti e contesto, anche queste nostre esperienze possono divenire informazioni utili per altri. E fonte di contatti....
    (non da spammare, ok? >http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=1063)

    To me, it sounds good, Filippo :-)

    link a questo commento 0 0
    #52
  • Gianpaolo Paglia

    Gianpaolo Paglia

    Come gia' accennato nel tuo blog Filippo, l'idea e' giusta e come sai era gia' stata discussa con Antonio Tombolini un paio di anni fa (tanto e' vero che anche il nome Vinipedia se non sbaglio fu addirittura opzionato).
    Pero' secondo me funziona solo se la tieni semplice: niente controlli polizieschi su chi scrive e niente paranoie su quello che recensisce il proprio ristorante o il proprio vino. O si crede al metodo del social network, e si crede che alla fine ognuno e' responsabile di quello che scrive e che i cretini alla fine si smascherano, spesso anche da soli, oppure e' inutile.
    L'unica cosa della quale mi preoccuperei e' di fornire qualche servizio , tipo la versione per telefoni o blackberry in modo che uno cerca il ristorante e prenota direttamente , oppure il link al negozio o all'azienda che vende online quel prodotto recensito. Anche qui , senza farmi paranoie di conflitti di interesse o balle varie. La gente e' piu' intelligente e piu' smaliziata di quello che si tende a pensare.

    link a questo commento 0 0
    #53
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Gianpaolo (Poggio Argentiera per chi non ti conosce), l'idea è esattamente questa. Open, punto. Unica regola insuperabile la non possibilità di autorecensirsi. So che ci si dovrebbe arrivare col buon senso e che tra l'altro è immediatamente visibile perché in alto prima di ogni degustazione o recensione compare per prima cosa chi l'ha scritta ma spesso e volentieri c'è chi lo fa senza nemmeno accorgersi della figura da "ciula" che fa. Quindi una sorta di tutela anche per chi fa il furbo senza esserlo ;-)

    Tu sei stato il primo produttore che conosco a lanciare l'idea della recensione dei vini dei propri colleghi, un segnale splendido e in totale controtendenza al tipico "il vino del mio vicino fa schifo". Sarebbe per me e per tutti qui su vinix un grande apporto di qualità poter contare anche su qualche tuo contributo, di tanto in tanto, tra un bimbo e l'altro.

    p.s. : ho letto delle tuo momento di sfiga, spero tutto bene adesso.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #54
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Dimenticavo, è già possibile consultare vinix da cellulare :
    http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=602

    In futuro sarà possibile anche lavorarci, una cosa alla volta.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #55
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    La vedevo bene prima e la vedo meglio adesso. In pratica Fil, io mi comporterei/comporterò così:

    Fra i ristoranti menzionati nel mio prec. commento c'è anche quello di mia sorella, che lo sta per riaprire dopo due anni di altrui gestione.
    Posterò le 'degustazioni' di vini che faremo.

    Ma la recensione al ristorante di mia sorella non la faccio di sicuro.
    Invece la iscrivo qui e le sue "buone cose" le pubblichiamo tra gli Annunci.

    Roger?

    link a questo commento 0 0
    #56
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Per me tu puoi scrivere la rece del ristorante di tua sorella. Comunque roger, aspetto di leggere le tue degustazioni :-)

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #57
  • Nonsolodivino, di Stefano & Giorgio

    Nonsolodivino, di Stefano & Giorgio

    Ciao a tutti,
    arriviamo tardi ma arriviamo, bella idea di dare maggiore risalto alle degustazioni. Uno sviluppo di questo settore darà a tutti un maggiore impulso e un nuovo entusiasmo.

    Stefano & Giorgio

    link a questo commento 0 0
    #58
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Cari Stefano e Giorgio, a voi la comunità di vinix deve moltissimo. Spero continuerete ad essere dei nostri con sempre maggior entusiasmo. Buon lavoro, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #59
  • Nonsolodivino, di Stefano & Giorgio

    Nonsolodivino, di Stefano & Giorgio

    Fil, guarda qui
    http://www.vinorati.com/
    è qualche cosa del genere.

    link a questo commento 0 0
    #60
  • Manila Benedetto

    Manila Benedetto

    Ci sono anche io!

    link a questo commento 0 0
    #61
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Bene.
    Siamo già quasi trenta a voler contribuire attivamente a questo progetto ambizioso. Il primo passo è dare forte spinta all'inserimento di recensioni e degustazioni almeno da parte di noi zoccolo duro poi seguiranno le migliorie di cui abbiamo già parlato al sistema di inserimento e nei prossimi giorni pubblicherò un post che spiega bene come inserire le recensioni, in particolare il modo in cui scrivere i nomi dei vini per cercare di avere uno standard che faciliti le ricerche. Altri sono sicuro, si aggiungeranno.

    Riusciamo ad impegnarci ad inserire almeno 1 degustazione e/o recensione alla settimana ? Io cerco di farlo già a partire da questa settimana.

    Fil

    link a questo commento 0 0
    #62
  • P.A.N.E.T.H. Prodotti-Ambiente-Necessità-Ecologia-Territorio-Hospitum

    Bella idea. Avevo parlato qualche settimana fa della possibile risoluzione di alcuni meccanismi limitanti delle guide cartacee, tramite la pubblicazioe collettiva web.

    La trovo un'iniziativa interessante se collegata a strumenti di rintracciabilità e di navigazione (navigazione satellitare, google map, e quant'altro).
    Questo dal lato consumatore.

    Da quello della produzione di contenuti la vedo soprattutto come iniziativa di recensione. Ci sarà spazio per la promozione? Se c'è, potrei partecipare attivamente.

    Francesco Badalini.

    link a questo commento 0 0
    #63
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Per quanto riguarda recensioni e degustazioni parliamo solo di contenuti free, no promozione. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #64
  • Enoteca La Volpe e l'uva

    Enoteca La Volpe e l'uva

    Ciao Fil,
    Se nelle recensioni dei vini si parlerà di prezzi sarà bene accertarsi che venga specificata l'origine. Per evitare la confusione che c'e' ora con le riviste e guide cartacee ed evitare qualche incazzatura a produttori,venditori,consumatori.
    Ciao Davide

    link a questo commento 0 0
    #65
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Giusta osservazione.
    Come prezzo direi che quello da indicare "di default" è il prezzo medio in enoteca, quindi non il prezzo sorgente (che è più difficile da reperire per tutti) né il prezzo al ristorante, che può subire ampie variazioni da ristorante a ristorante. Mi segno anche questa per il post da preparare per le regole per l'inserimento.

    Ciao e grazie anche a te, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #66
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Salve Ditta Vinix,

    avrei una domanda: ma sono già stati "decisi" i nomi delle antologie?
    Se sì.. sono curioso da morire!
    Se no.. avrei anch'io qualche ideuzza...
    Please.. up to date me!!
    Emanuele

    link a questo commento 0 0
    #67
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Emanuele, le due aree (degustazioni vini e recensioni ristoranti) non penso assumeranno nuovi nomi. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #68
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Grazie Fil,

    da me si dice: "non fà una piega".

    Sempre a disposizione
    Emanuele

    link a questo commento 0 0
    #69
  • P.A.N.E.T.H. Prodotti-Ambiente-Necessità-Ecologia-Territorio-Hospitum

    @ Fil
    Sono ovviamente d'accordo sui contenuti free delle recensioni, ci mancherebbe. Li ci sono sul pezzo.

    La domanda e le curiosità sono: parallelamente alla pubblicazione on-line, ci sarà spazio o sono previste altre iniziative di comunicazione? Ad esempio eventi?
    E nella programmazione è prevista l'integrazione con mappe interattive?

    Ciao, Francesco.

    link a questo commento 0 0
    #70
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Ma che bella domanda, Francesco!
    Sto qua occhiali sgranati O^O aspettando la risposta :-))

    link a questo commento 0 0
    #71
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Vabpn dai, me lo avete strappato... le mappe stanno arrivando e molto altro ! :-)

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #72
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    allora ci siamo!
    trovo ottima l'idea di libertà anche nell'espressione. deg. rec. di vini e ristoranti ognuno secondo il proprio stile.

    chi userà termini tecnici, chi racconterà le emozioni provate, chi descriverà colori e suoni, chi curiosità impreviste.

    evitare schemi è importante. riguardo le chiocciole o altri segni è difficile secondo me usare un unico parametro. va bene sicuramente per il colore, profumo, persistenza, etc. ma è difficile rendere oggettiva l'emozione che un vino ti regala in una data giornata. oppure l'armonia o l'equilibrio.

    volendo esagerare forse sarebbe opportuno inserire delle choicciole o faccine che descrivono il proprio umore il giorno della deg./rec.

    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #73
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Non la trovo esagerata la tua argomentazione Vincenzo, anzi.
    Hai colto nel segno della mia, per esempio, di esigenza.

    Non ho studiato tutti gli aromi, ne' li so definire tecnicamente.
    Ma so verbalizzare in un altro modo le "emozioni" che quel vino mi da.
    Le chiocchioline dei sommelier sono diverse dalle chiocchioline mie. E come si fa a riconoscerle? ;-)

    link a questo commento 0 0
    #74
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Secondo me è importante e sufficiente mettersi d'accordo sul peso della valutazione in chiocciole. Vi elenco qui di seguito il punteggio cercando di argomentarne l'attribuzione con parole comprensibili anche ai non addetti ai lavori. Se è una guida open social, è bene che si siano anche pareri non tecnici di appassionati. L'importante come dicevo è che anche loro pesino l'attribuzione delle chiocciole che non sono certo la cosa più importante (lo sarà molto di più l'espressione verbale delle loro sensazioni) ma che è comunque un metro visivo di valutazione rapido e di facile adozione.

    @ chiocciola = 10-11 ventesimi
    Vino scorrevole, di poca intensità, scarse emozioni, scarso ricordo dopo la deglutizione, assenza di difetti macroscopici ma anche molta poca personalità. In pratica, un vino che lascia indifferenti.

    @@ chiocciole = 12-13 ventesimi
    Le due chiocciole rappresentano bene un vino semplice, di beva schietta, da tutti i giorni, non molto lungo e che non regala grandissime emozioni ma che nel contempo è corretto e non presenta difetti.

    @@@ chiocciole = 14-15 ventesimi
    E' il classico vino dal buon rapporto qualità / prezzo. Un buon vino a prezzo onesto per la tipologia. Un vino che regala buone emozioni senza ambire a grandissimi traguardi, soprattutto è piacevole ed equilibrato e reinvita alla beva.

    @@@@ chiocciole = 16-17 ventesimi
    Le quattro chiocciole rappresentano quei vini di grande stoffa e personalità, di grande persistenza e lungo ricordo dopo la deglutizione. Vini equilibrati ed eleganti, ottimi in una parola ma che non raggiungono la perfezione assoluta, anche solo per poco. un vino da quattro chiocciole può anche essere un grande vino (da 5) che non ha ancora raggiunto la propria massima espressione evolutiva e che ha magari ancora molta strada di fronte a sé.

    @@@@@ chiocciole = 18-19-20 ventesimi
    Sono i vini della memoria. Le opere d'arte, le esperienze emozionali irripetibili e uniche, i grandi vini, eccellenti e impeccabili sotto ogni punto di vista. Le cinque chiocciole sono da attribuire con parsimonia e solo nei casi in cui si è veramente sicuri di trovarsi di fronte ad un capolavoro.

    Può servire ?

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #75
  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    Serve eccome Fil !

    Ma sono anche molto ben calibrati i due precedenti commenti secondo me.
    Chi come me o come Ale fa marketing e non vino, potrebbe avere giudizi discordi da un qualsivoglia sommelier. Proprio per una questione di formazione.

    Vorrei partecipare ad un venturo corso AIS, e per questo ho letto il programma sul loro sito del Lazio. Mamma mia quanta approssimazione che vedo nel mio modo di intendere il vino !
    Con tutta la passione a la voglia che possa pervadere me e sicuramente centinaia di altri come me, non mi sento all'altezza di esprimere giudizi 100% tecnici !

    Quindi, per riprendere quanto ha espresso Vincenzo "chi userà termini tecnici, chi racconterà le emozioni provate, chi descriverà colori e suoni, chi curiosità impreviste", forse Fil in qualche modo bisognerà dare un'indice del degustatore...

    A presto
    Cosimo

    link a questo commento 0 0
    #76
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    "chi userà termini tecnici, chi racconterà le emozioni provate, chi descriverà colori e suoni, chi curiosità impreviste".

    Io credo che questo rappresenterà la forza, non il problema di questo nostro grande progetto. Chi è che scrive lo dice la categoria di appartenenza e soprattutto ricordiamoci che in un social network è la persona ad essere al centro e che un produttore di vino forse apprezzerà anche un giudizio non tecnico che poi è quello della stragrande maggioranza dei consumatori. Sta nel caleidoscopio la novità, altimenti saremmo solo uno dei tanti..

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #77
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    anch'io credo sia giusto tenere questo profilo "free" in tutta la linea.
    Da giovane produttore, sarò comunque contento quando vedrò i commenti sui miei vini, belli o brutti che siano, mi impegno nel lavoro e per questo non ho paura dei giudizi.
    Via libera ai commenti "inteligenti" e "costruttivi".
    Sempre e comunque

    Ciao, Emanuele

    link a questo commento 0 0
    #78
  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    Mantenendo ovviamente la centralità della persona, secondo uno stile di etica che ognuno di noi dovrà ovviamente tenere in buon conto, non credo che possa essere un "minus" l'autovalutazione delle proprie capacità sensoriali.

    Faccio un esempio :

    Mimmo che lavora nel mondo del vino da qualche lustro potrebbe avere facoltà di esprimere i propri giudizi in chioccioline (@).
    Io che non ho fatto corsi di alta formazione, ma estemporanei seppur qualificati, e mi sono avvicinato a questo mondo da manco un paio d'anni pieni, potrei esprimere il mio giudizio in asterischi (*).

    Poi non è da escludere che il lettore non possa preferire il giudizio "da strada" o giù di lì a quello superqualificato...

    Anche questo potrebbe essere uno dei cristalli colorati del caleidoscopio. ;o)

    Cosimo

    link a questo commento 0 0
    #79
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Cosimo, ti spiego la mia perplessità nell'introdurre un ulteriore elemento di auto-valutazione oltre alla buona fede che già si chiede a tutti qui. Significherebbe, se ci pensi, avere un ulteriore controllo da fare (quello dice di essere un esperto e non è vero, quell'altro dice di essere un appassionato senza competenze e fa il modesto e via così). Non vorrei che poi fosse controproducente. La categoria e i dati che ci servono li abbiamo lì sotto gli occhi, sempre associati a quello che diciamo e scriviamo qui su vinix e non dimentichiamo che ci sono sempre i commenti che possono aiutare a crescere anche i meno smaliziati.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #80
  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    Certo, certo...sicuramente non è cosa facile da gestire tutto questo fermento intorno all'iniziativa che hai proposto. Mettendomi nei tuoi panni cercherei anch'io canali che possano favorire snellezza e fluidità, ci mancherebbe altro (!).
    Capisco pure che dover controllare tutto e tutti diventerebbe quasi ingestibile. E' che come tanti altri amici che ho conosciuto qui CREDO che le persone siano leali ed etiche, ma come diceva ANDREOTTI sono (purtroppo) altrettanto certo che A NON FIDARSI SI FA PECCATO, MA NON SI SBAGLIA QUASI MAI !

    ;o)

    Cosimo

    link a questo commento 0 0
    #81
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Fil,
    già sai come la penso io...
    visto che i commenti a tema si ripetono, allora mi permetto di pubblicare la mia vision !

    1) Preconfigurare una "degusta guida" in maniera che anche il meno avvezzo, possa dare delle valutazioni comparabili.
    2) Specificare il livello del degustatore, se appassionato o tecnico.

    Non ti puoi esimere da questo o si fa un gran casino.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #82
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Immagino sia già stato trattato l' argomento che sto per "introdurre" ma vorrei sottoliearlo: posso suggerire come "prerogativa obbligatoria" che chi si espone e chi pronuncia "commenti" e "giudizi", si presenti? Non sò in qualche maniera (scheda personale, aderente a vinix, ecc.. ecc..) - insomma un qualsiasi modo etico per evitare "false informazioni". Ho letto di questo argomento nei post precedenti, solo che a lungo andare poi non ho più letto altro al riguardo..
    Emanuele

    link a questo commento 0 0
    #83
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Paolo, rispondo.

    1) Preconfigurare una "degusta guida" in maniera che anche il meno avvezzo, possa dare delle valutazioni comparabili.

    Ok, pensavo di fare un post apposito e non di inglobarla nel modulo di inserimento degustazione che forzerebbe troppo bloccando l'espressività.

    2) Specificare il livello del degustatore, se appassionato o tecnico.

    Il problema qui è : chi lo decide ?
    Il degustatore stesso ?


    @ Emanuele
    Tutte le persone che commentano o pubblicano su vinix sono registrate o con il nome e cognome o con il nome dell'azienda. E di fianco al commento o al contenuto è sempre cliccabile l'icona (avatar) di chi lo ha inserito in modo che chiunque possa subito vedere chi è e mettersi in contatto se è il caso.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #84
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Fil,
    1) Non credo che basti così, il neofita si approccerebbe meglio potendo sentirsi guidato nell'esprimersi. chiamala traccia se preferisci.
    1a) Per chi consulta, la comparazione fra degusta diverse sarebbe più agibile se avessero la medesima struttura
    1b) Lasciando poi uno spazio alle considerazioni sensoriali / emozionali personali, non si perderebbe nulla

    2) Lo decide in buona fede chi si iscrive, io non potrei dare mai un punteggio ad un vino, mi limiterei alle mie osservazioni.
    2a) Questo avvierebbe un curioso confronto fra l'analisi di tipo tecnico-evoluto di un professionista ed il "giudizio" del consumatore.
    2b) Insomma, chi si proclama un professionista credo che possa anche essere in grado di dimostrarlo no ?

    Bye
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #85
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Quanto al punto 1) forse la soluzione potrebbe essere quella di consentire l'inserimento di due tipi di recensioni. Quella libera e quella guidata. Che te ne pare ?

    Quanto al punto due, sono convinto che questo creerebbe ulteriore confusione. Io credo che le persone qui su vinix si costruiscano la propria reputazione attraverso quello che scrivono e pubblicano e il modo con cui lo fanno. C'è davvero bisogno che chi scrive bene si autocertifichi come professionista (tra l'altro in grande imbarazzo per l'autocenso) e chi non sa si autodefinisca non professionista o appassionato ? Non sarebbe sufficientemente evidente dal modo e dallo stile e dal livello delle rece / degu ?

    Comunque il punto nodale è che secondo me non avrebbe senso perché in anni di lavoro sul web ho visto appassionati (categoria) scrivere recensioni che nemmeno il migliore dei giornalisti avrebbe saputo scrivere così come, viceversa, ho visto professionisti scrivere bestialità tali da far impallidire anche il più new dei newbie.
    Non basta da sola la comunità e il buon senso a valutare, moderare, prendere in considerazione o meno ?

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #86
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Allora facciamo pari e patta !
    Ci troviamo concordi su entrambi i punti ora !
    :-)
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #87
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    @fil.
    l'importante è che venga fuori qualcosa di diverso. intendo e parlo da produttore, mi piacerebbe scoprire di aver regalato un'emozione particolare al consumatore che magari associa al mio vino quelle cose che descrivevo sopra.

    sia ben inteso: il giudizio esperto come può essere il tuo (ho letto le tue deg.) per me hanno un'altra angolatura. i termini sono pesati, misurati con cognizione non voglio dire oggettiva ma professionale si.

    insomma sono due piani molto distinti e che in qualche modo andrebbero lasiati tali.

    del tipo "tra il sacro e il profano" dite la vostra!
    vincenzo



    link a questo commento 0 0
    #88
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Come vedi confermi la mia tesi Vincenzo. Tu stesso hai fatto una distinzione in base alla lettura delle degustazioni. Non facciamo altre caste. Lasciamo tutto libero, senza vincoli. Ogni vincolo è un ostacolo. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #89
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    adoro le cose semplici.
    v.

    link a questo commento 0 0
    #90
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Ehi Fil, ma codesto è quasi un elogio all'Anarchia!

    ...Niente niente siamo parenti? :-)

    link a questo commento 0 0
    #91
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    li-be-ro ar-bi-tri-o

    link a questo commento 0 0
    #92
  • Paolo Majo

    Paolo Majo

    Ciao Fil e ciao a tutti, ho quasi finito di lavorare a un progetto con finalità simili! mi piacerebbe invitarvi a testare in anteprima http://www.barbarrique.com ...una guida vini "democratica"
    Lo so non è ancora rifinito e mancano tante sezioni d'aiuto, ma l'applicazione alla base è pronta e c'è un forum (e giuro che domani attivo il blog :) ) per poter discutere delle migliorie da apportare.
    In pratica... tutti possono liberamente inserire la propria degustazione, oppure commentare e votare le altre. Per quanto riguarda i criteri di valutazione, invece ho pensato di inserirne 2 diversi:
    il primo è un indice di territorialità ( da 1 a 5 )
    il secondo è di piacevolezza (sempre da 1 a 5..dove 5 è il massimo)
    questo per cercare di mediare il sistema anglosassone con quello europeo. (ma vorrei che si discutesse anche di questo!
    E' appena stato pubblicato e aspetto feedback
    ciao

    link a questo commento 0 0
    #93
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Paolo, benvenuto su vinix. Vado a vedere il tuo progetto.
    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #94
  • Letizia Sara Carbonaro

    Letizia Sara Carbonaro

    Ciao a tutti, anche io mi unisco al progetto. Sono d'accordo con Alessandra per un metodo di valutazione e anche bisognerebbe impostare la scelta dei vini da degustare. Io con 2 amici, ogni settimana, in base alle nostre finanze, compriamo una bottiglia e la degustiamo, ognuno compila la propria scheda, poi le confrontiamo, alla fine arriviamo a una scheda comune. Se i prezzi delle bottiglie sono abordabile procediamo in una verticale su varie annate dello stesso produttore, oppure stessa annata produttori diversi, o annate diverse di produttori diversi.
    Vinipedia mi sembra un ottimo nome, si potrebbe procedere ogni settimana o ogni 15 giorni con una degustazaione, Fil dovresti darci le indicazioni sul tipo di vino, e poi ognuno scrive la sua scheda in base a canoni precisi. Soprattutto nei vini del ceto medio le guide spesso sono discordanti, e forse sono proprio questi che si potrebbero analizzare, così si darebbe luce ad un segmeno di aziende che spesso non riescono a trovare la loro giusta locazione. Ricordandoci il momento di recessione economica che stiamo attraversando, dare importanza anche alla qualità prezzo.
    Cmq deciderete di affrontarte il progetto sono dei vostri,
    Letizia Sara

    link a questo commento 0 0
    #95
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Letizia, la raccolta open-social da me proposta si riferisce all'attuale area degustazioni e recensioni di vinix, la prima raggiungibile da qui : http://degustazioni.vinix.it o cliccando su "degustazioni" in alto nel menù di navigazione in grigio, la seconda raggiungibile da qui : http://recensioni.vinix.it o cliccando su "recensioni" sempre sullo stesso menù di navigazione. Questo per chiarezza. Quindi non stiamo parlando di un progetto esterno a vinix ma interno a vinix e precisamente all'area preposta alla raccolta di degustazioni di vini e delle recensioni ristoranti.

    L'idea di degustazioni comuni è ottima e se ne è già parlato nei commenti precedenti, il problema potrebbe essere quello di approvvigionarsi dei vini per tutti gli abitanti che intendono partecipare. Non è detto che il tal vino del tal produttore sia reperibile ovunque. Pensavo quindi che potremmo lanciare dei temi che possono essere legati alla regione o al vitigno o ad una particolare doc, quindi con maggior flessibilità e possibilità di scelta da parte di alcuni. Poi nei nostri prossimi raduni, potremo assaggiare in molti gli stessi vini e allora si potremo riversare su vinix pareri diversi sullo stesso vino. Per i ristoranti potranno valere i raduni allo stesso modo ed ogni altro contributo personale su esperienze fatte in giro per l'Italia o all'estero. In più collaboriamo, più rapidamente riusciremo nel progetto.

    Quello che io chiedo è solo un po' di impegno, passione e costanza. A breve pubblico un post di dettaglio con alcuni accorgimenti da tener presenti quando si intende inserire le recensioni e le degustazioni, poi direi che possiamo partire.

    Ad ogni modo i contributi estemporanei di chiunque sono sempre graditi purché non riflettano autorecensioni e siano scritte in modo educato (anche quando critiche) e con dati completi.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #96
  • Letizia Sara Carbonaro

    Letizia Sara Carbonaro

    Non sono analfabeta, ne tanto meno orba. La mia era una proposta, e come tale va accettata. Per ora le recensioni le trovo discretamente sterili, alla quale partecipano solo poche persone.

    link a questo commento 0 0
    #97
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ti sei svegliata male stamane che modo di rispondere è mai questo ? Mi sembra di aver accolto di buon grado la tua proposta.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #98
  • Cosimo Errede

    Cosimo Errede

    Wow ! Della serie Buona Pasqua !

    link a questo commento 0 0
    #99
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ok ragazzi, passiamo all'azione.
    Vi rimando tutti al seguito di questo post :
    http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=1114

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #100
  • Atmosphera Italia

    Atmosphera Italia

    Ciao Filippo, ti informo che Atmosphera Italia è lietissima di partecipare attivamente a questa iniziativa che troviamo decisamente interessante! Come ti accennavo ci occupiamo di turismo di nicchia in Italia e tutto ciò che circonda questo mondo, quindi anche di ristornanti e cantine.
    Giulia

    link a questo commento 0 0
    #101
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Giulia (ma non ti chiamavi Ernestina ? o siete due diverse?), mi fa piacere che il progetto vi stimoli. Attendiamo tutti i vostri contributi.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #102
  • Atmosphera Italia

    Atmosphera Italia

    Ebbene si... siamo due persone diverse!!!! Siamo colleghe e ci occuperemo entrambe del progetto! Saluti a presto

    link a questo commento 0 0
    #103
  • 500VINI Caorle

    500VINI Caorle

    Salve! Confesso che faccio sempre più fatica a seguire le "maratone" che seguono una proposta interessante e ovviamente coinvolgente. Cerco di sintetizzare (in ordine sparso) il mio parere, per conoscenza:
    - 1 - ok per il contesto della rece/degu (cena speciale, addio al celibato, corso AIS, serata Slowfood, tec...)
    - 2 - ok per la "mobilità" dei contenuti
    - 3 - ko alla "commissione", salta il concetto di open
    - 4 - ok alla rece/degu multipla, piuttosto che al commento della prima inserita
    - 5 - ok ad eventuali future info sul territorio (B&B, alberghi, prodotti tipici, etc...)
    - 6 - ok alla valutazione collettiva, mi pare che esistano anche gruppi misti di degustatori (dal professionista al neofita) per garantire maggiore sincerità e freschezza all'analisi finale
    - 7 - ok al prezzo al consumatore finale.
    Consentitemi alcune ulteriori riflessioni. Molti commenti hanno (giustamente) dibattuto sull'oggettività ed onestà delle valutazioni inserite. Mah, io da uno strumento come quello che si sta ipotizzando non mi aspetterei una verità rivelata, ma un consiglio, una tendenza. Sulla professionalità delle rece/degu, forse si potrebbe scegliere due percorsi: uno più strutturato (simile ad scheda AIS) ed uno più "easy" per poterli distinguere in sede di ricerca. Credo che i Produttori siano molto interessati al parere "easy", tipici del consumatore normale. Quando si è parlato di affidabilità degli inserzionisti mi è venuto in mente Ebay: se Pinco Pallino ha inserito 10 rece/degu di cui 9 negative ed una di sufficienza avrà un significato?
    Tra le degustazioni posso inserire anche quelle del Corso AIS e del Master of Food?
    Saluti...
    David

    link a questo commento 0 0
    #104
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao David,

    grazie peri l conributo, sostanzialmente è la strada intrapresa e molti hanno già inziato a contribuire con vigore alla crescita di queste due antologie open indipendenti qui su vinix.

    Per le degustazioni puoi ovviamente inserire tutto quello che vuoi. L'importante è che siano vini da te degustati e che la data di assaggio sia quella reale, non quella del momento in cui scrivi.

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #105
  • Salvatore Landolfo

    Salvatore Landolfo

    Sono arrivato in ritardo?
    Posso ancora far parte del progetto?
    E' per me una grandissima idea e mi piacerebbe tanto farne parte.

    Sal

    link a questo commento 0 0
    #106
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Caro Salvatore, il progetto è "open" quindi ovviamente si, sia tu che tutti gli amici di vinix. Anzi, se conosci amici e colleghi e persone che assaggiano molto e scrivono benino, coinvolgile, non siamo che all'inizio, 1000 degustazioni o poco più non sono nulla, dobbiamo darci da fare ! Ciao e grazie per il supporto, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #107

inserisci un commento