assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#7 Commenti

  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    claudia san hai visto i japp che popolo? altro che noi qua.... e poi sorridono sempre... avrei voluto vederti, cara claudia san... :-)

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    quello che mi ha lasciata basita è la loro curiosità nei confronti di qualunque cosa vedessero, hanno preso appunti su tutto ...Mi hanno fatto vedere la cantina con occhi nuovi, con lo sguardo della curiosità

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    lo so, per quello li adoro!!.-)))))

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Roberta Colonna

    Roberta Colonna

    Ciao Claudia, leggendo il tuo racconto non ho potuto che sorridere!
    Faccio anch'io il tuo lavoro e mi capita spesso di dovermi dividere tra l'attività d'ufficio e quella di guida e non tutti i giorni sono uguali!
    Resto sempre ammirata dall'educazione e dall'umiltà con cui certi gruppi arrivano in cantina e come, quasi in religioso silenzio, ascoltino le mie parole!
    Queste sì che sono soddisfazioni che mi fanno amare ancora di più il mio lavoro.
    Devo dire che di giapponesi nello specifico non ne ho avuti molti ma, fortunatamente, vedo sempre più gente interessata al mondo del vino e pensare di averli emozionati mi riempie di orgoglio.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    @Roberta: una domanda come organizzi le visite?
    quanto scendi nei dettagli tecnici della vita di cantina?
    quanto territorio metti in ognuna di esse?
    le domande sono diventate tre
    claudia

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Roberta Colonna

    Roberta Colonna

    In teoria la visita è standard, in realtà è sempre diversa.
    Dipende molto dal pubblico che hai davanti, dall'orario di arrivo (se hanno fame o se hanno già mangiato)...
    Per esempio: con i gruppi di sommelier si cerca di realizzare visite un po' più tecniche...quel che è certo è che ci si deve sempre soffermare su quelle caratteristiche che rendono unica la nostra azienda, che la differenziano da tante altre che, spesso e volentieri, uno ha già visitato.
    Cerco di capire la preparazione di un gruppo e di adeguare la visita al loro livello utilizzando il linguaggio più appropriato in modo che tutti possano capire, seguire la spiegazione e conservare così un bel ricordo.
    Il territorio?? E' fondamentale!! Ne parlo sempre prima di ogni visita.
    Spiego loro dove si trovano, perchè è importante e non dimentico mai di sottolineare quanto questo sia fondamentale per la buona riuscita dei nostri vini.
    A disposizione dei clienti teniamo anche cartine della zona.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    diciamo che allora a volte mi trovo in difficoltà a raccontare la nostra unicità, grazie per avermi dato questo spunto
    claudia

    link a questo commento 0 0
    #7

inserisci un commento