assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#32 Commenti

  • Roberto Stocco

    Roberto Stocco

    bella.
    Ma ti vengono mentre fai le analisi ai vini dei garagisti?

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Mi vengono in mente sempre e comunque.
    In primo luogo quando sono in macchina , mentre vado e vengo dalla cantina.

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Roberto Stocco

    Roberto Stocco

    capisco, sono i fumi della solforosa :) però il santino di Cottarella lo devo cercare pure io.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Ma anche l'overdose di enosapienti ed enosaccenti

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Villa Chiarini Wulf Azienda Agricola biologica

    Che sollievo, pensavo di essere l'unica e mi sentivo terribilmente in difetto. E non essendo enologa a volte non vado oltre mi piace, mi piace abbastanza, mi piace moltissimo, non mi piace per niente etc. Ma Cotarella no! Per quanto mi riguarda niente santino :)

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ti riferisci a qualcosa di letto qui su vinix oppure altrove? Ci fai qualche esempio così sorridiamo un po' tutti insieme? L'importante è sdrammatizzare, sempre. Soprattutto se si tratta di vino.

    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Lorenzo Conci

    Lorenzo Conci

    Hai letto Cioran? Ogni giorno che nasce...Nichilisti ed estremisti ci sono sotto tutte le bandiere e non è, che non abbiano anche essi qualche buona ragione, te compresa. Parole si abbonda spesso a sproposito. Ma qualche buon vino esiste con i suoi profumi e i suoi aromi. Qualche buon vignaiolo esiste con la sua storia e la sua passione...anche in Borgogna. PS. Hai mai letto Veronelli? Non amava le terminologie da sommelier...eppur parlava divino.

    link a questo commento 0 0
    #7
  • Lorenzo Conci

    Lorenzo Conci

    Dimenticavo. Anche Il vino degli altri di Andrea Scanzi è un libro che potresti leggere.

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Villa Chiarini Wulf Azienda Agricola biologica

    E Mario Soldati di vino al vino? Per quanto riguarda i commenti qua su vinix devo dire che sono molto ammirata perché scritti quasi sempre in bell'italiano, specialmente quelli di Max Beretta si fanno leggere che è un piacere.

    link a questo commento 0 0
    #9
  • Lorenzo Conci

    Lorenzo Conci

    Ho commentato prima di leggere gli altri tuoi post. Imperdonabile. La tua ironia ci sta. A maggior ragione, I due libri di Andrea Scanzi, sul vino, se non li hai letti, te li consiglio. Anche Elogio dell invecchiamento. Non dilettano di competenza e nemmeno di ironia...

    link a questo commento 0 0
    #10
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Sono ironica sempre e comunque.
    Considero l'ironia la mia ancora di salvezza , contro la follia quotidiana,. Ho letto Scanzi, Veronelli e Soldati e penso che per definizioni e quadri d'insieme , non ci farebbe male tornare a quei tempi.
    Adesso , almeno per come la vedo io, c'è troppa polemica sterile , si è perso il senso del racconto vero.
    Non so se sono stata spiegata.
    Claudia

    link a questo commento 0 0
    #11
  • Andrea D'Ascanio

    Andrea D'Ascanio

    Claudia, tu devi scrivere di più, è sempre uno spasso leggere le tue simpatiche sfuriate...

    Però non esagerare altrimenti non trovi più il tempo per noi poveri garagisti... ;-)

    link a questo commento 0 0
    #12
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ma no è che legge troppo Intravino :D

    link a questo commento 0 0
    #13
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Però non facciamolo nemmeno sparire se no si crea un'altra moda che non lo leggo più ultimamente ;))

    link a questo commento 0 0
    #14
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Andrea i garagisti sono sempre nel mio cuore, stai tranquillo.
    Fil Intravino va letto come si legge Novella 2000 dal parrucchiere.
    Si legge sempre tutto per mantenere una visione a 360°. ( o almeno ci si prova)

    link a questo commento 0 0
    #15
  • Carolina Gatti @ Azienda Agricola Gatti

    letto, compreso e ti stimo sorella, come sempre. non mi rimangio quello detto lunedì.un abbraccio

    link a questo commento 0 0
    #16
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Comunque #fruttato rulez.

    link a questo commento 0 0
    #17
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    A Caroli' vederti lunedì mi ha fatto venire in mente un titolo per un post:'Piu' un vino è social, piu' è buono?'
    Fil che ne dici , lo scrivo o rischio la lapidazione ?
    Claudia

    link a questo commento 0 0
    #18
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    A Caroli' vederti lunedì mi ha fatto venire in mente un titolo per un post:'Piu' un vino è social, piu' è buono?'
    Fil che ne dici , lo scrivo o rischio la lapidazione ?
    Claudia

    link a questo commento 0 0
    #19
  • Andrea D'Ascanio

    Andrea D'Ascanio

    Scrivi scrivi... :)

    link a questo commento 0 0
    #20
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Scrivi però qualche esempio concreto questa volta !

    link a questo commento 0 0
    #21
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Un'altra moda??? ;))

    link a questo commento 0 0
    #22
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Filippo mi sembra di essere già stata abbastanza concreta ed aderente alla realtà in questo post.
    O no?
    Claudia

    link a questo commento 0 0
    #23
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    E un sorriso, vero non vero, quanto influisce???

    link a questo commento 0 0
    #24
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Non so Claudia per me non molto ma io son strano :)

    Nel senso, ho capito che ti sta sulle palle chi abusa di descrittori, spesso se ad cazzum e come darti torto, anche io quando scrivo di vino cerco sempre di far passare due semplici concetti: a) se mi è piaciuto o meno e b) se vale la pena comprarselo e cerco sempre di farlo con parole semplici, senza particolare uso di descrittori ad minchiam. Nel tuo pezzo quindi ho ben capito l'oggetto della critica generico, l'abuso di descrittori, ma poco i riferimenti, cioè chi ti ha generato il malessere, se cioè hai letto qualcosa che ti ha mandato il sangue al cervello in particolare, allora un link sarebbe divertente oltre che utile per farsi un'idea.

    Siccome ti accingi a scrivere un post molto figo sulla questione se un vino più è social sia o meno anche più buono e siccome sono una persona terra terra che ha bisogno di esempi concreti per capire bene di cosa si sta parlando e poter dire la sua (mi piace un sacco dire la mia, non si fosse capito), speravo in qualche esempio concreto, così si da un nome e cognome alle cose e ai mal di pancia e chi deve intervenire ed ha qualcosa da dire interviene.

    Ma io mi diverto moltissimo anche così, il tuo stile mi piace a prescindere per cui prendi con assoluto benevolenza quel che ti dico.


    Ciao, Fil.

    link a questo commento 0 0
    #25
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Però anche dire e scrivere che a fare vino sia tutto aulico e poetico , io non ce la posso fare.

    link a questo commento 0 0
    #26
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ma chi è che lo dice? :)

    link a questo commento 0 0
    #27
  • Carbone Vini

    Carbone Vini

    ciao Claudia,
    post divertente e tutta la mia solidarietà sulla prima parte. Anche per noi una domanda in voga è " avete un enologo oppure fate tutto da soli?" . Domanda che spesso sottintende: avete qualcuno che manipola per voi in cantina con polverine e pozioni chimiche?
    Eppure le vendemmie sono tutte diverse, le vinificazioni, il momento della raccolta e le scelte di affinamento sono decisioni che nulla hanno a che fare con le presunte polverine. Insomma non è la professione più popolare al momento.

    Quanto ai descrittori invece dissento. Cosa c'è di più efficace di una immagine, di un ricordo, di un volo della memoria per raccontare un sorso?
    Perchè non giocare con la prosa e con descrittori poco canonici se alla fine sono proprio quelli a darmi una idea precisa e coinvolgente di ciò che c'è nel bicchiere?
    Inoltre sono queste le descrizioni che mi intrattengono nella lettura, altrimenti, diciamocelo, le note di degustazione dei vini fanno sbadigliare.
    Naturalmente le esagerazioni stroppiano, come in ogni altro settore, ma non per colpa del descrittore, quanto piuttosto del fatto che non tutti i bravi degustatori sono buoni narratori, così taluni rischiano di finire sopra le righe a voler fare troppi voli.
    Sara

    link a questo commento 0 0
    #28
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Sara ciao.
    Quando mi ritrovo a a raccontare un vino cerco sempre di fare esempi molto semplici, cerco di attivare la memoria olfattiva e gustativa di ognuno di noi.
    Il tono un pò polemico e satirico del post è rivolto a chi in tutti i vini trova la nota vibrante della fava di Tonka.
    Claudia

    link a questo commento 0 0
    #29
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Be' sulla nota vibrante della fava di tonka sfondi una porta aperta, mortacci loro. :)

    link a questo commento 0 0
    #30
  • Villa Chiarini Wulf Azienda Agricola biologica

    Una volta ho letto "afrore di manto di stallone sudato dopo una corsa". Lo giuro.

    link a questo commento 0 0
    #31
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    @Villa Chiarini . Ti crediamo .
    Lo stallone la volpe , una vita per il Brett.

    link a questo commento 0 0
    #32

inserisci un commento