assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#12 Commenti

  • Domenico Sciutteri

    Domenico Sciutteri

    Riflettendo sui tuoi impegnati giorni a seguire le tue vigne, ho capito secondo me come mai molti vignaioli arrivano all'età di 80 anni e passa, è lo stress che li tiene in vita, ed anche il vino sano che bevono?

    Mia figlia ha una vecchia pianta a pergolato, penso che sia uva da tavola, non lo so perchè è il primo anno che ci abita, ad occhio e croce avrà 70 anni. Non ha voluto dare neanche verde rame, che tristezza, grappoli a meta, foglie secche, qualche grappolo se salvato. Ed io che mi aspettavo di cibarmi con una buona uva.
    Un abbraccio
    Mimmo

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    Ciao Mimmo,
    non puoi combattere la stagione ma solo i suoi effetti, qua si dice che "sei sotto e prendi ciò che viene", c'è da dire che negli ultimi anni é stata particolarmente clemente dandoci grandi annate.

    Alla vite di tua figlia almeno un paio di schizzate di rame e zolfo io le avrei date altrimenti ti si ammalerà tutti l'anni e sempre di più.

    Luciano

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Al di là di oidio e peronospora, che pure ci sono, mi pare che stavolta sia stata proprio la cattiva allegagione a segnare l'annata.
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    Hai ragione Luk, meno male che mi ha colpito un solo vigneto altrimenti sarebbe stato un grosso problema.
    Non è poi che manca un pò su tutte le viti ma a colpito a pianta sicche quando vai a fare la selezione dei grappoli dove ci sono troppi li devi togliere e magari nella vite dopo non ce ne è , dunque non avrai neppure qualità migliore!

    Luciano

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    ciao luciano,
    come sai quì a scansano la situazione è uguale aggiungiamo che sono 2 giorni che nel pomeriggio non ci facciamo mancare neanche una scrosciatina d'acqua.

    ho brutti presentimenti per agosto-settembre.

    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    @ vincenzo voi siete biologici vero? Sicche niente antimuffa, cosa potete usare come antibotritici, potete usare la zolfo bentonite ?Avete iniziato già a sfogliare ?
    Luciano

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    mah! gli ultimi trattamenti li facciamo con la poltiglia bordolese che dovrebbe indurire la buccia. un altro sistema di cui ho letto, che però devo ancora capire se è ammesso in bio, prevede l'uso, di metabisolfito di potassio spruzzato con acqua ma francamente non ne so nulla e cmq ha una copertura molto breve.

    ripeto un metodo mai testato e da verificare la fattibilità in bio.

    cmq in sintesi contro la botrite in bio si può fare molto poco, principalmente ci si raccomanda a qualche santo.

    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    Provato per combattere il marciume acido, i moscini spariscono.
    L'ideale sarebbe avere avere grappoli spargoli e acini con bucce dure.
    Mi hanno detto che per far diminuire l'allegagione devi nei giorni prima della fioritura togliere le foglie basali(lavoro enorme mai provato), invece per indurire le bucce oltre al rame mettere i grappoli al sole subito dopo l'allegagione, quest'anno ho provato a sfogliare dalla parte del sole del mattino, adesso quando seleziono i grappoli tolgo le foglie rimaste da quella parte l'altro lato lo passo i primi di settembre.
    Altra cosa su cui stare attenti è non togliere i grappoli in eccesso prima del venti per cento dell'invaiatura altrimenti quella che rimane aumenta di volume e saranno più zeppe.

    Luciano

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    si di solito è quello che faccio tempi permettendo. sia la defogliazione basale prima dell'allegagione sia sfogliare la parte a sud prima. la poltiglia bordolese oltre il rame ha di buono la componente di calcio che aiuta il fenomeno di indurimento.

    la defogliazione è l'unica arma preventiva veramente utile in bio. quest'anno con l'attacco di peronospera l'unica nota positiva è che ho dei grappoli più spargoli del solito.

    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Nelle viti di merlot del mio giardinetto, le foglie più in basso sono molto ingiallite. In pratica sono le foglie intorno ai grappoli che si sono appassite. Più o meno mi accade sempre a luglio. I trattamenti mi sembra di averli fatti. Capita anche con il sangiovese?
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    @luk
    se fosse peronospera si dovrebbero seccare se invece appassiscono e bastadovrebbe essere semplicemente stress idrico.

    per verificarlo il prossimo anno potresti annaffiare una pianta, ma in ogni caso, se così fosse, non sarebbe assolutamente nulla di grave.

    hai fatto caso se in stagioni più piovose succede uguale e su tutte le piante?

    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Penso anche io allo stress, in quanto accade sempre nella transizione dal periodo fresco-piovoso a quello caldo-secco, di solito a Luglio.

    Luk

    link a questo commento 0 0
    #12

inserisci un commento