assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Sine Felle, il Bio di Scandicci

inserito da
Sine Felle, il Bio di Scandicci
Con il SINE FELLE da vendemmia 2010 sotto la denominazione Chianti Colli Fiorentini DOCG i vini di Roberto Moretti potranno fregiarsi del collarino di riconoscimento “i vini biodinamici”.

Vini che ho scoperto sorprendenti sin dal primo assaggio, di grande personalità e potenzialità, ricchi di materia, gioiosi al gusto. La 2007 in commercio mi ha emozionato come non mi capitava da tempo e mi ha mosso all’azienda sulle colline di Scandicci, a sud di Firenze, al Podere Casaccia.

Il nome è riduttivo. La casa è signorile. 12 ettari coltivati a indirizzo biodinamico (Metodo Biodinamico Moderno*) con determinazione e tanta passione. Il paesaggio è incontaminato come non te lo aspetteresti, cipressi e oliveti punteggiano un anfiteatro di boschi ritagliato dai filari di viti tutt’intorno.

I vitigni sono tutti autoctoni toscani, di età adulta: cloni di Sangiovese, Canaiolo, Malvasia nera e bianca, l’antico Giacchè (Colorino), Trebbiano; unica eccezione per un piccolo appezzamento di Chardonnay che fa la sua nobile parte nell’eccellente SITUA NOBILIS vino dolce parzialmente botritizzato da uve stramature. Ben presto saranno affiancati da nuovi impianti per una superficie vitata totale di 3 ettari e mezzo circa per una produzione che vuole essere di nicchia**.

I vini di Podere Casaccia sono ottenuti nel rispetto dell’ambiente e delle tradizioni da terreni rigenerati (a prevalenza calcare e argilla) e lavorazioni in vigna manuali (nessun uso di prodotti di sintesi: no diserbanti, concimi chimici o pesticidi, no ogm), applicazione dei dettami della biodinamica, amorevoli cure in cantina: - Il vino è come un bambino -.

Assaggiati in bottiglia, prima, e spillati dai tini e dalle piccole botti di rovere in cantina con Roberto e Lucia durante la mia visita, cominciando dai Chianti in divenire dell’attuale vendemmia 2011, in fase di fermentazione malolattica, fino alla Riserva 2008, quasi pronta, e a seguire i dolci passiti, ho trovato questi vini di notevole qualità, a dir poco, accomunati da un’ottima fattura e da una piacevolissima pulizia di beva.

Sfoggiano colori e profumi caldi intensi, fluidi consistenti ricchi di estratto che si attaccano al bicchiere, dal bel frutto rosso integro maturo ben riconoscibile, di corpo e struttura in bell’equilibrio e una freschezza di beva già di buona morbidezza, minerali e con tannini integrati, gradevolmente asciutti nel finale di bocca. Vini di vigna che ben esprimono la tipicità e la territorialità di questa zona della Toscana meno conosciuta al grande pubblico. Vini longevi che ben trasmettono il credo del loro produttore.

A sorpresa si è aggiunta sorpresa quando Roberto ha estratto dal suo cappello magico il "bianco" ALBESCO 2006, un esperimento fortemente desiderato, e ben riuscito, dopo la visita-pellegrinaggio in terra di Gravner. Un vino stile Breg Anfora, interessante è dir poco, e poche sono le bottiglie rimaste in commercio, ottenuto con macerazione prolungata sulle bucce che gli donano un lucente - colore oro particolarmente carico apparentemente ossidato, profumi terziari e sapori evoluti -.

Non ultimo per piacevolezza, ho assaggiato il succo di quello che sarà il nuovo passito rosso da vendemmia 2011.

Riporto qui le schede del produttore, in un mio ordine di apprezzamento:

SINE FELLE Riserva 2007 – Chianti Colli Fiorentini D.O.C.G. da uve Sangiovese e Malvasia Nera colte nella prima metà di ottobre, uve con moderata sovra maturazione; vinificate con lieviti autoctoni, permanenza sulle vinacce per 15-20 giorni; affinamento per 12 mesi in barriques di 2° e 3° passaggio e bottiglia; gradazione 14°.

SINE FELLE 2007 – Chianti Colli Fiorentini D.O.C.G. da uve Sangiovese, Canaiolo, Giacchè colte nella prima metà di ottobre, uve con moderata sovra maturazione; vinificate con lieviti autoctoni, permanenza sulle vinacce per 15-20 giorni; affinamento in acciaio e bottiglia; gradazione 13,5°.

ALBESCO 2006 – Bianco toscano a I.G.T. – Vino prodotto da uve Chardonnay e Malvasia la cui caratteristica principale è la macerazione prolungata; dopo la fermentazione viene lasciato sulle bucce per 28 giorni con rimontaggi e follature quotidiane, per aumentarne il corpo e l’estrazione dei polifenoli, infine affinato per 6 mesi in barrique, con batonnage su feccia fine; gradazione 12°.

SITUA NOBILIS – Vino dolce da uve stramature di Chardonnay e Malvasia provenienti da una vecchia vigna esposta a nord-pvest su un laghetto artificiale, raccolte tardivamente con vendemmia manuale, vengono appese in un locale prospiciente al lago dove prosegue l’attività della “muffa nobile”. Al raggiungimento della parziale botritizzazione desiderata segue la pressatura e il mosto ottenuto viene trasferito in barrique per una lenta fermentazione e ancora per un anno ad affinare; gradazione 15°.

VINXANTO 2007 – Vinsanto del Chianti D.O.C. da uve Trebbiano e Malvasia provenienti da vecchie vigne esposte a sud-est. I grappoli, raccolti con vendemmia manuale, vengono posti in un apposito locale ben aereato fino a dicembre inoltrato. Una volta raggiunto il livello di appassimento desiderato, le uve vengono pressate e il mosto trasferito in piccole botti di rovere dove rimarrà a fermentare, con lieviti autoctoni per almeno tre anni, nel rispetto della migliore tradizione toscana; gradazione 15,5°.

*(www.viticolturabiodinamica.it).

**4.000 bottiglie prodotte attualmente, una previsione di crescita negli anni di 15.000 max.

Azienda Agricola “Podere Casaccia”
Di Moretti Roberto
Via di Triozzi, 41
Strada Vicinale delle Querce
50018 Scandicci (FI)
sinefelle@libero.it


  • condividi su Facebook
  • 4847
  • 0
  • 0

#4 Commenti

  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    E con la Befana è andata prosciugata anche l'ultima Riserva 2007 della mia cantinetta: corposa, sanguigna, succulenta, ferrosa, gustosa, croccante, bella davvero bella, e lo dico SINE FELLE, senza amarezza.

    E allora spazio alla 2008! ;)

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Senti senti, ma sei un grandissimo!!! :-) In quell'occasione non c'ero, mi sono fatto gli Chef(s) a quel bell'evento, le serate ovviamente!
    Si, essendo vini nature ne capitano di particolari, ma Roberto è un grande professionista e molto selettivo: se c'è "puzzetta" non va bene, rimane in casa.
    La riserva 2008 è un'altro gioiellino gustoso e succulento.
    Puoi vedere un po' di fotografie che ho messo qui su vinix nell'albun "La terra nel sangue" e Roberto ce l'ha dentro davvero! E quando vuoi li andiamo a trovare e così puoi verificare quanto dico (su appuntamento visto che si divide con l'ambulatorio).

    Ciao e grazie per il tuo commento! :-)

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Errata corrige: ho confuso l'evento con Degustibooks sempre al Tepidarium; per il resto confermo tutto.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    E finalmente il sito http://www.agricolamoretti.it/ ancora in progress ma è già qualcosa ;-))

    link a questo commento 0 0
    #4

inserisci un commento