assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#16 Commenti

  • Azienda agricola Samperi di Giovanni Trovati

    Se ne sta parlando anche qui">http://feedproxy.google.com/~r/tommasofarina/~3/r6mG-uJna8c/del-passetto-ci-si-puo-fidare-ancora/">qui ma con qualche spiraglio di salvezza per il ristoratore.

    Da romano, purtroppo, devo confessare che spesso i turisti giapponesi sono bersaglio di truffe. Dai taxi ai ristoranti è una minaccia continua per i nostri amici nipponici. La cosa mi addolora tantissimo oltre a farmi vergognare davanti al mondo intero.

    Una presa di coscienza delle istituzioni, come tu suggerisci, sarebbe auspicabile.

    Giovanni

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Azienda agricola Samperi di Giovanni Trovati

    Qui">http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2009/07/01/pop_scontrini.shtml">Qui trovate anche lo scontrino.

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    bisogna dire una cosa...TUTTO IL MONDO E' PAESE....
    ovvio non avvengono solo da noi ...anzi...
    nella tua categoria sono tutti degli ottimi ambasciatori????

    chiaro che bisogna chiedere scusa a quei turisti e magari offrire loro un soggiorno gratis e serio nella capitale per far conoscere che in genere la situazione e miglior di quel che diciamo noi stessi....

    ci vogliono piu' ocntrolli??? forse...ma spesso è una buona scusa ma tartassare il piccolo imprenditore...
    piu' controlli si ma non sempre ai soliti posti...ossia dove circola piu' denaro...capisciame'!
    mik

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    caro mik, non mi è molto chiaro il tuo intewrvento.

    è ovvio che un comportamento delittuoso dovrebbe sempre essere perseguito, e valutato per quello che è: negativo.

    è anche ovvio che abbiamo troppi pesci grossi che danno il cattivo esempio, e la fanno regolarmente franca, magari con leggi apposite.

    ma in ogni modo non trovo comunque giustificazioni per dei LADRI, anche se il bottino è piccolo e i derubati sono extracomunitari

    non credo che queti individui abbiano rubato per vendetta o reazione verso i ladri più grossi, anzi, è probabile che li ammirassero proprio per quello...

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    @ Giovanni

    prima o poi da qualche parte occorrerà cominciare a far pulizia...

    ho provato i link, ma non funzionano. comunque sul post di Farina le scuse del ristoratore sembrano davvero fasulle: conoscendo i giapponesi, che in due mangino ostriche (cotte, in due modi) e gamberoni per cinque è davvero improbabile. mi sembra di più un "la mia parola contro la loro, e se il caso ho i dipendenti come testimoni..."

    ciao
    M

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Belbon Hills Wines - Pedro Estrada Belli

    Belbon Hills Wines - Pedro Estrada Belli

    Ciao Maurizio.
    Per mia fortuna ormai faccio il turista anch'io quando vengo a Roma, e ho dovuto subire da ristoratori che frequento da una vita un'escalation paurosa di prezzi e all'inverso di servizio. Credo che il settore della ristorazione, parlo in generale ma sono sicuro che ci siano tantissime eccezioni degne di rispetto, sia malato in Italia. Si pensa che basti mettere dei nomi contorti in menu senza magari indicare il prezzo e il gioco e' fatto, si puo' presentare un conto fuori da ogni logica gustativo-cerebrale. ho mangiato in una nota enoteca di trastevere a gennaio, ho ordinato solo una tagliata di manzo all'odore di tartufo (sottolineo odore). era dura e insapore, servita da staff noncurante, l'ho dovuta mandare giu con un buon bicchiere di vino altoatesino, ma ho poi dovuto digerire anche un conto di piu' di 70 euro a testa e i miei amici hanno anche loro ordinato un piatto unico, anzi mia moglie una zuppetta di castagne e farro che non vi dico di cosa sapesse. per una soletta di cartone e un caffe' mi sembra un po' troppo, turista o no. al mio commento i miei amici, gia assopiti al costume della ristorazione romana, mi hano detto, "ebbeh, si e' un po' caro ma "di solito" si mangia bene....." che dire? sara' che ho ricordi ben piu' elevati del mangiare bene e pagare il giusto per quello che ordini? mah....qui non si tratta di approfittarsi o no del turista malcapitato, cosa che reputo al limite inferiore del comportamento della ristorazione. Sto riportando un caso raro e isoltao? vi prego di contraddirmi.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    forse sarà un caso, ma in questo ultimo mese mi è capitato di rcevere conti altissimi anche per altri servizi.

    conti che poi sono stati regolarmente riveduti dopo la mia richiesta di spiegazioni. non parlo solo di ristorranti. sarà un caso, come dicevo, ma ho come l'impressione che il caldo stia dando in testa a parecchi.

    un saluto vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    @ Vincenzo: è normale, nei momenti di crisi ci sono tanti che tirano la cinghia, e qualcuno che si arricchisce a loro danno...
    o ci prova...

    @Pedro:
    io credo che la ristorazione italiana sia la migliore del mondo, in termini di ricchezza dei menu regionali e della qualità media dei cibi serviti. Anche il rapporto coi prezzi è di solito non eccessivo (mentre invece il ricarico sui vini a volte non segue la stessa politica)

    riscontro carenze casomai nella professionalità del servizio (troppi camerieri e maitre improvvisati, di poca cultura generale e settoriale) e in certe zone più turistiche c'è spesso uno scarso rispetto del cliente (evidentemente lo si giudica "selvaggina di passo", da una botta e via...)

    in ogni modo preferisco un piatto di spaghetti semplicissimo e sano a certi piatti anonimi che mi tocca subire nei miei viaggi all'estero...
    Ma l'Italia del buon cibo abita quasi sempre in provincia: le grandi città (Roma, Milano, Firenze...) di solito hanno una media qualitativa assolutamente inferiore al resto d'Italia, e prezzi molto più alti

    ciao a tutti
    M

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Belbon Hills Wines - Pedro Estrada Belli

    Belbon Hills Wines - Pedro Estrada Belli

    Caro Maurizio,
    bisogna anche valorizzare questi piatti regionali che spesso sono "poveri" per invogliare il turista a conoscerli senza rimanere con l'amaro in bocca dopo il conto. non credo poi si tratti di ristoranti turistici o meno, il fatto e' che anche le trattorie di quartiere, dopo il restyling da parte di consulenti di immagine, si sono trasformate in locali trendy, senza cura nella materia prima ma con magari una hostess alta 2 metri che ti accompagna al tavolo facendoti sentire un divo di hollywood, e ne paghi le conseguenze. ma non si saranno montati tutti un po' la testa sti osti? poi se ci parli non e' che tradiscano origini da designer o architetto.....parliamoci chiaro. ora se vado a ponte milvio mi sembra di essere a new york, ma nel cortile dove sono le porsche pochi anni fa c'erano le galline! il negozietto che vendeva vini e oli e' diventato un'enoteca da 20 eruo per un panino. posso riportare un'aneddoto, e' venuto a trovarmi un mio amico da roma e invece di andare al ristorante turistico del capo di buona speranza, dove tra l'altro si mangia bene e si spende poco, abbiamo magiato al chiosco di fish and chips del porticciolo dove compro il pesce, beh, era molto piu' contento di quanto mi aspettassi, ha detto che e' stata un'esperienza mettersi in fila coi mozzi dei pescherecci e mangiare sulle panchine apparecchiate, con la cameriera incuriosita da noi stranieri che ha iniziato a cantare in afrikaans, i proprietari di questi posti sono di solito molto contenti e ospitali a confronto con i nostri ristoratori "storici". insomma, se facciamo sparire il nostro folklore locale cosa ci rimane? sinceramente ho paura a presentarmi in una fraschetta di frascati per non rimanerne deluso.
    vivro' di ricordi di gioventu'.

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    caro Pedro,

    penso che siamo daccordo: in città molti si sono montati la testa, e il turista comunque se sa mangiare cerca le cose caratteristice e semplici del luogo che visita.
    Però, anche in questo caso, l'Italia ha molto di più da offrire, in termini di varietà, tradizione e spesso, per fortuna, anche qualità...
    certo che per chi come noi ha ricordi del passato, il confronto col presente lascia sempre un po' di amaro in bocca.

    ciao
    Maurizio

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    alcune mie amiche...carissime...sono andate in un paese a noi di fronte...di lingua latina...che ha vinto la coppa dei campioni di calcio quest'anno...e che mi risulta non amino molto gli italiani...cmq...non faccio nomi...
    nonostante parlano una lingua simile alla nostra e hanno l'euro...i tentativi dei ristoratori di fregare gli italiani sono molteplici...e non solo i ristoratori...tassinari ecc ecc...
    molto piu che a roma...
    come la mettiamo???
    come ripeto...tutto il mondo è paese...purtroppo ...
    cosi' anche negli svariati settori....tipografi, giornalisti, militari..ecc ognuno ha soggetti disonesti e onesti...non c'è un settore UBER ALLES...
    è giusto condannare...ma dire che l'acqua bollente scotta...dov'è la notizia???? ossia la banalità vestita di etica va anche bene..ci possiamo riempira tutti la bocca da una notizia del genere...ma poi???...rimaniamo al punto di prima...fra 7-8 anni ridiamo la stessa notizia...e aritanga a riempirci la bocca....per qualcosa che è vecchia come il mondo...LA FREGATURA...
    mik

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    come dire che poichè i truffatori, i ladri e i delinquenti ci sono dappertutto, perfino dove vincono le coppe di calcio (ma che vuol dire, se si deve dire Spagna non si può farlo?) quando se ne scopre uno non bisogna dirlo?

    tutto va bene, se nessuno dice il contrario?
    allora gli onesti non hanno davvero scampo: o cominciano a rubare anche loro, oppure saranno sempre considerati dei fessi.
    non so perchè, ma questa logica non mi piace

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    @maurizio...
    puo' anche non piacerti questa logica...ma è la realtà...

    a me non piace la logica secondo cui prima o poi moriro'...ma è la realtà...
    dare questa notizia è banale...

    come lo è quella che a roma e non solo a roma vengono truffati i turisti...
    abbi pazienza ma la mia prima reazione è stata....MA VA????!!! non l'avrei mai detto...

    una domanda....si dice che in politica e non solo in politica...l'onesto che fine fa????
    la metto sul buonismo...
    fa fatica ad arrivare a fine mese....e se è un piccolo imprenditore deve lavorare 15 ore al g per far quadrare FORSE qualche conto...
    che inevitabilmente si fregherà il furbo di turno....
    mik

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    beh, io sono banale ma non rassegnato.

    lo faccio per autodifesa: gli originali rassegnati sono più a rischio di depressione...

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    @maurizio..

    ohhh quando parlo di banalità non mi riferivo a te come persona...questo è lontano dai miei pensieri...

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    UN AGGIORNAMENTO:

    dopo il maldestro tentativo della sedicente ministra per il turismo, le vittime giapponesi della truffa danno una ulteriore lezione di stile ai furbetti italiani:
    http://www.repubblica.it/2009/07/sezioni/cronaca/truffe-acqua/giapponesi-rifiutano-invito/giapponesi-rifiutano-invito.html

    link a questo commento 0 0
    #16

inserisci un commento