assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

Toscana | "Castagneto Carducci un ecosistema da tutelare"

inserito da
Toscana |
Attualità che ci tocca da vicino, riporto:

"L'amministrazione comunale di Castagneto Carducci preferisce barattare ettari di area vergine di pineta a campeggi privati anziché tutelare un bene comune antico e irripetibile, dove in questo momento animali e vegetazione convivono in un'armonia naturale. Un'area che vedrà una nuova strada interna larga 6 metri e mezzo, parcheggi per molte auto e un centro commerciale per il campeggio, per la quale saranno sacrificate dune sabbiose e piante secolari. Tutto ciò lascia senza parole, specialmente se ciò avviene all'interno di una pineta di rara bellezza, voluta già dal Granduca Leopoldo all'inizio dell'800. Una decisione a cui il Movimento 5 Stelle si oppone già da tempo; al Senato sono state presentate due interrogazioni rivolte ai Ministeri competenti, perchè non è possibile rimanere in silenzio di fronte al rischio di snaturare per sempre una zona costiera che è patrimonio di tutti".

"Oltretutto - continua Paglini - la pineta di Castagneto è un'area soggetta al Piano Paesaggistico della Toscana, secondo cui 'non è ammessa la localizzazione di nuovi campeggi e villaggi turistici, così come l'ampliamento di quelli esistenti all'interno delle pinete costiere'. Si tratta di una norma di buon senso volta alla tutela di un bene paesaggistico che è patrimonio comune di tutti i cittadini, di quelli presenti e di chi verrà. L'amministrazione comunale, invece, sta portando avanti il suo piano che contrasta con le norme del Piano Regionale e probabilmente bypassando gli uffici tecnici e politici della Regione Toscana. Nuove urbanizzazioni in quest'area sono state vietate in favore del recupero e della riqualificazione di quel patrimonio paesaggistico che fa della Toscana il fiore all'occhiello dell'offerta turistica italiana nel Mondo. Siamo tutti a favore dello sviluppo turistico ed economico dei nostri territori, purchè questo avvenga senza creare squilibri all'ecosistema, senza deformare e distruggere il paesaggio naturale, e secondo uno sviluppo sostenibile e rispettoso dell'ambiente".

Senatrice M5S Sara Paglini


Fonte: beppegrillo.it
  • condividi su Facebook
  • 3115
  • 0
  • 1

#7 Commenti

  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Non conosco i dettagli del progetto ma devo dire che nella mia esperienza pluridecennale di campeggiatore motociclista i camping - quelli ben fatti - in genere sono tra le strutture meno impattanti a livello ambientale rispetto ad ogni altro tipo. Da vedere bene il progetto per capire bene l'impatto reale dell'insediamento ma non lo boccerei a priori. In genere i camping e parlo di camping, non di villaggi turistici, ben inteso, gli alberi li piantano non li tolgono :)

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ciao Fil., giuste osservazioni ma i campeggi ci sono sempre stati, c'ho passato un po' di estati :), da approfondiresicuraente ma soprattutto da salvaguardare e capire se ce n'è un reale bisogno (imho).

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    La suddetta pineta è inserita nel piano paesaggistico regionale e se i regionali non sono bifronti neanche si pone il problema di sbranare questa meraviglia intatta. Rilancio la notizia anche nel mio blog, mi rileggo qualche passo de "La speculazione edilizia" di Italo Calvino... che parla della tua bellissima Liguria, Filippo e speriamo di mettere i bastoni fra le ruote ai progressisti del cemento.

    link a questo commento 0 1
    #3
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ma appunto quello che non capisco è: che c'azzecca il cemento con i camping? C'è anche camping e camping. Mai e poi mai ammetterei un villaggio turistico (se non quelli tipo toruing cloub che sono veramente a quasi zero impatto ambientale) ma ci sono camping che in genere hanno una casetta di legno come reception, un ristorante e poi spazi immensi di alberi per le tende. Non tutti i camping accettano i caravan (che sono già un'altra cosa). Ricordo un camping addirittura a strapiombo sul mare sotto Taorimina a due passi da Giardini Naxos, c'era un market di 3 mq e le tende a strapiombo sulle piane tra gli alberi. Sono anche io totalmente contrario alla cementificazione d'assalto ma un progetto ben fatto che consenta di godere di quel posto magico non lo scarterei a priori, vorrei vedere il progetto prima.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Andrea Pagliantini

    Andrea Pagliantini

    E' il centro commerciale all'interno dell'area, è la strada di sei metri da sbranare nella natura intatta, è questa pazza idea di "green" dietro cui si mascherano gli scempi più imponenti...
    La Toscana è piena di cantine "ecologiche" che prima non c'erano ma al loro posto, prima, c'erano colline o ora ci sono dei veri e propri mostri dentro ai quali sono poste barrique sotto luce fioca che piacciono tanto alla stampa di settore.
    La cantina è un laboratorio dentro il quale basta non commettere errori e avere accortezza nella pulizia e il vino con l'uva buona viene quasi da solo..
    Filippo per tornare sul tema..... se quell'area è intatatta perchè deve esserci un campeggio o comunque, perchè non basta che ci sia una casina di legno e gli spazi dove poter mettere le tende in mezzo alla natura?
    E' nella natura infima della Toscana verniciare di verde l'ipocrisia.

    link a questo commento 0 1
    #5
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Avevo letto di corsa e mi era sfuggita la questione del centro commerciale (!), pura follia. Si bè, hai ragione da vendere.

    link a questo commento 0 0
    #6
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Le pinete sulla costa toscana sono state ridotte tantissimo, scempi per costruire parcheggi sono noti anche se poco pubblicizzati ma è già storia, per non parlare degli incendi. Il rischio è sempre il solito, giustamente da verificare bene, quello della speculazione, ahinoi, ma confido nei cittadini più attenti e coraggiosi.

    link a questo commento 0 0
    #7

inserisci un commento