assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#14 Commenti

  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    C'era l'aria condizionata almeno? :)
    Tanta gente comunque, io non sono venuto, temevo la gambizzazione :D

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Luca Risso

    Luca Risso

    No niente aria condizionata, solo i due balconi aperti ai due lati opposti. Ma no, anzi magari facevan pace :-)

    Luk

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Ugo Brugnara

    Ugo Brugnara

    Ciao Luk, poeta del vino.
    Mi piace sempre quando uno non ricorre a perifrasi per dire che una certa manifestazione è un'autentica ca..ta. Ce ne sono troppe ormai, anche dalle nostre parte, mal organizzate senza una dovuta selezione dei produttori. Spero vivamente che la creatura di Filippo (Terroir) s'imponga sempre più come punto di riferimento per manifetazioni serie. Non solo assaggini e calicetti, ma incontri, discussioni, confronti ecc. in un ambiante adeguato. Spero anche che l'incontro di Luca Bele Casel abbia il successo che merita perchè, sulla carta, mi pare ben organizzato.
    Ciao Luk,continua a dire pane al pane.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Domenico Sciutteri

    Domenico Sciutteri

    Ciao
    Io non sono venuto come mai!!!
    Qualcuno dell'AIS ti dirà che sei in conflitto di interessi.
    Se vuoi puoi scivre nel loro blog.
    Pardon, dimenticavo non puoi.
    Per difendere ledregole democratiche devi avee la Password del gestore del sito.
    E poi il tuo articolo deveseere approvato è poi verrà pubblicato.
    Ciao
    L'ultimo dei Mohicani

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Ciao Mimmo,
    io in conflitto di interessi? Ma io non ho interessi, quindi nemmeno conflitti :-)
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Domenico Sciutteri

    Domenico Sciutteri

    Loro lavorano solo per interessi.
    Quindi!!
    Se continuo perdo anche qualche cliente.
    Che devo fare?
    Ciao

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Accorcia il tuo nome account, questo devi fare. :)

    Ciao, Fil

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Capellini Luciano Azienda Agricola

    Capellini Luciano Azienda Agricola

    Ciao Luca. Ieri abbiamo condiviso assieme i limiti della manifestazione, corre tuttavia l'obbligo di precisare che Camogli è uno dei più bei borghi d'Italia, così come è giusto dire che l'Hotel Cenobio dei Dogi è d'alto prestigio. Condivido il fatto che la scelta di una sola sala è stata, a dir poco, insufficiente.
    sui vini: Personalmente ho trovato anche quest'anno un ottimo livello, comunque in crescendo. Presto per imbottigliare? forse per alcune tipologie più che presto per l'imbottigliamento è presto per cominciare a degustarli e bisogno dunque capire quale ne sarà l'evoluzione. Poi non tutti hanno portato l'imbottigliato della più recente, diversi hanno fatto interessanti verticali. personalmente ho portato due riserve di sciacchetrà (solo in visione) annate 2005 e 2008 oltre al 5 terre doc annate 2009 e 2010. Non ho portato il 2011, nonostante abbia ormai terminate le scorte e vi siano richieste che non riesco ad evadere per mancanza di prodotto.
    La problematica dei vini giovani comunque non vale solo per questa manifestazione, ma, ad esempio, per le guide che già da diverse settimane chiedono i campioni "imbottigliati e non dalla vasca" precisano. Personalmente, come ad alcuni già noto, non mando i campioni a nessuno, se vogliono se li vengono a degustare in cantina o li comprano in enoteca.
    concludendo. condivido i limiti di spazio fin troppo evidenti che hanno inficiato una manifestazione, l’unica che da possibilità di disporre in una unica giornata di tutte le cantine liguri. Sui vini: a mio personale giudizio sono complessivamente ancora in crescita. Circa l'AIS ne resto volentieri fuori.
    ciao Luciano

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    L'ultimo assaggio che ho dei tuoi vini Luciano è di un meraviglioso Cinque Terre 2006 omaggiatomi dall'amico Marco Rezzano, continua così sei ormai uno dei grandi delle Cinque Terre e sogno ancora dopo un bel giro in vigna, una serata insieme al Cappon Magro, forse quest'estate una sera con l'aiuto dei nonni ce la faccio finalmente.

    Della manifestazione nulla so se non per il tramite delle parole di Luca. So di non essere più persona gradita per cui mi guardo bene dal mettere in imbarazzo qualcuno ma questi sono discorsi che faremo, forse, al momento opportuno.


    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Luca Risso

    Luca Risso

    Ciao Luciano
    La manifestazione è di fondamentale portata per i vini liguri, e proprio per questo motivo bisogna che sia inappuntabile sotto ogni aspetto!
    Piùi vini crescono qualitativamente, e di più tempo hanno bisogno per esprimersi compiutamente. E' per questo che mi dispiace vedere certe "forzature", certamente non le tue.
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Andrea Della Casa

    Andrea Della Casa

    A parte la location che magari è rivedibile, punterei l'attenzione proprio al fatto di questi assaggi "precoci", come dice Luca. Per partecipare molta gente imbottiglia in fretta e furia vini non pronti, ed il risultato rischia di avere un effetto boomerang. Fai si pubblicità ai tuoi vini, ma una pubblicità che può essere negativa in quanto non godibili ad oggi. Purtroppo non è una problematica solo di Camogli e della Liguria, ho sentito dire che questi assaggi troppo anticipati si verificano anche ad altre manifestazioni come Benvenuto Brunello etc....

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Ugo Brugnara

    Ugo Brugnara

    @ Luk & Luciano. Dovete farmi capire: si va dai vini precoci, affrettati, solforosi e quasi imbevibili di Luk, all'ottimo livello " di Luciano. Il luogo, la saletta, la cattiva organizzazione ecc., possono essere elementi negativi che solo la eccellenza dei prodotti può attutire. Ma se il livello dei vini non è ottimale, cosa salvare? Continuo, pur con la clausola del "de gustibus" , a ritenere difficile che due profondi conoscitori di vino esprimano giudizi così contrapposti. E saluto tutti. Ugo Brugnara

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Luca Risso

    Luca Risso

    @Ugo
    qualche volenteroso con bottiglie anche più mature naturalmente c'era, ma diciamo che non è stata la norma
    Luk

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Capellini Luciano Azienda Agricola

    Capellini Luciano Azienda Agricola

    Ciao Ugo. Credo che le due opinioni non siano così in conflitto, cerco di spegarmi.
    1)bisogna anzitutto che anche il grande pubblico cominci a capire che molti bianchi liguri per esprimersi al meglio hanno bisogno di un periodo di affinamento da 1 a 7/10 anni e oltre;
    2) E' necessario che ciò venga percepito anche dagli addetti ai lavori, lunedì alcuni chiedevano il 5 terre doc 2011 e daglia spiegare che non era pronto, che doveva affinare ancora, almeno sino a settembre (ma dagli sguardi si capiva che non credevano) molti di più invece, e con piacere, chiedevano il 2009 o annate precedenti, purtoppo esaurite;
    3) L'affinamento, specie per lo sciacchetrà, è bene farlo in bottiglia, per cui nulla di male ad imbottigliare prima, ma bere al momento giusto;
    4) Non è dunque, secondo me, corretto servire un vino non ancora pronto, anche se non è sempre facile resistere al mercato che vuole tutto subito. Per questo, conoscendo un po l'evoluzione del prodotto in bottiglia prevedo un miglioramento complessivo.
    5) Camogli è bellissima, così come alche la struttura che ci ha ospitato. purtoppo lo spazzio riservatoci era totalmente insuficente e la splendita vetrata sul mare che la lambiva non è stata sufficiente a lenire le carenze.
    6) sui "divieti" di partecipazione che dire: continuo a restarne fuori. OK Fil quando vuoi anche da me, visto che ora abiamo anche la piccola cucina a km. anzi centimetri zero.

    link a questo commento 0 0
    #14

inserisci un commento