assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#71 Commenti

  • Davide Canina

    Davide Canina

    Ciao Paolo,
    ti faccio un grande in bocca al lupo per il concorso!
    Guarda per me la speranza deve essere quella di trovare persone che rispettano il lavoro e gli sforzi di voi produttori.
    Questo dev'essere sempre al primo posto. Non sempre c'è questo rispetto, da quello che si vede o si legge.
    Se tu hai dato il 100% non puoi farti nessun riprovero a te stesso comunque vada.
    E sai meglio di me che l'anno prossimo sarà un'altra sfida in base al tempo e a tanti altri fattori.
    Sia che vada bene sia che vada male il tuo impegno l'anno prossimo dovrà essere ancora massimo.
    In ogni caso dovrai dare il 101% se ti andrà bene la degustazione mentre se andrà un pò meno bene dovrai impegnarti al 102%.
    Se sei in pace con te stesso di aver dato il massimo...vivi sonni tranquilli....
    In bocca al lupo!!!

    Davide

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Giuliano Boni @ Vinidea

    Giuliano Boni @ Vinidea

    Caro Paolo,

    permettimi di darti del tu, innanzitutto (on line viene spontaneo farlo, ma un po' di buona educazione non guasta mai).

    Ti scrivo come parte in causa, visto che il mio compito è quello di selezionare e coordinare i lavori delle commissioni di degustazione al Concorso del Barbera.

    Posso assicurarti che tutti i giudici presenti sono di provata esperienza, anche se non tutti sono degli esperti di Barbera. Ma tra gli scopi per cui la CCIAA di Alessandria ha istituito il concorso c'è proprio anche quello di capire come il/la Barbera si può posizionare in un contesto internazionale, uscendo dal mercato locale.

    Posso anche aggiungere che non solo gli eventuali giudizi negativi non rimangono segreti, in quanto le cantine che hanno inviato i campioni hanno diritto di richiedere una copia delle schede di degustazione coi punteggi dei propri vini (ti hanno male informato, probabilmente), ma il concorso del barbera vuole distinguersi anche per il ritorno di informazioni inviato "d'ufficio" ai partecipanti. A tale scopo quest'anno, grazie alla collaborazione intrapresa con l'associazione francese CDV - Concours des Vins, che organizza tra gli altri i concorsi bordolesi "Citadelles du Vin" (www.citadellesduvin.fr) e Challenge International du Vin (www.challengeduvin.com) sono state apportate delle opportune integrazioni alla scheda di degustazione, in seguito alle quali i giudici sono tenuti ad esprimere oltre al punteggio anche dei giudizi qualitativi (descrittori, sensazioni gustative, eventuali difetti). Tali giudizi saranno poi inviati automaticamente alle cantine partecipanti, che potranno così usufruire di una "expertise organolettica" da parte di una giuria internazionale e qualificata.

    In ogni caso: in bocca al lupo!

    giuliano boni

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Cantina Pugliese

    Cantina Pugliese

    Beh, auguroni! Prendi in considerazione una cosa: partecipare è già un successo, ti farà conoscere e accrescerà la tua esperienza. Se poi vincerai, ben venga.
    In bocca al lupo

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Davide,
    grazie per le belle parole di incoraggiamento che confermano quella tua sensibilità e il rispetto per il lavoro dei vignaioli che già avevo avuto modo di apprezzare in altri post.
    In effetti è proprio come dici tu, so di averci messo l'anima oltre a tanto impegno e competenza e sono molto soddisfatto dei vini che ho prodotto.
    Proprio da questa soddisfazione anche avvalorata da commenti positivi di persone appassionate è nata questa voglia di misurarsi in un concorso.
    Cioè, ho studiato sodo, adesso vado e sostengo l'esame.
    Se il risultato non sarà quello che sogno, dovrò fare meglio.
    Crepi i lupo !!!!!!

    Giuliano,
    ti ringrazio per avermi dato del tu.
    Sono positivamente impressionato che proprio tu, come coordinatore, sia qui ad investire del tuo tempo per correggere gli effetti degli errori di comunicazione e spiegarci meglio come funziona la cosa.
    Come detto, per me è la prima volta, ho avuto un riscontro negativo con una guida e quando ho scritto ( più volte ) chiedendo se potessero essere così gentili da restituirmi un semplice feed back, solo per potermi migliorare, non ho ottenuto risposta, nemmeno quella di cortesia. Forse anche questo precedente mi ha un po' fatto scaturire il dubbio.
    Ho amato subito questo concorso perché ho percepito la volontà di posizionare meglio questo grande vitigno sul panorama internazionale facendolo conoscere per quelle grandi caratteristiche uniche che possiede.
    Ora apprendo anche che avrà queste doti di ritorno, quindi congratulazioni a chi lo ha ideato e realizzato.
    ( si lo so, sono di parte, amo la barbera più di tutto il resto )
    Quindi, se ho capito bene, posso o devo richiederla la copia ?
    Cantina Pugliese,
    Grazie,
    Si, lo è, sono momenti importanti nel percorso di un'attività.

    Fa niente se sono comunque emozionato come un ragazzino ?
    :-)

    Ciao a tutti
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Giuliano Boni @ Vinidea

    Giuliano Boni @ Vinidea

    Paolo,

    la risposta dovrebbe arrivarti in automatico entro una quindicina di giorni; nel caso ciò non avvenisse, fammelo sapere che solleciterò chi di dovere.

    Ne approfitto per sottolineare che un eventuale insuccesso non vuol dire necessariamente che il vino sia scarso, in quanto la soglia per avere il diploma "Monferrato Festival" è stata volutamente messa piuttosto in alto, a 85/100, per poter selezionare veramente dei barbera "fuoriclasse".

    Tanto per darti un'idea, nella passata edizione (2006) il numero dei vini premiati non ha superato il 24% dei campioni presentati, a testimonianza della serietà del concorso stesso.

    giuliano

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Azienda Agricola L'Arcera - Organic Wine

    Azienda Agricola L'Arcera - Organic Wine

    Caro Paolo auguroni per il tuo concorso, anche se non credo molto a queste manifestazioni... quando dicevo a Filippo che mi aspettavo di trovare nelle sue dgustazioni sia i pregi che i difetti dei vini, volevo dire peoprio questo: perchè in caso di giudizio negativo, non vengono date le motivazioni. Se un vino ha due chiccioline e uno ne ha quattro perchè nei giudizi, alla fine, sono tutti buoni?

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Come ti ho risposto allora, se la degustazione l'ho scritta io, stai certo che la valutazione a parole di un vino da 1 o 2 chiocciole illustrerà sicuramente i motivi per cui il giudizio è basso. Ma qui su vinix per ora sono riuscito a caricare solo la punta dell'iceberg. Se vai su http://appunti.tigulliovino.it trovi miglia di schede vini e fra questi numerosi con 1 chiocciola o 2. Le degustazioni, in questi casi, parlano chiaramente dei difetti, e senza troppi fronzoli.

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao a tutti,

    Giuliano,
    non mancherò di aprofittare di tanta cortese disponibilità se dovesse necessitarmi, ma da come mi hai descritto credo che non ce ne sarà bisogno. Sapevo della soglia e quella non mi preoccupa più di tanto, non per superbia, ma perchè sarei uno sprovveduto a mandare una campionatura così tanto per provare a vedere se passa... La mia speranza è che al di là del punteggio di eccellenza, i degustatori abbiano la possibilità di avere il tempo per far uscire dal bicchiere tutto o gran parte della ricchezza che è contenuta. Questo perchè a me è capitato di sentir venir fuori di quelle note stupende anche dopo diverso tempo e di percepirle nettamente diciamo non esattamente al primo impatto. ( Ma io non sono un professionista e mi si perdonerà un pò di apprensione genuina ed in buona fede forse anche dettata da un pò di inesperienza ).
    Gino,
    Grazie per gli auguroni,sono con te che non è il bollino a fare il buon vino, anzi credo che nessuno lo creda.
    Tuttavia, è importante capire se quello che stai facendo incontra o meno un favore da parte del mercato a confronto con altri produttori. Per questo diventa importante sapere come vieni percepito più che giudicato e le critiche di ritorno aiutano.
    Se poi arriva anche un riconoscimento di anni di fatiche, penso che faccia bene al cuore e a volte ci vuole. Se non arriva sarà di stimolo per fare meglio.
    Fil,
    Devo temere il tuo giudizio ?? ;-)
    A parte gli scherzi, se volessi uno che parla favorevolmente dei miei vini a prescindere, io chiamerei qualche rivista e pagherei un editoriale. Invece, ribadisco, è importante capire cosa va bene e cosa può essere migliorato attraverso la valutazione di un terzo perchè noi vignaioli tendiamo poi ad innamorarci del nostro prodotto e ci serve qualcuno che ci riporta alla realtà oggettiva.
    Per esempio io quando esco a pranzo ordino sempre barbera di altri produttori se posso, è il mio modo di capire se quando assaggio la mia lo faccio da innamorato o da professionista...
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Davide Canina

    Davide Canina

    Ciao Paolo,

    com'è andata la degustazione della tua Barbera al concorso ?
    Tienimi informato.
    Ciao,
    Davide

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Davide,
    per la verità non so ancora nulla...... che ansia !
    Sicuramente ti terrò informato, grazie per l'interesse.

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao a tutti !!

    III concorso

    Le degustazioni effettuate ... sono risultate particolarmente selettive premiando complessivamente il 15% dei vini in concorso.
    Si informa che i vini presentati dalla complessivamente non hanno raggiunto il punteggio minimo di 85/100.

    E adesso si lotta per avere copia delle schede di valutazione per capire come fare meglio la prossima...

    Io però, almeno uno dei tre, ero sicuro che li superava.... boh ?!

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Giuliano Boni @ Vinidea

    Giuliano Boni @ Vinidea

    In effetti ti sei "fermato" appena sotto il limite, Paolo.

    Quest'anno i giudici sono stati particolarmente severi: tieni conto che in media nei concorsi vengono premiati circa il 30/35% dei vini, qui siamo alla metà.

    è il bello/brutto di avere una giuria internazionale, di solito con parametri di giudizio un po' più severi rispetto ai giudici nostrani, o comunque con un uso più largo della scala di valutazione centesimale, che inevitabilmente nella media porta a penalizzare il punteggio complessivo.

    Ma sono sicuro che ti rifarai il prossimo anno!

    giuliano

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Bè, spetta, bisogna vedere il 10 cosa dice la commissione di tigulliovino ;-) O, magari siamo ancora più severi, vai a sapere. :-)

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Giuliano,
    Beh, se sono appena sotto il limite, per me è già un gran bel successo come prima presentazione a concorso, quando ho letto la lettera della Ciaa ho temuto il peggio.. Non tanto perchè non fossi sicuro dei miei vini, ma proprio perchè la Barbera, a volte rispetto al gusto internazionale può essere un vino difficile.
    Sono comunque contento di questa serietà/severità, vorrà dire che quando riuscirò ad essere premiato, sarà un premio di maggior valore.
    Dopo aver mandato qualche mail ad Asperia senza aver avuto risposta, domattina telefono di persona perchè è importante per me avere le schede di valutazione.
    Muoio dalla curiosità di capire quali aspetti debbano ancora essere migliorati.

    Ciao Fil,
    Beh, il 15 % mi sembra già una bella scremata, no ?
    Io mi auguro sempre che queste commissioni si limitino ad essere serie e professionali, se si mettono anche con l'essere severe altro che ansia mi viene l'infarto.. ;-)
    PS: Spero proprio di farcela per il 10..
    Ciao

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Cosa intendi con "spero proprio di farcela per il 10" ?
    Ti riferisci alla degustazione dei tuoi vini o a greco wine tasting 2.0 ?

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Mi riferivo alla 2.0, , non conosco ancora la data della degustazione dei miei e qualcosa mi fa pensare che non la sapro' se non dopo che sara' avvenuta. Sbaglio?
    Ciao, Paolo

    link a questo commento 0 0
    #16
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    E perché mai, non ci sono mica segreti Paolo.
    I tuoi vini li assaggeremo il 10 dicembre nel primo pomeriggio insieme a molti altri campioni. In serata l'evento 2.0 sul Greco (se partecipi ti ricordo che c'è tempo per richiedere la campionatura entro questa domenica). Come dire... ottimizziamo sempre.. :-)

    link a questo commento 0 0
    #17
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ah però, non pensavo così presto, bravi !
    Allora mi sa che è meglio che recapiti io personalmente i campioni, magari verso il 1º di Dicembre, che mi faccio una gita al mare d'inverno.
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #18
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ti è arrivata la mail con i dettagli per la spedizione ?
    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Giuliano Boni @ Vinidea

    Giuliano Boni @ Vinidea

    I risultati del 3º Concorso Internazionale del Barbera sono disponibili qui: http://www.infowine.com/default.asp?scheda=6129

    giuliano

    link a questo commento 0 0
    #20
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Giuliano, potresti inserire un estratto anche qui su vinix sottoforma di post in modo che rimanda traccia anche nelle ricerche ? Grazie, Fil

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Fil,
    Si, è arrivata,ti ringrazio, i campioni vanno a NE, che è sopra a Chiavari/Lavagna se non ricordo male, per questo quasi quasi li porterei personalmente il weekend dell 1º Dicembre così porto la famiglia in gita una mezza giornata. ;-) Sento già il profumo dei pansotti in salsa di noce...

    Ciao Giuliano,
    Sono riuscito oggi a parlare con Asperia che mi manderà, con il dovuto tempo, le schede, grazie per le dritte !
    E grazie per il link.

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #22
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Nel caso Paolo, dì all'amico Sergio Circella che ci siamo conosciuti qui e che hai concordato con me l'invio della campionatura. La metterà al sicuro per il 10 e i vini avranno tempo di riposare una decina di giorni. Potresti approfittare per fare una cena o un pranzo in uno dei ristoranti di tradizione migliori della liguria. La carta dei vini poi è semplicemente impressionante (già vincitore premio miglior carta dei vini d'Italia di Bargiornale in una delle precedenti edizioni mi pare 2002). Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #23
  • Giuliano Boni @ Vinidea

    Giuliano Boni @ Vinidea

    Fatto!

    (http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=511)

    G.

    link a questo commento 0 0
    #24
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Grazie Fil,
    non mi lascio sfuggire l'occasione.
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #25
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Mi inserisco adesso...
    Paolo....concorsi, guide ecc. sono importanti, ma non lasciarti travolgere dall'onda, lascia che il tuo vino esprima se stesso, senza inseguire un sistema per prendere 90 pti....
    :-)
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #26
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Luk,
    Benvenuto !
    Quella vena di narcisismo emotivo dalla quale io non sono esente come "padre" creatore dei miei "figli", ovvero in qualità di vignaiolo che si rapporta ai suoi vini, mi porta inevitabilmente a desiderare un riconoscimento qualificato ed oggettivo di tanta fatica, di tanto amore.
    La razionalità invece mi dice che confrontarsi è il mezzo migliore per capirsi e capire se tutto quanto quello che io ritengo di fare bene, ottiene riscontro, viene capito, giunge a destino.
    Io, come penso tutti i vignaioli degni di questo nome, mi adopero per ottenere il vino naturalmente dalle mie uve, le quali ho amato per un anno intero ed il cui succo curerò con passione per anni ancora, fino alla bottiglia, non sarei capace di ottenere qualcosa di diverso, ma posso imparare a capire grazie a queste valutazioni, quando un mio vino raggiunge l'eccellenza oggettiva e quando non è ancora pronto, quando gli manca qualcosa.
    Sono d'accordo con te, costruire il vino perchè raggiunga dei parametri prefissati è un esercizio da enologia industriale ben lontano ed addirittura contrario ai miei principi.
    Discorso diverso per le guide, dove l'oggettività se ne va a farsi benedire per esigenze commerciali comprensibili, non credo che la qualità del vino sia l'unico fattore determinante per essere recensiti. Ho sperimentato personalmente, e poi lo sapete voi meglio di me.
    Io ho provato, ho mandato i miei campioni così, alla sprovveduta, confidando nel fatto che la qualità c'è, la novità pure, il prezzo anche.
    Non ho fatto altro però, e a mio umilissimo dire, non mi è stata resa giustizia.
    Adesso vivo nell'indecisione, vorrei tanto esonerarmi da questa logica delle guide, vorrei tanto che la qualità dei miei vini si autodeterminasse, ma più vado in giro per ristoranti e più mi accorgo di un livello di competenza enologica piuttosto basso , " da guida " appunto.
    Fatte le opportune gradevolissime eccezioni, miraccomando !
    Beh, voi che siete dentro al sistema, cosa fareste al mio posto ?

    Ciao e grazie
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #27
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    @ Paolo, segui il consiglio di Luk.
    Sai quante commissioni sbgliano le degustazioni!
    Ciao

    link a questo commento 0 0
    #28
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Mimmo,
    Immagino che sia possibile sbagliare, tutti sbagliamo, infatti, pian pianino mi preoccuperò di bere qualcuna di quelle bottiglie premiate per capire meglio anche io cos'hanno di speciale ed anche perchè mi aspetto di bere bene, che non fa mai male.
    Il rischio per un vignaiolo secondo me è di chiudersi nei suoi vini e perdere di vista cosa fanno gli altri.
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #29
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Questo che dici Paolo ha un fondamento. Già il fatto che quando vai fuori al ristorante bevi sempre e solo Barbera (vitigno che io amo ma non è certo l'unico), è indicativo. Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #30
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    Si peccato che molti sbagliano: per metodo, per scheda, per tipologia, per inganno organolettico, per simboli e valori non appropriati.
    Hai tu trovato per caso la voce in qualche scheda quindi a molte di queste commissioni, che si danno aria di perfezione gli può dare un vino costruito con additivi, fare un grande vino per loro e fregarli.
    Cordialmente Mimmo

    link a questo commento 0 0
    #31
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Fil,
    In realtà prediligo la barbera quando il piatto lo consente...
    Ma ordino anche valpolicella, amarone, chianti, nobile, nero d'avola, cannonau, dolcetto, barbaresco, sassella, merlot del friuli, greco, timorasso, ecc ecc difficilmente ordino barolo e brunello, ma perchè è difficile trovare l'occasione e la bottiglia giusta. Sul morellino di scansano ci ho messo una pietra sopra, anche quando mi convincono ad assaggiarlo perchè ottimo, non riesce mai a piacermi.
    Mimmo,
    Su questo hai perfettamente ragione, lo dicono gli enologi stessi che certe taroccate ci vuole la scansione atomica per trovarle.
    Allora diciamo che il vino migliore e più sano non è quello eccellente, ma quello ottimo, unico punteggio realmente raggiungibile in maniera naturale ?
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #32
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    hai degustato il TAURASI?
    Ciao Mimuzzo

    link a questo commento 0 0
    #33
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Fil,
    Il fenonemo della duplicazione si sta allargando, non sono più solo io, solo che Mimmo mi batte !!! ;-)

    Mimmo,
    Dimmi con cosa lo devo abbinare, che sto sfogliando tutti i libri di cucina regionale, ma non mi so decidere.
    Ho assaggiato il GRECO MOSC,
    ti sto preparando le mie impressioni.
    Ah, intanto grazie.
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #34
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Mi pare abbiamo appurato che non è un problema che dipende da vinix no ? Probabilmente a Mimmo sta venendo il parkinson.. ;-)

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #35
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    Fil te lo faccio vedere io il parkinson, e Vinix che c'è la.
    Ciao Mimmo

    link a questo commento 0 0
    #36
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ah ah ah ah, siete forti vuoi due !

    Dai Mimmo,
    che piatto preparo stasera per il TAURASI ?

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #37
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    @Paolo.Che minchia, non vole vo esser ringraziato.

    Cosciotto d'Agnello. Aprirlo lungo l'osso inferore e disossarlo, prepare un battuto di lardo, aglio, rosmarino, pepe nero, tritatre bene per fare pasta, spalmare bene su tutta la carne, aggiungere dei broccoli saltati in padella con cipolle ecc. fare un dadolata, aggiungere e cucire, come ci cuce la cima. dimenticavo tenere un po di pasta di lardo aromatizzata da spalmare sul cosciotto cucito, più aggiungere del sale grosso e mettere in forno a 180º.
    tempo di cottura dipende dal grandezza del cosciotto.Se vuoi vengo a cucinarlo io?
    ciao Mimmuzzo

    link a questo commento 0 0
    #38
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Minchia, me la sono cercata !
    Accetto la sfida, adoro cucinare , ma sarà meglio che lo cucino per Domenica allora.
    Proposito, una volta organizziamo, così mi insegni qualche trucchetto del mestiere, questo fine settimana sono a Brescia, la moglie vuole stare un pò con i suoceri...
    Allora non ti ringrazio ;-)
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #39
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    Ciao Paolo, a titolo di informazione e mia curiosità : con quali barbere hai partecipato al concorso, e quali annate erano ?
    Ciao e grazie
    roberto

    link a questo commento 0 0
    #40
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Roberto,

    Ho presentato tutta la mia modesta produzione attuale:

    Colli Tortonesi doc Superiore Barbera 2004 " Bruma d'Autunno "
    Colli Tortonesi doc Superiore Barbera 2005 " Falò d'Ottobre "
    Colli Tortonesi doc Barbera 2006 " Sette Zolle "

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #41
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    Ciao Paolo, ti anticipo che ho degustato due dei tuoi vini, finora, e che le Sette Zolle 2006 mi è piaciuta molto, ma non voglio andare oltre al momento. Comunque i miei complimenti, un vino che se anche non vince ai concorsi, vince nella sua bevibilità, immediatezza e bella fattura. ( Credo sarà andato molto vicino alla fatidica soglia degli 85/100, ma che se ne frega, quando è buono è buono !! )
    Complimenti mon ami'
    roberto
    P.S. ) penso che ne scriverò piu' avanti, appena avrò un attimo

    link a questo commento 0 0
    #42
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Caro Roberto,
    Salute !
    Mi fa molto piacere che ti sia piaciuto il carattere di quello che io reputo il più rappresentativo dei tre e per questo temo sempre sia anche il più difficile, ( che fisime che mi faccio eh ?! )..
    Grazie, faccio tesoro del tuo commento e ti ringrazio molto per i complimenti che arrivano in un momento nel quale sono particolarmente apprezzati.
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #43
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Salve a tutti,
    sono Joan Gómez Pallarès, uno dei giudici stranieri che ha sbagliato alcune cose e che ha le sue capacità organolettiche non ben allenate per la Barbera. Bene, ho letto tutto perche Giuliano Boni me ne ha dato notizia e la tua forma di raccontare le emozioni del concorso, Paolo, mi ha anche emozionato. Domani ne scriverì qualcosa sul mio blog: devinis.blogspot.com.
    Mi dispiace, comunque, non poter identificare i vini come fa l'amico Roberto. Ho assagiato negli ultimi due anni molti Barbera ma non la tua produzione. E l'anonimato è stato perfettamente preservato nel concorso.
    Comunque sia, domani do la mia oppinione.
    Salute,
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #44
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    Ciao Joan , mon ami'
    come stai, tutto bene ? E' vero mi sono emozionato anch'io nel leggere quanto amore e passione questo vignaiolo, che ho sentito solo telefonicamente una volta ed in email, mette nel suo lavoro.
    Non ho identificato i vini, sarebbe impossibile per chiunque credo !
    Ho degustato i vini di Paolo al di fuori del concorso, in quanto nei giorni in cui ero ad Alessandria, mi ha fatto avere una campionatura.
    Ciao alla nostra salute
    roberto

    link a questo commento 0 0
    #45
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Ciao, Roberto, come stai!!!??? Un piacere rileggerti e "vederti" altra volta. Oggi ne parlo sul mio blog. In effetti, è stato impossibile per tutti noi sapere che cosa si assagiava e la unica possibilità di conoscere i vini di Paolo era di averli assaggiato previamente (anch'io ne ho bevuti tanti di Barbera!) o dopo il concorso. Entre il concorso, impossibile.
    Mi fa piacere, comunque, leggere che la tua conclusione è esattamente la mia, sul blog: il vino buono è buono, e basta. E sono sicuro che la passione di Paolo si la farà anche per vincere nei concorsi. Comunque sia, vedo per il tuo commento che la "battaglia" de la qualità è stata già guadagnata: i sui vini sono buoni!!!
    Ciao, bello, alla nostra salute e salutami la famiglia!!!
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #46
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Buonasera Joan e Roberto,
    Adesso siete voi ad emozionare me, vi ringrazio profondamente.
    L'anonimato nella degustazione è un requisito fondamentale per garantire la massima oggettività dei risultati e allontana noi concorrenti dal dubbio di valutazioni influenzate dalla umana soggettività. Questo concorso mi è piaciuto e lo ripeterò ancora, grazie per la vostra serietà che si dimostra anche qui nelle righe che si leggono. Come ho scritto in un mio altro blog, http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=435 ,
    settimana prossima parteciperò al salone del gusto di Lugano, come espositore, altro banco di prova per i miei vini. Mi terrò ben stretti i commenti positivi che voi amici mi avete rivolto e che mi danno tante buone speranze. L'ultimo giorno del salone, il mio pensiero tornerà repentino alla degustazione di tigullio che si terrà proprio quel giorno.. Ah che periodo intenso di emozioni che solo questo mondo del vino sa dare... !!!
    Salute a tutti !!

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #47
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Joan,
    Ho letto il blog, grazie.
    Domani me lo faccio tradurre da una mia cara amica.
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #48
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Grzie anche a te dalle tue parole, Paolo. Mi dispiace veramente non poter parlare dei vini tuoi ma non mi è capitato fin'ora di poter trovarne una botiglia. Eh, sì, quelle del Concorso romangono nell'anonimato e non so che cosa ne ho detto, pensato e puntuato.
    Nel blog ho scritto solo parole di animo e di fare finta di niente: se il tuo vino è buono, e la parola di Roberto è molta parola, stai tranquillo, sarà riconosciuto!!!
    A presto,
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #49
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    E c'è ancora qualcuno che sosterrebbe che parlare di se e dei propri vini con il cuore aperto online non serva a niente ? Un articolo gratis su uno dei principali blog di Spagna...

    link a questo commento 0 0
    #50
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Ciao, Filippo,
    tutti sapiamo che una parte del presente ma, sopratutto, il futuro passa per i blogs, più che per le pagine web, per lo meno come le conosciamo adesso. Abbiamo alcuni esempi illustri, qui in Italia, negli States, di quello che dico. Il tuo, il vostro progetto, Vinix, è un altro esempio importante.
    E nel mio caso, niente importante: tutti gli articoli vengono gratis sul mio blog perchè ho deciso di scrivere solo di quello che mi piace e farlo della maniera che mi piaga più. E nessuno mi paga!
    Forse arriverà il giorno che alcuno mi pagherà per scrivere, ma ti dico che sarano un sacco di soldi!!! Fin che arrivi quel momento, godiamo la presente felicità di essere liberi e di poter comunicare liberamente sulla nostra passione, il vino, il cibo.
    E, Paolo, speriamo di poter trovare una bella bottiglia di questo "anonimo" Barbera: mi piacerebbe dirne la mia a facia scoperta!!!
    Salutem plurimam!!!
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #51
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Sul blog prevale sempre e solo il vero, il sentimento.
    In mezzo a tanto frastuono, si distingue solo quello che porta in se una cosa autentica. Ciò che rende così diverso qquesto mezzo è la gratuità, nel blog non conta il budget, non contano le gerarchie, non contano le possibilità, ma solo chi si è al di là delle apparenze. Fil, il tuo coraggio ti premia, joan, condivido il tuo pensiero al punto che h scelto questo come il più vero dei mezzi di comunicazione.
    ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #52
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    joan,
    non so se sarei contento se i miai vini si potessero trovare facilmente ne mondo, quantità è inversamente proporzionale a qualità, e la qualità si trova sempre più raramente. Il mio sogno sarebbe spedire piccoli assortimenti a privati ed intenditori in tutto il mondo.

    link a questo commento 0 0
    #53
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    @ Joan
    Caro Joan, certo, so bene che il tuo blog è nudo e puro ! Volevo solo sottolineare come, un uso consapevole di questo strumento (vinix), fatto con passione, porta risultati (articoli spontanei e per passione) anche oltre ogni più rosea aspettativa.

    Un caro saluto, Fil

    link a questo commento 0 0
    #54
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Eh sì, hai raggione, Fil! Un buon strumento e delle belle reazioni a un post pieno di emozioni.
    Tante belle cose per tutti
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #55
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    Aggiungo che oltre all'articolo gratis sul blog di Joan, ne seguirà un'altro sul mio Winetaste, perchè sono fermamente convinto che oltre al vino, bisogna sempre guardare le persone che lo producono, cioè dobbiamo renderci conto chi è stato che lo ha prodotto, ed in questo caso un ragazzo giovane con tanta passione, amore ed entusiasmo in quello che fà . Tutte doti ormai rare, ma che ancora esistono per nostra fortuna, e che a mio avviso vanno premiate, vi sembra giusto ?
    A me si ! Di una persona come Paolo mi fido ciecamente ed i suoi vini li posso bere senza avere alcun timore.....sicuro che una persona quando è seria, lo è sempre, anche in cantina.
    ciao alla nostra salute
    roberto

    link a questo commento 0 0
    #56
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    E bravo per quelli che ci svegliamo presto alla mattina!!!
    Hai raggione, Roberto: passione e amore per il vigneto, per la terra, finiscono sempre bene!!!
    E lasciatemi dirvi che la fotografia dei ragazzi mi ha ancge molto emozionato: che bella, carina, che sorrisi, che complicità...
    Buona giornata a tutti da Barcellona!
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #57
  • Roberto Gatti

    Roberto Gatti

    @Paolo
    ma sono tutti tuoi quei 4 meravigliosi bambini ? Io mi sono fermato a due, ma se avessi avuto tutte le condizioni giuste, mi sarebbe piaciuto molto averne 4/5 pure io.
    ciao a presto
    roberto

    link a questo commento 0 0
    #58
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Quando per anni curavo l'implementazione dei sistemi di qualità e di eccellenza nelle aziende, chi mi conosce sa che non mi stancavo mai di ripetere che la qualità la fanno le persone che operano per migliorarsi sempre. Ora lo ripeto a me stesso ogni giorno davanti allo specchio perchè a maggior ragione, la qualità che ottengo, è percepibile attraverso i miei vini, grazie alla sensibilità di chi li apprezza ed io ho il dovere, oltre che il piacere, di non tradire le aspettative di chi mi da fiducia.
    Grazie per le belle parole.
    Quelli non sono tutti miei, io mi sono fermato a tre, ma ti confesso che quando ho avuto i primi due, che avevo vent'anni, le condizioni proprio non erano quelle giuste, ma sai com'è, la natura ci ha pensato lei a metter le condizioni... eh eh ..
    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #59
  • Veronica...per Donnardea

    Veronica...per Donnardea

    Complimenti Paolo, sinceri ;)

    Veronica

    link a questo commento 0 0
    #60
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ricambio i complimenti,
    leggo non senza una certa ammirazione alcune delle lodevoli imprese nelle quali vi cimentate, bravi, ottimo esempio di come il vignaiolo esce dal suo guscio e incontra il cliente facendo così cultura del vino.

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #61
  • Vinisani.org - D. Sciutteri

    Vinisani.org - D. Sciutteri

    Putroppo molti vini di qualità, non si riescono vendere e ci sono bravi vignaioli con molti debiti.
    Mimmo

    link a questo commento 0 0
    #62
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Il problema Mimmo è che l'offerta è di gran lunga maggiore della domanda. Tutto lì.

    link a questo commento 0 0
    #63
  • Veronica...per Donnardea

    Veronica...per Donnardea

    @Paolo

    ...però che faticaccia Paolo...forse anche per questo mi sento vicina alle tue emozioni, dopo tutto l'impegno, il lavoro...non è mai abbastanza! Hai letto il mio post su "Pierino"?Te lo linko, fatti due risate...mmhh...

    @Mimmo e Filippo
    oggi si lavora e si investe solo per far girare un po' di economia...per il resto ve l'assicuro è solo tutta passione e sudore. E' vero siamo tanti, troppi. Perchè da qualche anno c'è chi si è avvicinato al vino solo fiutando business...e lo fa (il business). Chi fa e faceva vino principamente per passione...continua ad esser "passionario"per granparte...

    link a questo commento 0 0
    #64
  • Veronica...per Donnardea

    Veronica...per Donnardea

    ops...talmente "pasionaria" da dimenticare il link
    http://www.vinix.it/myDocDetail.php?ID=527 ;P

    link a questo commento 0 0
    #65
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    @ Mimmo,
    Ciao, la qualità vince sempre quando qualità vuol dire " quanto basta ", la dilagante ignoranza sul vino ed il pressappochismo delle leggi vigenti, hanno notevolmente abbassato il " quanto basta " del pubblico e questo è il motivo per il quale chi produce con passione produce a livelli qualitativi ben superiori al concetto di " quanto basta " diffuso. In buona sostanza si produce a livelli qualitativi superiori a quelli che il mercato è in grado di percepire e valorizzare. Problema è che il vignaiolo non riesce e non può produrre a livelli inferiori e quindi…. Si deve fare il mazzo per farlo capire!!!
    E' un discorso lungo e vale la pena farci su un bel nuovo post, grazie per lo spunto !
    @ Fil,
    La diretta conseguenza di quanto sopra esposto in sintesi è che vengono immesse sul mercato grandi quantità di vino di basso profilo dove le grandi aziende fanno la guerra dei prezzi e delle tecnologie saturando il mercato e disorientando il consumatore….
    @ Veronica,
    Altro che faticaccia, il mercato medio è ormai abituato a farsi talmente prendere in giro dalle tecniche pubblicitarie delle grandi aziende che adoperano anche i mezzi di massa per finire di spappolare loro il cervello già tanto provato da tutta una comunicazione fuorviante che quando si trova davanti la pura e semplice verità, stenta a riconoscerla.
    Si, avevo letto proprio quello sul " pierino " di turno e mi sono passate davanti agli occhi scene già vissute e non solo nel mondo del vino. Mi viene facile comprendere la situazione ed i relativi stati d'animo se penso ai pregiudizi da ignoranza proverbiale che ancora certa gente ha nei confronti di alcuni vitigni in particolare. C'è ancora chi sostiene che Barbera, Chianti, Merlot siano vinelli….

    Teniamo duro !
    Siamo noi che dobbiamo insegnare alle persone dove sta il valore dei nostri prodotti, da sole, almeno che non siano appassionati o appartenenti al settore, dette persone, non hanno le basi culturali per farlo e quindi vanno a farsi abbagliare dalle strategie di marketing ed attirare da prezzi fuori di testa o per lo meno, sospetti !

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #66
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    COME PROMESSO : ECCO UN COMMENTO SULLE SCHEDE DI VALUTAZIONE

    Le schede sono arrivate in busta chiusa, ancora calde, fumanti…
    Le ho scartate con bramosia, le ho lette bene, con cura, gustandomele una per una..
    Confesso che ci ho messo un po' prima di capire ogni scheda a quale vino appartenesse, questo a riprova dell'impossibilità per un giudice di risalire ad un vino specifico.
    Mi sono salvato per via delle annate, erano tre diverse e quindi, presto fatto !
    I giudizi sono una carrellata di OTTIMO, una buona parte di ECCELLENZA, qualche BUONO e, devo dire anche uno o due DISCRETO, e la cosa più importante : NESSUN DIFETTO.

    Posso davvero ritenermi ORGOGLIOSO del MIO LAVORO !

    Oggi, sono più felice del solito !!!

    Ciao

    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #67
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Mi fa piacere, Paolo, di leggere la tua reazzione. Come avevano pensato gli amici di Vinidea, Giani e Giuliano, le schede con i commenti dei giudici possono essere utili!!!
    Cordiali saluti!
    Joan

    link a questo commento 0 0
    #68
  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Joan,
    Ed infatti, vedendole tutte nell'insieme, si notano alcuni punti in comune dove si potrebbe migliorare, ad esempio, mantenere la fermentazione sulle bucce a temperatura controllata uno o due giorni in più, non va a stravolgere il vino e nemmeno lo cambia, ma può perfezionarne il gusto e arricchire i profumi.
    Ho di che divertirmi per tutto l'inverno insomma...
    Un saluto affettuoso
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #69
  • Giuliano Boni @ Vinidea

    Giuliano Boni @ Vinidea

    Paolo,

    soni lieto che tu abbia apprezzato i giudizi ricevuti. Come ti dicevo, il limite di 85/100 è veramente alto, soprattutto in un contesto di giuria internazionale, e non averlo raggiunto appieno (perché sono convinto che alcuni giudici nelle loro schede ti avranno dato più di 85) non vuol dire che il vino non sia buono, ma semplicemente che non ha convinto tutti totalmente.

    Spero che i commenti espressi ti siano d'aiuto per proseguire al meglio il tuo lavoro, e non dimentico la promessa di venirti a trovare al più presto.

    giuliano

    link a questo commento 0 0
    #70
  • Joan Gómez Pallarès

    Joan Gómez Pallarès

    Ce ne sono diverse di forme di arrichire il profumod el vino e estrarne tutte le particolarità aromatiche. Tu ni dici una, ma sono sicuro che l'amico Giuliano te ne parlerà di alcune altre, che usano per esempio nel Alto Adige, che servirebbbero bene al tuo proposito...
    Bel inverno, sì!!!
    Ciao, Joan

    link a questo commento 0 0
    #71

inserisci un commento