assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Vinix polls: getting better

inserito da
Vinix polls: getting better
I need your help for this Vinix poll.
I need to check if this platform has the chance to go somewhere or not under a sustainability point of view. Vinix is growing very fast and besides the costs of managing the platform and its development, we will soon need to pay employees to manage the huge flow of data and people and keep this an ordered place. I like a lot to work everyday to improve the platform and it gives me great satisfaction but, to this end - very directly, as usual - we need to focus how to get revenues.

So I thought to ask you some questions trying to improve existing services and understanding their potential weaknesses - with the aim of resolving them - and especially to meet requirements to which I and my tech staff did not answer yet. You can answer with a simple comment.

1) If you already have a Pro plan, do you believe that its cost in relation to services and benefits that brings to you is:

a) too high and don't think of renewing
b) too low compared to what it gives to me
c) correct but I would be willing to spend more if you offer me more
d) correct, but I would not spend more even if it will offer me more
e) correct, but I would it costs less
f) don't bother me, I wouldn't buy it anyway (why?)


2) If you do not have a Vinix pro plan, you did not why:

a) think that costs too much compared with what it offers
b) it features does not suit your needs (what are yours ?)
c) it costs so little that I think it can not rely too much
d) you did not understand fully what it offers but would like to deepen
e) if it would cost less, maybe I'll buy it (How much?)
f) don't bother me with the price, it doesn't matter (what does matter for you?)
g) usually I don't buy online services, it seems to me to pay for nothing
h) the available payment methods are not suitable for me


3) Let's consider the revolutionary Vinix Tags Advertising system, if you gave it a try:

a) you are an enthusiast supporter and you spend a lot of time recommending it to friends and colleagues
b) you believe it has been a worthwhile investment for you and you're thinking to use it again in the future
c) you believe it has been a worthwhile investment but do not think it any further (why?)
d) you feel it has been an useless investement (how much did you invested?)
s) you'd use it more if it were easier to use or someone would do the tags planning for you
f) should be improved (what exactly?)


4) About Vinix Tags Advertising, if you've never used this tool:

a) you think it does cost too much
b) you think it is useful but too difficult to use
c) you would use it if someone would do the planning for you
d) you prefer to be contacted for more information before buying
e) you have not yet had time to consider it but you thing you may use in the future
f) you have not yet had time to consider it but you're sure you'll not use it in the future
g) are not interested in any circumstances
h) lack essential functionality (which?)


5) Regarding Vinix serives, wich is the most interesting and useful for you (even more than one)?


6) Regarding Vinix services, do you think is there one of them that was not enough well explained (even more than one)?


7) Regarding the different content areas of Vinix, which is the most important to you (even more than one)?


8) What do you think is Vinix missing?


9) Regarding admin e-mails:

a) you think are useful and you like to receive them
b) you think are helpful and would like to receive more often
c) you think are helpful but would like to receive less
d) please, stop all those e-mails!


10) Regarding tech development of Vinix you are:

- Satisfied
- Quite happy
- Definitely not satisfied (why?)


11) Regarding your overall experience on Vinix:

a) Do you consider yourself extremely satisfied and you're a true supporter and you spend a lot of time engaging colleagues and friends
b) Do you feel quite happy
c) You're not satisfied (what's wrong?)


12) One thing I would like to tell Vinix:



Thank you for your time, it is precious for me and for all vinix users.
  • condividi su Facebook
  • 12683
  • 0
  • 0

#146 Commenti

  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Marò Filippo... Non è un sondaggio, è una tesina! Però un po' di sforzo dovremmo farlo, per rispondere almeno ad alcuni punti.

    Personalmente se non mi fossi impegnata per Vinix e per Terroir Vino in altro modo (tutti i video, persino in inglese) per promuovere il SN, avrei acquistato il piano PRO prima di tutto per avere una visibilità di un certo stile. Credo che il prezzo valga.
    Ma anche i video :-).

    TagAdv: ci vedo vantaggi per progetti mirati, non per il branding che su Vinix si acquisisce a suon di post e commenti e non di adv. Ma se voglio promuovere un'iniziativa o un evento di settore, lo trovo un buon canale diretto.

    Cosa mi piace di Vinix? Tu, Fil, in una parola.
    Naaaaaaaa nn è una sviolinata, fatemi spiegare.. Le cose le fanno le persone, un editore fa la differenza rispetto ad un altro. E per quanto anche tu sia lontano dalla santità ;-) trovo che la tua amministrazione di questa community ed i servizi che Vinix offre siano la migliore piattaforma-cervello di settore coi quali posso interagire.

    Cosa manca a Vinix? Insisto: maggiore spazio per i video. Da qui a pochi anni saranno non dico la "killer-application" ma avranno una sostanziale importanza nel webmktg per via delle interazioni Google-Youtube.

    Cosa voglio dire a Vinix: continuare. Anche ad interrogarsi e ad interrogare, come stai facendo qui.

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Gianpaolo Paglia

    Gianpaolo Paglia

    Ciao Fil, in effetti le domande che hai posto sono un po' impegnative, se accetti una risposta libera e sintetica ti dico il mio punto di vista.
    Tu hai bisogno di entrate per poter far funzionare il tutto, mi sembra logico, e quindi li chiedi agli utilizzatori della piattaforma, altrettanto logico. Ma quello che io ti chiedo, quanto pensi che valga per una azienda come la mia un investimento di 10, 100 o 1000 euro? O meglio, come pensi che potrei in qualche modo vedere rientrare quei soldi, possibilmente piu' di quanto ho investito, in un modo o nell'altro? Perche' anche la mia e' un azienda come la tua, quindi se spendo 1, 10, 1000, devo avere il ragionevole sospetto che qualcosa mi rientri per gli stessi ovvi motivi. Secondo me sei tu a dovermi convincere che questo sia possibile, altrimenti perche' spenedere i soldi?
    Detto questo, e spero che tu prenda cio' che sto per dire nel modo positivo che io lo intendo, se per continuare a mantenere in vita il servizio serve che mi iscriva al piano Pro, lo faccio volentieri perche' ti stimo, stimo quello che fai, e mi piace che questo spazio esista, ma non perche' sono convinto che mi porti un euro in piu' in azienda.
    Apprezzi il mio modo diretto di esprimermi, spero?

    link a questo commento 0 0
    #2
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Fil, come ti ho detto ti rspondo per esteso appena esco dalle curve, tra poco mi inizia il servizio in agriturismo. Comunque per iniziare ti dico che quanto ti ha elegantemente riassunto Gianpaolo al 2 è quanto ti vado dicendo da un bel pezzo.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Apprezzo molto i vostri contributi liberi e più schietti sono meglio è. Però rispondono solo ad una parte delle domande, l'ultima. Tutte le altre, che forse a voi paiono inutili, servono invece proprio a focalizzare dove ci sono criticità e quali esse siano ma non riguardano assolutamente solo i servizi a pagamento, riguardano anche le aree per voi più importanti (per esempio Ale mi segnala l'area Video.

    Leggendo bene il tuo commento Gianpaolo mi verrebbe da interpretarlo così: non sono interessato all'acquisto dei servizi che offri perché sono convinto non mi servirebbero a guadagnare nulla di più. Certo, detto da te ha per me un peso tutto particolare dal momento che sei uno dei produttori di vino più avanti tecnologicamente che io conosca ma è una considerazione così generica che non mi aiuta molto.

    Tu dici che io ti devo convincere.
    Potrei dirti che non è detto che uno debba acquistare un servizio solo per guadagnarci qualcosa, magari gli serve per fare qualcosa. Quando compri la carta igienica al supermercato, mica la compri con l'intento di aumentare il tuo fatturato, così come il gas per esempio. Ti serve per fare delle cose, e lo compri.

    E' questo il punto.
    Quelli che io cerco di progettare da anni sono servizi e piattaforme che servano a FARE QUALCOSA. Non necessariamente a guadagnare di più. Potrei dirti che il piano PRO ti presenterebbe meglio di un'azienda con un piano free (tutti i vantaggi sono indicati qui: http://www.vinix.it/registrazione.php), ma questo ha valenza proporzionale al valore che dai essere ben presentato qui. Poca, tanta, non ho idea, te lo sto chiedendo ma direi poca.

    Potrei dirti che il piano pro oggi ti consente di pubblicare un post in due lingue e farti automaticamente raggiungere una platea di visitatori esteri che forse con il tuo solo sito faticheresti di più a raggiungere. Potrei aggiungere che a breve potrai monitorare il tuo brand in oltre 30000 commenti, oltre che in tutti i contenuti di vinix con degli alert che ti avvisano quando qualcuno parla di te, una cosa con cui però di certo non guadagni soldi, forse però può rivelarsi UTILE.

    Potrei dirti tante altre cose che anzi ho detto nel tempo e spiegato (forse male). Ma capisci la differenza no ? Io non voglio convincere né te né nessuno perché sarebbe per me una sconfitta. Credo - almeno, a me capita così - che quando un servizio è utile o un luogo è per me prezioso lo acquisto da me, non c'è bisogno che qualcuno m'imbecchi. Se mi serve mi serve.

    Il problema se mai è che non sono forse riuscito a far percepire l'utilità di questi servizi o magari non ne hanno nessuna, mettiamo anche questa ipotesi sul piatto (anche se è contraddittoria con il modo di vivere la rete molto attivo che molti di voi hanno acquisito nel tempo).


    Toglimi una curiosità però.
    Il 6 novembre 2006 scrivevi "Filippo, ho deciso di passare al piano PRO": http://www.tigulliovino.it/blog/2006/11/vinix_costruiamolo_insieme.html#comment-7189

    cosa ti ha fatto poi desistere, quello che offre oggi è estremamente di più rispetto a quello che offriva allora ed il costo è rimasto invariato (per ora).

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento


    Aggiungo che sono un po' "addicted" per Vinix, quindi visto che ho un buco inizio a rispondere:

    1-livello di prezzo PRO: non so, non ho comparabili. Forse non capisco appieno quello che mi può offrire, forse non sono capace di sfruttarlo appieno, forse è unico. Probabilmente ci spenderei di più, ma devo capirlo meglio e capirne meglio la natura e quello che posso farci.
    3- rispondo decisamente e)-. Anche se relativamente alla formazione mi andrebbe una tantum e non costante, ma devo anch'esso capirlo meglio.
    5)-Il favorire il networking, nel senso più ampio del termine. Tutti i servizi lo implementano e lo rendono unico in quanto focalizzato sul settore.
    6)- vedi sopra
    7)- e 8)- ci voglio riflettere un attimo, poi torno
    9)- Molto soft, c'è talmente buon lavoro diretto che le comunicazioni admin scorrono veloci senza infastidire (insomma le leggi se ti frega di star qui proficuamente). Come tali van prese, anche se io mi riferisco non ai tuoi post in genere ma alle migliorie e comunicazioni relative al network per se.
    10)-ci penso meglio, ho qualche piccola cosa da dire
    11)- decisamente a)- con Vinix Live! di averlo dimostrato
    12)-ci torno dopo averci pensato

    Ciao
    t

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Ai produttori qui presenti, avete trovato agenti o distributori grazie a Vinix? Se si, come quantificate il valore aggiunto?

    Ai "Markettari" e comunicatori, avete trovato clienti tra i produttori?

    Alle enoteche, etichettatori, gadgettisti, e quant'altro, avete arricchito la vostra rete di relazioni professionali?

    In ultima analisi e per tutti, siamo cresciuti professionalmente?

    Quanto vale tutto ciò?

    Luk

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Gianni M. Lovato

    Gianni M. Lovato

    Seppure sia fra gli ultimi arrivati qui in carrozza, permettemi due parole.
    A mio parere valutando Vinix in termini strettamente monetari (return on investment) si rischia di deformare ciò che di meglio questo può offrire.
    Piuttosto che paragonare Vinix alla carta igienica, come fa il Boss Fil, io farei piuttosto il confronto fra il portare in giro il proprio laptop in una di quelle borse di carta che ti danno gratis ai grandi magazzini invece di comprare una bella attachè case (come si dice in italiano?), che, oltre ad essere molto più funzionale e versatile, fa anche una bella figura.
    Inoltre non si dovrebbero sottovalutare i positivi effetti sinerginistici causati dagli svariatissimi e molteplici punti di vista, valutazioni, opinioni ed idee su questo sito.
    Lo so Fil, ancora una volta sono troppo prolisso e non rispondo a nessuno dei punti del sondaggio. Ma tant'è.

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Luk hai ragione, non avevo inserito questo plusvalore: a me Vinix ha portato lavoro (come del resto altri sn che frequentavo prima in altri settori).
    I produttori che decidono di investire in comunicazione, su Vinix possono trovare e soprattutto conoscere approfonditamente i potenziali collaboratori prima di contattarli. Non è lo stesso che andare in una web agency a farsi fare un preventivo.

    Aggiungo che oltre me anche altri comunicatori qui iscritti, non di rado hanno dato visibilità ai produttori anche non clienti, negli eventi che li vedono radunati.

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @Luk
    Eh eh, questo io lo do sempre per scontato ma sbagliando. Risponderei a tutte le tue domande un bel "si" pieno. Lo so per certo, lo vedo ogni giorno, tutti hanno guadagnato nel breve o lungo periodo da Vinix ed è bene così. Però, dal momento che su queste continue conversioni non c'è ancora il modo di condividere i profitti, è sul servizio aggiunto a chi converte che io devo puntare. Io penso che tutti coloro che si spendono molto su Vinix e che hanno ottenuto ed ottengono molti dei loro ultimi lavori o relazioni tramite vinix, avrebbero solo da guadagnare sfruttando appieno i servizi messi a disposizione. E' proprio sull'utilità che voglio battere, il ritorno secondo me viene dopo.

    @Tom
    Grazie per il feedback, aspetto eventuali ulteriori integrazioni.

    @Gianni
    Sono molto d'accordo su quanto scrivi e penso che per esempio una presentazione più dettagliata e completa per chi qui investe tempo sarebbe solo un plusvalore - ma è solo una delle cose -. Ho appena inserito la versione inglese del post, vedi un po' se ho scritto baggianate. :-)

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Gianni M. Lovato

    Gianni M. Lovato

    Fil: nessun errore terribile visto su versione Inglese, ma leggere e scrivere su iPod e' arduo. Inviero' proposte per lievi modifiche da Chatham lunedi' pommmerriggio - accidenti ai polpastrelli grossi!!!

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    120 euro, stiamo parlando di 120 euro!!!!
    cazzo ragazzi, poi ci compriamo telefoni da 800 euro per fare i fighi!
    Io sono cresciuto molto con vinix e con me è cresciuta la mia azienda.
    Presto userò il vta e credo che se il piano pro costasse 200 euro lo farei comunque.
    Smettiamola di fare gli gnorri e cominciamo a non usare vinix a sbaffo!
    ecco l'ho detto.
    Buona domenica
    Luca

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ehm :-) Grazie Luca per il tuo dichiarato supporto ma non è questo tipo di sostegno che sto cercando, cioè, famolo per dare una mano o essere solidali. Vorrei veramente puntare sull'utilità di alcuni servizi e capire se il valore (di utilità appunto) che gli do io è sovrastimato oppure effettivamente siete voi che non lo capite o non lo percepite come tale.

    Prendiamone uno facile per fare un esempio.
    Il fatto di poter scrivere in due lingue, salvare e lasciare a vinix la visualizzazione e la notifica a tutti proprio contatti in italiano o in inglese è o non è un servizio utile per un'azienda che guarda all'estero ? Facebook lo fa ?

    Prendiamone un altro facile facile.
    Il fatto di poter ricevere notifiche quando qualcuno parla di noi, anche solo nei commenti, è o non è un servizio utile per monitorare quello che si dice di me senza dover seguire costantemente tutto perchè Vinix pensa a tutto lui ? Facebook lo fa ?

    Sto cercando di metterla più sul concreto possibile perché è di concretezza che penso ci sia bisogno più che altro.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Grande Luca :-) o invece appoggio in pieno cio' che hai detto. Ai telefonini ci ho pensato ma non ho avuto la faccia di dirlo io. Se i produttori qui cercano ROI ma nn si rendono conto di quanto hanno avuto sinora, aggratis, di ritorno quanto a visibilita', vuol dire che ancora dobbiamo lavorare parecchio inter-nos. Well, la faccenda non mi spaventa.

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ale per appoggiare Luca dovresti, come minimo, avere un piano Pro. No ? :-)

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Fil caro, credo di averlo gia', in un certo senso, dato il tanto lavoro che ho fatto per promuovere Vinix e Terroir Vino negli ultimi 12 mesi. E ora non farmi dire che per i video "Vinix Unplugged" e le 2 versioni in ita ed english che ho fatto per Terroir vino 2009, più i 4 video su Terroir Vino 2008 ed altre varie ed eventuali, al piano PRO avrei quasi diritto
    "Non farmi dire"? Ma ormai l'ho detto :-)

    Battute a parte, non l'ho mai preteso e lo sai. Però che altro volevi che ti rispondessi?

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ale, non pretendere e poi rinfacciare non è una bella mossa. Del resto io sono sempre stato molto chiaro con te circa le mie possibilità e ti ho dato quel che potevo, mi pare inelegante ricordare qui cosa.

    Torniamo al tema che è quello che qui interessa.
    Io credo che quel lavoro, del quale ti sono ovviamente riconoscente, sia servito anche e soprattutto a te e proprio in funzione dell'impegno che investi su Vinix troverei UTILE poter avere sotto controllo le statistiche delle visualizzazioni dei miei video (una delle feature del piano pro). Sto sempre cercando di capire, come vedi, se quello che secondo me è utile lo è anche per voi oppure no perché è questo il tema, se quello che c'è non serve o non è utile, cosa lo sarebbe così lo facciamo ?


    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #16
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Fil, come ripeto: me l'hai levata di bocca quella risposta. Mai rinfacciato e soprattutto è importante che si capisca PERCHE' ho fatto quei video: perche' da Vinix (come da altre community in the past) ho avuto molto, cultura innanzitutto e poi relazioni.

    E' un buon motivo per cercare, con la mia attività, di segnalarlo ad altri. E poi perche' proprio non riesco a *prendere* e basta, amo ricambiare, così dormo tranquilla.

    link a questo commento 0 0
    #17
  • Gianpaolo Paglia

    Gianpaolo Paglia

    @Filippo. Contesto il tuo punto di vista (l'esempio della carta igienica). Una cosa e' una spesa personale, ed una cosa e' una spesa aziendale. Se da una parte personalmente posso decidere di fare il piano PRO (mi ero dimenticato, dimmi dove devo firmare e se accetti paypal lo facciamo da subito) per i motivi che ho detto, se faccio una spesa per l'azienda essa deve avere una utilita' per le finalita' aziendali, ed in ultima analisi per fare un profitto, perche' e' cosi' che le cose funzionano e senza quello le aziende chiudono, d'altra parte sei proprio tu qui in questo post a ricordarcelo.
    Scusa, ma mi pare proprio di non capirti quando dici: "E' questo il punto.Quelli che io cerco di progettare da anni sono servizi e piattaforme che servano a FARE QUALCOSA. Non necessariamente a guadagnare di più." Ma un azienda non basta che una cosa serva a fare qualcosa, questa cosa deve generare un beneficio per l'azienda, se no l'azienda fa bene a non farla perche nel momento che spende tempo e denaro a fare "qualcosa" significa che non sta facendo altre cose piu' sostanziali, e che invece magari un concorrente sta facendo.
    Secondo me sbagli anche quando dici che non vuoi convincere nessuno a comprare un servizio. E perche' mai, visto che questo fai di lavoro e che, come ci ricordi, servono le entrate?
    Se pensi che il tuo servizio sia di utilita' alle aziende come la mia, e, come nel mio caso le aziende stesse non sembrano averlo capito, forse sei tu che devi comunicarlo meglio, e non le aziende che lo devono capire meglio. Sei tu che vendi, sei tu a doverti sforzare di spiegare perche' si dovrebbe comprare. E' cosi' che funziona, come ognuno che vende cose o servizi, inlcuso me, sa bene.
    Forse e' meglio che rivedi un momento questi due punti, perche' credo che siano fondamentali per qualunque azienda, probabilmente anche la tua, per me di sicuro.
    Comunque, come dicevo, avanti col piano pro, fammelo fare nel modo piu' semplice possibile e lo facciamo immediatamente (paypal please).

    link a questo commento 0 0
    #18
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    ciao fil,
    serve non serve? ho deciso di frequentare vinix per condividere, quando posso, la mia passione con amici virtuali. poi molti li ho conosciuti di persona. ho conosciuto te e ho apprezzato quello che fai e come lo fai (tigulliovino e genova oltre vinix).

    non ho mai fatto un bilancio e non uso il network quanto dovrei (questo sono convinto sia anche il tuo parere). ho deciso di aderire e rinnovare il piano pro perchè capisco il tuo sforzo e nella vita non si può solo prendere, così mi hanno insegnato.

    non nego l'utilità che può essere ricavata da vinix ma come ti dicevo e forse anche un po ingenuamente non mi sono neanche troppo soffermetato su questo punto.

    partecipo su vinix in maniera molto soft e mi ci dedico il giusto ritagliando scampoli nella mia vita privata tra molti altri interessi.

    ben venga se poi col tempo potesse diventare anche utile, ma non ne faccio una questione prioritaria.

    scusa se non ho risposto in maniera sistematica anzi direi naif alle tue domande ma l'ho fatto cmq con piacere. mi piacerebbe molto anzi approfondire di persona magari davanti un bel bicchiere se un giorno capiterà (a questo prposito passami a trovare mi farebbe piacere).

    un abbraccio vincenzo e ancora grazie di tutto

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @Gianpaolo
    Figurati se dopo che ci abbiamo girato attorno ti faccio pagare per una cosa che non volevi e che ti sei ricordato di volere perché io te l'ho ricordato, sarebbe una cosa paradossale dai. Facciamo che il piano pro te lo regalo per un anno, poi si vedrà.

    Torniamo alle cose serie.
    Insisto sul mio punto e cerco però di convincerti. Dunque la carta igienica no, è troppo personale. Ok, hai ragione, volevo dare un segnale. Parliamo allora per esempio di monitoraggio delle conversazioni sulla tua azienda all'interno di questa piattaforma? E' una cosa che può essere utile per te un servizio di tale tipo ? Non c'è ancora per i commenti ma a breve i piani pro ne potranno beneficiare. Attenzione, è un servizio che potrebbe non portarti alcun beneficio economico ma che potrebbe per esempio permetterti di entrare in una discussione che magari non avresti mai visto e che ti riguarda, sia essa in positivo o in negativo, grazie ad un alert tecnologico molto attento che si prende cura di te. E' un servizio utile per la tua azienda questo ? Ha un valore ? Seguendo il tuo criterio di beneficio economico o profitto direi di no. Se parliamo di vantaggio competitivo rispetto alle aziende che si lasciano le conversazioni che le riguardano alle spalle forse invece si, ma sei tu che devi ragionare su questi aspetti di opportunità. Io mi limito a presentarteli.

    La differenza tra cercare di vendere qualcosa e offrire un servizio a qualcuno che lo cerca e ne ha bisogno è sottile ma sostanziale a me piace più andare in questa seconda direzione che verso quella del venditore di folletto porta a porta

    Lasciando per un attimo stare tutti i vantaggi più eclatanti di un servizio come il piano pro (ma il sondaggio parla di molto altro). Un altro esempio recente: il fatto di poter pubblicare i contenuti in doppia lingua e il sistema li smista da sé notificandoli nella lingua corretta i destinatari oltre che raggiungere destinatari esteri anche non registrati alla piattaforma che transitino sulla home o ti aggiungano ai loro contatti, è un servizio utile per un'azienda che si affaccia all'estero oppure no ? Può portare un vantaggio economico ? Questo forse di più ma in termini di relazioni e quindi pur sempre in via mediata e indiretta.

    Ci sta invece tutta la critica che io non abbia saputo spiegare le cose come si deve (non che non ne abbia parlato) e qui sono pronto ad ascoltare i vostri suggerimenti per spiegarmi meglio perché sinceramente non saprei come farlo.

    Ancora grazie mille per il vostro tempo in questo confronto.


    Fil.

    link a questo commento 0 0
    #20
  • Gianpaolo Paglia

    Gianpaolo Paglia

    @Filippo. Scusa ma allora facciamo a rincorrerci. Io il piano te lo voglio pagare, perche' ho stima personale e perche' alla fine si, riconosco che qualcosa ti devo se voglio che il servizio continui a funzionare, e lo voglio, per cui ti prego, e non ci torniamo su, addebitamelo e fammelo pagare da subito. Me lo fai questo piacere, grazie?
    Il punto, ritornando a quello, che per monitorare le conversazioni in modo automatico come sai ci sono anche altri strumenti gratuiti, che non si limitano solo a Vinix, com'e' ovvio. E certo che mi interessa, ma gia' lo faccio, non so se questi motori raggiungano anche vinix o se siano efficenti, ma il fatto e' che ho un feed reader che riceve i feeds su ogni post nuovo su Vinix e comunque ogni giorno ci do' un occhiata personalmente, quindi non ho veramente bisogno di un altro strumento. Lo stesso succede per facebook, twitter, e in genere per la maggior parte dei blogs. In piu', basta googlare di tanto in tanto e cercarsi.
    Per quanto riguarda il punto del come vendersi, beh e' una tua scelta, alla fine resta da vedere quello che paga. Certo e' che se aspetto che mi cercano per vendere il vino, farei il 10% del fatturato che faccio e ormai non ci sarei piu'. Se hai qualcosa che vale da vendere la rete ti aiuta, ed e' piu' che lecito farlo sapere e attirare l'attenzione. Senza questo non starei qui a conversare e non avrei un mio blog.

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Forse tu hai stima di me *anche* (non solo ma anche) perché non ho mai provato direttamente a venderti niente. Io lavoro così. Eccetto con VinoClic dove spingo per un gruppo ma dove il mio intervento è sempre molto soft, mai alla "folletto" per intenderci.

    Il fatto che si possa mosempre questi servizi hanno grande accuratezza o una tempistica perfetta ma soprattutto non so quale sia il valore del monitoraggio associato ai commenti che qui si offre e che nessuna piattaforma offre al suo interno.

    Ovvio, stiamo parlando di vinix, non di un servizio globale.
    Io ragiono sempre in ottica molto vinix-centrica nel senso che spero che questo posto diventi talmente imprescindibile per il nostro settore che uno debba prima sapere cosa si dice di lui qui che altrove comunque bisognerebbe vedere, come ti dicevo, qual è il livello di accuratezza della risposta, la qualità degli alert, ecc.

    Ci stiamo lavorando anche in queste ore.


    Fil.

    link a questo commento 0 0
    #22
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Ciao Fil,
    c'è secondo me un punto che leggo tra le righe e che non capisco. Vinix, per appunto la cura, l'attenzione e l'investimento di tempo di Fil e del suo Team è una realta secondo me unica in questo mondo. Lo é ancora di più perche prenderne parte ti rende davvero parte di un club esclusivo, una sorta di think thank che non ha come obiettivo diretto il profitto, ma ha come risultato il fornire a tutta la comunita un contributo strategico proporzionale all'impegno che ciascuno pone in essa.
    Un network di altissimo livello dove puoi selezionare nel tempo con chi parlare e verificare se quello che dici viene raccolto o ci sono cose, qui dentro, che non vanno come vorresti. No torna sui ricavi di oggi, e non è nemmeno un'attivita tattica, é semmai strategica e di lungo respiro. Non credo che ciascuno possa logicamente investirci "molto" in valore, ma sicuramente credo valga quanto partecipare ad una manifestazione di vino, a tendere, non subito.
    Quanto ci vorr perchè questo sia più chiaro ai più? Credo che oggi ci sia troppa Italia e poco mondo, io sono stato tra quelli che ha spinto di più per la traduzione estera e credo che oggi Fil dovresti pensare ad investire per internazionalizzare Vinix.

    Ps sto ancora pensando a che dirti, ma ne ho approfittato x anticipare qualche cosa.

    Chiedo a Gianpaolo, che lavoro molto con l'estero, se esiste un Vinix "internazionale".

    link a questo commento 0 0
    #23
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Le migliorie fatte per la sezione lingue, che sei stato tra i pochi a sfruttare al momento, mi pare vadano in questa direzione. Avevo chiesto tempo fa se qualcuno fosse interessato ad un servizio di traduzione on demand degli articoli ma la proposta mi era sembrata cadere un po' nel vuoto, altro che si potrebbe fare in questa direzione ? Tieni presente che pur lavorandoci costantemente coinvolgere produttori di contenuti dall'estero non è semplicissimo. Io sto facendo la mia parte, traducendo pezzo a pezzo tutti i nuovi miei post qui e piano piano anche i vecchi. Ho appena finito di tradurre tutta la parte help in inglese (grazie a Gianni Lovato per la supervisione della mia traduzione), sicuramente altro si può fare.

    Certo, con una bella campagna all'estero, un po' di sponsorizzazioni su alcuni blog internazionali di successo un po' farebbero ma come detto, occorrono risorse e quindi tempo e pazienza :-)

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #24
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    io vorrei avere la possibilità di pagare qualcuno per le traduzioni, vedi il buon Gianni Lovato
    Luca

    link a questo commento 0 0
    #25
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    io che son poco tecnologica vorrei sapere a che servono tutte le cose che propone vinix nel piano pro: tipo i feed back i rrs e ste cose qua. se volete spiegarmelo in maniera semplice ne sarei contenta, va bene anche via mail per non intasare i commenti qua. dopo dirò la mia anche io :-)

    link a questo commento 0 0
    #26
  • Fabio Ingrosso

    Fabio Ingrosso

    Filippo, ecco il mio feedback, volentieri e sincero ;)

    2.a) ritieni che costi troppo rispetto a quello che offre

    4.f) non hai ancora avuto il tempo di considerarlo ma pensi di non usarlo in futuro. Perchè? Non percepisco ancora Vinix come un'opportunità di business.

    7) Scrivere post

    9.a)

    10) Poco soddisfatto. Avendo a che fare con social network generalisti come Facebook e di nicchia come Snooth, ... Vinix manca di design e di diverse funzionalità.

    link a questo commento 0 0
    #27
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Vinix come facebook? Naaaaaa. IMHO.

    link a questo commento 0 0
    #28
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    vinix come facebook no per favore. questo tecnologicamente riesco a capirlo

    link a questo commento 0 0
    #29
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    1. C
    4. E
    5. Il servizio migliore che da Vinix si chiama Filippo Ronco
    6. Il problema è che anche volendo il tempo che noi dedichiamo al social networking è già molto e non si può arrivare dappertutto, io leggo velocemente tutto e mi soffermo solo su ciò che in quel dato momento può essermi utile.
    7. Blog
    8. Un ecommerce direttamente collegato / collegabile alle recensioni dei vini
    9. Dov'è finita la newsletter ? :-)
    10. Soddisfatto perchè è sempre in evoluzione
    11. a
    12. Fammi caricare le foto in maniera massiva Fil, poi prometto che i Tags li metto una per una :-))

    Sono stato sintetico, lo so, per il resto sono qui

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #30
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Grazie per i vostri nuovi feedback.

    @Luca
    Il servizio è già a disposizione.
    Se vuoi scrivimi con un'indicazione su quanti post vorresti tradurre e ti mando tutti i dettagli.

    @Carolina
    Al momento il piano pro offre questi vantaggi:

    a) primi nei risultati delle ricerche di vinix rispetto ai piani free per parola chiave (es. nome vino, vitigno, tipo di cucina, accessori o servizi venduti, aziende rappresentate, ecc.), per nome, stato, regione, provincia e città.

    b) primi rispetto ai piani free anche nei risultati degli annunci commerciali

    c) statistiche personali sulle letture e i commenti dei tuoi contenuti, visitatori più fedeli, contenuti più visitati e più commentati, ecc.

    d) profilo aziendale dettagliato su vinix con foto, dati aggiuntivi e descrizione ampia (che consente di essere trovati anche per parole chiave inserite nel profilo)

    e) switch doppia lingua automatizzato (viene mostrato il profilo in italiano ad utenti di vinix italiani e il profilo in inglese (se compilato) a utenti di vinix inglesi)

    f) possibilità di pubblicazione dei contenuti in doppia lingua e relativa visualizzazione del contenuto nella lingua corretta in base alla lingua del visitatore, in automatico

    g) strumenti avanzati di monitoraggio dei contenuti con I-Vinix, per la ricerca di cosa si dice di te o il monitoraggio dei tuoi argomenti preferiti *anche* all'interno dei commenti (in via di attivazione)

    h) migliore indicizzazione del tuo profilo su Google

    i) possibilità di escludere la visualizzazione della pubblicità tabellare dalle preferenze

    Quale di questi non ti è chiaro ?
    I feed rss che citi sono per tutti e sono spiegati qui:
    http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=116

    Se hai domande, falle qui così le risposte servono a tutti e non solo a te.


    @Fabio
    Per la grafica sono d'accordo con te, si potrebbe fare molto di più. E' che le poche risorse che ho a disposizione, le metto tutte nello sviluppo tecnologico (che forse non conosci a fondo in tutte le sue sfaccettature considerato che non stai moltissimo qui, o forse si) lasciando a momenti migliori il completo restyling di vinix che è già scritto e dettagliato sulla carta ma per il quale non ho fondi in questo momento.

    Con riferimento al tuo paragone con Snooth che però mi pare una cosa molto diversa come oggetto, tools e contenuti (vendita e scoring di vini online), quali funzionalità pensi che manchino a Vinix? (Molte sono comunque in costante integrazione).

    @Paolo
    Nell'ottica della scarsità di tempo, come vedresti questo nuovo servizio in via di attivazione che ti avvisa con degli alert quando qualcuno parla di te o che ti consentisse di riassumere tutto quello che dicono e scrivono i tuoi amici su vinix in una pagina ?

    @Per le foto, è una miglioria in programma ma purtroppo sto lavorando a cose di più ampio respiro adesso con una valenza strategia maggiore. Si farà comunque, si farà.


    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #31
  • Andrea Petrini @ Percorsi di Vino wine blog

    Filippo fossi in te farei pagare gli annunci che spesso vengono messi da persone/cantine che alla fine sono su vinix solo per pubblicità e null'altro. Se vogliono utilizzare questo spazio, visto da centinaia di persone, per promuovere la loro attività allora devono pagare così come fanno in tutti gli altri siti.
    Per il resto, ma questo non è colpa tua, vorrei che ci fosse più partecipazione da parte dei soliti "ignoti".

    link a questo commento 0 0
    #32
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Fil, ci ho pensato, ecco quello che mi è emerso sinora (Mi riservo integrazioni :-)):

    7)- il mio ego mi dice l'area Blog, le statistiche melo confermano, ma non da sola: fa coppia con l'opportunità di avere un Profilo esteso che dia modo agli interessati di capire meglio chi sono. Devo dire che leggendo i numeri di un anno le mie statistiche di Vinix sono davvero sensazionali, mi hanno stupito, leggendo i commenti qui credo che il network sia molto sottostimato al momento. Mi sorge una domanda, cui forse solo Fil (come admin cioè che vede tutto) può rispondere: in base ai contenuti delle singole categorie come sono le visualizzazioni globali? Voglio dire, i contenuti con + contenuti hanno più visualizzazioni e commenti (quindi generano maggiore interazione) oppure l'interazione non segue quella logica?

    8)- Interventi di quelli che "pesano". Secondo me Vinix e te, Fil, siete molto ben conosciuti ma oggi c'è un po' di carenza di interventi di quelli che, come dire "si tirano dietro tanta gente". Non tanto perché siano essenziali, quanto perché solo con certi si riesce a godere di un'autorevolezza sul mercato. Io, nel vino, l'ho imparato sulla mia pelle, anche nelle discussioni che abbiamo fatto insieme: o fai un vino che ti fa davvero stupire, o hai prezzi stracciati, oppure sei condannato (per quanto lavori bene e ami il tuo territorio) a competere fra tanti e quindi devi studiarti la tua strada per emergere e guadagnarti il tuo posto. Certo, capisco che il tuo approccio, schietto, che promuove solo chi se lo merita, faccia spesso a cazzotti con la realtà dei grandi numeri, spesso quindi di quelli che pesano, quella dove si cerca con gli investimenti (e non, attenzione, solamente concentrandosi sui prodotti) di aumentare la propria visibilità, dimensione e quindi - ovvio - attraverso le vendite. A me pare che Tu con Vinix faccia esattamente così, in linea con la tua filosofia crei un servizio di altissima gamma, unico e molto ben fatto, per contro complesso, con funzionalità spesso non pienamente comprese, con un suo carattere che non si ammorbidisce alle "esigenze di mercato". Un po' un cane che si morde la coda, che nel vino è pure amplificato e risponde alla domanda: bello, ma perché nessun concorrente lo usa?

    10)- Abbastanza soddisfatto: ci sono piccolezze che modificherei, es mi piacerebbe (ovviamente pagando di + il piano pro)
    -poter interagire anche via mail, stile Word Press o altri SN per rendere meno macchinosa l'iterazione in movimento,
    -inserire dei commenti qualitativi (es. mi piace) ovvero favorire discussioni / altri contenuti

    12)- Dovresti puntare un po' di più a crescere, ad uscire dai circoli attuali facendo visibilità su estero. Mi piacerebbe avere un piano PRO con diversi livelli e prezzi e con diverse funzionalità: es. pago di + e prendo nel pacchetto sono esempi e possono essere combinate come alternative a piacere- (i) visibilità all'estero, nelle forme da discutere variamente, traduzione post o altro, (ii) assistenza per l'uso di VTA, (iii) una chiacchierata con l'azienda per farle capire meglio quali potenzialità offre Vinix e come questo strumento potrebbe inserirsi meglio all'interno dei suoi strumenti (iv) accedere ad una lista di professionisti filtrata da un panel, tale da avere un livello qualitativo minimo certo. Insomma pagare di più ma avere più consulenza nell'uso, per capire meglio come investire e cosa aspettarmi dall'investimento.

    @27: Spiegati meglio Fabio, quali funzionalità mancano?

    My (first) two cents
    Tom

    link a questo commento 0 0
    #33
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    @ Fil,
    mi era sfuggito e ovviamente lo vedrei strabene

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #34
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    domanda: quindi per essere sfruttato a pieno il piano pro, necessita anche di una frequentazione frequente per rispondere a post, domande, annunci ecc? voce del verbo se son collegata ed attiva ho una possibilità in più di "essere vista"? (scusate le ripetizioni e la mia web ignoranza)

    link a questo commento 0 0
    #35
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    A mio avviso ho trovato , come sempre, molto pratiche e dirette le risposte di Gianpaolo Paglia, una azienda deve valutare con i piedi ben saldi a terra gli utili che ogni investimento potrà portare in cassa , cosi' come la partecipazione al Vinitaly ed ad ogni altra manifestazione di settore, degustazioni ecc. !
    C'è anche un'altra considerazione da fare : internet da quando è nato è GRATUITO, tutto è gratuito e tutto è dovuto, cosi' ne risentono i giornali cartacei, le riviste, le Guide ecc.
    Ultima considerazione personale, da quando esiste Facebook, frequento molto meno Vinix ed altri blog analoghi, su facebook trovi tutto e tutti , ed è piu' immediato....finchè è gratuito, perchè circolano già indiscrezioni che a breve sarà a pagamento.
    Ogni servizio, vetrina, pubblicità ecc. a mio avviso deve essere pagata, perchè nessuno lavora o può lavorare gratuitamente, facciamocene una ragione.
    A mio avviso anche Vinix dovrebbe essere a pagamento :
    un abbonamento ridotto per gli appassionati;
    un abbonamento leggermente piu' consistente per le aziende, addetti ai lavori ecc.
    Le spese ci sono eccome....ed allora come possiamo pretendere che ci siano persone che lavorarano per beneficenza ??

    link a questo commento 0 0
    #36
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    @ Roberto: la misura "a pagamento per tutti" non funzionerebbe a mio avviso, o almeno ridurrebbe a poche centinaia gli utenti. E cosi' il SN perde identità ed anche valore. Non c'è un'altra Vinix gratis, ma ci sono alternative, per parlare tra noi di vino e per farsi conoscere.
    Certo che se il costo fosse 10 euro l'anno (pseudofree) e tutti e cinquemila e passa vinixiani lo sottoscrivessero, per Fil non sarebbe male. Ma non so quanto sia proponibile.

    link a questo commento 0 0
    #37
  • Andrea Petrini @ Percorsi di Vino wine blog

    beh se pagassimo 5 euro almeno chi si iscrive (spero) sia più attivo

    link a questo commento 0 0
    #38
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    vinix a pagamento è una cosa improponibile secondo me.
    secondo me bisogna creare più gap tra free e pro.

    link a questo commento 0 0
    #39
  • Giuliano Abate

    Giuliano Abate

    Quante cose!
    Ok, mi prendo un attimo e provo a risponedere ai vari punti!
    Intanto: certo la differenza tra i due piani non è ancora abbastanza percepita e le aziende, forse, non hanno ancora ben chiaro il potenziale del piano Pro ma il paragone con Facciadalibro no, vi prego!
    Certo se le donazioni entrassero maggiormente nel "è cosa buona e giusta" i problemi sarebbero minori: a questo proposito una forma alternativa a quelle attuali, che incoraggiasse, appunto, i micro-pagamenti potrebbe dare qualche risultato; a volte la pigrizia gioca un ruolo fondamentale...
    Per il resto...dammi tempo...
    Ciao
    Giuliano

    link a questo commento 0 0
    #40
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    @37-38-39
    A pagamento può essere anche solo 10 euro simbolici per i privati , ed ecco che allora anche il piano per le aziende potrebbe ridursi di conseguenza intorno ai 50/60 euro....
    Opinione personale, ma sono consapevole che :
    IN INTERNET TUTTO DEVE ESSERE GRATUITO ,
    ma dove sta scritto ??
    Se invece ogni cosa avesse il suo costo, anche minimo, a mio avviso sarebbe piu' corretto e funzionale. Ma Voi trovate molte cose " a gratissss " : io no !!
    Ciao

    link a questo commento 0 0
    #41
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Giuliano..."facciadalibro" mi mancava ;-)

    link a questo commento 0 0
    #42
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Grazie a tutti, continuo appassionatamente a seguirvi.
    Andiamo con ordine.

    @Tom
    Proviamo a fare due considerazioni sull'uso delle varie aree a partire da qualche dato molto approssimativo:

    Video (1026) - % del totale del sito: 4,98%
    Annunci (420) - % del totale del sito: 5,98%
    Foto (12449) - % del totale del sito: 16,76%
    Degustazioni (1522) - % del totale del sito: 5,60%
    Recensioni (644) - % del totale del sito: 6,89%
    Blog (2779) - % del totale del sito: 19,36%

    Altre aree:
    Tag - % del totale del sito: 3,57%
    I-vinix - % del totale del sito: 0,95%
    Statistiche - % del totale del sito: 0,07%
    Map - % del totale del sito: 0,03%
    Help - % del totale del sito: 0,12%

    Pare chiaro come l'area in assoluto con la miglior produzione di traffico rispetto alla quantità di singoli contenuti inseriti sia l'area blog, immediatamente seguita dall'area recensioni e degustazioni. Colpisce l'importanza nel traffico delle rece ristoranti considerato il basso numero di recensioni al momento presenti, segno che c'è sempre molta più attenzione per il cibo che per il vino online e questa è una tendenza che vi posso confermare, da sempre è così.

    Poi è chiaro che l'area foto porta molto traffico ma la "redditività" dell'area è meno interessante per es. dell'area post o dell'area degustazioni. Questo dovrebbe far riflettere sull'uso della piattaforma. Se un produttore di vino o un agente recensiscono il vino di un altro o il ristorante di un amico, fanno un favore a sé stessi prima di tutto perché portano traffico qualificato verso di loro indirettamente. L'area blog resta la regina indiscussa sia quanto a traffico che quanto a "redditività" nel rapporto tra quantità di contenuti e traffico generato. Segno che si, per rispondere a Carolina, più partecipi, più sei visibile, più ti converrebbe investire nei servizi a pagamento. Meno partecipi, meno è utile, senz'altro.

    Circa la questione "personaggi illustri" non mi preoccupa più di tanto. L'importante è mantenere alto il livello qui, se non son sole arriveranno. Quello che mi piace di questo posto è la quantità di genuinità e non costruzione artefatta che siamo in grado di generare e per me è un valore grande.

    Per l'idea del vinix pro "frazionabil" non hai detto una cazzata. Ci si può pensare.

    @Un po' tutti
    Vinix a pagamento è improponibile anche secondo me, è un discorso lungo.

    @Giuliano
    Sulla volontà di incoraggiare i micropagamenti sto lavorando ad un progettino più ambizioso del quale per ora non voglio svelarvi nulla ma che conto di pubblicare - spero - entro la fine di novembre. Diciamo che ci sarà un bel po' di movimento nuovo e sia pur non riguardando gli oggetti e i prodotti, consentirà di creare un giro di denaro per alcuni. Un primo passo verso la fornitura di servizi per il pagamento diretto su cui voglio puntare molto per il futuro.

    @Su Facebook.
    Penso che sia come paragonare terroirvino a vinitaly. Impossibile. Due pianeti e due livelli di cura del singolo completamente diversi. logicamente anche nei possibili ritorni o visibilità.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #43
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ah, ravviso con tristezza che siamo sempre e inesorabilmente gli stessi il che rende la discussione utile comunque ma meno di quello che potrebbe essere.

    link a questo commento 0 0
    #44
  • Essepi Wine Services

    Essepi Wine Services

    Ciao tutti,
    Vorrei anticipare che io ho un piano free perché per il momento mi basta. Ho iniziato da poco l'attività e non fondi da investire su un piano pro, ecc. Mi piacerebbe in un futuro farlo. Comunque sono d'accordo con il fatto che forse la soluzione sarebbe creare più gap tra il free e il pro. La differenza tra i ude non si nota né si vede, nel senso che io sono talmente soddisfatta del piano free che non vedo il vantaggio di passare al pro.
    Ora ti do le risposte:
    2. d
    4. e
    5. Blog - Trova contatti
    6. Servizio Pro
    7. Trova contatti - Annunci - Blog
    8. Non lo so ancora
    9. a
    10. Soddisfatta
    11. a
    Quello che ho da dire a Vinix è grazie, ho trovato clienti grazie a Vinix, ho incrementato il mio lavoro e arricchito la mia professionalità grazie anche alla comunità. Se avessi più tempo lo dedicherei ai blog.
    Spero di essere stata chiara, anche se sintetica.
    No come Facebook! Per carità! Ho abbandonato quello per dedicarmi a Vinix!
    Ciao a tutti.
    Sandra

    link a questo commento 0 0
    #45
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Cara Sandra, grazie infinite per il tuo tempo.
    E' esattamente quello che mi serviva, semplice e sintetico per tirare le somme su alcuni aspetti anche se sono utilissime anche le discussioni aperte di cui sopra, queste risposte come la tua mi servono a fare un po' di statistica. Un minimo, certo.

    Sapere che hai abbandonato fb per vinix non mi stupisce più di tanto, facebook va bene se ti fai seguire da un'agenzia con un piano strategico ben definito ed è comunque soggetto ad un gran casino e rumore di fondo, qui il casino e il rumore di fondo si cerca di contenerlo al minimo. Nel contempo la cosa mi da speranza e mi sprona sulla strada battuta. Il fatto che tu abbia trovato clienti e incremetato il tuo lavoro conferma quello che diceva Luk, tra i primi commenti.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #46
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @46: Beh, Fil io tra un po anche grazie a Vinix realizzerò un progetto con al centro il mio territorio che ho in testa da più di dieci anni....

    link a questo commento 0 0
    #47
  • Fabio Ingrosso

    Fabio Ingrosso

    Beh, interessante comunque questa discussione. Fare Vinix a pagamento neanche a parlarne, Filippo lo sa. Fare una netta differenza tra account free e pro si può fare, ma le opportunità che potrebbe garantirmi l'account pro dovrebbero essere valide e tali da giustificare una spesa annuale (qualunque essa sia). Secondo me, tuttavia, il centro del discorso su Vinix dovrebbe essere questo: quale è il suo obiettivo? Che gente vuoi che si scriva qui? Appassionati di vino? Media? Produttori? Più nella nicchia vai, secondo me, meglio è. Altrimenti si crea confusione e impossibilità di monetizzare.

    link a questo commento 0 0
    #48
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @48: Fabio, tu che su internet ci campi, o meglio così mi è parso di capire, e che scrivi su tt in inglese, secondo te l'Italia è un paese che può recepire il lavoro di Filippo e investire su di esso? Non riesco a monitorare la diffusione del marchio in Italia, ma a giudicare dalla fatica con cui si interagisce qui coi produttori....lascio a te la parola!

    link a questo commento 0 0
    #49
  • Fabio Ingrosso

    Fabio Ingrosso

    @Tomaso: "Non riesco a monitorare la diffusione del marchio in Italia": quale marchio? Vinix?

    link a questo commento 0 0
    #50
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @50: Si, Vinix. Ovviamente non in Internet in generale, ma specificatamente presso la platea dei produttori/consumatori/fruitori

    link a questo commento 0 0
    #51
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @ Fabio
    L'obiettivo di Vinix potremmo riassumerlo così: consentire a tutti i protagonisti della filiera wine & food, compresi gli appassionati, di interagire al meglio tra loro e fare networking in modo proficuo per tutti. Non escluderei assolutamente alcuna figura della filiera, anzi, ho già escluso gli hotel e me ne sono pentito un po' ti tempo fa ma di quelle che ci sono non ne sopprimerei nessuna.

    A proposito delle opportunità che il piano pro dovrebbe offrirti (molte già vinix in effetti te le offre di default), quali potrebbero essere per esempio i servizi che ti mancano e che vorresti ?
    E' anche questo il punto.


    @Tom
    Il marchio Vinix in Italia è già noto.
    Lo desumo dal fatto che la prima chiave di ricerca con cui la gente arriva sul sito è appunto "vinix". Non del tutto scontato.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #52
  • Fabio Ingrosso

    Fabio Ingrosso

    @Fil e Tom insieme. Ok, Vinix è conosciuto, senz'altro. Non riesco a capire ancora il modello di business che ne è alla base, ma non è mio compito entrare nel merito.

    Per quanto riguarda il piano pro, penso che 120 euro all'anno siano davvero tanti. Tra tutti i social network generali (tipo Facebook) e di nicchia, non ne ho visto ancora uno che chiede una cifra del genere per un piano pro. Io opterei per account totalmente gratis e cominciare a vendere servizi e/o prodotti: la reputazione a Vinix non manca certo. Forse mancano i contenuti.

    link a questo commento 0 0
    #53
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Naa, non mancano i contenuti, dai! Semmai possono crescere, ma dire che mancano è forte. Secondo me manca quello sforzo pubblicitario, che comprendo bene "costa" per farlo uscire fuori dai noi che siam sempre qui a parlarci addosso. Ehm, l'ho detto, si, ma lo aveva già colto Fil nel commento precedente.
    Io ho visto e vedo blog esteri che solo per visibilità si tirano dietro fiumi di commenti che non arrivano manco per sbaglio alla qualità delle discussioni e alle interconnessioni che si creano qui....mumble mumble.....eppure vorrei capire, l'altri, quelli che non fanno pagare, come campano?

    link a questo commento 0 0
    #54
  • Anna Veronese

    Anna Veronese

    Ciao Filippo
    essendomi appena iscritta da poco non mi sento in grado di rispondere alle domande precise del tuo sondaggio. Mi permetto, però, di lasciare qualche mia riflessione.

    1. Grazie mille a te e chi ti affianca nella gestione e cura di questo network e per la possibilità che mi dai con "vinix-standard" di provare, prima di acquistare. Non oso pensare alla fattura che mi arriverebbe a casa dovendo pagare un professionista che mi allestisce uno spazio su Internet in cui posso avere un mio blog, caricare video e immagini, pubblicizzare la mia azienda, presentare i miei prodotti, interagire con altri produttori, appassionati/consumatori, giornalisti/blogger, esperti di comunicazione, ottenere consigli e pareri professionali....

    2. In tutta onestà, ammetto di essermi iscritta a vinix senza troppa convinzione e tanto per buttarci dentro il mio logo, qualche video, foto e frasetta fatta... perchè no? Non costa nulla e magari qualcuno, cliccando a caso, inciampa sui miei contenuti.
    Invece mi sono ritrovata in un luogo deputato dedicato ad un argomento preciso (vino e prodotti alimentari), dove posso trovare informazioni, notizie e contenuti che davvero mi interessano, ma anche entrare in contatto con chi condivide la mia stessa passione.

    3. Piuttosto che chiedersi "quanti prodotti in più riesco a vendere" grazie a vinix, secondo me, sarebbe da porsi la domanda: "quanta visibilità posso ottenere grazie a vinix? In che modo vinix riesce a sostenermi nella costruzione della mia immagine aziendale? In quale misura riesco ad instaurare un rapporto di fiducia con i potenziali clienti, attraverso vinix? Vedendola in questo modo, forse sarà più facile vederci un ritorno dell'investimento....

    4. (non prendermi a sassate) Un'idea che potrebbe "spingere" un utente vinix a passare alla versione PRO, potrebbe essere la possibilità di accedere ad una sorte di "vinix-shop" in cui i produttori possono mettere in vendita i loro prodotti (una specie di mini ebay). Lo "shop" potrebbe finanziarsi chiedendo una piccola percentuale per ogni prodotto venduto al suo interno. Ovviamente scrivo da profana e senza rendermi conto delle difficoltà informatiche, tecniche e magari legali.

    Comunque sia grazie di nuovo per mettermi a disposizione questa piattaforma... ovviamente, ora tocca a me "riempire" lo spazio che mi metti a disposizione con i contenuti e le informazioni che voglio condividiere con il mondo.... non è forse questo quando si parla di "user generated content?"

    link a questo commento 0 0
    #55
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @55: belò commento. Secondo me, per quanto attiene alla vendita, il problema è dato dal conflitto di interesse che si genera tra recensori, che vedrebbero ritornarsi in tasca parte delle vendite e venditori, che sicuramente non si esimerebbero dal favorire il network ove ce ne fosse ritorno. Se si riuscisse a rompere questo link ok, altrimenti la vedo difficile nel tempo...
    Per il resto ti straquoto

    link a questo commento 0 0
    #56
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    M'accodo ad Anna pure io (fate posto, ho messo su un 3 chilozzi con queste degustazioni ;-)).

    link a questo commento 0 0
    #57
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Dunque dunque, la cosa si sta facendo interessante ! :-)
    Rispondo un po' a tutti gli ultimi commenti.

    @Fabio
    L'idea di mettere un piano pro a prezzo più basso mi è balenata in mente ma considerando il fatto che dovrebbero essere veramente centinaia gli iscritti pro in questo caso per dare un senso alla cosa, credo che prima sia propedeutico farne comprendere i vantaggi concreti ai più per poi eventualmente abbassarne il prezzo. Anche se poco più sopra dicevi che se ci fosse un concreto interesse e utilità nel piano pro la cifra non conta ("qualunque essa sia" scrivevi). O forse ho interpretato male. Continui però a non essere propositivo Fabio e a non dirmi cosa vorresti che facesse concretamente per te vinix, se me lo dici, io mi impegno a provare a dartelo.

    Che manchino i contenuti mi pare un'affermazione che non ha riscontri nella realtà per cui sono certo di non aver capito cosa volevi dire. Spiegami meglio se puoi, grazie.


    @Anna
    Già arrivata e già così proficuamente partecipativa. Lo vedi ? Tutto quello che ti viene dato torna ed è reciproco, tu lo hai già capito da un pezzo mi sa. Brava. Mi pare tu abbia centrato molte questioni. Siamo qui anche per vendere ma in particolare - credo - per creare le opportunità affinché le vendite si concretizzino.

    Non ci crederai ma ad uno shop tipo ebay su Vinix ho lavorato negli ultimi 2 mesi anche se poi ci siamo arenati sul problema logistico (i pacchi). Abbiamo forse trovato una soluzione ma è una di quelle "major" integrazioni che richiedono più soldi, ho bisogno di tempo o di soldi. In compenso stiamo lavorando già ad una integrazione di rilievo ma meno importante che consentirà per la prima volta l'acquisto di un certo tipo di cose che poi vi spiegherò, non prodotti per il momento :-) ma sarà un banco di prova per i prodotti.

    Vendere beni (o guadagnare sulla vendita di essi) è senz'altro più produttivo economicamente che provare a vendere servizi, questo è poco ma sicuro.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #58
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    Ciao ,
    per rispondere al sondaggio:
    1-c
    3-b
    7-Blog
    8-manca visibilità all'estrero
    9-a
    10 -abbastanza soddisfatto
    11-b

    Scusa la sintesi, ma mi sono letto tutto e in fondo ho le idee confuse, devo rifletterci. Comunque io feci il piano pro perchè come ha detto qualcuno non si può avere tutto a gratis....

    Se possibile credo che sarebbe importante aumentare la visibilità dei contenuti sui motori di ricerca

    Domanda: i post in due lingue vengono indicizati da google anche in inglese?

    Luciano

    ps Filippo mi fai sapere a riguardo la possibilità di avere traduzioni

    link a questo commento 0 0
    #59
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @Sanlorenzo
    Che ne dici Luciano se con un bottone, potessi chiedere la traduzione del pezzo che hai scritto ? Pagamento online con paypal o cc e traduzione entro tot tempo garantita, tariffe a scaglioni in base alla lunghezza del testo.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #60
  • Gianpaolo Paglia

    Gianpaolo Paglia

    Vedo che e' molto sentito il problema della lingua. Inglese sopratutto.
    Il vero punto fondamentale non e' quello di tradurre quello che si scrive normalmente su Vinix in inglese, e' una cosa che potrei fare abbastanza facilmente gia' da solo e certo sarebbe una comodita' poterlo far fare a qualcun altro. Ma se l'obiettivo e' quello di attirare traffico, e attenzione, dall'estero e da paesi di lingua anglosassone, sono i contenuti a doversi adattare. Faccio un esempio, se io scrivo un post su una cosa di interesse italiano, magari sul mercato del vino, sui pagamenti, ecc., ne sono stati fatti diversi e molto seguiti, anche se lo faccio in inglese, quante probabilita' ho di attirare l'attenzione di uno straniero? Pochissime.
    Esempio inverso, io ricevo feeds di tanti blogs sul vino, almeno 200, la maggior parte in inglese, e tra di loro ce ne sono tantissimi di primo livello, che so, Fermentation, Vinography, ecc. Quanti ne leggo veramente? Pochissimi, e non per un problema di lingua, ma perche' parlano di cose loro, hanno riferimenti ad una realta' che non e' la mia. Si puo' dire di piu', neanche gli inglesi seguono molto i blogs americani e viceversa, perche' la conversazione si svolge su realta' parallele, con esperienze diverse, vini diversi, ecc.
    Si', qualcuno in piu' lo attrarrai, ma sara' episodico. E poi che dire della conversazione che segue ad un post, se non e' anch'essa nella stessa lingua che senso fa?
    Solo un americano puo' veramente parlare a degli americani, ma non e' una questione di lingua, piuttosto di affinita' comuni che sono necessarie per iniziare una conversazione vera.

    link a questo commento 0 0
    #61
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Beh, Gianpaolo, proprio oggi leggevo un articolo su Pour (quello del NY Times) che parlava del marketing del vino e del modo in cui le case vinicole si propongono ai propri clienti e poco dopo, grazie ad un post non ricordo dove, tra intravino o dissapore, sempre sullo stesso blog (Pour) dove si parlava della scarsa propensione dei ristoratori ad usare vini diciamo "vicini" che in questo caso io tradurrei "del posto", forse in italiano per le nostre realtà potremmo osare un "tipici" forse, altro tema poi non così lontano da noi...Vero altre sfumature, ma stavo per intervenire..
    IMHO dipende sempre da chi legge e il suo atteggiamento, nonchè il taglio dei post.
    My two cents

    link a questo commento 0 0
    #62
  • Sanlorenzo

    Sanlorenzo

    Filippo, mi sembrerebbe una buona proposta
    Anche quello che dice Gianpaolo mi sembra corretto, infatti credo che tradurrei solo quei post che riterrei interessanti per l'estero; a proposito, Filippo, sarà possibile vedere quante volte viene visto in inglese così come succede adesso in italiano.
    Luciano

    link a questo commento 0 0
    #63
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Gianpaolo non so, forse io sono troppo ambizioso ma credo che se queste condivisioni di lingua, prima che di contenuto prendessero veramente piede qui, potremmo aprire una breccia, una specie di "ponte" che consentirebbe, lentamente certo, di poter cominciare anche a condividere pensieri e mentalità. La barriera della lingua, che tu forse senti meno perchè vivi tra Italia ed Inghilterra e l'inglese lo parlate normalmente in casa con tua moglie e i tuoi figli, è secondo me il primo vero problema, risolto questo, si potrebbe comunicare molto meglio.

    Se domani Tom Wark per dire, grazie a vinix potesse pubblicare qui i suoi post e vederseli tradotti in italiano, potrebbe farne uno apposta per gli italiani, una volta ogni tanto, e instaurare un dibattito con loro e viceversa per gli amici blogger (e non) italiani. Secondo me bisogna partire da qualcosa e questa non mi pare una strada da non tentare. Ormai ho già iniziato ad investirci e voglio insistere. Sono d'accordo con te che non tutto vada tradotto e se diventerà un servizio a pagamento è chiaro che ciascuno soppeserà per bene cosa far trdurre oppure no, di più, cercherà anche di produrre contenuti migliori dal momento che dovrà sottoporsi ad un pubblico molto più ampio.

    Tutto questo imho ovviamente.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #64
  • Luca Risso

    Luca Risso

    ..Però Gianpaolo non ha torto quando ci chiede che cosa potrebbe dire di interessante per noi Tom Wark commentando una manifestazione di S. Francisco sui vini della Sonoma a base Cisoult, o dei problemi della legislazione USA...
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #65
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    ecco perchè dicevo di chiedere a Gianni Lovato , italiano esportato in america da 40 anni. Lui conosce ormai usi e costumi, sa cosa si può e cosa non si può dire, personalmente credo sia la persona adatta a fare questo lavoro.
    Luca

    link a questo commento 0 0
    #66
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Luca (Risso e Ferraro), mi avete tolto la parola di bocca.
    Sono in corrispondenza con Gianni e tra le varie cose stiamo parlando proprio di questo suo potenziale, che peraltro ha gia' messo a disposizione.
    Proprio come afferma Gianpaolo, stavo pensando di creare, attraverso lui, un punto di conversazione oltremare, su argomenti potenzialmente interessanti per quegli interlocutori. Ma non ha senso "parlare all'etere". Gli interlocutori stranieri vanno individuati a giusta ragione. Ci vuole ben più tempo ed impegno intelligente, rispetto a pagare semplicente la traduzione delle pagine istituzionali del sito. Che comunque è la partenza.
    Ma non si può partire e basta, poi bisogna continuare e, auspicabilmente, arrivare.

    Ale

    Ale

    link a questo commento 0 0
    #67
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Dai su, volete dirmi che secondo voi non ci sono punti di contatto tra i diversi paesi? Che non abbiamo nulla su cui confrontarci e discutere? Che le produzioni italiane non hanno interesse per i tedeschi o gli americani e viceversa? Solo all'ultima ewbc hanno parlato di temi relativi a vino e comunicazione per giorni e con grande attenzione e partecipazione di centinaia di blogger e produttori..

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #68
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    i punti di contatto ci sono eccome, l'importante è trovarli. ;-)

    link a questo commento 0 0
    #69
  • Anna Veronese

    Anna Veronese

    mi intrometto un'ultima volta:
    sono estranea al mondo del vino e - molto probabilmente - è più complesso e "problematico" di quello dell'olio.

    Da un po' di tempo ormai "frequento" un forum sull'olio d'oliva della Nuova Zelanda: hanno leggi diversi, tempi di raccolta "sfasati", altre problematiche da affrontare. Eppure è frequentato da: "Members are from Australia, Italy, USA, Spain, Greece, the Middle East, South Africa, New Zealand, Turkey, and many other countries. You will meet online with olive growers, olive oil producers, consumers, related equipment manufacturers, chefs, importers and exporters, distributors, retailers, scientist and researchers."

    Personalmente, questo scambio di informazione internazionale mi ha portato tantissimo....

    link a questo commento 0 0
    #70
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    E' quello che intendevo. Sono d'accordo che non si possa discettare di tutto con tutti ma di elementi su cui aprire dibattiti tra persone di paesi diversi, hai voglia !

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #71
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    mi sembra di capire che le idee non mancano ma guardando il numero di utenti intervenuti in 3 giorni siamo fermi ad una 15º se non sbaglio.

    questo è un dato, insieme ad altri già elencati, da cui non si può prescindere.

    una specie di task force che rischia di ripiegarsi su se stessa in una attività autoreferente. eppure il numero di iscritti (che vuol dire tutto e niente) rappresenta un richezza che andrebbe valorizzata e coinvolta: questo è il punto.

    voglio dire che tanti progetti, tutti interessanti ed appassionanti, non possono essere perseguiti (anche, ma non solo economicamente parlando) se non sono supportati da un grande numero di utenti coinvolti, che ad oggi sono assenti.

    un saluto, vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #72
  • Andrea Petrini @ Percorsi di Vino wine blog

    Quoto Vincenzo al 100%. Siamo sempre gli stessi e questo è il punto.

    link a questo commento 0 0
    #73
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Non dimentichiamoci dalla folta schiera di utenti che fruiscono di vinix a livello puramente informativo e che costituiscono il grosso dei frequentatori.

    Diciamo che qui una percentuale minore crea contributi che vengono fruiti da una percentuale maggiore.

    La cosa è facilmente desumibile osservando alcuni indicatori di vinix.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #74
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Ecco, Paolo è arrivato un minuto prima di me. Approfondisco: spero non si faccia confusione tra Vinix e facebook. Nelle community molto "verticali" come questa, che sia minima la percentuale di chi si espone è un fenomeno fisiologico.
    Coloro che leggono sono enormemente di più e non intervengono principalmente per:
    - non è nelle loro corde scrivere;
    - non avrebbero il tempo e la prontezza di rispondere subito alle richieste di ulteriori approfondimenti;
    - non si sentono (magari a torto) ancora preparati a disquisire di tutto con tutti, 'bout wine ed i suoi innumerevoli risvolti in commercializzazione e comunicazione.

    D'altro canto vedo ogni settimana su Vinix nuovi interlocutori, oltre a nuovi iscritti.

    link a questo commento 0 0
    #75
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    paolo quello che dici è sicuramente vero, ma non misurabile in termini di fidelizzazione. voglio dire che, se non ho capito male, l'argomento che sta a cuore a fil. è quello di individuare servizi con valore aggiunto da proporre a noi utenti il discorso diventa economico.

    allora qui si inserisce l'analisi di gianpaolo e non solo. se alla fine siamo in quindici disposti a pagare questi servizi (dico un numero a caso ma so che siamo di più chiaramente) ho l'idea che vinix non verrebbe a disporre di grandi risorse economiche per svilupparsi.

    quindi come è oggi va benissimo finchè fil. e le sue tasche ci ospitano quasi gratis, ma non possiamo prevedere grossi salti per il futuro se non si allarga il numero della task force.

    un saluto vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #76
  • Andrea Petrini @ Percorsi di Vino wine blog

    Diciamo che questa gente non esce dall'anonimato nemmeno per fini ludici.
    Fil. non c'è la possibilità di vedere, in tempo reale, il numero di utenti presenti su Vinix?

    link a questo commento 0 0
    #77
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @71 e 72: le statistiche.....sta lentamente emergendo un aspetto, ovvero siamo sempre gli stessi a parlare. Ma guardando le statistiche c'è una sproporzione molto grande tra chi parla e chi osserva.....ecco penserei un attimo a questa seconda parte. Un'esempio, a fronte di 77 commenti questo contenuto è stato visto 848 volte (momento in cui scrivo).... e chiedo a Gianpaolo e Vincenzo: voi come misurate l'efficacia della vostra pubblicità online? Avere parola in una piazza, un crocevia di interessati avendo uno spazio dove poter esporre in modo organizzato chi sei ed essere partecipe delle discussioni che ti riguardano (questo mi sembra il nuovo servizio) quanto vale? Vedere chi ti cerca chi si interessa a te in quello sapzio quanto vale? Conversioni, beh quelle se non si supera il contatto virtuale facendo vino, diventano impossibili, ma una volta fatto il salto allora si che la comunicazione quì è fantastica. Occhio, chi vi parla è ancora entusiasta di questo aspetto toccato con mano al primo Vinix Live!, poi ognuno decide come muoversi, ma non deve prescindere dall'osservare la realtà.
    Ciao
    t

    link a questo commento 0 0
    #78
  • Andrea Petrini @ Percorsi di Vino wine blog

    Diciamo che sta uscendo anche un altro aspetto: chi usa Vinix per fini commerciali e chi lo usa per fini informativi. I primi dovrebbero avere un piano pro

    link a questo commento 0 0
    #79
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    @ Percorsi: Dovrebbero?

    link a questo commento 0 0
    #80
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @Vincenzo
    Sono in parte d'accordo con te. In parte perché è verissimo, lo dicevo anche io poco sopra, siamo in gran parte sempre gli stessi a parlare e il rischio autoreferenzialità è molto alto, però allo stesso tempo è vero quanto dice Paolo e Tom e Ale che c'è un'enorme base utenti guardoni o, per usare una parola cara ai vecchi ng, che lurkano senza intervenire.

    Guardate per esempio le mie statistiche su Vinix, sono pubbliche e accessibili dal mio profilo. Noterete come, tra i lettori che mi seguono di più su vinix ci siano: Margherita Vigne Deriu, Tomaso Armento, Sara Artusa, Cantina Li Seddi, Percorsi Di Vino. Tolti Tomaso e Percorsi di Vino che sono spesso attivi, gli altri intervengono molto poco se non mai ma le statistiche dimostrano che seguono tantissimo (quindi desumo, interessati e engaged con la piattaforma).

    Non so quindi se il discorso della sostenibilità economica di Vinix debba forzatamente passare per utenti attivi, certo, sarebbe meglio. So che c'è una moltitudine di gente che sta usando questo mezzo e ne sono felice, forse molti di più di quelli che io e voi immaginiamo ma che non ho ancora trovato il modo:

    a) di convincere tutti i professionisti a evolvere la loro presenza qui magari con l'acquisto di servizi ad hoc

    b) di portare i lurker allo scoperto.


    C'è da dire come giustamente rilevava Alessandra che il numero di contributors attivi di qualità aumenta in modo costante, prendiamo per esempio Anna Veronese, Gianni Lovato, Marilena Barbera, appena arrivati e già positivamente prolifici. Il buono attira il buono e su questo penso stiamo andando bene.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #81
  • Capellini Luciano Azienda Agricola

    Capellini Luciano Azienda Agricola

    Migliorare vinix:
    @torno un po indietro al 6 e alla domanda di luk "Ai produttori qui presenti, avete trovato agenti o distributori grazie a Vinix? Se si, come quantificate il valore aggiunto? rispondo NO. Ma non era ciò che cercavo, sono sempre stato scettico sulla possibilità di vendere un prodotto come il mio attraverso il Web. Ho invece trovata visibilità e diversi spunti di lavoro.
    Come migliorare? non so dirvi, non è mio il compito, posso dire che se una proposta ritengo possa essermi utile, anche in prospettiva, be allora, se posso, la compro. Su Vinix ho "investito" partecipo quando ho tempo e non riesco a stare dietro a tutto, lo strumento più è facile e meglio è.

    link a questo commento 0 0
    #82
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Quindi da titolare di piano pro quale sei, se domani (nel senso di poi) avessi uno strumento che ti aiuta a seguire le conversazioni che ti interessano con delle notifiche apposite, saresti contento ?

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #83
  • Capellini Luciano Azienda Agricola

    Capellini Luciano Azienda Agricola

    Probabilmente si, purchè non si intasi tutta la posta.

    link a questo commento 0 0
    #84
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Io invece posso annoverare con piacere anche delle conversioni, ma non è per questo che ho il piano pro.

    Il piano pro è la mia manifestazione di apprezzamento al valore del lavoro dello Staff di Vinix, è il mio contributo allo sviluppo di una piattaforma che sono certo stia crescendo lentamente ma inesorabilmente in una direzione che avrà risvolti commerciali sempre più interessanti in quanto in grado di distinguersi dalle altre più generaliste, caotiche e simili fra loro.

    Esigo per la mia azienda coerenza di comunicazione, ho la pretesa di comunicare un certo valore di qualità dei miei vini e questo a mio personalissimo parere striderebbe con un piano free.

    @ Fil,
    Lascia stare, qui non si fa massa fa cassa, la politica vincente del tuo network è quella di fare qualità ed è per questo che hai utenti di qualità e che ovviamente non sono grandi numeri.

    L'utente che passa di qui trova informazioni di qualità grazie alle quali anch'egli cresce fino a che un giorno farà il salto della staccionata da "lurker" a utente attivo.

    Sul costo del Pro posso solo dirti che se lo paragoniamo ad altre analoghe piattaforme siamo li, come per certi vini e tu che vendi pubblicità dovresti saperlo, per far salire il prezzo rispetto al valore, bisogna investire..

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #85
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    domanda bastarda: ma tra di voi c'è qualcuno che ha le mani in vino come me o fate altro oltre al vino? perchè io, piano o non piano pro, tutto sto tempo per starvi dietro non l'ho e mi perdo, oltre che non rispondere.

    link a questo commento 0 0
    #86
  • Andrea Petrini @ Percorsi di Vino wine blog

    @86
    magari avessi le mani nel vino
    @Alessandra Rossi
    Dovremmo sì, soprattutto noi che utilizziamo lo strumento per fini commerciali e di visibilità. Sarebbe un dovere morale verso chi sta sviluppando una piattaforma che porta vantaggi a tutti, certamente anche a se stesso. Anzi dirò di più: alla maggior parte degli utenti iscritti a Vinix, utenti muti e non evoluti, non gli importa nulla delle statistiche o dei tag o di quant'altro. Loro leggo e basta.
    In una rete come questa, dove ci sono tanti rapporti umani, se si vuole crescere tutti quanti dovrebbe vigere la regola del dare e dell'avere. Io, dal mio punto di vista, sto prendendo molto e non penso di aver contraccambiato abbastanza.
    Sicuramente non aderirò al piano PRO perchè, per ora, non mi serve ma contribuirò allo sviluppo di Vinix attraverso un semplice strumento: PAYPAL.

    Andrea

    link a questo commento 0 0
    #87
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ma dipende Paolo, forse se facessi come suggeriva un po' più sopra Gianpaolo, se cercassi di vendere in tutti i modi, la massa la si ottiene è che ho la pretesa (forse bizzarra) che siate voi a chiedere. Anche con chi ha il piano pro come te per contraccambiare gli sforzi o la stima o quel che vuole, a me non basta. Io vorrei che i servizi che gli offro diventassero per lui indispensabili. La domanda, sempre quella è: se quelli che ci sono non lo sono, quali lo sarebbero ?

    Comunque vedrete che piano piano ci arrivo, investimenti, investimenti, investimenti. Parola d'ordine costante nel mio vocabolario. E' che sono proprio in un momento critico con prestiti per la casa nuova da ripagare, ecc. ho dovuto contingentare al massimo. Però ci sono, sappiatelo, ci metterò tutto me stesso.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #88
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    il punto sollevato da carolina è sostanziale per rispondere a paolo.

    certamente il tempo che dedichi tu paolo è sicuramente superiore al nostro. ogni giorno più volte al giorno leggi scrivi e rispondi. per me sarebbe impensabile.

    primo perchè facciamo un lavoro che ci occupa molto tempo (intendo la gestione di un'azienda agricola non è poi solo il vino ma tante altre cose) e secondo - personalmente - amo stare all'aria aperta e non impazzisco a stare seduto davanti un pc più del giusto (non sono ancora un addicted dei network).

    ma il punto non è questo. non nego un ritorno indiretto o conversione (peraltro crescente) della presenza su vinix ma se filippo si sta e ci sta chiedendo come implementare il servizio ecco che il suo problema economico non coincide con il nostro ritorno.

    ed ecco perchè penso sia necessario (per la sopravvivenza e lo sviluppo del network) ampliare la base pagante. è chiaro che se mi regali uno spazio di visibilità lo accetto volentieri ma se per continuare bisogna investire allora le domande di fil. devono trovare una risposta concreta.

    fil. io non ne ho da suggerirtene se non contribuendo, con piacere, come faccio con il piano pro. come dicevo nel @19.

    per il resto come carolina (e penso tanti altri piccoli produttori) quando il mio lavoro e i miei interessi personali me lo consentono, vi seguo con piacere.

    un saluto vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #89
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    @fil
    ci siamo sovrapposti e leggo nelle tue parole molta partecipazione. abbiamo una grande fiducia in te.
    un saluto vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #90
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Quindi Vincenzo, non c'è niente che Vinix potrebbe fare in più per te ? Nessun servizio ti servirebbe che ora non hai ? Mi sto quasi convincendo della teoria secondo la quale sono i servizi che creano i bisogni e non viceversa. Spero che qualcuno mi smentisca.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #91
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    nel mio caso e parlando di vinix direi proprio di si. nel senso che accolgo con piacere una novità che poi scopro essere anche utile ma mi riesce difficile impegnarmi ad intuire (anche perchè non è il mo lavoro) quale potrebbe essere il servizio efficace.

    chiaro (provocazione) tu fil mettimi in contatto con l'horeca e io ci sono. ma come ti dicevo non ho mai concepito fino ad oggi vinix solo o principalemte una questione di ritorno (un giorno ti spiegerò come ci sono arrivato su vinix).

    un saluto vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #92
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ok chiaro, grazie.
    Questo sembrerebbe confermare quanto detto da Gianpaolo Paglia all'inizio e cioè che io azienda sono disposta a pagare anche molto se ho un ritorno economico. Non sono disposto a pagare, nemmeno poco, per un servizio che si,ni mi sembra utile ma fino a un certo punto perché (questo lo aggiungo io) forse non do ancora valore ad alcune cose a cui vinix invece ne dà.

    Sarà una bella battaglia :-)

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #93
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    il prosecco mi impegna ma ogni tanto faccio capolino e spio, ci sono a fasi alterne :-) e dopo spero di dire la mia

    link a questo commento 0 0
    #94
  • Essepi Wine Services

    Essepi Wine Services

    Io non ho le mani in vino, ma lavoro come agente in macchina tutto il giorno e quando arrivo in ufficio ho tempo di dare un'occhiata soltanto ai blog, soltanto ogni tanto riesco a dire la mia ma lo faccio. Non sempre come vorrei perché non ho più tempo. Sono d'accordo che sono glie stessi a rispondere e che sono attivi, ma è vero anche che ci sono i passivi che leggono e usano Vinix come strumento d'informazione e di ricerca. Non saprei come attirare i "passivi" a diventare "attivi" ma bisognerebbe farlo per avere una base pagante più larga. Io per esempio avevo già pensato di passare a pro l'anno prossimo, ma dopo che ho capito bene i vantaggi e se mi conviene al momento.
    MA Vinix è comunque un bellissimo strumento per incrementare sia la cultura personale che il business anche se non ci si inscrive per il fattore economico, comunque c'è perché la visibilità in ogni caso porta qualche frutto alla fine, se no non si investirebbe sul marketing, vero?
    Sono stata quasi 30 minuti a leggere dal 40 al 94 eppure avevo chiuso solo ieri sera alle 19! Faccio fatica a stare dietro a tutti blog, ma cerco di farlo con quelli che mi interessano. Immagino che ci sono altre persone come me e Carolina ma che non riescono a rispondere, oltre ad una infinità di ragioni, per mancanza di tempo.
    Ciao
    Sandra

    link a questo commento 0 0
    #95
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    scusa fil
    ma nelle parole più cercate c'è meo patacca?

    Parole più cercate

    pepe della tasmania
    ittiri
    la corte dei vini
    g u m p h o f
    merlot
    vinoclic
    quarantuno
    alessandra rossi
    ronco
    pio cesare
    meo patacca
    falanghina
    amarone
    nebbiolo
    antonello rinaldi
    podere
    taurasi
    soave
    carpini
    importatori

    link a questo commento 0 0
    #96
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    toh, non c'è più :-)
    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #97
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    @97 come mai ci sono queste strane ricerche?
    @Carolina e Vincenzo
    il tempo se si vuole si trova, io ho 2 figli piccoli, una cantina e delle vigne da seguire, ma la sera quando entro in casa ho il mac li pronto ad aspettarmi, idem quando faccio la pausa per il pranzo. Se sono in giro in auto o sul trattore lavoro dal iphone. Volere è potere.Se si vuole crescere bisogna investire soldi e TEMPO.
    Luca

    link a questo commento 0 0
    #98
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @Luca
    Sono i "furbetti del quartierino".
    Falliti, per lo più.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #99
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Grazie Luca..
    @98

    link a questo commento 0 0
    #100
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    @luca alla tua parte scritta rispondo che sono d' accordo che ci vuole tempo e denaro se si vuol investire sulla propria azienda; per quanto riguarda l'iphone io non l'ho, per cui non posso interagire come fai tu dal tuo trattore. e anche io, come te mi siedo al pc appena ho 5 minuti, ma forse non avendo due figli piccoli come te ho comunque meno tempo a disposizione per la rete. detto questo mi scuso se non sono wonder woman (giovedì sera sarai cresimato).

    link a questo commento 0 0
    #101
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Mah. stamattina parlavo proprio di Vinix, nel mondo fuori dalla rete. L'ho detto a Fil, lo dico anche qui: nell'horeca non lo conoscono in molti, forse (probabile) molti non frequentano la rete: forse, Fil, più che investire in servizi potresti pensare di investire sul coinvolgimento dei rivenditori a Vinix - forse così avresti molti più problemi a gestire il voulme dei pagamenti dei piani pro o comunque le conversazioni sarebbero più seguite....mah, credo che in assenza di conversioni visibili sia difficile ragionare sul ritorno di investimento.

    Tutti i giorni cerchi di farti conoscere, di far conoscere i tuoi vini, di farli provare alla rete, tutti i giorni porti a casa un risultato: buono o cattivo, e ti fai un idea di come stai sul mercato....quello è il mestiere del venditore, figura che inevitabilmente viene in mente quando si parla di marketing vendite e comunicazione....

    Fil, fai una cosa: spiegaci cosa hai in testa, in cosa ci dovrebbe supportare Vinix? Forse non si coglie quello...

    link a questo commento 0 0
    #102
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Scusa tom, non ho capito cosa vuol dire questa frase "forse, Fil, più che investire in servizi potresti pensare di investire sul coinvolgimento dei rivenditori a Vinix - forse così avresti molti più problemi a gestire il voulme dei pagamenti dei piani pro o comunque le conversazioni sarebbero più seguite"

    Me la spieghi meglio ?
    Sarà che sono quasi le 19 e comincio ad essere stanchino.


    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #103
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Mi spiego: vinix è un luogo splendido, umanamente parlando, ma il motivo che ci vede qui mi sembra di capire sia non solo fare networking e interagire ma fare conversioni, facendosi conoscere. Da chi? Da ristoratori, enotecari e affini (mi sembra e lo dimostrano i vari commenti in primis x alcuni, quindi conversioni), e dalle persone che sono interessate ai nostri progetti, indipendentemente dalla loro professione, con la speranza che magari li comprino o ne parlino (conversioni).
    Ecco, per quanto concerne il mondo Horeca, quanta presenza -attiva o lurker- c'è? Poca, o meglio, sembra tale, perché nessuno dichiara apertamente di aver beneficiato di Vinix per lo sviluppo commerciale della propria azienda, quindi si fatica a trovare un ritorno diretto.
    Bene, la mia proposta era quella di lavorare offline per coinvolgere online quelle figure che stanno a cuore a chi sta qui, cioè l'horeca: se lo fai dandoglielo come un ottimo sistema x fare scouting e qualcuno poi vende son convinto che si comceranno a iscrivere e parteciperanno ben altri numeri.
    Spero esser stato chiaro.
    Ciao
    Tom

    link a questo commento 0 0
    #104
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Cioè, se ho ben capito dici: contatta offline ristoranti, enoteche, hotel, ecc. che non navigano molto su internet per presentargli questo sito. Se poi iniziano ad usarlo e trovano qualcuno che gli interessa e comprano, poi i produttori si picchieranno per iscriversi ?

    Più o meno questo volevi dire ?
    Penso sia molto difficile portare sulla rete gente che non la usa ma si può tentare tutto eh !

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #105
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @105 Fil Tu sei cosi sicuro che quelli del settore che usano la rete, ma sono lontani da Andrea Gori e Fiorenzo Sartore come profodita, tempo e modo di utilizzo non ne beneficierebbero? Io non ti so rispondere, ma se la stessa domanda fosse rivolta ai produttori ti direi si, e anzi lo stai gia facendo. In fondo. Come dire, per terroirvino ti curi sia della domanda (compratori e interessati) che dell'offerta (produttori) seguendo un format diverso ma entro la fattispecie "manifestazioni vino", si tratterebbe di fare un lavoro simile con vinix in mente. Idee, per carità, ragionamenti
    Tom

    link a questo commento 0 0
    #106
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    No, dico una cosa diversa: che se uno non usa internet non lo usa e basta ed è difficile portarcelo, molto difficile. E' estremamente difficile - e aggiungerei, faticoso - portare ad un uso consapevole chi la rete la usa o prova ad usarla (se solo penso alla situazione di voi produttori 7-8 anni fa e poi guardo qui tiro un forte sospiro di sollievo), figuriamoci chi non ha mai acceso un pc e ti garantisco - anche se non me lo sono ancora spiegato - che enotecari e ristoratori sono in assoluto i più lontani dal mezzo.

    Forse per gli orari e i giorni completamente diversi rispetto al mondo "normale" (il ristoratore lavora quando gli altri si riposano in media), forse per altro ma c'è qualcosa che li tiene lontani da qui o che comunque gli rende molto più difficile "esserci".

    Comunque l'idea di integrare l'online con l'offline è sempre stata nei miei pensieri, per esempio l'idea di affiancare vinix unplugged unconference (uno sdoganamento offline di un mondo online) ad una manifestazione prettamente offline come Terroir Vino, non è nuova e sarà replicata con maggior forza a giugno 2010.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #107
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Fil, mi stai dicendo che ci hai provato, cioe hai fatto lostesso che hai fatto coi produttori? Io ti sto dicendo di guardare e comportarti come hai fatto coi produttori anche con enoteche & c. Lo hai fatto? Mi risulta che anche loro stiano cercando nuovi modi di lavorare, ovvio non tutti una minoranza scommetto che quelli pero sarebbero quelli giusti da coinvolgere, solo che non lo sanno....

    link a questo commento 0 0
    #108
  • Sara Artusa

    Sara Artusa

    Ciao Fil e un saluto a tutti,

    Partecipare a questo non blog non è semplice, almeno per me, e cercherò di farlo a piccoli passi.
    Abito in Vinix da diversi mesi e...è vero, clicco sempre nei tuoi blog semplicemente perchè mi piace l'entusiasmo, la passione e l'immenso impegno per migliorare.
    Confesso che, spesso non intervengo proprio perchè non ho competenza per farlo: non produco vino, non lavoro nel mondo vinicolo, non so nulla di strategie marketing...sono una piccolissima appassionata che il vino l'acquista quasi sempre in bottega.
    Mi sento un pesce fuor d'acqua, rispetto a chi partecipa attivamente eppure, sono una spettatrice feroce di questo SN, proprio per le grandi emozioni che sa raccontare: storie di uomini che coltivano la terra e condividono, con tutti, la vera fatica che si nasconde dietro ad una bottiglia.
    Si, forse sono solo una curiosa ma, non mi sento come una che ruba, di nascosto, la marmellata-anzi- tutto ciò che riesco a leggere è per me arricchimento sicuro.
    A modo mio ho risposto al punto 12) e...@81

    Sara

    link a questo commento 0 0
    #109
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    fil la parte in inglese secondo me non dorebbe contenere ne post ne commenti in italiano!
    Luca

    link a questo commento 0 0
    #110
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Luca, la parte in inglese contiene infatti esclusivamente contenuti in inglese dopo le recenti modifiche (da non loggato o non registrato). Se da loggato vedi anche contenuti in italiano è perchè nelle tue preferenze hai chiesto di vedere contenuti della tua e dell'altra lingua.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #111
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Questo ovviamente per farti capire dove guarda un produttore, tu al 12 ci hai chiesto di valutare l'utilità e il valore del tuo servizio. Credo per semplificare si possa fare una distinzione tra i) networking puro, ii) networking e promozione e iii) networking e comunicazione finalizzata alla vendita. Almeno, io lo vedo cos, io credo che il valore del servizio sia crescente da i) a iii) ma bisognerebbe capire meglio i servizi come si incasellano e come monitorarne l'efficacia. Solo cosi, per riprendere il primo commento di Gianpaolo, sazi la fame di informazioni.
    Lato offline invece, quello che ti ho chiesto nasce dalla nostra esigenza di entrare in contatto con quei soggetti, esigenza che molti di noi pagano profumatamente a professionisti. Ora se tu mi dici che il mondo che vorrei contattare (e che sarei disposto a pagare per tale servizio) non frequenta il web, né quindi Vinix, ne c'è lavoro per farlo venire qui, ecco, beh allora..

    link a questo commento 0 0
    #112
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    ottima sintesi tomaso! almeno parlando dalla parte dei produttori.
    un saluto, vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #113
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Il fatto che sfugge forse ai più è che queste tre cose:

    - il networking puro
    - il networking e la promozione
    - il networking e la comunicazione finalizzate alla vendita

    non sono nettamente distinguibili.
    Anzi, io sono convinto che facciano parte della stessa identica ed unica strategia. Voglio dire che stare su vinix in modo attivo e magari con l'acquisto di alcuni servizi è comunque e sempre propedeutico ed utile alla vendita. Se sapessi dirvi in quale misura sarei miliardario perchè è la domanda che si pongono tutti coloro che gestiscono un social network nel mondo.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #114
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    fil. non ci sfugge affatto, ma se è difficile per te dare una risposta figuraci per noi che in qualche modo dovremmo essere convinti da te ((;

    con afetto, vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #115
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Fil scusa ma io la distinzione la vedo, tela illustro:

    1.Networking puro: intervengo nelle discussioni, faccio nuove discussioni (forse) non mi serve neanche il piano pro, tanto chiacchiero, mi informo e mi faccio conoscere ma ritengo sia sufficente così (scelta personale/aziendale). Navigo nelle categorie che mi interessano e provo a contattare le persone con cui vorrei parlare (la visualizzazione dei dettagli e le ricerche per categoria secondo me potrebbe essere pagata, in fondo sono simili alle pagine gialle, scusa la brutalità, con l'aggiunta che puoi pure vedere chi stai cercando "come si è manifestato sino a quel momento" mentre su pg trovi solo contatto).

    2.Networking e promozione (aziende in generale): oltre ad intervenire e portare i miei punti di vista utilizzo gli annunci per parlare delle mie iniziative, se faccio vino cerco interlocutori cui far assaggiare i vini agli abitanti e facendogli pubblicare sulla piattaforma le loro impressioni, in post dedicati (stile Paolo dei Carpini, quando voglio fare qualcosa di speciale) o nell'area degustazioni, uso VTA per comparire dove magari non compaio (comprando tags) facendo in modo di canalizzare l'attenzione verso di me o verso i miei prodotti. Probabilmente un piano Pro mi aiuta nell'opera perchè chi è interessato a me clicca e si fa un'idea di chi sono molto più velocemente.

    iii) questa secondo me è la parte più difficile, perchè anche se gli piaccio non può rompere la barriera e acquistarmi su Vinix. Allora, se non posso avere un negozio su Vinix, se è vero che l'enotecaro e il ristoratore non vengono online probabilmente chi mi incontra e vorrebbe assaggiare il frutto della mia fatica o viene a trovarmi (ma magari vorrebbe prima capire com'è il mio prodotto non per sentito dire ma direttamente) oppure il mio prodotto deve già essere distribuito in una zona a lui comoda e lui dovrebbe saperlo. Ecco, mi è venuta un idea: si potrebbe mettere nei piani pro una lista dei posti dove sono disponibili i prodotti dei produttori per l'acquisto, la butto lì. Se sono distribuito quindi quello scoglio potrebbe essere così superato, e magari per capire se arrivo da Vinix si potrebbe studiare un modo per garantirgli es uno "sconto primo acquisto" o "sconto degustazione", per invogliare a conoscerci ma che sia direttamente collegato a Vinix (da capire come gestirlo, ci vorrebbe un sistema che garantisca l'unicità del buono per aggirare i furbi).
    Tra l'altro così rischi di prendere due piccioni con una fava, perchè l'enoteca o ristoratore sarebbero contenti di vendere (ovvio -?- lo sconto non dovrebbe ricadere su di loro ma sul produttore), inizierebbero a conoscere Vinix e magari, visto che li fa vendere a chiedersi perchè non frequentarlo -in questo caso Vinix non dovrebbe garantire vendita diretta online, altrimenti ciao. Gianpaolo docet.
    Per coloro che invece non sono distribuiti affatto ma presenziano alle manifestazioni tipo Terroirvino la stessa manifestazione potrebbe essere "il punto di contatto" per la degustazione.

    Che ne dici, fattibile?

    Tom

    link a questo commento 0 0
    #116
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Perché al punto 3) non può rompere la barriera ed acquistarti su vinix ? Intendi non può perchè al momento non è tecnicamente previsto oppure non può nel senso non potrà mai perchè non usa la rete ? La prima questione è risolvibile, bastano i soldi per realizzarla e la si fa. La seconda questione invece è strategica, per me il fatto di portare gente sulla rete, vedergli usare determinati servizi, scoprirne i segreti e rimanerne affascinato è parte del gioco.

    Ad ogni modo, mi sto annotando tutte le vostre considerazioni e ancora una volta vi ringrazio per la gentile collaborazione.

    Ehm, sbagliando post, scrivevo a tom da un'altra parte che appena inviata una mail a vinix di spiegazioni approfondite relative al piano pro (ed altre comunque di rilievo), mi sono giunte risposte del tipo:

    "per fortuna che avete premesso poche righe ,
    pensa se erano tante , era la divina commedia"

    Come dire, incoraggianti.
    ;-)


    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #117
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    @117: oggi direi entrambi, e dalla tua risposta lavorerei su entrambi per capirne costi e benefici. Ma a questo io non so rispondere, dovresti fare un sondaggio specifico tra produttori, enotecari e consumatori (che poi io preferirei chiamare ppassionati, dato lo sbattimento dimostrato nell'informarsi e seguire le discussioni).

    link a questo commento 0 0
    #118
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    scusa fil ma mi viene in mente una cosa. quando un rappresentante o un rist. enotecoa si iscrive non potresti offrire a loro dei servizi ad hoc.

    mi spiego meglio: si tratterebbe di stimolarli offrendogli la possibilità di ricevere una lista di produttori (aderenti al piano pro) per regione e prodotti e magari anche un listino prezzi incluso.

    mi potresti rispondere ma se gli interessa qualche prodotto possono trovarselo da soli. non è scontato magari si iscrivono senza approfondire i servizi offerti.

    è solo un esempio ma su questa linea potresti gestire tutti gli iscritti alle varie categorie promuovendo e favorendo l'icontro tra domenda e offerta.

    io per es per una questione caratteriale non mi sento di contattare a tappeto tutti gli operatori presenti su vinix (anche io non sono un amante dei venditori porta a porta e forse sbaglio) ma se in qualche modo riscontro un interesse attraverso una lista o magari un campo da te predisposto dove si esprime un interesse ad essere contattati mi aiuterebbe.

    un saluto, vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #119
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Questo dello stimolare l'incontro tra domanda e offerta è molto sensato Vincenzo. Il problema di farlo solo per i piani pro è questo: offrirei una lista di produttori non già selezionati in base alla loro qualità ma in base al fatto che abbiano o meno acquistato un piano pro il che non è certo indice di qualità. Modi per stimolare l'incontro tra le diverse figure, possibilmente diversi per ciascuno però ci sono e si potrebbero integrare. Da qui l'utilità di aver separato le varie categorie di iscrizione su vinix.

    Per esempio:

    Ai consumatori potremmo proporre se vogliono conoscere produttori di vino o ristoranti nella loro zona recensiti o segnalati da altri utenti come interessanti (per esempio integrando un sistema di rating delle persone, delle aziende e delle recensioni.

    Ai produttori di vino potremmo segnalare una serie di persone (professionisti o appassionati) che abbiano dimostrato l'interesse verso un certo tipo di prodotto.

    Ai ristoratori e agli enotecari potremmo segnalare una serie di produttori che vorrebbero vendere nella loro zona (predisponendo ovviamente un sistema che consenta preventivamente ai produttori di poter esprimere delle indicazioni di questo tipo).

    Alle figure del settore tecnico potremmo consentire di entrare in contatto con coloro che cercano i loro prodotti o servizi e "matcharli" in qualche modo.

    Ai giornalisti e ai blogger si potrebbe offrire la possibilità di partecipare ad eventi selezionati, educational, visite personalizzate in cantina, ecc.

    Le possibilità sono moltissime.
    Devo nel frattempo raggranellare le risorse per metterle in pratica ma una cosa è certa vinix non resterà fermo, questo mai !
    :-)

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #120
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Bravo Fil, ma almeno, credo, è emersa la direzione. Ottima la scelta di farti garante della qualità, ti costerà di più e ti creerà ovvi problemi con produttori che non concordassero coi tuoi pareri (cosa peraltro da gestire perchè in Terroirvino x es il punteggio non è visibile allo stand se non cerchi la scheda, su Vinix non so).

    Tra l'alro facendo quelle modifiche vedrai come i produttori che ci credono si daranno da fare per avere le degustazioni qui su Vinix..

    link a questo commento 0 0
    #121
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    credo che questa strada farebbe fare un salto notevole in termini di innovazione rispetto agli altri tuoi competitors (almeno per quanto mi riguarda).

    per non parlare poi del fatto che un parametro importante per il rating dei singoli produttori lo puoi chiaramente cooptare dai dati autorevoli presenti su tigulliovino. che non sono pochi.

    un saluto vincenzo

    link a questo commento 0 0
    #122
  • FortidelVento - Tomaso Armento

    FortidelVento - Tomaso Armento

    Aggiungo che per aiutare lo sviluppo ti basterebbe mettere a disposizione il pulsante preferenze solo ai piani pro, mentre mi sembra una bella idea quella di usare la banca dati di tgv per chi volesse esserci, ma più che rating dei produttori parlerei di rating dei vini. A quel punto avresti espressione della volontà diretta e rating terzo.
    ciao
    tom

    link a questo commento 0 0
    #123
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    L'integrazione tra tgv e vinix la vedo già più difficile, un po' perché voglio che le cose procedano a braccetto ma ben distinte, un po' perché i database sono proprio diversi, per varie ragioni) e farli parlare richiederebbe un lavoro molto molto grande.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #124
  • Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    Vincenzo Ciaceri - Poggioaltoro

    @124
    capisco... ma se l'obbiettivo è garantire un indice di qualità mi sembrerebbe uno spreco non considerarele, visto il lavoro che c'è dietro.

    link a questo commento 0 0
    #125
  • Tommaso Caravani

    Tommaso Caravani

    Ciao Filippo,

    scusa ma non ce la faccio proprio a rispondere alle domande per una questione di tempo, se riuscissi a mettere un sondaggino interattivo? del tipo risposta multipla o singola flaggando le risposte? giusto per semplificare la vita di noi utenti:)

    link a questo commento 0 0
    #126
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Certo, i polls è un po' che vorrei integrarli. Aggiunto alla to do list. Vedi ? Anche tu hai dato il tuo contributo senza volere, basta uscire dall'ombra.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #127
  • Essepi Wine Services

    Essepi Wine Services

    Ciao,
    al 120 hai offerto tanti servizi a varie categorie, ma hai tralasciato glia agenti. Cosa potresti offrire agli agenti? Vedo, come è giusto fare, che dedichi molto ai produttori. I ristoratori sono una categoria molto particolare dove la maggioranza non ha nemmeno l'e-mail figuriamoci se naviga in rete. Con questo voglio dire che sarà molto difficile coinvolgerli in Vinix, ma anche negli acquisti. sicuramente più facile la vendita diretta tra il produttore e il ristoratore-enoteca. Ma molti preferiscono comunque trattare con l'agente. Per quello ti chiedo cosa puoi offrire all'agente per incrementare la sua visibilità?
    Io come agente faccio ricerca su Vinix, guardo i contatti e offro si i miei servizi ma io lavoro in un modo un po' particolare. Mi piace prima di tutto conoscere la realtà del produttore, il produttore stesso e i suoi vini, il suo modo di lavorare. Ma come me ne conosco molti agenti che lavorano nello stesso modo, non so se siamo una minoranza. Sapendo questo, cosa puoi offrirmi?
    Come si potrebbe attirare sempre di più il mondo HORECA a Vinix, essendo un mondo così chiuso per la rete?
    Sandra

    link a questo commento 0 0
    #128
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Sandra, dici bene, è un mondo abbastanza chiuso alla rete e solo i produttori - non si capisce bene perché, forse per il lavoro fatto in questi anni da tanti come me ? - sono la categoria che lentamente e attraverso innumerevoli vicessitudini si sta affiancando di più ad un uso consapevole del mezzo. Mancano gli agenti perchè quella era solo un'idea, una bozza di propositi buttata giù di corsa, è ovvio che nel momento in cui dovessi trovare dei servizi per ciascuna categoria penserei ovviamente anche agli agenti. Tu hai qualcosa da dirmi in proposito ? C'è un servizio di cui avresti bisogno ?

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #129
  • Essepi Wine Services

    Essepi Wine Services

    Naturalmente ho bisogno di vendere all'HORECA, ma come siamo d'accordo non usano la rete xciò diventa difficile vendere in ogni caso. Ma se si trova il modo di coinvolgerli e attirarli prima al mondo della rete e poi a Vinix, un modo per vendere si trova. Che basterebbe comunque fare marketing perché come si diceva prima la visibilità porta frutti.
    Sarà che sono in una provincia un po' più chiusa delle altre (Vicenza) ma è dura anche farsi notare con i metodi tradizionali. Perciò non saprei cosa suggerire per aprire il mondo HORECA a parte VinixLive che mi sembra una bellissima idea che porterà molti frutti se si coinvolgono quelli dell'HORECA, ne sono convinta, oltre alla formazione, degustazioni e serate a tema nei locali.
    A titolo informativo per te Fil, 4 aziende che rappresento le ho conosciute grazie a Vinix. Perciò Grazie ancora una volta e tante altre.
    Sandra

    link a questo commento 0 0
    #130
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Temo, purtroppo, che eventi come vinix live! possano solo far incazzare la mentalità "piccola" dell'horeca. Forse giusto l'ospitante se è un ristorante/hotel può essere coinvolto ma il ragionamento medio del ristoratore / enotecario è: "siccome il cliente poi mi viene in negozio e mi dice che la bottiglia che io gli vendo a 10 l'ha trovata a 5 ad un evento vinixlive mi dice che sono un ladro".

    Secondo me è solo questione di ignoranza da parte del cliente (cosa fa, ogni volta si smazza 300 km per andarsi a comprare il vino a metà prezzo ?) che non capisce che la selezione di un prodotto, il suo acquisto e messa a magazzino hanno un costo.

    C'è bisogno di informare molto il consumatore ma anche l'horeca spesso è molto chiusa. Io se compro un buon vino a vinixlive poi lo ricerco nella mia enoteca e se non ce l'ha e ci tengo magari riesco anche a farglielo ordinare...

    Basta riflettere alle volte.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #131
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Pensavo sempre ai servizi di possibile futura integrazione. Tra le varie notifiche attivabili su richiesta dall'utente pro, come vedreste una notifica quando si registra un utente di una certa categoria o zona (scelta dall'utente pro) ?

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #132
  • Essepi Wine Services

    Essepi Wine Services

    Questo è già più mirato come servizio! Da considerare seriamente.
    Sandra

    link a questo commento 0 0
    #133
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Ciao Fil,
    rispondo al sondaggio:

    1 C

    4 D ed E

    5 Per ora le Statistiche tra i servizi del PRO e gli Annunci nel normale

    6 VINIX TAG ADVERTISING

    7 in ordine di importanza: AREA BLOG, FOTO e VIDEO - concepisco Vinix come una spazio libero di scambio di informazioni e mi piace per questo, prevalentemente

    8 Una migliora impaginazione della HP , sbaglio o il sito è concepito in 800 x 600. Potrebbe essere un'idea quella dì aumentarlo a 1024 ecc e quindi sfruttare più spazio per la visibilità, non sò.. magari mi sbaglio.

    9 Sono molto utili ma PERSONALIZZEREI MEGLIO gli update dei blog, magari mettendo il titolo del blog anche nella mail.. in questo modo potrei darmi un ordine di priorità nelle risposte che per me sono più importanti fino a completare quelle che ritengo meno tali. Credo qusta soluzione salvi molto TEMPO

    10 SODDISFATTISSIMO se penso che poi lo stai facendo a risorse quasi zero... per quel poco che ti conosco, sono sicuro che hai almeno altre 3/4 idee in cantiere che per causa di forza maggiore non puoi sviluppare da subito.. :-)

    11 A

    12 Spero di essere utile a VINIX tanto quanto questo SN lo è per me, stò imparando tanto e conoscendo molte belle persone.

    Userei questo SLOGAN, PAY-OFF, CLAIM, boh ?!!!

    " VINIX - Il bello del Libero Arbitrio nel Mondo del Vino "

    Ciao Fil !

    PS - " TIN BOTA !!!" (in romagnolo: tieni duro !!!)

    link a questo commento 0 0
    #134
  • Emanuele Coveri

    Emanuele Coveri

    Ah dimenticavo:

    Si può aggiungere un bottone vicino all' ultimo commento che rimanda all' inizio del post?
    Quando ci sono post come questo che hanno più di 100 commenti... diventa complicato fare lo scrolling in alto e in baso della pagina...
    Io non uso il mouse... quindi TUTTO COL DITINO e il trackpad...

    ...azie..

    Ari- LELE

    link a questo commento 0 0
    #135
  • Azienda Vitivinicola Fortesi

    Azienda Vitivinicola Fortesi

    ciao.
    che posso dire che non sia già stato detto??
    grazie Vinix.
    migliorare si può sempre ma direi che il lavoro di Fil è già grande così!!!
    posso non rispondere a tutte le domande ma nel mio piccolo sono sempre presente.
    elena

    p.s.: sembra di essere tornati a scuola con i compiti a casa! bellissima sensazione... non si invecchia mai! :) :)

    link a questo commento 0 0
    #136
  • Podere Il Saliceto

    Podere Il Saliceto

    Ciao,
    provo a rispondere a modo mio.il costo non mi sembra eccessivo per il pro (anche se non l'ho ancora fatto provvederò a pagare) trovo un po' difficile ,è solo una costatazione strettamente personale, a muovermi e utilizzare i "campi " di vinix. devo solo esercitarmi un po'... aziende piccole come la mianecessitano questi spazi per farsi notare.ciao Gian Paolo
    P.S. pago in lambrusco???scherzo ovviamente

    link a questo commento 0 0
    #137
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Gianpaolo,
    Buono il tuo lambrusco !
    Hai provato a mandarne una campionatura a tigulliovino ?

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #138
  • Podere Il Saliceto

    Podere Il Saliceto

    Ciao Grande Paolo,
    certo che ho provveduto,anche se non sò se l'hanno degustato.Grazie per i compliments...a presto.
    ciao Gian Paolo

    link a questo commento 0 0
    #139
  • Bele Casel @ Luca Ferraro

    Bele Casel @ Luca Ferraro

    mai pensato di dare un servizio al piano pro tipo agevolazioni?
    Mi è venuto in mente dopo essere entrato a far parte di wein plus..... agevolazioni enormi con ups.

    link a questo commento 0 0
    #140
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Grazie Pierpaolo, cosa ne pensi del sistema VTA (se hai già avuto modo di vederlo) ?

    link a questo commento 0 0
    #141
  • Daniele Vinci

    Daniele Vinci

    @fil

    wow! 143 commente...144 con il mio....
    Ne ho letti una 50ina ma detto molto sinceramente li trovo molto lunghi e pesanti da leggere...

    Cosa potrebbe offrire vinix pro come valore aggiunto?

    La sinteticità dei contenuti riassunti ogni settimana.

    La sinteticità è un valore che attualmente manca più o meno in ongi social network. Il problema risale ad un'impostazione metodologica non proprio corretta dell'utilizzo di questi social network.

    Scusa Fil....

    Il tuo non è un sondaggio vero?E' stata una provocazione per suscitare un pò di commenti...

    IN questo modo è impossibile capire analiticamente le motivazioni di ognuno.E'più che altro una chiacchera tra amici!

    Provo a lanciare un'idea per lo sviluppo di vinix:

    Per far percepire il valore di uno strumento tutti devono trovare un guadagno da ciò che fanno.

    Perchè quindi non provare a stimolare la vendita di servizi o prodotti tra utenti stessi, e ricavare da lì una percentuale di guadagno, anzichè provare a vendere un Vinix Pro?

    Altirmenti come vedi pochi percepiscono il valore di vinix pro, per motivi di inesperienza tecnica, perchè non vogliono spendere ma solo ricevere, perchè come ben saprai vendere un servizio è 1000 volte più difficile che vendere un prodotto!!

    Chi compra vinix pro lo fa per riconoscenza nel lavoro che tu fai, ma quanto potrà durare questo sistema?



    link a questo commento 0 0
    #142
  • Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    per migliorare vinix....
    una domanda...èormale che quando pubblico un post sotto la mia "firma" c'è la pubblicità di una attività che produce etichette come il sottoscritto??? per me non ci sono problemi..ma puo' creare confusione a chi legge il post...sembra la stessa azienda che ha fatto il post...
    grazie, mik

    link a questo commento 0 0
    #143
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    No no è normale.
    Se il tuo post parla di etichette e la pubblicità è di etichette vuol dire che il servizio funziona. Naturalmente puoi farlo anche tu.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #144
  • Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    Tipografia A.S. - Etichette in bobina

    si l'avevo immaginato...come dire, basta saperlo...
    grazie della info..
    buon lavoro.

    link a questo commento 0 0
    #145
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Non hai mai sentito parlare di Vinix Tag Advertising ?
    Ne abbiamo parlato più volte sia su Vinix che tramite messaggi inviati a tutto il network. Qui trovi tutto:
    http://www.vinix.it/advertising.php

    Se hai bisogno di aiuto sono a disposizione.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #146

inserisci un commento