assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#25 Commenti

  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Leggo da bberry quindi fatico a risponderti alla domanda, ma mi riprometto di farlo appena riappiccio il pc.
    Mi permetto di farti una domanda che gira da un po nella mia testa: secondo te I principi del social network si possono applicare a quelli di una community offline?
    Ciao
    Tom

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Ciao Fil,
    Ciao Tom,

    io credo di essere al "dialogo privato", credo

    lele 2.0

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Prendendo spunto dal fatto che nel tuo "accenno di parecchio tempo fa" godevo dell'onore della prima citazione come modello, e tenuto conto della mia attuale evanescenza, posso serenamente confessare il mio trovarmi piu' a sinistra ancora della non rimarchevolezza, rispetto a Vinix cosi' come rispetto a grandissima parte della fantastica opportunita' offerta dalla rete. Posso altresi' ripropormi di fare tesoro della lezione e di trasformare il senso di vergogna in qualche step costruttivo verso la redenzione dell'engagement.
    Se c'e' del sarcasmo nelle mie parole, e' tutto rivolto verso di me, voglio precisare.
    Ottimamente postato, Fil..

    link a questo commento 0 0
    #3
  • L'Arcante

    L'Arcante

    Penso di aver superato la fase di appoggio e sostegno. hip hip Vinix urrà!

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Caro Filippo e invece no, non stai a sinistra (almeno del grafico) e sai perché ? Perché internet last. Ok, adesso la pianto ;-) No, dicevo, perchè internet resta, permane, si ricorda di tutto e la reputazione che tu hai costruito online in una fase particolarmente attiva ha lasciato il segno non è che ce la siamo scordata. Tu oltre che un ottimo produttore di sangiovese come non ce ne sono più, sei anche una very valuable person (acc, l'ho fatto di nuovo !).

    Non è la quantità che conta ma la qualità.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    ciao fil, è da un pò che non mi facevo vivo (contatti privati a parte). interessante il tuo discorso sulla qualità vs quantità.

    anche se in effetti non intervengo spesso vi seguo sempre con piacere. sugli argomenti a me più cari trovo rappresentati tanti punti di vista diversi, tra i quali spesso, quasi sempre direi, prima o poi anche quelli che mi rappresentano.

    a presto (sicuramente a genova).

    vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Simone Brogin - Spirited Wines

    Simone Brogin - Spirited Wines

    Ciao Fil,
    io credo che ognuno di noi qui dentro sia parte di diverse sezioni della tabella...l'interesse attivo, il dialogo, la condivisione, l'appoggio sono gli elementi essenziali di un social network (credo...tu puoi senz'altro uccidere questa teoria), ma la cosa più interessante di Vinix è che la varietà di persone che qui intervengono e convergono cercano di portare qualcosa di costruttivo...i blog sono sempre spunti di riflessione, i protagonisti si animano e a tanti abbiamo dato una faccia (es. la cena a Verona...o meglio in montagna). Io credo inoltre che ci sia tanto spazio per interagire, ognuno come può, con un biglietto da visita, un appuntamento, con una bottiglia...ecc..., no?
    Tanta gente di queso social network mi hanno detto "spero di avere la possibilità di scambiare 4 chiacchiere con te" e io ho sempre risposto che anche io lo vorrei...fisicamente siamo molto distanti, ma grazie a questo strumento possiamo rimanere in contatto giornalmente...non è questo il fine di un social network?
    Ciao
    Simo

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    L'intento di questo post è duplice.
    Da un lato darvi una chiave di lettura positiva del tempo trascorso online e dei modi di metterlo a frutto - non certo solo su vinix - dall'altro lato capire a che livello di engagement vi sentite voi - anche se di molti ho già una mia idea personale - rispetto a questo spazio.

    Scusate per il pessimo italiano con il quale era scritto il post, devo ricordarmi di rileggere prima di pubblicare :-)


    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Stefania Doria

    Stefania Doria

    Ciao Fil,
    Ottima idea l'inserimento di un post sul social network che tra i tanti vantaggi è un mezzo davvero unico per interagire in rete anche a lunghe distanze...cosa impossibile fino a "qualche tempo fa"...la rete non finisce mai di sorprendermi! Bellissima la slide che hai inserito, offre degli spunti molto interessanti! Io mi "sento" quasi nella fase privata o forse vorrei già esserci! Bravo, ciao Stefy!:))

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Preciso che lo schema originale non è mio, ma degli autori indicati nel post. Per quanto riguarda il titolo, "dissapore" mi fa notare che l'uso della parola "rimarchevolezza" è indice di utilizzo di farmaci psicotropi e non ha del tutto torto ;-) Ho tentato di rendere in italiano la raduzione di remarkability o markableness.

    Fil.

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Sara Artusa

    Sara Artusa

    Ciao Fil,
    Appartengo ad una generazione leggermente lontana: i primi anni scolastici ti insegnavano a far 'bene' i puntini e le aste...Internet, neanche ad immaginarlo!
    Nel WEB mi sento come "Alice nel paese delle meraviglie", sempre entusiasta di scoprire, conoscere ed imparare: a volte non tutto è alla mia portata.
    Sicuramente ,per me, i SN sono una grandissima opportunità di percorrere i sentieri che mi sono persa e per questo non posso che apprezzare l'impegno costante di chi muove i fili.
    Ultimo, ma non l'ultimo, alcune volte si ha la fortuna di incontrare persone davvero interessanti.
    Per indole, punto al dialogo privato, anche se di fatto sento di potermi collocare a metà fra 'interesse passivo|attivo.
    Grazie... :-)
    Sara

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Cerchero' di qualcosa di piu' per meritarmi le parole che mi hai usato e che, confesso, fanno bene.
    Mia chiave di lettura, ossia highlights del tuo post a mio avviso: "tenacia" e "senza nulla pretendere". Soprattutto senza nulla pretendere. Non soltanto dagli altri, che' e' scontato per chi e' sintonizzato su un simile discorso, ma neppure dalle cose. Scoramento e' pretesa, delusione e' pretesa, rabbia e' pretesa. Questi i punti su cui, personalmente, lavorare. Con animo yogi. Perche' tutto questo HA la natura buddha.

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Sto nelle net community dal 1998. Altro che "avanzata", direi piuttosto che la Rete ha messo radici nel mio quotidiano e nel mio spirito. Et viceversa.

    A proposito di spirito..
    @ Filibbo "Erbolo": oh yeah.

    Saludos
    Ale

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Simone Lovati

    Simone Lovati

    @Filippo Ronco Grazie della segnalazione...
    Dove sono io nello schema per Vinix?
    Fino a ieri ero utente passivo (di quelli saltuari però...), oggi mi sono iscritto e al tempo stesso mi sono connesso a te via skype e FF, questo dimostra 2 cose:
    -1 Lo schema se pur sequenziale NON è un percorso obbligato, può essere vissuto su prospettive diverse e si può saltare da un'area all'altra con facilità
    -2 I driver degli spostamenti sono principalmente 2: interessi comuni e network di conoscenze condivise in grado di garantire la fiducia reciproca e accelerare il processo.

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Simone, benvenuto, un onore averti qui.
    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Fil,
    Rispondo alla tua domanda dicendoti che io credo che quella scala ci si trovi ad attraversarla trasversalmente più volte ed in funzione della situazione e dell'interlocutore.

    Vorrei aggiungere che il grafico del ritorno dell'investimento ( non solo meramente commerciale attenzione ) stà sempre più assumendo la forma di un iperbole ascendente, nel senso che a parità di investimento si moltiplicano le soddisfazioni, ( anche ma non solo economiche ).

    In questa situazione che io considero vicina all'ideale situazione, mi accorgo che ci sono meccanismi tali che è come si assistesse ad un moltiplicatore di sforzo capace di amplificare esponenzialmente la comunicazione ed i suoi effetti.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #16
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Questo è interessante.
    Intendi dire che a parità di sforzo, cioè con uno sforzo costante, non superiore, né minore, nel medio-lungo termine i risultati aumentano esponenzialmente ? Mi sembra anche naturale per via di due fattori principali:

    - da un lato buona parte delle relazioni instaurate si consolidano nel tempo e continuano a "produrre" positività (sotto qualsiasi forma)

    - dall'altro lato ogni persona con cui siamo entrati in relazione ci apre il mondo ad altre attraverso il passaparola

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #17
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Si, hai perfettamente colto il senso.
    Aggiungo che se si può parlare di Break Even point 2.0, oggi la distanza si riduce sempre più velocemente e se non altro, oggi ho la certezza e non più solo la sensazione che si possa raggiungere davvero e superare.
    Ma ora non ti dico più nulla sennò "mi brucio" l'intervento a Genova.
    :-)

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #18
  • Simone Brogin - Spirited Wines

    Simone Brogin - Spirited Wines

    @Paolo,
    mamma mia....dal coniglio siamo arrivati al Break Even Point 2.0!!!
    ciao
    simo

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    @ Entrambi sono usciti dal cappello !!!
    :-)
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #20
  • Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    @Paolo dei Carpini [mannaggia, questa necessita' "forumistica" di invocare l'intervento che si vuole commentare... Ecco Fil, te la butto li' anche riprendendo il recente thread Ihv da te aperto su..ihv, ossia it.hobby.vino, e a quella via rispolvero un mio vecchio trip: che si potrebbe fare per portare "qua sopra" un po' di modalita' nntp? si potrebbe mettere quest'ulteriore "arto" a questa divinita' che e' vinix?]:

    sono stracerto che e' cosi' come tu dici, Paolo, ossia c'e' senz'altro in azione ben piu'di un "moltiplicatore di sforzo". E' una caratteristica delle situazioni che presuppongono (e allo stesso tempo generano) "general intellect", quale la rete sicuramente e'. E uno degli aspetti della rete e' quella di essere auto-simile, una specie di invarianza di scala direbbero i fisici delle transizioni di fase. In soldoni la rete contiene delle sottoreti, e ogni rete e' contenibile in una super-rete, questo per dire che vinix oltre che essere parte della rete, e' essa stessa una rete, in tutto simile alla sopra-rete cui appartiene.
    Che la quantita' si risolva in qualita', poi, gia' lo aveva notato Engels e anzi aveva fatto di questo un principio fondante la sua dialettica materialistica della natura.
    Ricollegandomi alla mia parentesi iniziale, proprio usenet e'stato il terreno su cui mi ero personalmente reso conto del carattere di servomeccanismo moltiplicatore di effetti, di cui si sta dicendo. Esagererei la portata del discorso per come sintetizzato da Filippo Ronco: non soltanto si puo' vedere un aumento esponenziale dell'effetto a sforzo costante; addirittura si puo' osservare in alcuni casi una divergenza della funzione risposta (stasera ho rigurgiti della mia vita precedente, chiedo venia), ossia la presenza di effetto con sforzo nullo (una specie di superfluidita').

    Mi viene ora in mente la possibile (sicura) etimologia del nome di questo social network... Se lo avevi gia' spiegato da qualche parte me lo sono perso, Fil, ma mi appare in tutta la sua evidenza non solo quale sia, ma anche quanto corrisponda al vero

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    ..Però!
    @ Filippo Cintolesi: benvenuto nel club di quelli che sono gia' all'..esima vita e complimenti per la riflessione forbita, anzi, direi fornita ed accessoriata di tutto quanto serve per essere qui consapevolmente.

    ale
    p.s. mica ti andrebbe di metterla su un file audio e spedirmela, per arricchire questo paniere?
    http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=2779

    link a questo commento 0 0
    #22
  • Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Podere Erbolo di Filippo Cintolesi

    Grazie dell'apprezzamento, Ale.
    Non vorrai veramente che ti metta su file audio *quel* delirio? Se mi mettessi a dirlo a voce, attaccherei un tale bottone da essere inascoltabile :-) Pieno di incisi, parentetiche, divagazioni...altro che 20 secondi!

    Comunque bella l'idea del tuo podcasting.

    link a questo commento 0 0
    #23
  • Essepi Wine Services

    Essepi Wine Services

    Ciao tutti. Anche io sono nuova in questo social net. ma credo di essere già al punto del dialogo pubblico anche se mi piacerebbe essere a quello privato. Sono d'accordo e mi sento come Sara: "Alice nel paese delle meraviglie", cioè mi sorprendo anche io ogni giorno delle potenzialità della rete e soprattutto di Vinix, mi sta aprendo delle porte che non immaginavo.
    Bravo Fil!
    Sandra

    link a questo commento 0 0
    #24
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Ciao, come promesso rispondo: viaggio al limite dell'appoggio e sostegno, ho fatto qualche tentativo verso invetimento e collaborazione. Ah, sto cercando di replicare il tutto offline....

    link a questo commento 0 0
    #25

inserisci un commento