Finanziamenti a fondo perduto per internazionalizzazione PMI

inserito da

Quattro milioni di euro sono a disposizione per i Finanziamenti per l'internazionalizzazione e andranno in contributo agli studi di fattibilità delle PMI italiane intenzionate ad investire nei paesi extra-UE.
 
In particolare gli stanziamenti sono destinati a progetti relativi all'aggregazione delle imprese di piccole dimensioni in distretti, consorzi, filiere, Rti, intorno a progetti di internazionalizzazione congiunti.

I richiedenti devono essere almeno 5 PMI organizzate in distretti, in consorzi, in raggruppamenti (RTI). I raggruppamenti di imprese possono costituirsi per l'occasione, con l'impegno di formalizzare l'aggregazione in RTI o altra forma al momento dell'eventuale finanziamento.

Le richieste potranno essere presentate anche tramite Regioni, Associazioni settoriali di categoria, nazionali o territoriali, Camere di commercio, purchè sottoscritte anche da almeno 5 imprese.

Nel caso di Consorzi il cui Presidente sia legalmente autorizzato a rappresentare le imprese associate, sarà sufficiente la sottoscrizione del Presidente, ma dovranno essere indicate le ragioni sociali di almeno 5 imprese che realizzeranno il futuro investimento.

TIPOLOGIA E IMPORTO DEL CONTRIBUTO

A gli studi di fattibilità viene concesso un contributo a fondo perduto fino al 75% e fino a un massimo di 150 mila euro delle spese relative a studi di fattibilità direttamente finalizzati ad investimenti congiunti di più imprese sui mercati esteri.

SPESE AMMISSIBILI

Il preventivo dei costi potrà prevedere solo spese funzionali alla realizzazione dello studio di fattibilità, riconducibili alle seguenti tipologie:

- attività di consulenza professionale (compreso viaggi e soggiorni) prestata dal soggetto realizzatore per elaborare lo studio
- spese viaggio o soggiorni del referente o se diverso del soggetto incaricato dalle aziende interessate di seguire la realizzazione dello studio
- servizi strumentali acquistai in Italia o sul mercato estero (traduzioni, consulenze specifiche)
- sono escluse le spese non funzionali allo studio ed in particolare (affitti, utenze varie), partecipazione ad eventi promozionali (fiere, seminari), spese di pubblicità  (brochure, inserzioni)

NB: nel preventivo potranno figurare spese interne dei soggetti imprenditoriali richiedenti fino ad un massimo del 10% del costo complessivo dello studio di fattibilità.

#4 Commenti

  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Secondo te - io in queste cose sono del tutto negato - c'è qualche forma di finanziamento per chi come me vorrebbe localizzare un progetto come vinix all'estero in vari paesi ? Tieni presente che io sono una semplice ditta individuale della fava.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento
    #1
  • Bravo Italy Gourmet

    Bravo Italy Gourmet

    ovviamente la misura di cui sopra non è percorribile (si riferisce ad aggregazioni di imprese, investimenti extra UE, ecc). Ma sull'innovazione teconologica c'è qualcosa, dovresti controllare periodicamente il sito del Ministero Attività Produttive, ma considera comunque che molti di questi progetti rientrano ancora in aeree Obiettivo 1 (generalmente, sud italia). Fossi in te individuerei intanto i Paesi in cui ti interessa applicarti (ue o extra UE), dopodichè se vuoi ti passo in pvt qualche contatto, ciao.

    link a questo commento
    #2
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Io vorrei localizzare vinix almeno in:

    - Francia
    - Spagna

    Poi anche in :

    - Germania
    - Inghilterra
    - Portogallo

    Ciao, Fil.

    link a questo commento
    #3
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Scusate se mi intrometto:

    @Fil

    in effetti credo che la via dei finanziamenti per l'innovazione tecnologica sia più facilmente percorribile per Vinix, sia per attinenza del progetto che, soprattutto, per l'investimento minimo ammissibile. Sono fondi di solito erogati dalla CCIAA. Almeno, qui a Ferrara li ripropongono tutti gli anni...
    Ti lascio un link giusto per capire di che si tratta:
    http://www.fe.camcom.it/portale/news-eventi/agevolazioni-per-la-nuova-imprenditorialita-il-trasferimento-tecnologico-e-l-innovazione
    Ciao

    M.

    link a questo commento
    #4

inserisci un commento