#5 Commenti

  • Davide Tanganelli / Degustazioni

    Davide Tanganelli / Degustazioni

    Luca Missori

    link a questo commento 0 0
    #1
  • Alessandro Zingoni

    Alessandro Zingoni

    Ben detto Fil.

    link a questo commento 0 1
    #2
  • Maurizio Gily

    Maurizio Gily

    perchè alla vista di una bella donna (o di un bel'uomo) nessuno dice: "mi piace, ma non me ne intendo"? Perchè per il vino dovrebbe essere diverso?

    link a questo commento 0 3
    #3
  • Fabio Zanzucchi, Vini Scelti

    Fabio Zanzucchi, Vini Scelti

    Bellissimo articolo. Sei sempre sul punto sostanziale. Tuttavia mi sembra che se i produttori Francesi e Italiani non fossero stati cocciutamente product-driven fin dall'inizio (diciamo indicativamente dall'800) oggi non ci sarebbero Brunello o Barolo, Vosne-Romanée o Pauillac e non ci sarebbe nemmeno tutta quella narrazione del/sul vino che, seppur lentamente e faticosamente, aggancia i neofiti e li trascina nel vortice.

    link a questo commento 0 0
    #4
  • Filippo Ronco

    Filippo Ronco

    Ciao Fabio Zanzucchi, Vini Scelti, certo, potremmo dire che questa è l'altra faccia della medaglia. Le storie ci sono e per fortuna anche qualcuno che le racconta egregiamente. L'articolo fa riferimento ad una visione più globale e fuori dalla nicchia, purtroppo c'è ancora da lavorare molto per trascinare "nel vortice" come dici bene anche tu, molti più potenziali appassionati.
    La cosa particolare è che mi pare che con il mondo della birra, relativamente più giovane, si stiano commettendo gli stessi identici errori.

    link a questo commento 0 1
    #5

inserisci un commento