assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#6 Commenti

  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    E' sempre un piacere leggerti Andrea e, curiosità, il guyot ovvero il capo e razzolo allunga la vita alla pianta? ...e perchè molti le spiantano dopo venticinque trent'anni massimo? Grazie, un saluto, Alessandro

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    Nel Chianti vigneti antichissimi allevati a capo e razzolo ne sono rimasti ben pochi però se a quelli viti fosse stato richiesto di produrre meno e se molta chimica data al piede della pianta non avesse rinsecchito il terreno, ci sarebbe da chiedersi dove sarebbero potute arrivare.
    Ci sono delle viti maritate a San Giusto a Rentennano la cui età si perde nella notte dei tempi. Verò è che non sono molte, ma sono pur sempre viti.

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Marilena Barbera - Cantine Barbera

    Da noi si chiama potatura a "pezzo e spalla". Il mio vigneto più vecchio di Inzolia ha oggi 44 anni molto ben portati, e non da segni di cedimento.

    Dopo un periodo in cui mio padre ha utilizzato il cordone (erano gli anni 90 e si credeva fosse la scoperta del secolo - d'altronde tutti gli agronomi in quel periodo non ti facevano fare altro), sono ritornata all'allevamento tradizionale su tutti i nuovi impianti. Le viti, dopo il primo taglio - decapitato al filo per far crescere solo il legno - sono molto vigorose fin da piccoline, alcune già al secondo anno provano a dare un grappolino, e quasi tutte al terzo sfoggiano almeno due boccioli.

    Perché le spiantano a trent'anni? concordo con Andrea: viti sfruttate, pompate all'inverosimile. Come un bodybuilder che si è strafatto di anabolizzanti e a cinquant'anni cade a pezzi, così anche le viti sovrautilizzate invecchiano prima.

    Baci,
    M.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    Marilena, queste viti così riconvertite producono tranquillamente da subito, non ci sarà un'annata a vuoto.

    Tante vigne trentennali sono già state espiantate perchè non hanno più fiato, ci sono troppe fallanze, mescolate poi c'erano malvasia bianca e trebbiano bandite dal disciplinare del Chianti Classico........ mentre gamè, merlot, alicante bouchet, sirà, cabernet, petit verò ecc ecc .......ci stanno meglio. "Sono più ricasoliane e tradizionali!!!"
    Un caro abbraccio.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Anch'io vi bacio e vi abbraccio tutti! :) e spero di vedere Marilena a La Biscaggina a Livorno venerdì prossimo!, nel senso spero di poterci andare!
    Ciaooo

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    Il fascino delle donne del sud è fascino due volte.
    Non è voce dei violini d'autunno ma un pensiero reale.

    link a questo commento 0 0
    #6

inserisci un commento