assistenza whatsapp: +39 347 211 9450

#9 Commenti

  • Andrea D'Ascanio

    Andrea D'Ascanio

    Eccoci...
    Se riesco a reperirli in mattinata si!
    Non sono organizzato per la gestione della temperatura.
    I punti 3,4 e 5 non rappresentano un problema.
    A questo punto credo sia il caso di procedere alla rifermentazione del vino finito. :)

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Andrea, la grande scommessa è andare direttamente in bottiglia con il mosto ancora in fermentazione... dopo vari tentativi l'anno scorso sono riuscito, secondo me il segreto è fare in ottimo illimpidimento prima che cominci la fermentazione.

    link a questo commento 0 0
    #2
  • Andrea D'Ascanio

    Andrea D'Ascanio

    Mirco, il mio obiettivo è quello! ma quest'anno mi sono mosso tardi, l'altra sera quasi per caso mi son detto "fammi controllare che dice il pecorino" mi faccio una passeggiata lungo il filare assaggio qualche acino e capisco che forse sono arrivato tardi! comincio a raccogliere acini, arrivo in cantina, li schiaccio in un bicchiere, due gocce sul rifrattometro e 18.5babo. Avessi avuto 2gg di più mi sarei procurato almeno del ghiaccio secco x evitare la partenza della FA e poter pulire per bene il mosto.
    Diversamente, non ho armi all'infuori del Mbs.

    link a questo commento 0 0
    #3
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    ok, eventualmente tieni presente per un'altra volta che si può ottenere una base spumante anche da uve mature: in tal caso occorre lavorare sulla tecnica di pigiatura e sulla frazione di mosto da conservare.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Andrea D'Ascanio

    Andrea D'Ascanio

    Frazione di mosto da conservare per far ripartire la fermentazione!? non ci arrivo invece sulla tecnica di pigiatura! grazie Mirco!

    link a questo commento 0 0
    #5
  • Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie

    No no, parlavo solo della pigiatura. Per quanto riguarda la tecnica di pigiatura e la conseguente frazione di mosto da tenere faccio riferimento in maniera diretta al disciplinare dello champagne. I "cugini" sono gentilissimi e lo hanno messo in rete stampabile anche in italiano: http://www.champagne.fr/assets/files/brochure%20champagne/Champagne_italiano.pdf

    link a questo commento 0 1
    #6
  • Vinocondiviso

    Vinocondiviso

    Bello questo post, complimenti.
    Non sono per nulla favorevole alla criomacerazione che, sebbene non ancora acclarato dal punto di vista accademico (ci arriveranno tra un lustro....), secondo me omologa eccome.
    Tutti vini che sanno di frutta bianca (pesca bianca/melone bianco) e anice.
    IMHO.

    link a questo commento 0 1
    #7
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Vinocondivisoo
    Grazie il post nasce da un'esigenza garagistica.
    Che la criomacerazione sia omologante o meno, forse ci si arriverà anche fra due lustri.
    Percepire le stesse tonalità aromatiche vorrebbe dire che tutti i vini, hanno gli stessi precursori, cosa tra l'altro non vera.
    Cercherei la similitudine nella zona di produzione,nella vinificazione in maniera un attimino piu'ampia

    link a questo commento 0 0
    #8
  • Claudia Donegaglia

    Claudia Donegaglia

    Azienda Mariotti - I Vini delle Sabbie grazie della condivisione del disciplinare e della tua preziosa esperienza

    link a questo commento 0 0
    #9

inserisci un commento