assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Modifiche al Codice della Strada

inserito da
Modifiche al Codice della Strada
Da oggi, venerdì 13 agosto, è operativo il nuovo codice della strada, codì come modificato dalle recenti disposizioni restrittive, in particolare per quanto riguarda l'uso di bevande alcoliche. Ho dato una letta all'articolo completo, comparso oggi su Repubblica e devo dire che le incoerenze sono molte come per esempio la possibilità di circolare a 200 km all'ora perdendo solo 10 punti della patente o l'abbassamento da 5 a 3 punti della patente per chi guida tra i 10 e i 40 km oltre il limite consentito o, ancora, come la deroga alla sospensione della patente.

Qui di seguito le principali novità:


Alcol, dove si applica la tolleranza zero

Questa è probabilmente la norma più importante a livello di impatto sulla nostra società. Tasso alcolemico pari a zero per i conducenti con meno di 21 anni; per chi ha la patente da non più di 3 anni; per i conducenti professionali o di autoveicoli con patente c, d o e. Pene inasprite per chi guida in stato di ebrezza o di stupefacenti e per chi provoca incidenti. Limiti di velocità più bassi per i neopatentati.

Inasprimento delle sanzioni sulle microcar
Cinture di sicurezza sempre allacciate per il guidatore. Multe salate per i proprietari di microcar con il motore truccato e per i meccanici che le hanno modificate.

Test antidroga
Questa è probabilmente la più pervasiva e antidemocratica norma dell'intero codice della strada che a mio avviso resta contemporaneamente inutile visto che è possibile aggirarla con un breve periodo di astinenza. Test antidroga obbligatorio per prendere la patente, per il rinnovo e per chi guida mezzi pubblici, taxi o camion. Esercizi di guida anche a 17 anni, ma il minore deve avere la patente A ed essere accompagnato da una persona con patente B da almeno 10 anni.

Multe, notifica da 150 a 60 giorni
Questa modifica è di difficile interpretazione. Da un lato potrebbe essere interpretata nell'ottiva di una svolta amministrativa improntata alla velocità ed all'efficienza e in tal senso auspicabile, dall'altro come maggiore possibilità per i multati di ricorsi avanti al Giudice di Pace per prescrizione dei termini di notifica...Il periodo per ricevere la notifica delle multe passa infatti da 150 a 60 giorni. I proventi delle multe sono divisi al 50% tra l'ente accertatore e l'ente proprietario della strada. Pagamenti di multe a rate dai 200 euro in su, ma solo con redditi bassi.

Scatola nera

Possibilità di sperimentazione della scatola nera sulle auto, facoltativa e collegata all'assicurazione.

Sospensione della sospensione della patente
Benché sia stata criticata aspramente dai sostenitori della linea dura, credo sia ragionevole come deroga a patto che i suoi limiti siano stringenti, ben definiti e controllabili. Chi ha sospesa la patente può ricorrere al prefetto e chiedere una deroga per guidare massimo tre ore al giorno per andare al lavoro o per fini sociali. La deroga porta anche a un allungamento della sanzione.

Licenziamento per giusta causa in seguito a sospensione per guida in stato di ebbrezza
Questa norma mi pare aberrante: chi ha subito la sospensione della patente professionale perchè ubriaco o drogato può essere licenziato per giusta causa dall'azienda.

Tir e bus fino a 70 anni
Questa la trovo poco sensata. O mi impedisci di guidare tout court qualsiasi mezzo dopo i 70 anni, oppure introduci dei controlli di abilità alla guida più ravvicinati nel tempo oltre determinate soglie di età. L'incidente non è provocato in base alla dimensione del veicolo normalmente ma in base al guidatore ed ai suoi errori. Da 65 a 70 anni l'età massima per condurre i conducenti di mezzi pubblici, autocarri e tir.

Etilometri nei ristoranti
Servizio già fornito da moltissimi ristoranti da diversi anni, nei ristoranti arrivano mini etilometri a disposizione dei clienti. Divieto per i locali notturni di vendere bevande alcoliche dopo le tre di notte.

Autogrill
Al giovane alcolizzato del sabato sera occorre davvero il taccuino: divieto di vendita di superalcolici negli autogrill sulle autostrade dalle 22 alla 6 e divieto di vendita di bevande alcoliche dalle 2 alle 7. Salate le multe per gestori e clienti.

Pedoni
Meno 8 punti, contro i 5 precedenti, per chi non rispetta i pedoni che attraversano le strisce. Se le strisce non ci sono o non sono visibili, la sanzione è più bassa ma comunque raddoppiata. Chi non lascia strada a polizia o ambulanze perde 5 punti.

Diversamente abili
Agevolazioni fiscali per l'acquisto di autoveicoli.
  • condividi su Facebook
  • 3775
  • 0
  • 0

#4 Commenti

  • Sorgentedelvino.it

    Sorgentedelvino.it

    voglio andare in treno :-(

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandra Rossi

    Alessandra Rossi

    Giorni fa viene la squadra della Roma a giocare un'amichevole col Grosseto. In mattinata vado a fare la spesa al supermercato: non mi vendono birra. Bisogna prendere la macchina ed andare negli ipermercati fuori città. Mi arrabbio.

    Esce l'altro ieri sul Tirreno l'ultima pensata del sindaco di Grosseto: nei Lidi sul mare vietato vendere alcolici dopo le 18, vietato mettere musica e pure nelle spiagge libere è vietato ballare o suonare la chitarra on the beach. In agosto. Mi arrabbio ancora.

    Sugli etilometri nei locali: diversi articoli di giornale riferiscono che laddove esistono, i giovani li usano per scommettere sul tasso alcolico che hanno in corpo. Chi ce l'ha più alto vince. Si, un bel deterrente.

    Non mi arrabbio più, cresco i figli e poi mi levo di qua.
    Saluti maremmani,
    Ale

    link a questo commento 0 0
    #2
  • F.lli Pavia & Figli

    F.lli Pavia & Figli

    Purtroppo in italia abbiamo già conosciuto epoche in cui solerti personaggi hanno piegato la popolazione, con scuse banali piano piano,che hanno condizionato poi la vita del paese per decenni, oggi lo si fa in maniera più fine e sotto l'etica di una sicurezza che non potrà (purtroppo) essere assoluta, comunque:

    Purtroppo il buonsenso è una dote che manca ormai da tempo, a legislatori, forze dell'ordine ecc


    Lo stato cerca di spremere dove può e (almeno quello) non vi è più la distinzione tra destra e sinistra, siamo tutti polli da spennare.

    Ci aumentano tasse e benzina sull'auto fino a quando ci beccheranno con i famosi 2 bicchieri e mezzo e ci spremeranno con supermulte, costose visite mediche dove saremo tratttati al pari dei maggiori delinquenti,e bollati per molti anni ecc.

    Ma la cosa che mi stupisce è che noi produttori vinicoli e tutto il comparto, passivamente subiamo tutto ciò senza almeno poter opporre una difesa, o una revisione di questo sistema, a mo dei vecchi contadini stringiamo i denti e ci lasciamo guidare da politici integerrimi, che sicuramente non danno il buon esempio, ma siccome pensano prima di tutto a noi ci vogliono ridurre a essere dei bambocci mentre per loro tutto è concesso.

    Vogliamo veramente la sicurezza?

    allora: auto che non superino i 130 all'ora ( ve lo immaginate le case automobilistiche cosa direbbero eeee) ma se tanto il limite è quello è un controsenso e anche un costo produrre auto che vadano più veloci se pensano alla sicurezza sarebbe un metodo molto efficace non credete?
    A noi a cui piace gustare i piaceri della vita ormai ci hanno tolto anche il piacere di andare a cena, senza lo spettro del solerte agente con etilometro, che pensa alla nostra sicurezza, ma se mi togli la patente perchè mi devi anche multare? ormai mi hai tolto dalla guida, non sono più un pericolo per gli altri, non ha senso una multa se pensi alla sicurezza togliendomi la patente hai raggiunto il tuo scopo no?
    Una considerazione e un avvertimento:
    E' già in atto una proposta che arrivi al tasso 0 per tutti, se questo avvenisse, per noi sarebbe la fine, quando potremo in cantina assaggiare i nostri vini?
    chi li degusterà nelle manifestazioni?
    siamo sempre in auto a volte anche per pochi km ma il tasso 0 per tutti vorrebbe dire forse bere un bicchiere a cena e basta, ma forse i nostri legislatori non ci pensano perchè che problema c'è basta avere un 'autista che ci scorrazzi, tutti se lo possono permettere, non vi è niente di più facile.
    oppure guardate : in questi giorni scorre la pubblicità di una celebre
    bevanda che è la soluzione:
    è buona, naturale pensate che piaceva già ai nostri nonni ( mio nonno non l'ha mai assaggiata non so i vostri) presto diranno che fa bene anche ai bambini e rende tutti felici a pranzo ( a me da una grande malinconia, nel vedere come siamo caduti in basso) ma stiamo attenti se resteremo sempre passivi ci troveremo tuti a bere bevande analcoliche tristi e depressi e i nostri vini forse li berranno solo i politici, tantoa loro tutto è concesso.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Commento accorato il tuo, che in gran parte sottoscrivo.


    Fil.

    link a questo commento 0 0
    #4

inserisci un commento