Grignolino1 , emozioni !

inserito da
Grignolino1 , emozioni !
Quando l'amico Fabrizio in arte Enofaber pubblicò sul suo blog l'iniziativa di #grignolino1, sbaglierò, ma l'impressione fu simile a quella di quando esce l'ultimo modello di qualche diavoleria modaiola e vedi consumarsi rapidamente l'opportunità di poterne avere un pezzo per te, bisogna correre, arrivare prima che svanisca anche l'ultima chance di partecipare.

E così feci, godendomi la certezza di essermi accaparrato il privilegio di partecipare a qualcosa di unico nel suo genere e oggi sono felice di non essermi sbagliato seppur quando le mie aspettative fossero davvero elevate.

Il Team composto da Elena Bardelli, Vittorio Rusinà, Giuliano Abate, diretto da Fabrizio Gallino ha saputo mettere in scena una giornata di assoluta perfezione, piacevolissima, fortemente istruttiva e soprattutto divertente.

Il Vino grignolino che era stato un mio affetto in passato e a torto dimenticato, dopo questa esperienza è rientrato a pieno titolo fra i vini che maggiormente amerò stappare con gli amici, d'estate, fresco..

Abbiamo, tutti assieme scoperto o riscoperto un vitigno che sa dare un vino complesso sulle note aromatiche, speziato, fruttato, profumato, sorretto da acidità e tannini quanto basta per non stancare la bevuta.

Da produttore, se dovessi lavorare con queste uve, mi divertirei a farne un vino facile, proprio perché non è banale, quello che bevi quando hai caldo, quando hai sete di vino, perché la sua generosità è così evidente che non richiede particolare concentrazione.

Un vino da preferire senza alcun dubbio alla maggior parte dei rosati o presunti tali presenti sul mercato, lanciatemi pure i tappi addosso, ma secondo me quella è la sua fascia di mercato e ha tutte le carte in regola per posizionarsi al vertice della stessa.

I produttori presenti ci hanno dato molto della loro storia e della loro passione, del perché di tante scelte, abbiamo sentito il sapore della loro terra dalle loro parole e questo, è già di per se un fatto straordinario.

Il vino è principalmente condivisione e questa occasione lo ha riconfermato, mettendo assieme durante la degustazione anarchica “categorie” disparate di persone che dopo qualche ora interagivano come se si conoscessero da sempre..

Certamente l'estrazione “Social” dei partecipanti ha fatto la sua parte e credo che su questo ormai ci sia ben poco da riflettere, è un dato di fatto, chi ha passione per cibo e vino spesso sente il bisogno di condividerlo con altri e lo fa sfruttando le più disparate piattaforme di diffusione nel web, ma è quando si incontrano tutti questi fattori in unico luogo che io mi permetto di dire si raggiunge la perfezione.

E' accaduto che in poche ore il web si è riempito di #grignolino1 e già oggi è davvero tantissimo il materiale che ora viene condiviso col mondo intero.. di questo bisogna ringraziare tutti i bloggers intervenuti, fra i quali carissimi amici che rivedo ogni volta con gioia nel cuore e che stanno davvero diventando così tanti che nominarli tutti è diventato impossibile.

Credo che questo genere di iniziative sia da proseguire come vera occasione di crescita e confronto sui temi legati alla cultura del vino e perché no, anche e soprattutto del saper vivere !

Per una panoramica dei contenuti presenti sul web si può consultare l'elenco messo a disposizione gentilmente da Daniela in arte Senza Panna..

Ciao,
Paolo
  • condividi su Facebook
  • 3384
  • 0
  • 0

#1 Commenti

  • Paolo Carlo Ghislandi - Cascina i Carpini

    Ciao Pierpaolo,
    Queste occasioni di confronto stanno davvero raggiungendo una dimensione perfetta, quella che maggiormente rende omaggio alla natura stessa del vino.

    Il colore del grignolino varia molto, dal tenue rosato al rosso , nello specifico potrebbe essere che quelli nell'immagine siano campioni da vasca che erano presenti nella degustazione coperta.

    Ciao
    Paolo

    link a questo commento 0 0
    #1

inserisci un commento