assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#6 Commenti

  • I Botri di Ghiaccioforte Azienda Bioagricola

    Ciao Maurizio,
    non conosciamo le realtà che menzioni tu,
    i mercatini a cui abbiamo partecipato con Assodeco ci hanno riservato giacimenti della gastronomia italiana,
    conosciamo l'altra de.co. sul vino ad uva spergola di Scandiano http://www.comune.scandiano.re.it/database/urp/scandiano/scandiano.nsf/pagine/F58191137ED5ED7CC12575DF002A5FF3?OpenDocument

    nella nostra esperienza di adesione al vino a denominazione comunale siamo stati rigorosi nell'utilizzare un disciplinare di produzione e nella riconoscibiltà data dal foglio di mappa e particella catastale del vigneto in etichetta: il vigneto perciò è a denominazione comunale perchè rappresenta con i suoi vitigni autoctoni dello scansanese la biodiversità da conservare;
    attraverso la de.co. cerchiamo di preservare un patrimonio tramandatoci da generazioni di vignaioli scansanesi.
    http://www.comune.scansano.gr.it/deco/deco_del.pdf

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    da questo punto di vista, si tratti di De.Co. o di Presidi Slow Food (nati e diffusi qualche anno prima delle De.Co.) la conservazione delle tradizioni locali e dell'autenticità dei PRODOTTI sia sempre benvenuta.

    Ma di sicuro oggi il marchio DeCo non ha più le valenze di interesse alivello diffuso quali Gino Veronelli aveva teorizzato.

    Insomma, c'è di tutto e di più.

    Ci sono i casi rigorosi e virtuosi (e non dubito che quelli da te citati lo siano) , ma al momento almeno intorno a me vedo assai più nemerosi casi di fumo senza arrosto, avulsi da logica e criteri di qualità, e usati solo per dissipare denaro pubblico.
    Politicanti di periferia che cavalcano una tigre a caso, insomma...

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    da questo punto di vista, si tratti di De.Co. o di Presidi Slow Food (nati e diffusi qualche anno prima delle De.Co.) la conservazione delle tradizioni locali e dell'autenticità dei PRODOTTI sia sempre benvenuta.

    Ma di sicuro oggi il marchio DeCo non ha più le valenze di interesse alivello diffuso quali Gino Veronelli aveva teorizzato.

    Insomma, c'è di tutto e di più.

    Ci sono i casi rigorosi e virtuosi (e non dubito che quelli da te citati lo siano) , ma al momento almeno intorno a me vedo assai più nemerosi casi di fumo senza arrosto, avulsi da logica e criteri di qualità, e usati solo per dissipare denaro pubblico.
    Politicanti di periferia che cavalcano una tigre a caso, insomma...

    link a questo commento 0 0
    #3
  • I Botri di Ghiaccioforte Azienda Bioagricola

    Ciao Maurizio,
    se vedi intorno a te casi di fumo avrai le tue buone ragioni, non discuto: occorre forse avere la fortuna di confrontarsi con amministratori responsabili come quelli che ti ho citato come esempio,
    del resto gli stessi politicanti di periferia spendono piu per dei fuochi di artificio di una sagra paesana che per l'istituzione di una demominazione comunale......

    link a questo commento 0 0
    #4
  • I Botri di Ghiaccioforte Azienda Bioagricola

    In riferimento alla corruzione nelle denominazioni comunali mi pare utile questo intervento di Riccardo Lagorio. http://www.denominazionecomunale.it/

    Andrea

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Maurizio Fava

    Maurizio Fava

    Riccardo è un amico, e a livello teorico la pensiamo nello stesso modo.
    Ma lui ha anche il ruolo di presidente di una associazione di comuni, e deve perciò fare buon viso a cattivo gioco, dando sponda anche alle DeCo fasulle.
    Ad esempio: la scorsa settimana ha benedetto una DeCo di "grignolino" in un paese del Monferrato.
    Ma nessuno sa e saprà mai perchè il grignolino debba essere DeCo.rato proprio in quel paese. Non ci sono particolari motivi storici ne' sostanziali differenze rispetto a tutti gli altri i grignolini prodotti nel Monferrato.
    Lo stesso comune ha DeCo.rato anche la "Bagnacauda"... ma dubito che questa salsa espressione di piemontesità sia nata lì, o che da lì vengano acciughe o aglio particolari...

    link a questo commento 0 0
    #6

inserisci un commento